Pubblicità

Psicoanalisi e risoluzione dei bisogni insoddisfatti

0
condivisioni

on . Postato in Il lavoro della psicologia | Letto 306 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (3 Voti)

Secondo la letteratura, la psicoanalisi favorisce una risoluzione dei bisogni insoddisfatti attraverso un focus basato sull'intensità dei sentimenti che il paziente sperimenta, al fine di favorire una tolleranza di queste sensazioni e modalità funzionali di fronteggiare le situazioni.

Psicoanalisi e risoluzione dei bisogni insoddisfattiTutti nasciamo con bisogni che sono sentiti ed espressi attraverso le emozioni. Sebbene tutti noi proviamo sentimenti di desiderio, paura, attaccamento e disperazione, una nuova ricerca mostra come questi sentimenti siano collegati ai nostri bisogni di base.

Siamo perennemente impegnati nel soddisfacimento di diverse esigenze: abbiamo bisogno di partner sessuali, dobbiamo sfuggire a situazioni pericolose, dobbiamo creare legami significativi e così via.

Sviluppare modi sani per soddisfare queste esigenze si traduce in una sensazione di benessere.

Quando, al contrario, non vengono soddisfatte, si può ricorrere a modalità che funzionavano quando eravamo bambini ma che, per il momento attuale, si rivelano difettose e improduttive.

Questo può portare a sofferenza nelle nostre vite attuali, nelle relazioni e nel lavoro. La ricerca dimostra che la psicoterapia psicoanalitica può aiutare a ottenere un migliore controllo sulle nostre emozioni, relazioni di maggior successo e una vita professionale più fruttuosa.

In altre parole, la psicoterapia psicoanalitica ci permette di disimparare le reazioni che influenzano negativamente le nostre vite e di apprendere quelle produttive.

Le emozioni insopportabili sono causate da bisogni insoddisfatti

Immagina un bambino. Quando i suoi genitori escono dalla stanza, il bambino non ha la capacità di sapere che torneranno. Tutto ciò che sa è che ha bisogno di loro.

Questo bisogno si esprime attraverso un sentimento di amore quando sono presenti e attraverso il sentimento di disperazione quando se ne sono andati.

Non ha ancora acquisito la capacità di capire che torneranno o la capacità di calmarsi da solo. Quando tutto procede bene a livello evolutivo, alla fine il bambino scopre che quando i genitori lasciano la stanza tornano sempre.

Pubblicità

Ma se i genitori rimangono inaffidabili o negligenti, la paura che non tornino è rafforzata.

Mentre questo ragazzo diventa un bambino e un adolescente i suoi genitori continuano ad essere inaffidabili, e affronta questo rifiuto allontanandosi e convincendosi di non averne bisogno.

Ora il ragazzo ha 40 anni e scopre che non può sostenere una relazione romantica tanto da decidere di intraprendere un percorso psicoterapeutico.

Mentre questa progredisce, emerge che ogni volta che inizia a sentirsi dipendente da un altro significativo sperimenta un intenso panico e prende le distanze.

Questo comportamento di allontanamento, progettato per proteggerlo dalla disperazione, alla fine porta ad una rottura. La sfida è disimparare quella reazione di default con la mente di un adulto.

La mente adulta ha la capacità di capire cose che un bambino piccolo non riesce a cogliere. È qui che entra in gioco la psicoterapia psicoanalitica.

È progettata per indirizzare e aiutare i pazienti a imparare a tollerare i sentimenti dolorosi man mano che si presentano. Il terapeuta ed il paziente seguono questi sentimenti fin dall'inizio, dove sono stati inizialmente appresi.

In questo esempio, la necessità di allontanarsi da una persona importante risale al bisogno e alla paura di perdere i suoi genitori. Per evitare che ciò accada, lascia la relazione prima che possa verificarsi una reale dipendenza.

A poco a poco, il paziente disimpara la risposta automatica che subentra in previsione della futura dipendenza. Questo avviene come causa della ripetizione.

La ricerca ha stabilito che la psicoterapia psicoanalitica è efficace quanto la terapia cognitivo-comportamentale a breve termine. Tuttavia, la psicoterapia psicoanalitica mostra un aumento dei suoi effetti dopo la fine del trattamento.

In altre parole, le persone che passano attraverso la psicoanalisi continuano a trarre beneficio e a crescere dal trattamento molto tempo dopo la sua conclusione.

Pubblicità

Nell'esempio sopra, lo psicoterapeuta incoraggia il paziente a condividere il suo dolore e riconoscere le sue origini, soffermandosi su quel solito meccanismo di adattamento del distanziamento e del distacco.

Il terapeuta affronta sia i sentimenti di fondo che i tentativi del paziente di evitarli. A differenza di altri metodi psicoterapeutici che cercano di ridurre l'intensità dei sentimenti, lo psicoanalista aiuta il paziente a “stare con” e tollerare queste sensazioni più e più volte.

Alla fine questa ripetizione consente al paziente di lasciare andare la reazione originale e di praticare nuove opzioni di sentirsi.

La psicoterapia psicoanalitica consente al paziente di accedere a bisogni insoddisfatti che sono vissuti come emozioni dolorose imparando a regolarle e divenendo sempre più capace di vivere una vita più ricca e piena.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

Tags: psicoanalisi bisogni risoluzione bisogni insoddisfatti

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è impiegato correntemente nella...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o persone. Il termine proiezione, dal...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

dipendenza da shopping

La sindrome da acquisto compulsivo è un disturbo del controllo degli impulsi che indica il bisogno incoercebile di fare compere, anche senza necessità, ed è anc...

News Letters

0
condivisioni