Pubblicità

Counselor. Votare NO per difendere la salute psichica di tutti

0
condivisioni

on . Postato in Editoriale | Letto 35321 volte

4.9375 1 1 1 1 1 Votazione 4.94 (16 Voti)

E' fondamentale, entro il prossimo 25 ottobre, partecipare e votare NO all'indagine preliminare indetta dall'UNI sulla figura del Counselor.

Counselor. Votare NO per difendere la salute psichica di tuttiLa consulenza psicologica non è una professione ma è una competenza ed in quanto tale deve essere effettuata da soggetti che svolgano una professione regolamentata dalla Legge e dallo Stato come lo sono gli psicologi e non da chi, con un corso privato di tre anni (quando va bene) si arroga il diritto di "entrare" nella psiche dei pazienti/clienti senza averne le competenze e senza che nessuno le abbia certificate con un Corso di Laurea, un Esame di Stato e l'iscrizione ad un Ordine professionale.

In questi giorni l'Ente Italiano di Normazione, UNI, ha lanciato una consultazione pubblica preliminare per verificare la possibilità/necessità di regolamentare la professione di Counselor in Italia.

Poiché il voto è aperto a tutti i cittadini è importante che tutti votino NO, per la difesa della salute di tutti i cittadini. Affrettatevi perché c'è tempo solo fino al 25 ottobre!

Votare è semplice:

  1. Accedi al link dell’UNI cliccando qui
  2. Alla domanda “Ritieni che il progetto rispecchi i bisogni del mercato di riferimento?" scegli la risposta NO fra le tre proposte
  3. Alla richiesta di motivazione scrivi: "la figura del Counselor/Consulente è confusiva e si sovrappone alle Professioni Ordinate".

L'UNI è l'ente che gestisce la normazione per la definizione delle nuove professioni non regolamentate ai sensi della legge 4/2013 e punta a riconoscere una nuova professione chiamata "Counselor" utilizzando la metodologia prevista in questi casi, attraverso una "inchiesta pubblica" preliminare su questa intenzione, aperta a tutti i cittadini, dove ogni partecipante vale un voto. La domanda che viene posta è "ritieni che il progetto rispecchi i bisogni del mercato di riferimento?" (come se la salute potesse essere un mercato!).

Counselor è l'equivalente di Consulente avendo la medesima radice etimologica ed è facile comprendere come l'utilizzo di una terminologia inglese abbia un evidente effetto confusivo.

Il "counseling" (ovvero l’attività consulenziale) è una competenza e non una professione. Ogni professione fa consulenza nel suo campo, dagli avvocati ai medici, agli infermieri, ai promotori finanziari: non si comprende su cosa dovrebbe fare consulenza questo nuovo professionista.

Il Counselor/Consulente si qualifica come professione di aiuto e certamente chi chiede una Consulenza/Counseling sta chiedendo aiuto e consiglio.

Pubblicità

Se voglio predisporre la mia dichiarazione dei redditi chiedo la consulenza/aiuto ad un Commercialista o a un Ragioniere. Se litigo con il mio vicino, prima di partire con una denuncia o una causa, chiedo una consulenza legale. Prima di far un intervento chirurgico chiedo una consulenza (il termine utilizzato in medicina è consulto) ad un Medico Specialista. Se devo acquistare un appartamento chiedo la consulenza ad un Notaio e ad un Architetto. E così via.

In Italia ed in Europa esistono professioni “ordinate”, regolamentate con legge, e professioni non regolamentate. È alquanto evidente che una Consulenza/Counseling in un ambito professionale regolamentato dalla legge può essere efficacemente effettuato solo da un Professionista abilitato.

Se io chiedo una consulenza/counseling “legale” devo rivolgermi, obbligatoriamente, ad un avvocato. Allo stesso modo, se chiedo una consulenza psicologica, debbo rivolgermi allo Psicologo che è il professionista abilitato a fornirmela e quindi non si capisce a cosa serva una figura come quella del Counselor.

Counselor/Consulente in relazione a cosa? In risposta al bisogno d'aiuto dell'utente? In risposta al suo disagio psicologico? In risposta alla sua richiesta di benessere e di crescita personale? A tutte queste domande e/o bisogni risponde efficacemente la figura dello Psicologo, normata dalla Legge a tutela dei cittadini e a protezione della loro salute.

Per tutti questi motivi è necessario VOTARE NO.
VOTARE NO perché si tratta di una proposta confusiva sulle competenze e responsabilità professionali e che non aiuta i cittadini.

Poiché il voto è aperto a tutti i cittadini è importante che tutti votino NO, anche per la difesa della salute di tutti.

Lo ripetiamo, votare è semplice:

  • Accedi al link dell’UNI cliccando qui
  • Alla domanda “Ritieni che il progetto rispecchi i bisogni del mercato di riferimento?" scegli la risposta NO fra le tre proposte
  • Alla richiesta di motivazione scrivi: "la figura del Counselor/Consulente è confusiva e si sovrappone alle Professioni Ordinate".

Votate e invitate a votare tutti. Colleghi e Cittadini. Tutti hanno diritto al voto.

DIFENDIAMO LE PROFESSIONI ORDINATE, LA SALUTE E GLI INTERESSI DEI CITTADINI CHE HANNO DIRITTO A PRESTAZIONI PROFESSIONALI GARANTITE DAGLI ORDINI.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

Tags: counselor consulenza psicologica

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Convinzione occhi storti (1568…

mirko, 31 Dottori perdonate il disturbo. Sono un ragazzo di 31 anni e sono quasi 5 anni che vorrei capire una cosa che mi sta facendo diventare letteralmen...

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters

0
condivisioni