Vai al contenuto

Pubblicità

UnderSans

Membri
  • Numero contenuti

    45
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su UnderSans

  • Rank
    Utente attivo
  • Compleanno 19/07/1997

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Milan
  • Interests
    Scrittura

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Ciao Eclissi, grazie per aver scritto. Attualmente, mi trovo in un momento di più calma perchè ho incominciato ad aggrapparmi all'idea della morte: so che un giorno il mio dolore finirà, non vivrò in eterno. So che prima o poi morirò e così morirà anche il mio male. è triste, ma ho anche scritto un piccolo testo al riguardo: "Tutum, tutum,Sono steso a terra,posso sentirlo.Tutum, tutum,Ogni battito,È un passo in più.Tutum, tutum,Verso la fine del dolore,Verso la morte.Tutum, tutum,Ho il sorriso,Camminando verso la fine." Te lo lascio perchè a me calma, spero lo faccia anche con te. Ho usato lo stesso principio che mette in ansia e depressione molte persone (la paura dello scorrere del tempo e della morte) per calmarmi. Per quanto riguarda altre soluzioni...no, non ne ho. Sto solo scappando mentre sono ferito, mi sto semplicemente comportando da vigliacco.
  2. UnderSans

    Disabilità e solitudine

    Ciao Michela, non sono uno psicologo, sono solo un ragazzo di 21 anni e da quello che so, la debolezza che risenti ora potrebbe essere causata dal bullismo che hai ricevuto, innanzi tutto, come hai reagito ad esso? Sei scappata da ciò? Lo hai accettato? Sono cose molto importanti per la formazione di una persona. Posso dirti che come me se ho capito sei una persona molto, molto sensibile. Quella sensibilità può essere usata anche come arma molto forte, nell'arte o anche nel capire certe persone che non verrebbero mai e poi mai capite dalla società che c'è ora. Anche io dovrei sdrogarmi dai social in teoria... ma non riesco mai perchè trovo solo persone orribili quando cerco di trovare nuove persone, che non potranno capirmi nemmeno tra anni luce. Rimango sempre con i miei pochi amici lontani, che hanno sempre compreso il mio dolore, però dopo 8 anni la solitudine si fa sentire, e sto cercando di trovare nuove persone... ma ancora, non ci sono riuscito.
  3. Devi scoprire tu cosa ti fa star bene, non ne ho idea. Ad esempio ho iniziato a dare più attenzione di prima all'affetto che mi da il mio gatto. Cose simili, penso cambino per tutti.
  4. Forse, riuscendo a trovare amore e affetto nelle piccole cose: sovrasterebbero qualsiasi sensazione negativa. Nemmeno io ne sono in grado, è qualcosa di davvero prezioso però. Credo sia la risposta giusta
  5. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    29 o 30? Devi aver sbagliato persona solitamente me lo chiedono nei post e scrivo sempre 21 in oltre sul mio profilo c'è il mio anno di nascita... Si, studio, informatica. Per quanto riguarda quella ragazza, so che può sembrare strano che ad una certa età succedano cose simili. Ma leggendo il diario capiresti...non continuo il discorso aperto in pubblico perché non mi sembra giusto, alla fine è il tuo topic, mi sono diramato fin troppo collegandomi ai tuoi problemi. Lascia perdere gente simile comunque. Ciò che conta non è la forma ma l'anima. Il corpo con il tempo peggiorerà e si ritroveranno vuoti. Il tempo farà il suo lavoro non preoccuparti, tieniti stretta la tua arte. Quella è per sempre.
  6. UnderSans

    Aiuto

    Come possiamo aiutarti?
  7. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Ah, giusto non l'ho scritto, ho 21 anni.
  8. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Non posso parlarne con i miei. Mia madre di safricherebbe per pagarmi uno psicologo, preferirei pagarmelo io se lavorassi ma tanto non ci andrei per motivi miei. Cos'ho?...eh, una domanda "semplice" insomma... cercherò di essere breve, tanto per cominciare tolto il divorzio dei miei e il forte bullismo alle medie, che sono cose ormai superate, 7 anni fa persi per sempre una ragazza e quell'evento fu traumatico per me. La amo ancora come se fosse il primo giorno in cui l'ho vista, e non mi do tregua. Scrivo per lei giorno e notte, ho un diario dove lei è il centro di tutto, scrivo poesie e poesie per sfamare i miei desideri che non posso realizzarsi... Ma so benissimo che brucierà in eterno. Dopo qualche anno da quell'evento, iniziai a accusare problemi fisici portati dall'ansia: dolori alla vescica, bollori continui che mi fanno sudare freddo manco avessi una congestione, attacchi di panico...orribili a dir poco. Non mi so dar tregua, rispetto all'amore per lei questo dolore non è nemmeno l'1%. Poi ho iniziato ad avere pensieri suicidi, ho provato anche a togliermi la vita, mi sono sentito in colpa, ho iniziato ad avere incubi alimentati da essi... Dove mi trovo a fare scelte impossibili che fanno male ad altre persone comunque vada, oppure sogno quella ragazza e mi sveglio in una realtà dove invece, non è al mio fianco. È una sensazione orribile. Ho superato le mie crisi religiose che sono state dure e lì ho rischiato davvero di rimanerci, dato che gli istinti suicidi non erano finiti. Sono stato tradito una marea di volte e ciò mi ha portato a pensare che tutti mi abbandonino per qualcuno di migliore, l'odio ha allontanato anche i miei amici, sono rimasto solo, e ora ho perso anche la passione per fare ciò che prima amavo... Intendo, tutte le attività mi ricordano che sono solo. Non ho più nemmeno un espressione, mi hanno tolto anche quella. Sono un fottuto rottame ecco tutto. Però so anche che preferisco essere un rottame che una persona vuota che approfitta degli altri. No, non sarò mai come loro... Dopo tutti questi anni alla fine, mi ritrovo in una situazione in cui passo le giornate a letto perchè ogni cosa che faccio mi deprime, ricordandomi che altre persone sono in compagnia in quel momento. Ormai anche stare steso a letto me lo ricorda, alla fine... È tutto un casino, insomma. Vorrei solo cessare il dolore, non mi interessa nemmeno più di trovare risposte.
  9. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Scusa se rispondo un po' in ritardo solitamente ci sono sempre ma oggi sono dovuto uscire con i miei. Sono tristi perchè vedono che sono depresso e allora ho deciso di uscire controvoglia a cena, così per calmare le acque. Loro non sanno niente, ma sta diventando difficile nascondere la depressione. Come ho scritto in altri post condivido la paura nell'incapacità dei medici, psichiatri o no che siano. Ho scritto delle pagine nel mio diario su come superare gli incubi e con i miei sul senso di colpa ha funzionato alla grande! È stato un mio amico lontano che come me si interessa di certe cose a darmi aiuto. Quando torno a casa, se vuoi, ti mando quelle pagine in privato. Ad ogni modo, sono Acquario. Tu?
  10. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Scusami sono stato troppo pessimista in effetti. Quindi hai ancora speranza, è un ottima cosa questa. Dovresti regolare meglio la tua dieta, le tue ore di sonno, se pensi sia utile potresti anche provare a parlare con i tuoi professori ma non so che relazione tu abbia con loro. Io regalai il mio diario personale a una mia ex prof di italiano prima che andasse in un altra scuola ad esempio, e ti assicuro che mi ha aiutato molto con delle semplici parole. Quindi se c'è qualcuno di cui puoi fidare te lo consiglierei molto. Tornando al ritrovare la forza, che è il tema principale mi sembra di aver capito, le cose migliori penso siano il sonno e un alimentazione curata. Se ne senti il bisogno comunque potresti andare da uno psichiatra diverso dicendogli degli effetti collaterali che hai subito, o andare comunque dallo stesso a dirgli del problema, lo hai già fatto o hai smesso di tua spontanea volontà? Se non sei sana fisicamente e vuoi riprenderti, e questo credo proprio comprenda la tua enorme stanchezza, dovresti sentire loro perchè sanno quali sono i medicinali adatti, ricorda ovviamente di sottolineare il fatto che con quei medicinali hai avuto effetti collaterali. Mi piacerebbe molto leggere qualche tuo scritto comunque, se mi dai la possibilità.
  11. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Riguardo al tuo dolore... ti consiglierei di trasformarlo in arte, in qualcosa che mostri cosa hai dentro. è quello che faccio io scrivendo e non so dove sarei ora se non avessi dato sfogo alle fiamme dentro di me, almeno in parte. Inseguire così tanto qualcuno può distruggere una persona lo so... e soprattutto, quelle fitte al cuore quando nessuno ti vuole, o quando sarai sempre la seconda scelta, so quanto fanno male. Sono in questo limbo proprio ora, tra l'essere solo e diventare la seconda scelta che non otterrà mai niente da nessuno, pur dando tutto l'amore che qualcuno possa concepire. Purtroppo, chi ha bisogno di attenzioni ne riceve sempre meno e chi invece non sa apprezzarne ne ha a volontà, la società di oggi è così, ed è uno schifo. Da qualche mese ho perso passione in tutto: non riesco più a inseguire i miei sogni e le attività che prima mi donavano piacere, finisco sempre per pensare che sono solo e tutto perde senso, anche banali attività quali camminare fuori o mangiare mi ricordano che sono solo. L'unico motivo per cui non mi uccido, è esclusivamente per trovare persone come me. Se morissi ora perderei l'occasione di incontrarle, e poi, come ho scritto poco fa anche nel mio blog, ogni battito del mio cuore è un passo in più verso la morte. Comunque vada, il dolore finirà e sarà solo una minuscola briciola nella storia dell'universo. Non vedo perchè faticare così tanto, solo per continuare a far cosa? Farmi male e essere tradito? Piuttosto continuerò a combattere con le mie sofferenze e ansie, alla fine è questa la vita.
  12. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Deve essere davvero dura mi spiace tanto...non pensavo che la schizofrenia si manifestasse anche in questi modi. Mi ha fatto piacere leggere che qualcuno come me ha attribuito la figura di un dio/dea a un amato/a, non lo noto spesso, anche io ho fatto così, con una ragazza che conobbi 8 anni fa. Era tutto per me, e quando la persi...beh, mi accorsi che dopo di lei c'era solo il vuoto. E iniziai a cadere, e anche oggi cado. Ogni giorno sembra il primo, fa tanto male cadere in un vuoto che ti brucia in continuazione. Comprendo anche i tuoi complessi di inferiorità, sono stato tradito così tante volte...sono convinto che le persone cerchino sempre qualcuno migliore di me, e che mi abbandonino per lui, è inevitabile purtroppo. È una sensazione che mi fa andare in panico, è orribile...
  13. UnderSans

    Ripartire

    11/10/2015 Non mi sento mai sicuro di me stesso e penso sempre che gli altri siano migliori,e che le persone scelgano sempre qualcun altro rispetto a me. Mi tormento senza mai uscirne per questo, fino ad avere attacchi di panico: ovvero quando sudo, mi si blocca la gola e respiro a fatica fino a soffocare. Per fortuna quando succede ormai che anche se è doloroso, anche se il cuore mi punge, anche se ho i crampi allo stomaco dall'ansia, so anche che tutto ciò porta a perdere le forze e svenire, e anche se mi danneggia la mente non porta alla morte, perchè mi rialzo sempre, alla fine. è una pagina del mio diario, spero ti possa aiutare ad essere compreso un pò. Non sei solo, non morire adesso. Perderai la possibilità di trovare persone come te, anche loro in questo momento stanno lottando contro la morte. Chi perde, perderà anche la strada che lo porta a trovare i suoi simili.
  14. UnderSans

    Come far fronte alla depressione

    Ciao Anna. Potresti essere più precisa sugli avvenimenti che riguardano la schizofrenia? Mi interessa molto come argomento perchè ho avuto anche io sintomi che mi portano a pensare a quello, credo sia causato dalla mancanza di sonno. Riguardo a dei consigli... sono un ragazzo altamente razionale, e ti posso assicurare che la meditazione mi ha aiutato sorprendendomi. Se vuoi provare, posso insegnarti come fare i primi passi.
×

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.