Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

La Psicoterapia con Bambini e/o adolescenti

on . Postato in Il lavoro della psicologia | Letto 981 volte

Esistono differenti tipi di psicoterapia, ma ognuna si basa sulla comunicazione come strumento fondamentale per apportare dei cambiamenti nei sentimenti e nei comportamenti di un bambino o di un adolescente in crisi.

La valutazione iniziale è fondamentale per inquadrare clinicamente il problema portato, sarà quindi importante analizzare la situazione psicologica e relazionale non solo del bambino, ma anche dei genitori, che rappresentano uno strumento di lavoro fondamentale.

Vengono quindi previsti incontri iniziali alla presenza di entrambi i genitori insieme al bambino. A questa segue una seconda fase di incontri del terapeuta solo con il piccolo.

In chiusura è previsto un ulteriore colloquio congiunto con genitori e figlio, per esplicitare le tematiche psicologiche prevalenti del bambino in relazione ai sintomi espressi e al significato che essi assumono all’interno delle relazioni familiari.

Gli strumenti utilizzati sono il gioco, il disegno, il colloquio, all’interno della relazione con il terapeuta, che non solo è osservatore, ma sin dall’inizio interagisce attivamente con tutti i soggetti coinvolti.

In particolare per i bambini giocare, disegnare, costruire e “fare finta”, così come parlare, sono dei modi importanti di condividere sentimenti, emozioni e di provare a risolvere i problemi.

Attraverso il gioco terapeutico i bambini rivivono determinate esperienze traumatiche, questo gli permette, in maniera graduale, di riviverle e di avere un maggior controllo su di esse.

Essi scoprono importanti cose su loro stessi, ad esempio possono farsi carico della propria ansia e della propria rabbia trovando nuovi modi di agirla nel loro comportamento quotidiano, possono comprendere quanto valgono anche se in certi contesti si sentono inadeguati, o possono capire che la separazione dei genitori non è una loro colpa.

Attraverso questa metodologia, quindi, è possibile svolgere un lavoro congiunto con genitori e bambini che serva per rielaborare determinati vissuti e facilitare la relazione tra loro, utilizzando non solo elementi attinenti alla sfera emotiva e affettiva, ma anche vignette di vita concreta, che vengono sperimentate e rivedute all’interno della stanza alla presenza del terapeuta.

Quali sono i problemi maggiormente trattati?

  • Stati di ansia (timori eccessivi del giudizio dell'adulto e dei rimproveri, preoccupazione di non essere all'altezza, angosce di separazione)
  • Le situazioni di blocco emotivo (difficoltà a esprimere le proprie risorse cognitive e affettive, inibizioni di varia natura)
  • Difficoltà che coinvolgono l'alimentazione (rifiuto del cibo, desiderio smodato di mangiare, obesità infantile)
  • Manifestazioni di aggressività (verso i coetanei, verso bambini di età diversa, verso uno o entrambi i genitori, verso un fratello o una sorella, verso altre figure adulte, indirizzate verso se stessi)

Disturbi della psicopatologia più gravi riguardano prevalentemente Disturbo da deficit di attenzione/iperattività, comportamenti dissociali, il tentativo di suicidio, le rotture psicotiche, ecc.

Quali modificazioni porta, nel bambino e nell’adolescente, la Psicoterapia?

  • Ricevono un supporto emotivo,
  • Imparano a risolvere i problemi e i conflitti con le persone,
  • Imparano a riconoscere le proprie emozioni e i propri problemi
  • Imparano ad individuare nuove soluzioni a vecchi problemi,
  • Incrementano lo sviluppo del Se', il bambino/ adolescente accetta di essere se stesso.

Gli obiettivi di una terapia possono essere specifici (cambiamento comportamentale, miglioramento delle relazioni amicali) o più generali (diminuzione dell’ansia, aumento dell’autostima, sostegno durante una perdita). Lo psicoterapeuta insegna ai genitori come rispondere terapeuticamente ai propri figli così che i cambiamenti possano essere rinforzati a casa e possano essere più forti anche le relazioni fondamentali del bambino o dell’adolescente in famiglia.


Bibliografia

Casarella F. e Sforza G., articolo: "Play Therapy".
La terapia con i bambini e con gli adolescenti: una guida per i genitori. Patrizia Fiori

Psicoterapia di coppia. Dott. Antonello Viola
Quando è utile rivolgersi allo Psicologo/Psicoterapeuta Roberta Gardini



(A cura della dottoressa Angela Chiara Leonino)

 


PubblicitàVuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su
Vuoi conoscere i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia per saperne di più?
Cercali su
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Disforia di genere

"Per un momento ho dimenticato me stesso, per un momento sono stato solo Lili." The Danish Girl Con il termine Disforia di genere si fa riferimento all’insoddi...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

News Letters