Vai al contenuto

Pubblicità

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'autostima'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Calendari

  • Gli eventi della Comunità di Psiconline

Forums

  • Regolamento del Forum
  • Confrontiamoci con gli Esperti
    • La psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
    • I disturbi dell'alimentazione
    • La coppia, l'amore e la dipendenza affettiva
  • Confrontiamoci fra di noi
    • Avvisi e richieste
    • Parliamo di Psicologia
    • Fatti e misfatti
    • Chi mi aiuta?
    • Argomenti
    • Single, Coppia, Famiglia
    • Mobbing & Bossing: prevenzione e non solo cura
    • L'ho appena letto ed ora ne parlo! (Il libro che mi ha colpito ... )
    • L'ho appena visto ed ora ne parlo! (Il film che mi ha colpito ... )
    • Accordi e disaccordi
    • Parliamo di attualità...
    • La vita scolastica
    • Totem e tabù
  • Spazio libero
    • Ciao, io sono ....
    • Coccole e carezze
    • Hobby e passioni
    • Chiacchiere in libertà (lo spazio per gli OFF TOPIC)
  • Corsi, Convegni, Congressi, Incontri di Formazione
    • Convegni ECM
    • Convegni, Congressi e Corsi
  • Professione Psicologo
    • Avvisi e richieste
    • Problemi della professione
    • Psicologia ed Internet
  • Studenti di psicologia
    • Studenti di psicologia
    • Esame di Stato per Psicologi
    • La tesi di laurea

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Trovato 3 risultati

  1. Clemenceau

    Come uscire da stato depressivo decennale

    Ciao a te che leggi, sono un ragazzo di 24 anni e ormai da più di dieci anni non vivo la mia vita appieno e tendo a precludermi tante cose per via di fisse e tare mentali che puntualmente mi impediscono di socializzare come prima sapevo benissimo fare, di fidarmi e di vedere il lato positivo delle cose. Non sono mai andato da uno psicologo perché ormai in questi anni mi sono abituato a convivere con questi sentimenti depressivi. Il tutto è partito da quando frequentavo le scuole medie di un piccolo paesino dove i miei compagni, prima pochi solo della mia classe, poi tutta la scuola , hanno iniziato a prendermi in giro chiamandomi di frocio insomma. Beh all'epoca avevo 13/14 anni e diciamo che già sapevo di essere gay. In ogni caso io invece che chiedere aiuto, dato che non riuscivo a difendermi da solo, mi sono chiuso in me stesso e gradualmente ho smesso di uscire. In terza media già non uscivo più se non per andare a scuola o fare commissioni. Ecco dopo questa lunga premessa ecco il mio problema, tra gli altri per cui dovrei assolutamente farmi aiutare.. Io non so come sono riuscito ad andare avanti in tutti questi anni ma ho sempre nascosto tutto alla mia famiglia, e vivo col terrore che lo scoprano. Ora non ce la faccio più a non fare pace con questo trauma adolescianziake perché si ripercuote nella vita di tutti i giorni . Diciamo che mi sento spesso stupido anche se non lo sono e ogniqualvolta che c'è qualche problema io lo ingigantisco e non mi focalizzo mai al 100% per risolverlo ma per il 99% delle volte lascio le cose andare senza intervenire a mio discapito , un po' come feci alle medie. Non reagisco mai .. Adesso e più di un anno che non riesco ad essere felice ... non mi rende felice niente e diciamo che mi rendo conto che sto perdendo gli ultimi anni della giovinezza sempre per lo stesso motivo per cui ho rovinato tutta la mia adolescenza . scusate non so quanto lineare possa essere questo post. Non so proprio come uscirne
  2. Ciao a tutti! sono un ragazzo di 16 anni ho sofferto per quasi un anno di depressione a causa delle mie grandi ambizioni, della mia poca obiettività, e dalla misera vita sociale che avevo. In pratica lo scopo delle mie giornate era quello di concentrarmi sulle abitudini che adattano le persone di successo, di leggere articoli su articoli sulla crescita personale e poi di comprare tanti corsi digitali ed innumerevoli libri di self-help (ne ho circa 120...) mi spostavo da un obiettivo ad un altro ed il mio focus era incentrato solo su quello. Trascorsi quasi 3 anni in questo modo mi resi conto della stupidità della cosa, perchè leggevo ma non applicavo alla lettera i consigli, o se lo facevo, era per qualche giorno e finivo per dire che era una tecnica inutile, cosi dopo innumerevoli tentativi di cambiamento sono caduto in depressione. Dopo mesi sono riuscito ad uscirne da solo grazie alla lettura e alla applicazione di concetti che trattavano questo argomento...sono riuscito anche a risanare le ferite dell'autostima ma ora sorge un nuovo problema: non so cosa farmene della mia vita! Ormai la mia giornata tipo è: Svegliati al mattino, vai a scuola e parla con quei 2 amici che hai, torna a casa e focalizzati su come uscire da questa fottuta trappola mentale, vai fuori con il cane, fai finta di impegnarti nello studio e poi vai a poltrire alla Tv! (in terza persona perchè crea più enfasi :D) ormai seguo questa routine da tantissimo tempo e non so proprio in che modo cambiare!!! Certe volte sono come convinto che non riesca a pensare a nulla di utile, nulla che mi faccia sentire appagato dalla mie potenzialità. Sò di averne di potenzialità ma non so proprio come liberarlo e dopo aver letto libri sui più disparati argomenti di psicologia di abitudini di successo...mi vien da pensare che non cambierò mai...anche se è una grande ca**ata. Che consiglio potete darmi?
  3. Salve, sono nuova di qui, mi sono iscritta giusto una decina di minuti fa per chiedere consigli sulla mia situazione. Sono una ragazza di 20 anni, ho avuto diversi problemi in passato quali autolesionismo, depressione e abbuffate. L'autolesionismo è un qualcosa che mi sono forzata di fare in un periodo in cui stavo ancora crescendo, avevo 16 anni ed emulavo ciò che vedevo in giro per cui non era una patologia vera e propria presumo ma solo una "bravata" se vogliamo chiamarla così durata per 5-6 mesi. Però mi sorge un dubbio: una persona che prende una lametta e si taglia, bravata o meno, non sta comunque bene per fare una cosa del genere...e io in effetti tutt'ora non sto bene. Non scriverò un pippone di parole per raccontare la mia storia, io nemmeno saprei scriverla questa storia talmente è confusa ma sinceramente non so più chi sono. Il mio emulare, e non mi riferisco solamente all'autolesionismo, è cronico. Ho sempre cercato di copiare il mio prossimo perché ne io, ne la mia vita mi sono mai piaciuti. Tuttora non mi piacciono e ho paura di ritornare nel buio della depressione di qualche anno fa. La mia autostima è bassa e i miei rapporti sociali si limitano ai weekend con il mio ragazzo perché non ho amici. I miei coetanei lavorano, vanno all'università, si fanno la patente, hanno una vera vita mentre io vado ancora a scuola perché ho perso degli anni a causa della depressione. Sono pigra, non mi piace studiare, ovvero mi piace apprendere e leggere ma quando si tratta di scuola veramente sono impedita. Fa male vedere ragazzini più piccoli di me prendere voti così alti che io non prendo nemmeno quando studio, sono invidiosa. Sono invidiosa del mio ragazzo che è così socievole, si fa voler bene, ha una passione, un lavoro, una bella famiglia... è devastante. Il dolore che provo causa invidia, accidia, rabbia e malumore a me e a chi mi circonda. Sto cercando di fare del mio meglio per smuovermi dalla condizione in cui mi trovo, cercando di non limitare la mia vita solo al mio ragazzo reprimendo la gelosia che provo ogni volta che magari esce con un amico o un'amica, cercando di distrarmi guardando un film o leggendo ma non riesco a rilassarmi perchè riaffiora in me il senso di essere una creatura inutile e miserabile che oltre a non saper far niente, si lagna solo addosso. Sono molto stressata, mangio malissimo ed è l'unica cosa che mi fa sentire meglio per pochi secondi. Vorrei rilassarmi, capire che io ho un percorso di vita diverso dagli altri e che prima o poi riuscirò a conquistare la mia indipendenza ed essere in pace con me stessa senza invidie verso gli altri. Invece mi sento solo una persona stupida. In parte stupida mi ci fanno sentire gli altri solo perchè non afferro le cose al volo o ho un modo di imparare le cose che richiede i miei tempi. Da dove devo iniziare?
×

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.