Pubblicità

E' possibile vivere senza avere rapporti sessuali? Commentiamo il sondaggio

0
condivisioni

on . Postato in Editoriale | Letto 539 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

a cura della redazione



Abbiamo provato a chiedere ai nostri visitatori quale potesse essere la loro opinione e la loro percezione su di un tema che ci sembra molto importante: E' possibile vivere senza avere rapporti sessuali?

La risposta che è arrivata dal web è stata decisamente rilevante.

E' possibile vivere senza avere rapporti sessuali?

No, assolutamente

22 % 22.95 % (347)

No, ma potrebbe accadere

26 % 26.59 % (402)

Si, se la situazione non consente di averne

24 % 24.60 % (372)

Si, se il sesso non è interessante

4 % 4.10 % (62)

Si, se c'è un motivo religioso o morale

7 % 7.14 % (108)

Si, se il partner non li desidera

2 % 2.31 % (35)

Si, senza particolari motivi

12 % 12.30 % (186)


Sono stati registrate oltre 1500 risposte e sono stati inseriti on line ben 27 commenti da parte dei navigatori del web.

I risultati ottenuti da tale sondaggio si sono distribuiti in maniera sostanzialmente equa , quasi il 50% dei visitatori ha infatti sostenuto l'idea che sia impossibile fare a meno del sesso.. anche se un buon 26,59% prevede che ciò possa comunque accadere.

Per il restante 50% dei partecipanti al sondaggio è possibile vivere senza avere rapporti sessuali e questo per svariati motivi. Circa il 25% di questa fetta pensa infatti che ciò possa accadere nel caso in cui intervengano fattori esterni ad ostacolarne il normale svolgimento, il 7,14% ne prevede la possibilità fondamentalmente per cause religiose o morali, mentre per il 4.10% sembra essere importante la “qualità” dell'attività sessuale che altrimenti potrebbe mancare.

Solo una piccolissima percentuale, il 2,31%, pensa che un'astinenza da tale attività sia riconducibile a una resistenza da parte del partner. Infine per il restante 12% si può fare a meno del sesso senza che vi siano particolari motivazioni.

Il linea generale parrebbe quindi che la maggioranza di coloro i quali hanno partecipato al sondaggio preveda la possibilità di poter condurre una vita priva di rapporti sessuali e una buona metà di tale popolazione ne è convinta.

Il nostro sondaggio, che ovviamente si preoccupa principalmente di estrapolare delle tendenze rispetto a certi modi di vedere la sessualità, senza avere pretese scientifiche, sembra comunque evidenziare una certa discrepanza tra la percezione che noi abbiamo della sfera sessuale nella nostra mente e il modo in cui affrontiamo questa parte della nostra vita nel concreto.

Il sesso è infatti un elemento estremamente importante nell'esistenza di ciascuno, da un certo momento della nostra crescita in poi ci accompagna e contribuisce al nostro benessere e al nostro equilibrio psico-fisico, e quando questa parte del nostro mondo non viene vissuta con tranquillità o presenta delle difficoltà nel suo svolgersi, i problemi che emergono sono diversi, disturbi di tipo fisico finiscono infatti col provocare e mescolarsi con disturbi di tipo psicologico e viceversa. Stupisce quindi che, nonostante questo dato di fatto, il senso comune possa suggerire l'idea di un' esistenza normale pur se privata della sua sessualità... questa convinzione è reale o rispecchia solo una difficoltà di base che abbiamo nel rapportarci a questo aspetto della nostra umanità? sottovalutare o minimizzare l'importanza del sesso ci aiuta ad esorcizzare la paura che abbiamo di non riuscire a dominare o gestire al meglio quest'area della nostra vita in fondo così irrimediabilmente connessa alla nostra esistenza?

È una domanda che ci siamo posti e che ora rivolgiamo a voi.. se lo desiderate inserite on line un vostro commento...


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il declino cognitivo lieve consi...

News Letters

0
condivisioni