Pubblicità

Scrivere un articolo per farsi conoscere dal web - La pianificazione

0
condivisioni

on . Postato in Vita da Psicologo | Letto 1627 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (5 Voti)

un professionista che vuole far conoscere il suo lavoro deve imparare a utilizzare i canali che la tecnologia  mette a nostra disposizione e la stesura di un articolo per il web è il metodo più funzionale.

Scrivere un articolo per farsi conoscere dal web La pianificazioneScrivere è un processo abbastanza normale, lo facciamo tutti i giorni senza apparente difficoltà. Scrivere articoli divulgativi per il web quindi non dovrebbe essere particolarmente complesso, sopratutto se siamo padroni della materia di cui stiamo scrivendo.

Questo è quello che viene facile pensare quando ci poniamo di fronte alla tastiera per iniziare a scrivere un articolo che faccia conoscere agli utenti del web le nostre competenze e le nostre capacità. Ma fare in modo che il lettore sia attratto ed apprezzi quello che sta leggendo è però molto più complesso ed è necessario, per non fare un buco nell'acqua, rispettare alcune specifiche regole che noi abbiamo raccolto e sintetizzato per voi.

Se riusciamo a seguire bene lo schema che vi presentiamo, alla fine otterremo un articolo interessante che probabilmente, se posizionato sul giusto sito, otterrà molte visualizzazioni e commenti. Altrimenti rischiamo di aver lavorato per niente, perché se l'articolo non riesce a destare l'interesse del lettore non riusciremo a raggiungere l'obiettivo di farci conoscere dal pubblico e, sopratutto, di farci apprezzare.

Progettare il testo

Il processo di scrittura è organizzato in quattro fasi:

  1. pianificazione
  2. stesura
  3. revisione
  4. correzione

Iniziamo in questo articolo con la pianificazione e in un articolo successivo proseguiremo con la stesura, la revisione e la correzione. Infine pubblicheremo un terzo articolo, specificatamente dedicato allo scrivere per il web.

Pubblicità

Nella prima fase, la pianificazione, rientrano tutte le operazioni propedeutiche al vero e proprio scrivere, cioè la ricerca bibliografica, le fonti, la consultazione degli appunti personali.

Nelle fasi successive, di stesura e di verifica, il testo prende forma e sostanza e infine, attraverso l'aumento della chiarezza e della efficacia dovute alla verifica finale, assume maggiore autorevolezza.

La quarta fase, la correzione, è la più importante poiché ci permette di controllare ed eliminare quegli errori di grammatica, ortografia o semplice sbadataggine che poi creano tanto disturbo al lettore nel testo pubblicato.

La sequenza illustrata può subire modificazioni ma sostanzialmente è quella che, se rispettata, produce un testo interessante e leggibile. Certo però non basta quello che abbiamo detto per rendere appetibile lo scritto presentato; la parte più importante, come è ovvio, sono i contenuti.

Pianificare il testo

Prima di iniziare a scrivere è importante ricercare, selezionare e organizzare le informazioni ma è ancora più importante pianificare il lavoro, sia che il testo da scrivere sia breve oppure sia lungo.

Una delle prime cose da fare è imparare a gestire il proprio tempo. Possiamo essere convinti di poter scrivere posseduti dall'estro creativo del momento e quindi lasciare fluire l'argomento quando e dove si presenta oppure possiamo programmare in modo certosino quello che scriveremo.

In entrambi i casi ci servirà del tempo per farlo e quindi quel tempo deve essere pianificato e, in particolare, ci sarà utile, se non necessario, un tempo di "revisione" che ci permetterà di correggere eventuali imperfezioni del testo, dopo un periodo di pausa riflessiva. Quindi iniziamo per tempo, diamoci una pausa e poi operiamo una verifica finale del testo prima di pubblicarlo.

Organizzare le informazioni

Qualsiasi teso, dal più semplice al più complesso, ha una struttura organizzativa standardizzata.
Solitamente si individuano sette modi per organizzare un testo e rendere la scrittura più efficace:

  • Importanza delle informazioni.
    Le informazioni più importanti, quelle che interessano il destinatario e raggiungono gli obiettivi che ci siamo prefissi, vanno inserite all'inizio.
  • Da semplice a complesso.
    Se il testo ha un carattere divulgativo e quindi il lettore a cui ci si rivolge è un "non esperto", è utile partire dalle cose semplice per arrivare poi a quelle più complesse, in modo da aiutare il lettore a seguire quello che abbiamo scritto.
  • Cronologia.
    Strutturare l'evoluzione degli eventi in modo temporale, sequenziale così da fornire una guida che consenta di procedere facilemente nella lettura
  • Categorie.
    Ridurre i testi in unità informative semplici così da rendere le informazioni facili da raggiungere ed analizzare.
    Pubblicità
  • Problema-Azione-Risultato.
    Se l'obiettivo del tuo scritto è quello di portare ad una azione (ad esempio visitare un sito, etc.) indica il problema di partenza, poi l'azione da compiere ed ottieni il risultato.
  • Domande e risposte.
    Puoi creare un percorso di lettura obbligato attraverso la realizzazione di domande e risposte in modo da consentire di scegliere solo poche e determinate opzioni.
  • Organizzazione visiva.
    Schemi, grafici e disegni sono molto esplicativi e possono aiutare concretamente nella realizzazione e nella lettua di un testo.

Quindi, prima di iniziare a scrivere, decidi quale può essere il modo migliore per catturare l'attenzione del tuo lettore e per riuscire a veicolare le informazioni che possiedi. Vedrai che la qualità del tuo scritto migliorerà notevolmente e sarà utile per chi è in cerca di informazioni e le cerca in quello che scrivi.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

Tags: web articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Autoaccusa

Si definisce auotaccusa l'accusa che una persona fa, spontaneamente, di una propria colpa, anche inesistente. E' l'attribuzione di una colpa commessa da altr...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

News Letters

0
condivisioni