Pubblicità

I 4 superpoteri dei bambini ansiosi

0
condivisioni

on . Postato in Infanzia e adolescenza | Letto 2257 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

I sentimenti ansiosi, naturali e spontanei, hanno vantaggi nascosti se non sono patologici

bambini ansiosiLa vita può essere difficile per i bambini ansiosi: anche compiti quotidiani, semplici e ricorrenti possono sembrare imprese grandi e spaventose.

Le mani diventano sudate, il cuore arriva in gola e percepiscono la sensazione che qualcosa, forse anche tutto, potrebbe andare terribilmente male.

L'ansia potrebbe far percepire ai bambini dei buoni risultati raggiunti come un disastro da evitare, oppure come qualcosa di sbagliato da risolvere. Ma, in realtà, non hanno fatto nulla di male; difatti i sentimenti ansiosi potrebbero avere alcuni vantaggi nascosti.

Essere ansiosi è un pò come avere un "superpotere segreto", un’emozione naturale e spontanea, una risposta automatica allo stress, che permette di anticipare il pericolo e agire di conseguenza.

Pertanto ci sono quattro motivi che rappresentano l'ansia non patologica come un fattore positivo e costruttivo, in quanto essa:

1. Rende creativi

Spesso, le persone che si preoccupano di più hanno una grande capacità immaginativa. L'immaginazione è come un muscolo: più si utilizza, più la creatività viene stimolata.

2. Prepara il corpo all'azione

Avere un normale livello d'ansia può aiutare a svolgere meglio tutti i tipi di attività, sia fisica che mentale. E' come avere il giusto carburante segreto per far fronte a tutte le situazioni che si presentano, preparandosi anticipatamente ad esse.

3. Rende attenti e consapevoli

La giusta ansia potrebbe anche salvare la vita, perché rende più attenti all'ambiente circostante e più consapevoli di quello che sta accadendo fuori e dentro di noi.

Pubblicità

4. Rende empatici

In virtù del controllo costantemente sull'ambiente, l'ansia sana potrebbe facilitare la sintonia con i segnali sociali ed emotivi trasmessi dagli altri.

In qualità di funzione adattiva, quindi non patologica, l'ansia è una risposta fondamentale alla nostra sopravvivenza. E' utile per far fronte ai problemi e ai compiti quotidiani, come la preparazione di un esame, lo svolgimento di un buon lavoro o un appuntamento importante.
In sostanza, l’ansia ci permette di stare nell’ambiente, adattandoci ad esso nel modo migliore possibile.

Tuttavia, è essenziale riconoscere quando essa perde la sua funzione di "superpotere", cioè nel caso in cui il suo stato di allerta non risulta collegato ad alcun pericolo reale e il malessere percepito dal bambino non favorisce l’adattamento all’ambiente, ma al contrario lo ostacola, provocando ulteriore sofferenza.

 

Tratto da PsychCentral

 

(Traduzione e Adattamento a cura delle Dottoresse Benedetta Marrone e Ilaria Addorisio De Feo)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: sensazione ansia stress vantaggi immaginazione superpoteri bambini ansiosi sentimenti ansiosi mani sudate disastro risposta automatica fattore positivo

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il termine indica le strategie...

Psicopatologia

Autolesionismo e disagio psichico

La maggior parte delle persone che si mutilano adottano tale atteggiamento come una modalità per regolare il proprio umore; avvertono una profonda motivazione legata al bisogno di distrarsi da un...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sofferenza interna e obiettivi…

Mauro, 31 anni     Durante tutta la mia vita ho perseguito obiettivi molto impegnativi. Oggettivamente giorno dopo giorno dopo giorno, mi sto re...

Quando lei maltratta lui (1574…

DELUSO 60, 59 anni     Incontrati a 46 anni io 40 lei, divorziati entrambi, io convivevo con una signora da 8 anni, lei con un figlio di 10 (unic...

Presa in giro (1574783413891)

Berna,  20 anni     Ciao, ho bisogno di aiuto e cerchero di spiegare il più brevemente possibile la mia situazione. Mi chiamo benedetta e s...

Area Professionale

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Articolo 42 - il Codice Deonto…

Si conclude su Psiconline.it, con il commento all'art.42 (vigenza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana ha s...

Le parole della Psicologia

Psicodramma

Lo Psicodramma è la più antica terapia di gruppo.   Lo psichiatra Jacov Levi Moreno (1889-1974) in un suo lavoro giovanile (1911) e in un suo scritto sul...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

News Letters

0
condivisioni