Pubblicità

Stress e Performance atletica

0
condivisioni

on . Postato in Benessere e Salute | Letto 1716 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (6 Voti)

La psicologia guarda con sempre maggiore attenzione al mondo dello sport e alla gestione delle risorse atletiche e personali. E lo stress è una delle componenti fondamentali di cui tener conto per migliorare la propria performance atletica

Stress e Performance atletica cesare piccoLa psicologia, negli ultimi anni, sta guardando sempre con maggiore attenzione al mondo dello sport. Ambito denso di relazioni umane, percorsi di crescita, educazione e sviluppo personale, questo sembra essere un terreno privilegiato per l'osservazione psicologica e per l'utilizzo delle sue tecniche.

A fronte di tale fertilità, lo sport italiano è solo negli ultimi anni che ha visto un nutrito ingresso dei professionisti della psicologia. Fino ad oggi l'interesse del mondo dello sport per i concetti maturati all'interno della sfera mentale è stato residuale o lasciato a pochi individui.

Il libro Stress&Performance Atletica si inserisce in questo spazio germinale e si indirizza ad atleti, sportivi o allenatori interessati ad accrescere le performance sportive attraverso una migliore comprensione di sé.

Proprio la compresione di sé, la capacità di leggersi e accettarsi, nella visione dell'autore, è l'elemento centrale per crescere e migliorare i propri risultati sportivi. Nei capitoli del libro l'attenzione non è quindi posta all'approfondimento di tecniche di Mental Training, esercizi di respirazione o rilassamento, ma nel fornire uno modello di comprensione del reale, che agisca da strumento diagnostico relativamente alle predisposizioni e alle caratteristiche base degli atleti a livello mentale. Agli interessati viene fornito un modello di classificazione psicologica in grado di suddividere la popolazione sportiva in 5 gruppi.

Pubblicità

L'autore, partendo da una logica di unitarietà tra mente e corpo, propone l'esistenza di 5 motori mentali in grado di caratterizzare ogni atleta. Ognuno di essi per essere messo in moto necessita di un carburante: lo Stress. Ciò che differenzia il funzionamento di questi motori mentali è la quantità di stress necessario per ottimizzare le performance individuali.

Alcuni sportivi richiedono una marcata attivazione per diventare prestativi, altri una moderata, altri ancora una modesta attivazione. Ciò che definisce a quale motore mentale uno sportivo appartenga sono la presenza più o meno marcata di alcune caratteristiche di personalità (ottimismo, perfezionismo, autotelia, vigoria psicologica, ecc.) stress-correlate, che vengono presentate nella seconda parte del volume.

L'identificazione del motore mentale permette di utilizzare la leva dello stress, i meccanismi di attivazione e rilassamento, in modo finalizzato all'accrescimento della prestazione sportiva, nel massimizzare gli effetti del recupero e ridurre l'incidenza degli infortuni.

 

(articolo a cura di Cesare Picco, psicologo e autore del volume Stress & Performance atletica, Psiconline Edizioni)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

Tags: stress competizione performance atletica

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

News Letters

0
condivisioni