Pubblicità

Verso una nuova sintesi integrativa nella prospettiva psicologica del sogno

0
condivisioni

on . Postato in Ricerche e Contributi | Letto 907 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nel costante cammino ermeneutico intrapreso dall’uomo il “sogno” non è più nella sua purezza riducibile alla lineare teoria freudiana dell’appagamento di un desiderio rimosso.

sogno e sogniLo stesso destino vale per la “fantasia” e i suoi prodotti. Il “lavoro onirico”, notturno e diurno, necessita di essere indagato da altre discipline scientifiche ed esteso a tutte le produzioni creative dell’uomo. Dalle mie ricerche teoriche e pratiche consegue nella provvisorietà delle umane elaborazioni la seguente griglia interpretativa.

  • Il sogno è l’attività psichica del sonno e si svolge nelle fasi R.E.M. .
  • Il sogno è il prodotto della realtà psichica in atto e l’espressione parziale della struttura psichica evolutiva implicita.
  • Il sogno svolge psicodinamiche legate alle fasi evolutive della “libido”, (orale, anale, fallico-narcisistica e genitale) e alla relazione edipica, in generale le psicodinamiche funzionali alla “formazione del carattere”.    
  • Il sogno si può definire “resto notturno” in quanto non è ricordato nella sua integrità e purezza, ma viene rielaborato al risveglio con pezze
    logico-consequenziali.
  • Il sogno è rappresentazione di “simboli” e implica la specifica modalità mentale e il preciso concorso dei meccanismi del “processo primario”.
    A livello neurofisiologico si richiamano le attività dell’emisfero cerebrale destro.
  • Il sogno è “proiezione” di “archetipi” e di “fantasmi” “introiettati” a base filogenetica collettiva e individuale.
    A livello neurofisiologico sono coinvolte le attività dell’emisfero cerebrale destro.
    A livello psichico profondo sono implicati i meccanismi arcaici di difesa della “proiezione”, della “introiezione” e della “identificazione”.
    A livello psico-economico è innescata e agita la carica energetica della “libido”.  
    A livello psico-cognitivo sono instruiti i meccanismi del “processo primario”.     
  • Il sogno è espressione delle istanze psichiche dell’Es, dell’Io e del Super-Io, intenzionate dialetticamente al “principio del piacere”, al “principio della realtà” e al “principio della coazione a ripetere” ispirato da Eros e Thanatos.
    A livello neurofisiologico sono coinvolte le attività dell’emisfero cerebrale destro e dell’emisfero cerebrale sinistro.
    A livello psichico profondo sono richiamati i sistemi psichici secondo una valenza  topica, dinamica ed economica con l’attivazione della “libido” finalizzata all’equilibrio psichico di natura risolutiva.
    A livello psico-cognitivo sono usati i meccanismi del “processo primario” e del “processo secondario”.     
  • Il sogno svolge una psicodinamica di natura descrittiva e prevalentemente conflittuale.
    I contenuti del sogno sono “segni” semanticamente interattivi, degni di attenta considerazione e passibili di utile decodificazione sempre in funzione dei benefici effetti dell’autocoscienza: i sogni sono semiologicamente “segni significanti” dotati di “senso” e di “significato”.  
    A livello neurofisiologico sono richiamate in maniera determinante le attività dell’emisfero sinistro.
    A livello psichico profondo sono evocati i sistemi psichici con valenza dinamica e dialettica in reazione a coordinate pulsionali di natura libidica.  
    A livello psico-cognitivo intercorrono i meccanismi del “processo secondario”.
  • Il sogno implica i meccanismi e i processi psichici di difesa.
    Il significante e il significato onirici comportano l’equilibrio psichico, per cui la funzione difensiva è implicitamente evocata e attivata.     
    A livello neurofisiologico sono richiamate le attività dell’emisfero destro e dell’emisfero sinistro.
    A livello psichico profondo è instruito il sistema delle difese nel suo aspetto arcaico ed evoluto, ma sempre nella funzione filogenetica dell’equilibrio.   
    A livello psico-cognitivo si evidenzia l’attività combinata e specifica del “processo primario” e del “processo secondario”.  
  • Il sogno struttura figure retoriche.
    Tra il “contenuto manifesto” e il “contenuto latente”, il termine e il significato, è poeticamente inscritto un nesso reperibile nella gamma delle figure retoriche.  
    A livello neurofisiologico è richiamata l’attività dell’emisfero cerebrale destro.
    A livello psichico profondo si rileva topicamente la presenza di materiale psichico preconscio o inconscio funzionale all’elaborazione dei processi creativi.  
    A livello psico-cognitivo è instruita l’attività del “processo primario” e del “processo secondario”.
    Le figure retoriche prevalentemente implicate sono la”metafora”, la “metonimia”, la “sineddoche”, la “antonomasia”, la “iperbole” e la “enfasi”.

 

 

Articolo a cura del Dottor Salvatore Vallone

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

News Letters

0
condivisioni