Vai al contenuto

Pubblicità

Guest ale

non riesco a perdonarlo e a dimenticare

Recommended Posts

Guest ale

ho 41 anni sono sposata da 15 dopo 8 anni di fidanzamento.Mio marito fin da ragazzo non è mai stato passionale o estremamente focoso però a suo dire dopo il matrimonio le cose sarebbero cambiate...purtroppo così non è stato ed io al contrario di lui sono sempre stata molto esuberante e desiderosa di avere una vita sessuale attiva con lui mi considero una donna emancipata curiosa moderna   Poi è nata nostra figlia le varie vicissitudini della vita ,un grave lutto per me e per lui dei problemi di salute(non gravi ma che lo hanno destabilizzato e cambiato)hanno praticamente quasi azzerato i nostri incontri intimi con buona pace di lui e con enorme frustrazione per me che nonostante tutto non lo ho mai tradito.Anzi nel periodo dei suoi problemi fisici gli sono stata vicino aiutandolo tantissimo anche perché ha incominciato ad avere problemi di erezione dovuti all' insorgere della fimosi ma nonostante ciò ho cercato di convincerlo a farsi aiutare o fare l intervento ma niente da fare venivo da lui accusata di pensare solo a quello.Dopo questo periodo bruttissimo durato 4 anni sono riuscita a trovare la forza di sistemare alcune cose e finalmente  potevamo trovare un po di pace ma mi sono resa  conto di vederlo strano attaccatissimo al telefono che non mollava un attimo ...gli faccio presente PIÙ volte questa cosa ma mi liquida in malo modo finché prossima a partire per le ferie io e mia figlia ,perche lui non vuole venire al mare, decido di mettere sul suo telefono un applicazione spia per scoprire ciò che sospettavo ossia svariati messaggi a sfondo erotico con una donna,ascolto anche una telefonata con lei in cui lui vuole incontrarla per fare due chiacchiere e prendere un caffè.Una telefonata di 7 minuti in cui lui è molto a suo agio con lei mentre lei mi sembra giusto educata nell' ascoltare ascolto anche una telefonata con un suo collega, l unico a conoscenza di questo scambio di messaggi con questa donna, in cui gli chiede se se l é trombata e lui dice quella fa solo chiacchiere e cose del genere...mi è crollato il mondo addosso e sono uscita di senno confidando il tutto ad una mia amica e famiglia al mare con me è mia figlia..inoltre ho immediatamente chiamato un avvocato per prendere un appuntamento.La sera Di ritorno dal mare ho sbattuto mio marito fuori di casa che vistosi scoperto si é messo a piangere e ha implorato di perdonarlo.Ma io ero fuori di me perché non era per me possibile pensare che per anni mi era stata negata una vita sessuale,per anni mi sono sentita non accettata e tanto meno desiderabile e poi scopro che con questa donna scrive messaggi erotici e le fa tanti complimenti .Comunque questa mia decisione ha ovviamente scatenato la sua famiglia di origine molto numerosa che si è schierata tutta dalla mia parte e lui resosi conto del guaio che aveva combinato mi ha implorato di dargli un ultima possibilità. Per evitare che la cosa si sapesse nel paese e lui aveva vergogna e paura che lo sapesse il marito che lui conosce oltre i fratelli di questa tizia  l ho fatto rientrare in casa  lui mi ha chiesto scusa mi ha detto che cambierà farà quel piccolo intervento,mi ha detto che mi ama...eppure io nonostante tutto non riesco a non pensare a quello che ha fatto poi mi sento mortificata perché questa donna sposata ad un uomo bellissimo mi conosce è del mio stesso paese e questa cosa mi tormenta.Io sono una che ha sempre camminato con la schiena dritta e la testa alta,sono sempre stata orgogliosa e ambiziosa ora mi sento a terra so che di fisico non c è stato nulla e per i problemi che ha non poteva fare chissà cosa ma non riesco a capire perché chattare e fantasticare con lei quando se voleva poteva farlo con me?Ora lui ha preso coscienza delle mie esigenze e mi accarezza parliamo di più ma comunque su alcune pratiche è reticente ha tanti tabù...però con lei a parole prometteva cielo e terra...mah...non so come fare ...resta il fatto che anche l avvocato mi ha detto che non sono pronta a lasciarlo definitivamente e sinceramente non me lo so spiegare visto che anche come padre è mediocre ed in casa fa poco e niente eppure nonostante tutto non riesco a volergli male e sono protettiva con lui ...capisco che nella vita si può sbagliare ma allo stesso tempo mi rendo conto che non ho mai preteso nulla,non ho mai ricevuto regali sorprese viaggi complimenti insomma ho sempre lavorato e dato tanto e ora questa cosa mi pesa ...ma non voglio fare l errore d intraprendere altre strade parallele non ne sono capace...qualcuno mi consiglia cosa fare?Grazie a tutti coloro che mi daranno supporto e consigli

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pubblicità


Ciao Ale, ho letto ciò che hai scritto e mi viene spontanea una domanda, non è che hai paura della solitudine? Mi spiego meglio, specifico che non è un attacco ma solo una domanda, tu gli vuoi bene e sei legata a lui ma ti rendi conto di una serie di cose che non vanno e ti rendi conto che lui forse non è proprio la persona adatta a ciò che tu vuoi dalla vita. Mi chiedo se dietro il tuo "non lasciarlo" c'è anche o forse più una componente legata a fattori esterni...che possa essere una paura di rimanere sola o un doverti riadattare a qualcosa o magari non voler sentire "chiacchiere" in giro.

A testa alta ci puoi continuare a camminare tranquilla, non sei tu ad aver sbagliato e sicuramente non puoi nè devi essere giudicata se provi a ricostruire qualcosa prima di mandare tutto all'aria.

In questi casi le cose si risolvono in due, lui ci sta provando (anche se dici non fino in fondo) e altrettanto dovrai fare tu, lasciando da parte o cmq superando le cose che ti han giustamente ferita.

Non sono sposata e non ho figli, forse non riesco a comprendere fino in fondo la situazione ma se posso consigliarti ti direi prima di capire cosa realmente ti tiene legata a lui e se si tratta di amore o di voler davvero ricostruire la tua famiglia allora affronta tutto, a partire dalle delusioni e insieme magari riuscirete a superare il problema

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Giorgy per aver risposto a questo mio appello...sicuramente in un primo momento sono stata travolta da una rabbia cieca e sorda che mi ha fatto commettere molti errori ...primo fra tutti sfogarmi con questa mia amica , il marito ,mia sorella ....insomma mettendo in piazza questo fatto ma soprattutto ,sbagliando,ho tenuto a far sapere i problemi di natura sessuale di mio marito...ma quando mi arrivavano le notifiche delle chat e gli audio delle telefonate mi sembrava d impazzire...poi ovviamente lui mi chiamava più volte al giorno ,essendo io e nostra figlia al mare, ed io dovevo fingere una calma che in realtà non esisteva ...poi sono tornata e l ho messo di fronte alle prove che avevo e quando è andato via non ho mai avuto cedimenti o ripensamenti tant' è che sono andata dall' avvocato per capire come ci si separa visto che sia nella mia famiglia che nella sua numerosissima famiglia non c è nessuno separato e nemmeno tra i nostri amici più stretti...forse questo é uno dei motivi ...analizzandomi lo avrei visto come un fallimento...anche se non giudico un fallito/a chi riesce a farlo ...anzi!però forse questo è  il mio limite ...sono stata cresciuta da due genitori che si amavano moltissimo ...ora mio padre è vedovo da 5 anni e non è vecchio ma non ci pensa minimamente a rifarsi una vita tutto il suo tempo lo dedica a me ,a mia sorella e ai suoi nipoti.L avvocato(donna) persona squisitissima mi ha detto che proprio questo é il mio problema...vivo avendo loro come esempio ,pensando che siano loro la normalità invece i miei genitori sono l eccezione la normalità sono le coppie che litigano tanto e che a volte si divorziano.Piu che paura di rimanere sola ,visto che veramente da sola so fare tutto,al contrario di mio marito che da solo si sente perso...mi sento messa in ginocchio come donna,mi sento come castrata e se avessi proseguito nella separazione dubito sarei riuscita a rifarmi una vita,al cospetto di mio marito proprio perché è "mio marito"ero pronta e legittimata a fare tutto ma essendo per anni e anni sentitami dire sempre di no la scoperta della chat è stata il colpo di grazia...ora vedere questi piccoli miglioramenti mi hanno fatto vedere la luce in fondo al tunnel...ma ho una paura terribile di essere nuovamente ingannata da lui...forse due mesi sono pochi...ma se poi tornasse tutto come prima se non peggio?Grazie ancora per le tue parole 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non pensare di aver sbagliato a confidarti con la tua amica, anche se questo è significato raccontare dei problemi di tuo marito, non potevi certo tenere tutto dentro fino a quando non lo vedevi! Aggiungerei che fin troppo brava sei stata! Se questa persona è una vera amica non credo tu abbia nulla da temere, terrà le tue confidenze per sé. Fai bene a riprovarci, a non buttare tutto all'aria subito, è giusto (a mio avviso) per entrambi...sono normali le tue paure ma secondo me ti possono aiutare in qualche modo. Tu adesso inizi a vedere qualcosa e inizi a crederci anche se con le dovute "distanze" (o cmq con quel qualcosa che ti fa ancora tenere gli occhi aperti). Se le cose non dovessero migliorare, ti auguro che si risolva tutto, vuol dire che non avrai nulla da rimproverarti nel decidere di prendere la tua strada da sola...e anche rifarti una vita perché per quanto capisco il tuo discorso purtroppo a volte può succedere che si prendano vie diverse e non si può rimanere sempre legati al passato. Secondo me sarebbe peggio continuare a vivere una situazione che ti fa star male invece di allontanarsi e ricominciare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so se riuscirai mai a dimenticare e non credo sia necessario dimenticare o far finta di nulla, è successo...una volta risolto potete uscirne solo più forti e magari più legati di prima. 

Te lo dice una che le proprie cicatrici non è mai riuscita a cancellarle...nemmeno una...ma cerca costantemente di conviverci e imparare qualcosa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Giorgy hai detto bene con le dovute distanze sto prendendo confidenza con questa nuova realtà per me..mi sento come se per 23 anni io avessi conosciuto e vissuto con un altro uomo...quelle dannate chat le ho stampate nella mente ...lui per me ad un certo punto era come se fosse asessuato,una volta ho anche pensato che gli piacessero gli uomini,ho fatto mille congetture e credimi sto davvero mettendocela tutta eppure ho dei paurosi up e down in questi ultimi mi convinco che forse non gli sono mai piaciuta esteticamente..ma allora perché sposarmi? Non ha mai avuto slanci nei miei confronti...ora da due mesi vedo che cerca soprattutto di ascoltarmi cosa che prima non avveniva quasi mai e poi di essere più presente ...speriamo io gli darò un po di tempo per mettere in atto le sue promesse ma soprattutto per cambiare atteggiamento come padre e come marito...dipende da lui ...io conoscendomi devo come hai detto tu convivere con questa cicatrice che non andrà più via da cui spero d imparare qualcosa..grazie cara giorgy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ale, come va? Sto leggendo adesso la tua risposta, immagino che per te non sia affatto facile vederlo per ciò che era un tempo ma puoi sempre vederlo in maniera diversa, che non sia per forza peggio dell'uomo che hai amato...

Lui ci sta mettendo un certo impegno, parziale o totale che sia ma ci sta provando...sicuramente qualche passo devi farlo anche tu se già non lo stai facendo...non solo guardare lui cosa fa ma cercare di costruire un nuovo voi insieme...non so se già te l'ho chiesto o meno, ma avete pensato a una terapia di coppia? Magari un esperto può aiutarvi a superare gli ostacoli fi questo percorso e forse a capire meglio cosa può essere successo...

Un abbraccio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Giorgy che piacere che mi fa il pensiero che hai avuto di chiedere come sto....ti rispondo subito ...va ancora per me a fasi alterne, quei momenti di profonda tristezza a volte mi assalgono senza un motivo apparente .Io e mio marito dialoghiamo molto di più e io cerco davvero di mettercela tutta però gli ho detto che se questi miei sbalzi d umore continuano vorrei andare da uno psicologo ...in realtà vorrei andarci con lui...ma in questo senso lui mi ha chiesto di farcela da soli...io non posso obbligarlo anche perché sicuramente in una terapia di coppia si andrebbe a toccare l argomento intimità...e credo che lui questa cosa la vive con un senso di vergogna. Però resta di fatto che questo nostro problema lo dovremo prima o poi risolvere perché credo che non riuscirò a stare per molto tempo ancora in questa sorta di limbo...ti abbraccio forte per la sensibilità che mi stai dimostrando

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ale, per gli alti e bassi ti capisco..ed è normale, anche io ne ho tantissimi e stasera è un bel po' basso, (sono a letto col barattolo di Nutella!!!!) ma l'importante è tener duro.

Hai fatto bene a accennargli la tua intenzione di andare da un terapista e andarci insieme, così almeno lui può inziare a prendere in considerazione di farlo, magari una volta risolto il problemino fisico che dicevi non lo aiuta, potrebbe trarre giovamento anche da un aiuto psicologico, senza forzare nulla...le cose andranno da sé.

Il fatto che vi stiate impegnando per risolvere è molto importante e mi auguro ci riusciate presto.

Quando vuoi parlare sono qui, ti ascolto volentieri...un abbraccio e fatti forza, si risolverà tutto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La nutella dovrebbero prescriverla come antidepressivo😁...Giorgy a parte gli scherzi ti sono grata per l attenzioni che mi hai riservato e soprattutto per i consigli che mi hai dato ...qualora avessi bisogno sarò ben lieta di poterti aiutare anch io magari anche solo fungendo da punto di riferimento per sfogare le inquietudini che volente o nolente ci colpiscono 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Ale, ultimamente sento molto il bisogno di parlare e di confrontarmi, anche se non sempre ci riesco. Sono stati giorni un pò pesanti e oggi insieme a quelli appena trascorsi ma spero di uscirne presto.

Tienimi aggiornata e anche tu, quando vuoi, ricorda che sono qui 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Raffa
Il ‎18‎/‎09‎/‎2018 at 09:33, Guest ale dice:

 non riesco a volergli male e sono protettiva con lui ...capisco che nella vita si può sbagliare ma allo stesso tempo mi rendo conto che non ho mai preteso nulla,non ho mai ricevuto regali sorprese viaggi complimenti insomma ho sempre lavorato e dato tanto e ora questa cosa mi pesa

Ciao,

probabilmente tuo marito ha cercato uno "svago" all'interno di una vita forse troppo perfetta, efficiente ...una vita che è diventata così grazie al tuo sforzo. L'hai conosciuto quando avevi 18 anni...e magari già a quell'età hai fatto in modo che tutto "andasse com'era giusto che dovesse andare"...quindi, forse, prendendo tu le redini del vostro rapporto lui si è lasciato condurre …
Lo definisci come "padre mediocre"...lo stai valutando come se fossi l'insegnante con il suo allievo?

Mi sembra di vedere un rapporto impari nel quale tu conduci e lui segue senza che gli venga chiesto se va bene così, senza che lo si coinvolga. Magari mi sbaglio ...ma dalle parole che usi io ho avuto questa impressione.

Per carità… ha flirtato con un'altra donna e non avrebbe dovuto… ma anche qui vedo che a te da' molto fastidio che gli altri in paese abbiano saputo, insomma mi sembra che per te quello che la società pensa sia molto importante… ma ti sei chiesta perché lui abbia fatto così?

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà di perfetto non c è  mai stato nulla se non le mie aspettative disattese...io volevo da ragazza un compagno di vita dolce e appassionato che scegliesse me sempre e comunque....Non volevo nemmeno figli subito eppure lui ha insistito tanto promettendomi che mi avrebbe aiutato nel crescere nostra figlia e invece ...se non era che mi rimboccavo le maniche e per la sua famiglia io ero sempre sola...Non sa cosa significhi cambiare un pannolino ...farle un bagnetto ....e ora che è cresciuta che so dedicarsi a lei o ad accompagnarla da qualche parte...le redini le ho dovute prendere per forza ma questo non credo lo giustifichi nel comportamento sleale che ha avuto con me prima negandomi una vita intima che io volevo con lui e poi cercando una distrazione (seppur non fisica)al di fuori

E non gli perdono l aver scelto una persona che mi conosce che spesso incrocio che magari è convinta che mio marito sia qualcosa che non è...perché solo io so cosa significa stargli comunque vicino nonostante i suoi problemi fisici perché non riesco a fargli del male e no non so perché lo ha fatto 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inyando hai usato un modo veramente discutibile per scoprire il tradimento. Hai violato la privacy ed è un reato. 

Poi se non riesci a decidere forse sei masochista. Una persona di cui non ti fidavi e che hai spiato la vuoi ancora con te?

Forse dovresti parlare con uno psicologo. Se non ti vuoi fare del bene allora forse non ti ami abbastanza.

Inoltre posso dirti e assicurarti che chi ha tradito anche una sola volta lo rifarà. Questo te lo dico perchè io oer prima l'ho fatto e rifatto.

Dunque vuoi un uomo del genere con te ancora? Apri gli occhi per Dio!!!! Sei cieca? Risparmia ai tuoi figli una vita di bugie e ricucita senza amore.

Lui non ti ama. Chi tradisce non ama. Mettitelo in testa questo e prendi la decisione giusta.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest ale

È vero ho usato un metodo discutibile per scoprire le chat è me ne vergogno tutt' ora perché è un comportamento che non mi appartiene.

Nell' immediato l ho cacciato di casa ma poi mi sono resa conto che stavo buttando 23 anni e  l ho sentito come un fallimento e ho deciso di dargli una possibilità solo ed esclusivamente perché non c è stato nulla di fisico altrimenti non avrei potuto accettarlo....infatti anche se sono stati solo dei messaggi mi hanno ferito e continuo a tormentarmi.

Hai ragione dovrei andare da uno psicologo forse perché dovrei imparare ad amarmi di più...Non so se mio marito mi ama e se mi ritradira' io non lo obbligo a restare con noi ...io lo sto osservando ed è molto cambiato certo lui è sempre lo stesso uomo di qualche mese fa ma perfettamente consapevole che ora io non sono disposta a perdonare un altro errore...se dovessi capire di aver sbagliato almeno chiuderei questa relazione senza rimpianti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.



×

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.