Pubblicità

I 4 superpoteri dei bambini ansiosi

0
condivisioni

on . Postato in Infanzia e adolescenza | Letto 2866 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

I sentimenti ansiosi, naturali e spontanei, hanno vantaggi nascosti se non sono patologici

bambini ansiosiLa vita può essere difficile per i bambini ansiosi: anche compiti quotidiani, semplici e ricorrenti possono sembrare imprese grandi e spaventose.

Le mani diventano sudate, il cuore arriva in gola e percepiscono la sensazione che qualcosa, forse anche tutto, potrebbe andare terribilmente male.

L'ansia potrebbe far percepire ai bambini dei buoni risultati raggiunti come un disastro da evitare, oppure come qualcosa di sbagliato da risolvere. Ma, in realtà, non hanno fatto nulla di male; difatti i sentimenti ansiosi potrebbero avere alcuni vantaggi nascosti.

Essere ansiosi è un pò come avere un "superpotere segreto", un’emozione naturale e spontanea, una risposta automatica allo stress, che permette di anticipare il pericolo e agire di conseguenza.

Pertanto ci sono quattro motivi che rappresentano l'ansia non patologica come un fattore positivo e costruttivo, in quanto essa:

1. Rende creativi

Spesso, le persone che si preoccupano di più hanno una grande capacità immaginativa. L'immaginazione è come un muscolo: più si utilizza, più la creatività viene stimolata.

2. Prepara il corpo all'azione

Avere un normale livello d'ansia può aiutare a svolgere meglio tutti i tipi di attività, sia fisica che mentale. E' come avere il giusto carburante segreto per far fronte a tutte le situazioni che si presentano, preparandosi anticipatamente ad esse.

3. Rende attenti e consapevoli

La giusta ansia potrebbe anche salvare la vita, perché rende più attenti all'ambiente circostante e più consapevoli di quello che sta accadendo fuori e dentro di noi.

Pubblicità

4. Rende empatici

In virtù del controllo costantemente sull'ambiente, l'ansia sana potrebbe facilitare la sintonia con i segnali sociali ed emotivi trasmessi dagli altri.

In qualità di funzione adattiva, quindi non patologica, l'ansia è una risposta fondamentale alla nostra sopravvivenza. E' utile per far fronte ai problemi e ai compiti quotidiani, come la preparazione di un esame, lo svolgimento di un buon lavoro o un appuntamento importante.
In sostanza, l’ansia ci permette di stare nell’ambiente, adattandoci ad esso nel modo migliore possibile.

Tuttavia, è essenziale riconoscere quando essa perde la sua funzione di "superpotere", cioè nel caso in cui il suo stato di allerta non risulta collegato ad alcun pericolo reale e il malessere percepito dal bambino non favorisce l’adattamento all’ambiente, ma al contrario lo ostacola, provocando ulteriore sofferenza.

 

Tratto da PsychCentral

 

(Traduzione e Adattamento a cura delle Dottoresse Benedetta Marrone e Ilaria Addorisio De Feo)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: sensazione ansia stress vantaggi immaginazione superpoteri bambini ansiosi sentimenti ansiosi mani sudate disastro risposta automatica fattore positivo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

Autoaccusa

Si definisce auotaccusa l'accusa che una persona fa, spontaneamente, di una propria colpa, anche inesistente. E' l'attribuzione di una colpa commessa da altr...

News Letters

0
condivisioni