Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Come vivere in armonia con la propria casa

on . Postato in Benessere e Salute | Letto 401 volte

Dott.ssa Alessandra Bonomi
Psicologa - Psicoterapeuta (Milano)

La casa del benessere

Paola, 40 anni, sposata con due figli da un po' di tempo si è accorta che la sua casa è diventata invivibile. Non c'è più spazio per niente. Un po' i figli sono cresciuti, hanno nuove esigenze, un po' lei e suo marito nel corso degli anni hanno comprato un'infinità di oggetti, senza mai eliminare nulla. Gessica, 30 anni, single, ha arredato la sua casa frettolosamente, perchè non vedeva l'ora di abitarla. Ma poi si è accorta di non essere pienamente soddisfatta. Non riesce a capire se sono i colori che non la convincono oppure, la disposizione dei mobili. Basta pensare un attimo alla nostra casa per accorgerci se è elegante, disordinata, accogliente, funzionale oppure troppo spoglia. La casa parla di noi, è il nostro specchio, riflette i nostri gusti, la nostra personalità e soprattutto, i nostri stati d'animo.
Chissà quante volte vi è capitato di entrare in una casa, subito dopo che c'è stato un litigio, e avvertire che qualcosa non andava. Solitamente, per esprimere questa sensazione, si dice:"si poteva tagliare l'aria con il coltello". E' un modo per indicare che l'atmosfera era così densa da dare l'impressione che il litigio fosse ancora tangibile. Questo ci fa capire come il nostro benessere psicologico possa dipendere dal tipo di cose che ci circonda.
Ecco alcuni semplici suggerimenti che potranno migliorare significativamente l'atmosfera dell'ambiente in cui viviamo.
Infatti secondo la medicina orientale anche gli oggetti che noi siamo abituati a considerare senza vita, come un tavolo, un letto, una lampada, hanno un'energia propria che li collega a noi attraverso un filo invisibile. Per questo, solo se gli oggetti presenti nel luogo in cui viviamo sono in armonia tra di loro, e con noi stessi, ci possono trasmettere emozioni positive.

Dalla teoria...alla pratica

Per migliorare l'energia della propria casa è fondamentale eliminare tutte le cose inutili accumulate nel corso degli anni. Infatti, quando si tende a vivere circondati da oggetti vecchi è come se, in qualche modo, a livello inconscio si volesse rimanere vincolati al proprio passato.
E’ un po’ come se a livello psicologico ci fosse un blocco tale che rende difficile il naturale processo di separazione.
Sbloccare l'energia stagnante, eliminando la roba vecchia, ha un effetto quasi terapeutico. La ragione è che mentre svuotiamo, per esempio, un cassetto ci liberiamo delle cose inutili a livello esteriore e, contemporaneamente ci apriamo a un cambiamento anche a livello interiore.
Prima di iniziare ad eliminare le cose che non ci piacciono più dobbiamo fare il conto con le emozioni e i ricordi che ci suscitano: solo così ci potremo separare serenamente e, provare, poi, un senso di leggerezza.

Un'altra circostanza da evitare è quella di conservare le cose rotte con l'idea di aggiustarle in seguito. Quasi sicuramente rimarranno per anni accumulate in un armadio. E, ogni volta che penserete a qualcuno di questi oggetti la vostra energia avrà un calo e, così anche le vostre emozioni e il vostro umore.

Prendersi cura della propria casa equivale a prendersi cura di se stessi. Per questo è importante non tralasciare di pulire neanche i"punti difficili" come sotto il letto, sopra gli armadietti del bagno o, dietro gli armadi. Solo così non si formeranno campi di energia stagnante, nocivi per il vostro benessere. Un buon esercizio, può essere quello di occuparsi ogni giorno di un singolo oggetto che di solito si spolvera solo superficialmente.
Un modo veloce, per migliorare l'energia di un ambiente, è quello di passare l'aspirapolvere. Infatti la polvere possiede una propria energia che tende a stagnare, soprattutto negli angoli, sui tappeti e nelle librerie. Se presterete attenzione, dopo aver aspirato, vi accorgerete di essere immersi in un'atmosfera più "frizzante" che aiuta a stare psicologicamente meglio.

I cinque elementi, i colori, le forme

Una parte centrale della medicina orientale è racchiusa nel principio dei cinque elementi: legno, fuoco, terra, metallo, acqua.
Secondo la questa teoria , l'uomo deve vivere in armonia con essi, per garantirsi una vita sana e lunga.
Inoltre, sembra che anche la dimensione psicologica sia influenzata da questi elementi, ma soprattutto dai colori e dalle forme.
In generale, per creare un ambiente piacevole e rilassante, i cinque elementi dovrebbero essere presenti e in equilibrio tra di loro in ogni locale.
Ogni elemento si può associare a una serie di oggetti. Per esempio, al legno corrispondono i mobili, le piante, anche quelle artificiali, stampe a disegni floreali, le forme alte, slanciate a colonna.
Al fuoco, le luci elettriche, le candele, la luce del sole, il camino, il colore rosso, le forme triangolari.
La terra viene simbolizzata dagli oggetti di ceramica, dai mattoni, dalle piastrelle, i colori sono quelli dello spettro del giallo e le forme rettangolari o quadrate.
Al metallo corrispondono tutti gli oggetti fatti con un qualsiasi metallo, le pietre, i cristalli, i colori chiari, le forme arrotondate.
All'acqua si associano fontane, specchi, vetri, colori scuri dello spettro del blu. Le forme sono irregolari e piatte.
Un esempio, per migliorare l'energia di un locale, è quello di introdurre un acquario. Infatti l'acquario combina in modo perfetto i cinque elementi: il contenitore di vetro e l'acqua rappresentano l'elemento acqua, i pesci rossi l'elemento fuoco, le piante acquatiche l'elemento legno, le rocce l'elemento metallo e la sabbia l'elemento terra.

La descrizione di una stanza con una combinazione di elementi perfetta, vi aiuterà a prendere confidenza con questa teoria. Per esempio, i mobili di legno e i disegni floreali sul copriletto rappresentano l'elemento legno, i colori chiari delle pareti l'elemento metallo, una stampa con un paesaggio marino l'elemento acqua, l'esposizione del locale al sole l'elemento fuoco, il pavimento di moquette giallo pastello l'elemento terra.
Applicando un'analisi del genere, a una qualsiasi stanza della vostra casa, vi sarà facile capire se un elemento manca oppure è presente in eccesso. In pratica, se vi accorgete che nel soggiorno è carente l'elemento terra, per rimediare potete aggiungere un portavaso di ceramica gialla oppure, un quadro con una forte prevalenza di giallo.

In psicologia il colore ha un ruolo importante. Infatti Max Luscher, ha ideato un test di personalità, basato sulla scelta del colore
L’effetto che i colori esercitano su di noi, risiede nel nostro inconscio, ed è qualcosa che va al di là di ogni spiegazione logica. I colori ci parlano direttamente e da sempre sono stati per l’uomo uno dei modi privilegiati per esprimere la propria creatività. Per Jung i colori sono la lingua madre dell’inconscio.
Proprio per questo i colori hanno una forte influenza sulla vita quotidiana, infatti, sono in grado di esprimere la personalità di un individuo, i cambiamenti di umore e la voglia di comunicare con gli altri. Basta che soffermarsi un attimo sul linguaggio comune: “vedere rosso”, “essere di umore nero”, ecc.
Per tutte queste ragioni, è importante ascoltare le proprie emozioni, quando si scelgono i colori per “vestire” la propria casa.

Consigli per ogni ambiente

Ingresso
Spesso si da poca importanza all'ingresso. Invece, ha un ruolo fondamentale, perchè permette all'energia di fluire armoniosamente per tutta la casa.
Per questo motivo, infatti, è importante mantenere questa zona libera e luminosa.
Da evitare gli oggetti che impediscano alla porta di ingresso di aprirsi completamente. Infatti, una porta bloccata da appendiabiti, mobili o altro ostruisce il passaggio dell'energia positiva e questo potrebbe creare un senso di malessere alle persone che vi abitano.
Un' altra cosa da evitare è utilizzare l'ingresso come posto per depositare i giornali da eliminare o, le bottiglie di plastica da riciclare.
Riunire questi oggetti in una zona così importante è un po' come affermare, a livello inconscio, che il vostro approccio alla vita è un costante riciclaggio del passato.

Soggiorno
E' il luogo dove si incontrano gli amici o si riunisce la famiglia. Viene comunemente considerato anche il locale dove ci si rilassa dopo una lunga giornata di lavoro. Per favorire il rilassamento vanno benissimo i divani morbidi e di forma arrotondata. Per questo locale i colori più indicati sono quelli naturali, come i crema e i beige. Queste tinte neutre hanno la capacità di dilatare e illuminare lo spazio.
E' importante anche la scelta dei quadri: i soggetti luminosi, come un'aurora dai toni brillanti, hanno effetti psicologici positivi.
Da evitare i mobili troppo ingombranti: il centro della casa dovrebbe essere relativamente libero per evitare che l'energia ristagni.
In soggiorno è meglio non utilizzare tendaggi troppo pesanti, perchè impediscono alla luce energetica del sole di penetrare liberamente nella stanza.

Cucina
La cucina è il cuore della casa. Da sempre nell'immaginazione collettiva è stata il fulcro di ogni attività domestica.
La cucina è di particolare importanza, visto che è il luogo dove si prepara il cibo. Infatti è proprio attraverso quello che mangiamo che il nostro corpo si rigenera e crea l'energia necessaria per le nosre attività.
La posizione più favorevole è a est rispetto al centro della casa. Infatti il sole del primo mattino scalda e infonde energia alle persone che vi abitano.
Il giallo e il verde sono i colori da preferire per questo ambiente, perchè le loro infinite tonalità vengono associate ai prodotti della natura: grano, limoni, mele, salvia, menta.
E' meglio non esagerare con gli elettrodomestici che possono causare un ristagno di energia e influire negativamente sulla preparazione dei cibi.
Il piano di cottura non dovrebbe essere vicino al lavello: l'acqua potrebbe neutralizzare l'energia del fuoco. Se questo non fosse possibile, per migliorare l'energia dell'ambiente, si potrà collocare tra il lavandino e i fornelli una piccola pianta o un altro oggetto di legno.

Camera da letto
E' il luogo dove passiamo un terzo della nostra vita. Per questo dobbiamo cercare di renderla un ambiente sano e tranquillo. E’ il luogo dove ci si può rilassare, riposare, leggere, è la stanza “privata”, nella quale ci si rifugia quand osi è di cattivo umore o, semplicemente, si desidera stare soli.
Inoltre, il modo in cui si dorme influisce sulla nostra salute e sul nostro umore. Non a caso un buon sonno ristoratore ci fa sentire meglio.
Proprio per questo, quando la nostra psiche è affollata da troppi pensieri, si dice “dormiamoci sopra”.
Per favorire il sonno il letto dovrebbe essere in legno, perchè questo materiale neutralizza l'eccesso di energia presente. Inoltre, per creare un flusso armonioso è meglio usare lenzuola di cotone, lino o seta. Le fibre naturali e i colori pastello rallentano l'energia e creano un'atmosfera rilassante.
Da evitare i materiali lucidi come il marmo, il legno laccato, il metallo: accelerano l'energia e potrebbero impedirvi un sonno tranquillo. Per lo stesso motivo andrebbero evitati gli specchi, soprattutto se posizionati di fronte al letto. Se non fosse possibile eliminarli oscurateli con un panno durante la notte.
Evitate, inoltre, di mettere oggetti sopra gli armadi: questo, a livello psicologico, potrebbe crearvi un senso di oppressione.

Bagno
L'eccessiva presenza dell'elemento acqua può creare un flusso pesante di energia stagnante. La situazione peggiora quando c'è poca esposizione al sole o, nessun ricambio d'aria. In questi casi, per migliorare il flusso di energia, bisogna applicare alla parete uno specchio di grandi dimensioni e, illuminare molto bene il locale.
Il colore più adatto è il blu nelle sue gradazioni dell'azzurro, del turchese e, del verde acqua. Infatti, questi colori hanno un piacevole effetto rilassante.
Da evitare, anche se sta diventando sempre più di moda collegare il bagno alla camera da letto, perchè potrebbe rendere la camera da letto più umida e di conseguenza meno sana. Un rimedio può essere quello di tenere la porta del bagno chiusa.
I materiali sintetici usati per i tappetini, per i pavimenti (linoleum) o le per le tende della doccia, bloccano il flusso di energia e andrebbero evitati il più possibile.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

News Letters