Pubblicità

Gli ultimi giorni di James Moll (presentato da Steven Spielberg)

0
condivisioni

on . Postato in Editoriale | Letto 929 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dott. Caterina Kertesz

Gli ultimi giorni è un documentario basato sulla storia di cinque protagonisti sopravvissuti all'Olocausto, che seguendo le loro incredibili storie di violenza subita, si pone un interrogativo: è realmente possibile rifarsi una vita?

Il documentario si basa sui racconti di queste cinque persone, costellati da violenze subite, da perdite di familiari e amici cari, e soprattutto sull'impossibilità di riuscire a capire il perché di tutta questa rabbia da parte di un folle : Adolf Hitler Scorgiamo in questi racconti un punto fondamentale; mentre le autorità tedesche li deprivavano di tutto ciò che era in loro possesso, riuscirono comunque a mantenere vivi i ricordi, la percezione di sé stessi. Ciò viene chiarito da una parte del racconto di Irene Zisblatt (ungherese) : "improvvisamente riconobbi mio padre, e la prima cosa che mi venne in mente fu di nascondermi. Faceva cosi' male vederlo con la testa rasata e l'uniforme da prigioniero. Quest'uomo che aiutava tutti, la persona più gentile del mondo. Proprio non riuscivo ad immaginarmi come si sarebbe sentito a veder noi con le teste rasate, in quegli stracci. Cosi' volevo solo nascondermi perché non mi potesse vedere. In quel momento i nostri occhi si incrociarono: E vidi le lacrime che gli scendevano giù dalle guance. Quella fu l'ultima volta che vidi mio padre. Poi mi venne in mente una cosa. Mi hanno portato via i genitori, l'identità, i miei averi: C'è qualcosa che vogliono da me. E allora ho pensato alla mia anima. Ho detto: Non riusciranno a portarmela via,la mia anima."

La liberazione non fu" l'ultimo giorno ", perché i sopravvissuti uscirono dai campi di concentramento con sensazioni di rabbia, confusione, depressione. Alcuni ci hanno messo anni per reintegrarsi nella società, altri non sono mai più riusciti a sentirsi a casa propria. Renèe Fireston (cecoslovacca), racconta: "ritornare alla libertà fu molto difficile. Non sapevamo come avremmo fatto pace con il mondo esterno. E non sapevamo chi avremmo trovato e chi no:"

Nell'ultima parte del documentario vediamo i protagonisti tornare ad Auschwitz, Dachau (campi di concentramento),per ritrovare qualche frammento della loro dolorosa memoria. Tutto è cambiato, ma ognuno di loro, anche se intervistato in momenti diversi, non riesce a non commuoversi, a non provare un senso di amarezza indicibile.

Bill Basch, uno dei sopravvissuti ,tornando ad Auschwitz si domanda: "perché Dio ha permesso che sopravvivessimo ?"

Questo toccante documentario serve a non dimenticare la tragedia immane dell'Olocausto, dove donne, uomini, bambini morirono solo perché non appartenevano alla razza ariana; dove i sopravvissuti sembrano a tutt'oggi vivi solo apparentemente, ma nel loro cuore, nella loro psiche rimane un dolore immane,e un "ultimo giorno" non esiste più. Esiste solo la consapevolezza di aver vissuto il più terribile crimine contro l'umanità.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità. L'alcolismo può essere talmen...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters

0
condivisioni