Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Falsi miti per il successo: non credeteci!

on . Postato in Crescita personale | Letto 848 volte

Non bisogna  sacrificare la propria felicità per ottenere il successo desiderato

successoTi senti stressato, offeso o esausto?
Non sei l'unico. I livelli di negatività sono in aumento tra le professioni.

Ricercando il successo ci trascuriamo; la nostra salute ed il nostro benessere soffrono, ma non troviamo altra via d'uscita: non ci resta che andare avanti.
Si sbaglia! per avere successo non dobbiamo rimandare la nostra felicità. Purtroppo, influenzati da seguenti sei miti, riguardanti il successo, caschiamo sempre nello stesso tranello.

1) Non smettere mai di realizzarti

Rimanere costantemente concentrati su ciò che si è già raggiunto è sbagliato. Per ottenere sempre di più e rimanere competitivi, bisogna spostarsi da un'attività ad un'altra, mantenendo gli occhi rivolti verso l'occasione prossima.

2) Non si può avere successo senza stress

Lo stress è inevitabile se si vuole il successo; stare avanti è il sottoprodotto inevitabile di una vita frenetica. Adrenalina (e caffeina) sono necessari per il conseguimento degli obiettivi.

3) Perseverate a tutti i costi

Nonostante la stanchezza, si deve andare avanti. Spendete l'energia mentale per focalizzarvi sul tuo compito, nonostante le distrazioni e le tentazioni.

4) Rimanete nella vostra nicchia

Immergetevi esclusivamente in un unico spazio di conoscenza. Focalizzandovi su di un campo ristretto e diventandone esperti, saprete come risolvere al meglio i problemi.

5) Fate leva sui vostri punti di forza

Associate il vostro lavoro con i vostri talenti: dedicatevi a quello che sapete fare meglio, stando lontano dai vostri punti deboli. Scoprire talenti e debolezze personali è fondamentale in quanto l'autocritica è la chiave per migliorarsi.

6) Non interessarsi ad altri

Cercate prima di tutto di soddisfare voi ed i vostri interessi, in modo da poter superare con successo la competizione. Fuori è un mondo "cane mangia cane": se non ti concentri su te stesso, nessun'altro lo farà al posto tuo.

Questi miti sembrano riflettere la nostro attuale visione culturale riguardo quello che occorre per avere successo. Eppure sono falsi miti.
Centinaia di studi mostrano esattamente l'opposto: se si spende più tempo per prendersi cura di sé ed essere felici, si avrà più successo di quanto si era previsto.

Invece progettare sempre il futuro e focalizzarsi sull'impegno successivo da prendere, restate nel presente.

Quando la nostra mente è costantemente proiettata verso il futuro, non solo siamo meno felici, ma siamo anche meno produttivi e concentrati.
Inoltre, non riusciamo a comunicare con gli altri: sia i dipendenti sia i clienti, o meglio i rapporti umani in generale, sono fondamentali per il successo.

Invece di pensare sempre a quello che è il punto successivo della vostra lista di obiettivi da raggiungere, concentratevi sul compito corrente o spendente tempo in una conversazione con l'altro. Non solo riscontrerete un miglioramento nelle vostre prestazioni professionali, ma potrete anche diventare più carismatici ed attraenti agli occhi altrui.

Invece di operare sempre con tanta adrenalina, costruite e coltivate la vostra resistenza.

Oltre l'80% delle problematiche di salute derivano dallo stress, ma tutti noi erroneamente crediamo che non possiamo avere successo senza di esso.

Pubblicità

Anche se non possiamo cambiare le esigenze di lavoro e di vita che ci si presentano, una cosa che possiamo fare è allenare il nostro sistema nervoso a diventare più resistente, crescendo di fronte alle difficoltà e alle sfide. Gli esercizi di respirazione, come qualsiasi altro metodo adottato per calmare il sistema nervoso, vi rendono più resistenti allo stress e vi permettono il recupero e il ripristino di voi stessi.

Invece di perseverare a tutti i costi, gestite la vostra energia.

Purtroppo le società occidentali apprezzano le emozioni ad alta intensità; forse è per questo che andiamo sempre di fretta ed amiamo l'adrenalina. Il problema è che sia l'eccitazione che lo stress esauriscono la nostra fisiologia e bruciano la nostra energia.
Solo rimanendo calmi e centrati, sarete in grado di risparmiare una preziosa carica mentale da dedicare alle attività che più ne hanno bisogno.

Invece di essere sempre concentrati, prendetevi del tempo per essere a riposo.

Questo potrebbe non sembrare un percorso volto alla produttività, ma numerose ricerche dimostrano che prendere dello spazio di riposo, allontanandosi per un pò dalle attività lavorative, intensifica la creatività e l'intuizione.

Invece di mostrare solo i vostri punti di forza ed essere sempre autocritici, uscite dalla vostra nicchia senza mentire a voi stessi.

Molte persone credono che avranno successo solo per le cose in cui sono portati. Eppure, il nostro cervello è programmato per imparare cose nuove e la ricerca mostra che l'autocritica ci rende meno resistenti al fallimento, meno propensi a crescere partendo dai propri errori.

Invece di sottolineare solo i vostri punti di forza ed essere autocritici, siate compassionevoli con voi stessi. Così, migliorerà la vostra capacità di eccellere nelle sfide, sviluppando nuove competenze ed imparando dagli errori.

Invece di concentrarvi su voi stessi, mostrate compassione per coloro che vi circondano.

Creare delle relazioni di sostegno con i vostri colleghi, aumenterà la loro lealtà e la loro stima nei vostri riguardi. Ciò conseguentemente determinerà una buona influenza su di voi: aumenterà la produttività, miglioreranno le prestazioni, avrete maggiore carisma.

 

Tratto da Psychology Today

 

(Traduzione e Adattamento a cura della Dottoressa Benedetta Marrone)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

Tags: benessere felicità stress salute successo falsi miti negatività resistenza professioni energia mentale adrenalina

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. Deriva dal greco e fa riferimento alla paura per coloro che camminano su trampoli. Giocolieri e clown, insomma. Ed è per questo...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

News Letters