Pubblicità

piukina

Mio marito...

6 risposte in questa discussione

Sono una new entry del forum e sono capitata qui cercando informazioni sulla patologia di mio marito..

Stiamo insieme da 7 anni e abbiamo una bambina di 6..

quando ci siamo conosciuti lui mi raccontò di aver avuto dei problemi psicologici, con relativo ricovero al CIM, a causa di un forte stress lavorativo coinciso con la morte del padre e la fine di una relazione durata 7 anni...

Si era curato con psicofarmaci x circa 1 anno.. dopodichè ha deciso di smettere ed è venuto a lavorare al mio paese dove ci siamo conosciuti e innamorati..

In questi 7 anni è andato tutto bene, abbiamo viaggiato molto e cresciuto una bimba bellissima...

finchè all'inizio di giugno, la bestia è tornata.. la sua mente è crollata di nuovo... scaturito dal forte stress è tornata a manifestarsi la sua psicosi con deliri e allucinazioni..

dopo 10 giorni di questo tormento in casa, è stato ricoverato in ospedale dove hanno cominciato una cura con iniezione di Haldol ogni 21 giorni e gocce di Haldol e En tutti i giorni, sotto controllo dello psichiatra..

Ora è a casa da un paio di settimane.. sta continuando la cura e piano piano sta riprendendo il lavoro (ha un'impresa di pulizie)..

io non ero preparata, non ho mai avuto a che fare con persone con queste patologie e non sapevo davvero come prenderlo.. non lo so nemmeno adesso..

grazie ai farmaci deliri e allucinazioni sn passati ma gli provocano tanta stanchezza..è praticamente sempre addormentato anche quando è in piedi.. parla e si muove molto lentamente.. lo so, può essere normale in questi casi ma mi sembra tutto cosi assurdo se solo ripenso all'uomo forte, sorridente, spensierato e felice che era fino ad 1 mese fa.. a volte ho paura di crollare e non me lo posso permettere x lui ma soprattutto x nostra figlia..

l'incertezza del futuro mi spaventa... tornerà mai ad essere quello di prima? si può guarire da questo tipo di psicosi?

la mia testa è un enorme punto interrogativo.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


ciao Piukina! tuo marito ha iniziato, associato ai farmaci, un percorso di psicoterapia?..o si è curato solo con gli psicofarmaci?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aiutarlo questo è ciò che devi fare

in amore ci sia ma anche da deboli........

stai con Lui e condividi i problemi con i medici e gli psicologici

la sua immagine non ha importanza conta la sua salute

Tu sei più forte e devi aiutarlo

Auguri. :Four Leaf Clover:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per il momento sta prendendo solo gli psicofarmaci..

ovviamente gli sto vicino.. anche se è molto difficile e certi giorni sento di non farcela.. ho paura di crollare ma mi dico che devo farmi forza..

la cosa che mi spaventa è il non sapere quando tutto finirà e se tornerà come prima....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
per il momento sta prendendo solo gli psicofarmaci..

ovviamente gli sto vicino.. anche se è molto difficile e certi giorni sento di non farcela.. ho paura di crollare ma mi dico che devo farmi forza..

la cosa che mi spaventa è il non sapere quando tutto finirà e se tornerà come prima....

é normale avere paura in una situazione del genere...non sarà facile stare vicino a una persona che soffre, forse questa consapevolezza in un certo senso può aiutarti....cerca di condividere la situazione con altre persone...e di pensare il più possibile a quello che puoi fare oggi. Anche tu hai i tuoi limiti...ammetterlo è segno umanità e coraggio. Amalo come sai amarlo. di più non ti è concesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se e' l'inizio di una terapia farmacologica ,e' normale essere lenti ,essere sonnolenti....

....ci si deve abituare.

io nn credo che ci si guarisce(leggendo studi e cose varie) dalle psicosi ma si possono

tenere forse sotto controllo.

cerca di assisterlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora