Vai al contenuto

Pubblicità

ee44

Membri
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su ee44

  • Rank
    Nuovo utente
  1. Ciao tutti, vi volevo raccontare la mia storia. Sono un ragazzo di 24 anni e dopo un relazione con una ragazza durata due anni circa, ho avuto un momento difficile ma mi sono ripreso. Conosco una ragazza qualche mese, avendo una passione in comune, e lei mi contatta un giorno e così iniziamo a sentirci. Inizilamente non provavo nessun tipo di attrazione nei suoi confronti poi col temop stando con lei ed uscendoci, mi inzia a piacere. Ci frequentiamo per qualche settimana e tutto accade una sera, dopo una festa ci baciano per la prima volta ed è stato stupendo. Sembra che va tutto a gonfie vele: stiamo molto bene, usciamo speso, abbiamo tante cose in comune e noto che la cosa può diventare serie. Me ne rendo conto da alcune affermazioni sue del tipo: Ti aspetto a Firenze, dove lei studia, così stiamo insieme; oppure " mi manchi" ed altre di questo tipo. Tutto il mese di gennaio sta nella città dove vivo per trobvare la sua famiglia e stiamo molto bene insieme. parliamo tanto sia per telefono che per messaggio; io incominicio ad accarezzare l'idea di poter iniziare qualcosa con lei. 15 giorni fa torna a Firenze per dare un esame: i giorni primi dell'esame era tutto tranquillo: chiamate, messaggi dolci, tutto perfetto. Dopo l'esame, che è andato male, torna nuovamente giù e si chiude. Non parla più con me; ci sentiamo pochissimo e normalmente sono io sempre a contattarla. Le parlo, nonostante lei per giorni sembra quasi evitarmi. La incontro e gli chiedo il perchè di questo suo atteggiamento così diverso da un giorno all'altro. Lei mi dice che dopo l'esame aveva sofferto e che in famiglia la situazione non era felice e per questo volevo un momento tranquillo per stare da sola. e dice che il problema non sono io e che quello che provava per me, non è cambaito in pochi giorni. Dopo 7 giorni ci rivediamo e lei sembra molto tranquilla e dice che devo stare tranquillo perchè io non c'entro ma è una cosa sua e di un suo momento. Poi ci rassicura dicendomi che voleva un pò di tempo e tutto sarebbe tornato come prima e saremmo stati bene. Ora ci stiamo sentendo ma poche volte al giorno. Quando la sento la vedo serena e tranquilla e non sembra mi stia dicendo sciocchezze anzì. Sono io che non sono tranquillo perchè non sono il tipo che aspetta molto e non riesco sempre ad avere pazienza. Vorrei contattarla, parlare e stare bene. Questa situazione di mezzo mi fa stare male. Non riesco a capacitarmi di questo suo cambio repentino. Io purtropppo dopo la relazione con la mia ex non riuscivo più a fidarmi di nessuno, ma quando ho incontrato lei l'ho trvata matura, e intelligente e con tempo mi sono fidato perchè penso ci possa essere qualcosa. Non so che sia veramente così, quindni che vuole tempo, o dietro c'è qualcosa che non so. Spero di sbagliarmi ma ho bisogno di lei, di sentirla di tornare a come prima. Mi devo fidare o meno di quello che mi ha detto?.. Io ci provo ma il tempo mi logora e mi fa star male stare a metà senza poter far nulla. Detto ciò io ogni tanto cerco di contattarla... forse dovrei lasciarla stare per un pò e farmi desiderare ed aspettare una sua mossa?... grazie per l'aiuto.
×

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.