Pubblicità

kris76

bimba di 2 anni e mi respinge sempre!

45 risposte in questa discussione

Ciao a tutti, sono un po demoralizzato.

Premetto che mia figlia e' una piccola "attila", ha un carattere fortissimo, quando viene sculacciata o sgridata si ARRABBIA e o ti grida contro, o batte i piedi e si arrabbia,

il piu delle volte non gli diamo le sberle forti, ma solo il fatto di sgridarla la fa imbestialire!

In questo periodo mia moglie e' a casa per cassa integrazione e quindi passa parecchio tempo con nostra figlia, se la porta in giro fa il pisolino insieme....

mangiano spesso insieme, fanno merenda...etc.....

Io lavoro tutto il giorno.

So per assodato che il rapporto tra padre-figlio e madre-figlio e' molto diverso.....

Ma ormai da oltre 2 mesi mia figlia si rifiuta di darmi un BACIO con un categorico "NO, vai via!" o fuga.....

ogni qualvolta io arrivi a casa da lavoro, oppure sia gia a casa a lavorare, oppure lei con la mamma vada via.....

E' sempre un "NO!.

I baci devo prendermeli con la "forza", afferrandola e giocandoci un pochino, mentre 'e distratta la sbaciucchio per qualche minuto, finche si arrabbia e comincia ad urlare.....NO, VIA!

Tra l'altro mia miglie mi ha detto che spesso quando sono in giro mi chiama e mi cerca insistentemente....poi quando arriva a casa e mi vede....gli chiedo un BACIO......

mi dice:

"NO VAI VIA!!".....

ho provato a ignorarla per ore....far finta che non esistesse (con immensa fatica) per qualche ora, NULLA...

a essere meno accondiscendente, un po' piu rigido, NULLA...

Oggi e' stata una giornata bella e tranquilla a lavoro....sono tornato a casa, bacio alla moglie, bacio alla figlia......NO VAI VIA!

giuro....la giornata si e' capovolta!

tra l'altro, l ho ignorata dopo il NO e ho chiaccherato con mia moglie di come sia andata la mia e la sua giornata....mentre la bimba chiamava insistentemente l'attenzione di mia moglie urlando, frignando, chiedendo, mentre a me "ringhiava"(diciamo)

Chi mi sa dare qualche consiglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


i figli specialmente di tenera eta' nn si sculacciano

e nn si deve mostrare loro un volto da dittatore

(nei loro occhi)che mette paura ed intimorisce.

un consiglio, leggi un libro oppure vai sulla rete su' come allevare i figli

di una certa eta'!!

il mio commento e' basato su' esperienza e nn perche'

vorrei essere cattivo nei tuoi confronti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh anche io Kris senza voler insegnare nulla, credo che ci siano delle cose un pò strane nel vostro rapporto, da uan aprte la prendi con forza per sbaciucchiarla, dall'altra poi la ignori, non vedo la via di mezzo!

Innanzitutto l'affetto non si dimostra solo con i baci, dunque se lei non li vuole io comincerei con il rispettare questo suo principio, facendo l'indifferente verso questa cosa in particolare, non prendendomela come fosse qualcosa di personale! Però continuerei a tenere in considerazione la bambina, per esempio chiedendole cosa ha fatto durante la giornata, facendo qualche attività ludica con lei. Se ti cerca durante il giorno è chiaro che per lei sei un punto di riferimento, probabilmente non siete riusciti a trovare il punto di incontro!

Mio marito lavora fuori e viee a casa un week end ogni due, mio figlio (che ora ha 7 anni ma è stato sempre uguale) ogni volta che deve tornare è in agitazione, durante la settimana non fa che ripetermi che non vede l'ora di vederlo, poi quando arriva suo padre diventa freddo e distaccato e ci vuole un pò affinchè ricominci a prendere confidenza! Ora io credo che se lui gli chiedesse subito di dimostrargli quanto gli è mancato, con gesti affettuosi, invece di accontentarlo (facendo tra l'altro ciò di cui avrebbe infinita voglia anche lui) si ritrarrebbe, quasi a dire " tu non ci sei mai poi quando arrivi pretendi di ottenere tutto il mio affetto"?

Bisogona aver pazienza e non sentire mai questi comportamenti come cose personali ma semplici reazioni di bambini che non hanno altro modo di esprimere un certo disagio!

l'indifferenza la lascerei ai momenti in cui fa i capricci, evitando così che lei per attirare la vostra attenzione (anche a costo di prendersi delle sberle) instauri questo mecanismo! Al contrario cercherei di premiarla quando fa delle cose che vi sembrano positive, rispettando soprattutto i suoi tempi e i suoi spazi.

Se la situazione non è gestibile, non è un male chiedere aiuto a un esperto, anzi io credo che sia un modo per mettersi in discussione !

Buona fortuna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti, sono un po demoralizzato.

Premetto che mia figlia e' una piccola "attila", ha un carattere fortissimo, quando viene sculacciata o sgridata si ARRABBIA e o ti grida contro, o batte i piedi e si arrabbia,

il piu delle volte non gli diamo le sberle forti, ma solo il fatto di sgridarla la fa imbestialire!

In questo periodo mia moglie e' a casa per cassa integrazione e quindi passa parecchio tempo con nostra figlia, se la porta in giro fa il pisolino insieme....

mangiano spesso insieme, fanno merenda...etc.....

Io lavoro tutto il giorno.

So per assodato che il rapporto tra padre-figlio e madre-figlio e' molto diverso.....

Ma ormai da oltre 2 mesi mia figlia si rifiuta di darmi un BACIO con un categorico "NO, vai via!" o fuga.....

ogni qualvolta io arrivi a casa da lavoro, oppure sia gia a casa a lavorare, oppure lei con la mamma vada via.....

E' sempre un "NO!.

I baci devo prendermeli con la "forza", afferrandola e giocandoci un pochino, mentre 'e distratta la sbaciucchio per qualche minuto, finche si arrabbia e comincia ad urlare.....NO, VIA!

Tra l'altro mia miglie mi ha detto che spesso quando sono in giro mi chiama e mi cerca insistentemente....poi quando arriva a casa e mi vede....gli chiedo un BACIO......

mi dice:

"NO VAI VIA!!".....

ho provato a ignorarla per ore....far finta che non esistesse (con immensa fatica) per qualche ora, NULLA...

a essere meno accondiscendente, un po' piu rigido, NULLA...

Oggi e' stata una giornata bella e tranquilla a lavoro....sono tornato a casa, bacio alla moglie, bacio alla figlia......NO VAI VIA!

giuro....la giornata si e' capovolta!

tra l'altro, l ho ignorata dopo il NO e ho chiaccherato con mia moglie di come sia andata la mia e la sua giornata....mentre la bimba chiamava insistentemente l'attenzione di mia moglie urlando, frignando, chiedendo, mentre a me "ringhiava"(diciamo)

Chi mi sa dare qualche consiglio?

giochi con lei??

la metti al centro delle attenzioni?

io non la costringerei a darti i baci ne farei l'offeso, così dai importanza al brutto comportamento....

piuttosto mi comporterei normalmente non ammettendo però comportamenti isterici , ovviamente progressivamente, del tipo che se vai sul divano mentre lei magari guarda un cartone e righia, la avvisi poi spegni la tele o ti metti qualcosa per te, punendola in questo modo , naturalmente per 5/10 minuti....

l'unica cosa che posso dirti (io ho due figlie) che non le ho mai sculacciate e sono lo stesso due soldati quando le chiedo le cose, con me sono molto affettuose ma non credo dipenda da quello anche se mincacciare con il dolore fisico un bambino di due anni era una cosa adatta all'ignoranza dei secoli scorsi.....credo che ora dobbiamo imparare a far diversamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

secondo me è gelosa della mamma la vuole solo per se, e quando vede che la baci si arrabbia, prova ad ignorarla quando torni, nel senso non obbligarla a baciarti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Kris, tua figlia ha due anni, è nel periodo della ribellione, dei no, della ricerca della propria autonomia. E' normale che faccia così. Ti sfida, vuole vedere fino a che punto può arrivare, cosa succede se si comporta in un certo modo.

Io ho un figlio di 8 anni e un altro di 2, il piccolo si comporta proprio come tua figlia e lo stesso ha fatto il grande. Il mio atteggiamento è questo: niente sculacciate (non servono a un tubo!), punizioni tipo stai seduto e non ti muovi finché non hai capito lo sbaglio (col grande ormai non serve più, il piccolo, al momento, lo lascio seduto a riflettere con me - perchè non lo lascio mai da solo durante le punizioni - al massimo per due minuti, perchè di più sarebbero troppi alla sua età, l'importante è che capisca che la mamma è arrabbiata per il tal comportamento e che non deve più accadere), quando il piccolo mi rifiuta lo accontento: sei arrabbiato perchè ti ho sgridato e mi mandi via? Bene, me ne vado, ma tu quella cosa non la fai più lo stesso. Tempo fa mi faceva anche le sceneggiate buttandosi per terra a piangere, io non mi scomponevo e gli dicevo: "Così non risolvi niente, il no rimane no!". Vedendo che non funzionava, le sceneggiate si sono risolte nel giro di un paio di settimane, forse anche meno. E ti assicuro che non l'ho mai picchiato.

Quando ti rifiuta al tuo rientro dal lavoro, invece, potrebbe essere una punizione nei tuoi confronti per averla "abbandonata" durante il giorno. I bambini lo fanno, l'importante è continuare ad essere affettuosi con loro, senza però costringerli a baciarci, giocare con loro non appena si può, trovarsi un momento esclusivo, tipo dargli al pappa o metterla a nanna, perchè si possa sentire rassicurata dalla tua presenza nonostante di giorno tu non ci sia. Vedrai che, vedendo che in ogni caso può contare sul tuo rientro a casa e sul tuo amore per lei, le passerà non appena sarà abbastanza grande da capire che il papà sparisce non perchè non la vuole, ma perchè è costretto ad andare a lavorare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a voi genitori la società sarà in preda al FANCAZ*ISMO... AI MAMMONI ETC...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

i figli specialmente di tenera eta' nn si sculaccianoe nn si deve mostrare loro un volto da dittatore(nei loro occhi)che mette paura ed intimorisce.un consiglio, leggi un libro oppure vai sulla rete su' come allevare i figlidi una certa eta'!!il mio commento e' basato su' esperienza e nn perche' vorrei essere cattivo nei tuoi confronti.

S, dove sono queste prove scientifiche..io e tante altre persone che conosco abbiamo avuto genitori abbastanza rigidi, con sguardi rabbrividenti, e lo schiaffo anche forte quando c'è lo siamo meritati, uno ora è avvocato ben conosciuto età 31 anni, uno dottore 32 anni, uno imprenditore 35 anni, una dentista 31 anni, devo continuare, mi domando casa facciano oggi a 30 anni i ragazzi che hanno ricevuto solo carezze quando meritavano schiaffi?? e tutti neanche dopo un ora, eravamo a baciarci il proprio padre..cmq secondo me il problema sarà un alto evidentemente, hai fatto bene a provare alcune strade anche quella rgida, per me sei un buon padre, vedrai sarà solo un periodo, continua a tentare altre strade, ma sensa eccedere mai, vorrei darti un consiglio sempre mio personale, fai sempre il genitore, mai l'amico di tuo figlio, gli amici c'è li avrà, e fare il genitore comporta essere anche rigidi in alcuni casi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione Angelo (come sempre ormai mi trovo d'accordo sempre incio che dici)

Detto questo...

proprio alla notizia di stasera...

Lo schiaffo ci vuole, cosi il bimbo capisce cosa sia il dolore fisico e cosa si puo provare.

senza provarlo si rischia di non capire il limite o cosa puo capitare anche con uno spintone pericoloso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Capisco piuttosto che sia difficile darlo!!! Ma una schiaffetta sul culetto ci sta eccome.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brava Hope, c'è gente che pensa che l'uomo sia nato 50 anni fa, sono cresciuti per 2000 anni a via di schiaffi i bambini, e non erano tutti psicopatici e schizzati nella storia, quando poi ho visto in televisione che parlavano dei cartoni animati violenti, la proprio si è toccato il fondo, siamo arrivati alla frutta ormai, ci sono bambini che nascono in mezzo alla guerra, ma io davvero non so se scherzano le persone o parlano seriamente, cmq che continuino a farli crescere nella bolla di cristallo e nel paese delle meraviglie, poi scoprono che la realtà è differente da come glie l'hanno fatta credere i genitori, e poi vanno dallo psicologo, LI AVETE MANDATI VOI LI.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La violenza subita da bambini si interiorizza e si trasmette,non rafforza affatto,indebolisce e provoca gravi patologie,induce rabbia che verra'insegnata ai figli,trasmette insicurezza e tendenza alla coercizione come mezzo di affermazione di un io fragilissimo,ma ragazzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il bambino picchiato diventera'un adulto ansioso nel migliore dei casi,un carnefice nel peggiore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusa se te lo dico ma la vita non è tutta rosa e fiori. Far credere loro il contrario e' da irresponsabili.

a mio parere il tuo punto di vista ha estremizzato un po le cose.

le vose che fanno davvero male ai bimbi sono i lutti improvvisi dei genitori. Quando sei nel pieno della vita e gia devi iniziare a conoscere la morte.

per me le schiaffette nn creano mostri come tu vuoi dipingere.....

l ansia arriva da altre cose...

e poi io non sto parlando di violentare un bambino. Se vuoi mettere in bocca parole esagerate per far colpo con me non attacca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me se mi dessero una schiaffetta per ogni cosa che secondo gli altri e'sbagliata,alla seconda darei di matto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me se mi dessero una schiaffetta per ogni cosa che secondo gli altri e'sbagliata,alla seconda darei di matto.

Non c'è gli altri chi ti dà lo schiaffo tuo è tuo padre o tua madre, ma perché ti vogliono bene e fanno quello che devono fare, ma che tanti semplicemente non fanno, fare l'amico dei figli è la strada più comoda da prendere, fare il genitore è difficile, ma oggi lo fanno in pochi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimmi cosa c'entra educare e rafforzare con lo sculaccione.voglio dire, se la bimba va sull'orlo di un dirupo, te la prendi in braccio e la porti in un luogo sicuro, se non vuoi che ci ritorni, mica le affibbi lo sculaccione.lo fai cinquanta volte, invece di una, e sortirai lo stesso effetto per condizionamento, senza schiaffo morale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimmi cosa c'entra educare e rafforzare con lo sculaccione.voglio dire, se la bimba va sull'orlo di un dirupo, te la prendi in braccio e la porti in un luogo sicuro, se non vuoi che ci ritorni, mica le affibbi lo sculaccione.lo fai cinquanta volte, invece di una, e sortirai lo stesso effetto per condizionamento, senza schiaffo morale!

Lo sculaccianoe serve per fargli distinguere le cose più gravi da quelle meno gravi serve per fare distinzione esempio, il bambino lancia i giocattoli e ci sono altri bambini e gli può fare male, lo sgridi a voce, il bambino sta per mettere le mani nella corrente elettrica, gli dai lo sculaccianoe in modo che gli resti più impresso è non lo faccia più, lo sculaccianoe deve essere dato in alcuni casi, non mai, perché serve anche per distinguere le gravità delle cose che sta facendo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E poi un altra cosa chi farebbe come te, sperate di prenderla in tempo per 50 volte la bambina..

bisogna guardarci,ai figli,certo se si fanno e poi si pretende che si badino da soli come fanno i genitori oggi..

I

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi il minimo e': gli ho dato tutte le punizioni che sapevo, ma come mai non mi obbediscee?

Risposta: " ti sarai fatto restare sui koglioni?"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Li soffocano quando non fanno nulla di male,li usano come trastulli per giocarci, li riempiono di attenzioni inutili e spiegazioni inutili,poi dopo quando servirebbero non ci sono, e li stonfano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certi genitori di oggi sono dei bambinetti che non sanno vedere quali sono le reali esigenze dei figli.anche il cane non rispettato,diventa cattivo, il cane amato e saputo vedere , ti da'l'anima,ti viene sempre dietro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora