Pubblicità

E' possibile vivere senza avere rapporti sessuali? Commentiamo il sondaggio

0
condivisioni

on . Postato in Editoriale | Letto 562 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

a cura della redazione



Abbiamo provato a chiedere ai nostri visitatori quale potesse essere la loro opinione e la loro percezione su di un tema che ci sembra molto importante: E' possibile vivere senza avere rapporti sessuali?

La risposta che è arrivata dal web è stata decisamente rilevante.

E' possibile vivere senza avere rapporti sessuali?

No, assolutamente

22 % 22.95 % (347)

No, ma potrebbe accadere

26 % 26.59 % (402)

Si, se la situazione non consente di averne

24 % 24.60 % (372)

Si, se il sesso non è interessante

4 % 4.10 % (62)

Si, se c'è un motivo religioso o morale

7 % 7.14 % (108)

Si, se il partner non li desidera

2 % 2.31 % (35)

Si, senza particolari motivi

12 % 12.30 % (186)


Sono stati registrate oltre 1500 risposte e sono stati inseriti on line ben 27 commenti da parte dei navigatori del web.

I risultati ottenuti da tale sondaggio si sono distribuiti in maniera sostanzialmente equa , quasi il 50% dei visitatori ha infatti sostenuto l'idea che sia impossibile fare a meno del sesso.. anche se un buon 26,59% prevede che ciò possa comunque accadere.

Per il restante 50% dei partecipanti al sondaggio è possibile vivere senza avere rapporti sessuali e questo per svariati motivi. Circa il 25% di questa fetta pensa infatti che ciò possa accadere nel caso in cui intervengano fattori esterni ad ostacolarne il normale svolgimento, il 7,14% ne prevede la possibilità fondamentalmente per cause religiose o morali, mentre per il 4.10% sembra essere importante la “qualità” dell'attività sessuale che altrimenti potrebbe mancare.

Solo una piccolissima percentuale, il 2,31%, pensa che un'astinenza da tale attività sia riconducibile a una resistenza da parte del partner. Infine per il restante 12% si può fare a meno del sesso senza che vi siano particolari motivazioni.

Il linea generale parrebbe quindi che la maggioranza di coloro i quali hanno partecipato al sondaggio preveda la possibilità di poter condurre una vita priva di rapporti sessuali e una buona metà di tale popolazione ne è convinta.

Il nostro sondaggio, che ovviamente si preoccupa principalmente di estrapolare delle tendenze rispetto a certi modi di vedere la sessualità, senza avere pretese scientifiche, sembra comunque evidenziare una certa discrepanza tra la percezione che noi abbiamo della sfera sessuale nella nostra mente e il modo in cui affrontiamo questa parte della nostra vita nel concreto.

Il sesso è infatti un elemento estremamente importante nell'esistenza di ciascuno, da un certo momento della nostra crescita in poi ci accompagna e contribuisce al nostro benessere e al nostro equilibrio psico-fisico, e quando questa parte del nostro mondo non viene vissuta con tranquillità o presenta delle difficoltà nel suo svolgersi, i problemi che emergono sono diversi, disturbi di tipo fisico finiscono infatti col provocare e mescolarsi con disturbi di tipo psicologico e viceversa. Stupisce quindi che, nonostante questo dato di fatto, il senso comune possa suggerire l'idea di un' esistenza normale pur se privata della sua sessualità... questa convinzione è reale o rispecchia solo una difficoltà di base che abbiamo nel rapportarci a questo aspetto della nostra umanità? sottovalutare o minimizzare l'importanza del sesso ci aiuta ad esorcizzare la paura che abbiamo di non riuscire a dominare o gestire al meglio quest'area della nostra vita in fondo così irrimediabilmente connessa alla nostra esistenza?

È una domanda che ci siamo posti e che ora rivolgiamo a voi.. se lo desiderate inserite on line un vostro commento...


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Dissociazione

La dissociazione come alterazione della struttura psichica e immagini contraddittorie di Sè. Il termine dissociazione in psicopatologia e psichiatria è identif...

News Letters

0
condivisioni