Pubblicità

Consulenza psicologica online: la situazione italiana oggi

0
condivisioni

on . Postato in Il lavoro della psicologia | Letto 2197 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (3 Voti)

Il servizio di consulenza psicologica online si sta diffondendo rapidamente a livello internazionale. Anche in Italia, con le nuove Linee Guida approvate dal CNOP, si aprono nuove prospettive di sviluppo. Per questo Psiconline ha voluto effettuare una ricerca che fotografasse lo stato dell'arte in Italia a metà dell'anno 2017.

servizi di consulenza psicologica onlineLa progressiva diffusione delle tecnologie e dei servizi online ha portato numerosi professionisti a dover utilizzare sempre più il web per lo svolgimento della propria attività.

In particolare, il cambiamento in ambito professionale, indotto dal crescente utilizzo di Internet, ha interessato anche i professionisti che si occupano di salute mentale: gli Psicologi e gli Psicoterapeuti.

Per andare incontro e rispondere adeguatamente alle numerose richieste di aiuto telematico, sono nati i servizi di consulenza psicologica online che attualmente hanno raggiunto una grande diffusione in tutti i paesi del mondo.

Per “consulenza psicologica online” si intende una serie di incontri che si svolgono in rete tra uno psicologo online ed un utente/paziente con l’obiettivo di risolvere un problema di natura psicologica che mette in crisi il cliente e che lo ha spinto a richiedere tale servizio.

Pertanto, possono usufruire di tali servizi tutti gli individui che si trovino in una condizione di disagio emotivo, psicologico e relazionale e che presentino problematiche di varia natura (familiari, di coppia, comportamentali, ecc.)

Il principale vantaggio della consulenza psicologica online riguarda la possibilità di ricevere una prima forma di aiuto, per tutti coloro i quali che, per motivi economici, di mobilità, disabilità o timidezza non possono o non se la sentono di affrontare un incontro “vis a vis” con uno psicologo o psicoterapeuta. Naturalmente, le consulenze psicologiche online, alla stessa stregua delle consulenze svolte in un contesto non virtuale, dovrebbero avvenire nel pieno rispetto della privacy del soggetto che ne fa richiesta.

Per quanto riguarda il contesto italiano, inoltre, le prestazioni professionali che lo psicologo online offre in rete devono non solo far riferimento al Codice deontologico dell’Ordine degli Psicologi Italiani, ma anche alle nuove linee guida divulgate dal CNOP (Consiglio Nazionale Ordine Psicologi) per le prestazioni psicologiche via internet a distanza.

Queste ultime assumono una grande rilevanza, dal momento che sono utili a definire quali sono i criteri per un corretto svolgimento dell’attività psicologica online, sia nel campo delle consulenze che delle vere e proprie psicoterapie, che, come vedremo in seguito, vengono già fornite da alcuni professionisti del settore.

La nostra indagine sui siti di psicologia online italiani

Allo scopo di ottenere una panoramica dei servizi di psicologia online in Italia, Psiconline.it ha condotto un’indagine in rete, volta raccogliere informazioni relative ai mezzi maggiormente utilizzati, i costi, la presenza o assenza di norme alle quali far riferimento.

Tale indagine si è conclusa con l’individuazione di 50 siti internet che si propongono di fornire consulenze e, in alcuni casi, anche psicoterapie online.

Pubblicità

In primo luogo, è emerso che, fortunatamente, a fornire questi servizi sono Psicologi iscritti all’Albo e Psicoterapeuti. Molti tra questi inseriscono un Curriculum vitae e professionale che l’utente può visualizzare, nonché le informazioni per verificare l’iscrizione all’albo.

Proprio per evidenziare l’importanza che stanno progressivamente assumendo i servizi psicologici in rete, è opportuno, inoltre, far riferimento ad una Psicoterapeuta, la quale svolge attualmente la sua attività esclusivamente online.

Dalla lettura dei Curriculum Vitae dei Professionisti che svolgono consulenze online, però, ci è sembrata rilevante l’assenza di una formazione alla consulenza psicologica online. Questo, probabilmente, è dovuto alla scarsissima offerta formativa nell’ambito della consulenza psicologica online, che, stando ai dati ricavati dall’indagine, viene fornita solo da un ente, il Servizio Italiano di Psicologia Online (S.I.P.O).

Per quanto riguarda i servizi psicologici online maggiormente forniti, vi è sicuramente la consulenza psicologica online, ma sono presenti anche altre tipologie di prestazione, più specifiche, come, per citarne alcuni, gruppi di sostegno psicoeducativo online, terapia online, Community psicologica online, chat a tema, terapia autogena e uso di tecniche immaginative (fiaboterapia e musicoterapia) e un servizio di diagnosi online.

Inoltre, tra i metodi principalmente utilizzati per condurre sessioni di consulenza psicologica online, rientrano le e – Mail, le Chat, le chiamate telefoniche anche se il mezzo privilegiato sembra essere Skype, applicazione per effettuare videochiamate.

I costi dei servizi variano in base al metodo utilizzato (mail, chat, Skype, chiamata telefonica).

Molti professionisti offrono un primo colloquio gratuito e delle tariffe agevolate e dei pacchetti nel caso di 2 o più consulenze (ad esempio, 3 consulenze al costo di 105 euro anziché 120).

  1. Per quanto riguarda la consulenza via mail, alcuni servizi sono totalmente gratuiti, come psiconline.it, altri a pagamento, con costi che variano dai 10 ai 50 euro (per ogni mail);
  2. Le consulenze via chat hanno un costo che va dai 10 e i 50 euro;
  3. Il costo delle videoconsulenze, invece, va dai 20 ai 70 euro;
  4. Infine, le consulenze psicologiche telefoniche hanno un costo che oscilla tra i 17 e i 50 euro.

I costi delle terapie sono molto simili a quelli delle consulenze psicologiche effettuate tramite videochiamata Skype. Servizi più specifici, quali quello di Diagnosi Psicologica, naturalmente, hanno un costo maggiore, che si aggira intorno ai 360 euro e prevedono l’utilizzo di strumenti come l’MMPI, il Luscher Test, ecc.

Alcuni siti non specificano i costi, che vengono poi resi noti in seguito all’invio una mail o alla compilazione di una richiesta inoltrata al professionista.

Le modalità di pagamento maggiormente utilizzate sono il circuito Paypal, bonifico bancario, carte di credito o di debito.

Come affermato in precedenza, anche le prestazioni di natura psicologica effettuate tramite l’utilizzo del web devono necessariamente far riferimento al Codice Deontologico dell’Ordine degli Psicologi e, in aggiunta, alle linee guida per le prestazioni psicologiche in rete, al fine di fornire all’utente/paziente un servizio quanto più corretto possibile.

Dall’indagine che abbiamo condotto, è emerso che molto spesso il Codice Deontologico rappresenta una delle sezioni del sito dello/gli psicologo/i; in alcuni casi invece, viene fatto solo un riferimento a questo. In casi molto isolati non è presente.

Per quanto riguarda l’ultimo aspetto preso in considerazione all’interno di questa indagine, la questione relativa alla Privacy e la tutela dei dati sensibili dell’utente/paziente che richiede una consulenza psicologica o una prima forma di aiuto in risposta ad un disagio è di fondamentale importanza.

Come è ben noto, è necessario tutelare le informazioni personali del paziente sia nel contesto di una consulenza reale che nell’ambito di quella virtuale. Nel secondo caso, senza dubbio, se consideriamo il fatto che tutto ciò che viene inserito in rete, rimane in rete, vi è un maggiore rischio che i dati che vengono forniti possano essere, senza saperlo, visibili o utilizzabili da terzi.

Per tale motivo, è opportuno che lo psicologo online specifichi che le informazioni riguardanti il paziente non verranno per nessuna ragione utilizzati per altri scopi se non per quelli finalizzati allo svolgimento della consulenza, inserendo all’interno dei propri siti la normativa in materia di privacy, il consenso informato e provvedere ad un “camuffamento dei dati” (richiedendo, ad esempio, un nickname al posto del nome) in caso di divulgazione della richiesta dell’utente.

Abbiamo osservato come, nei 50 siti da noi individuati, molti psicologi/psicoterapeuti inseriscano le clausole relative al trattamento dei dati, associandovi il link che permette all’utente di leggere il testo del Codice sulla Protezione dei Dati e delle Norme sulla Tutela dei Dati. Alcuni siti, invece, dichiarano di tutelare la privacy ma non specificano secondo quali modalità.

Per concludere, l’intento di questo lavoro è stato quello di offrire una visione d’insieme per tutti quei servizi psicologici online, sia per orientare il professionista che intende estendere i suoi servizi anche in rete, sia per permettere all’utente che desidera usufruirne di effettuare una scelta consapevole e corretta.

 

(Articolo a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: counseling online psicologia sul web consulenza psicologica online web counseling

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Longininfismo

Carattere degli organi sessuali femminili determinato da un grande sviluppo delle piccole labbra (o ninfe), le quali protendono all’esterno delle grandi labbra ...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

News Letters

0
condivisioni