Pubblicità

I 4 superpoteri dei bambini ansiosi

0
condivisioni

on . Postato in Infanzia e adolescenza | Letto 1960 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

I sentimenti ansiosi, naturali e spontanei, hanno vantaggi nascosti se non sono patologici

bambini ansiosiLa vita può essere difficile per i bambini ansiosi: anche compiti quotidiani, semplici e ricorrenti possono sembrare imprese grandi e spaventose.

Le mani diventano sudate, il cuore arriva in gola e percepiscono la sensazione che qualcosa, forse anche tutto, potrebbe andare terribilmente male.

L'ansia potrebbe far percepire ai bambini dei buoni risultati raggiunti come un disastro da evitare, oppure come qualcosa di sbagliato da risolvere. Ma, in realtà, non hanno fatto nulla di male; difatti i sentimenti ansiosi potrebbero avere alcuni vantaggi nascosti.

Essere ansiosi è un pò come avere un "superpotere segreto", un’emozione naturale e spontanea, una risposta automatica allo stress, che permette di anticipare il pericolo e agire di conseguenza.

Pertanto ci sono quattro motivi che rappresentano l'ansia non patologica come un fattore positivo e costruttivo, in quanto essa:

1. Rende creativi

Spesso, le persone che si preoccupano di più hanno una grande capacità immaginativa. L'immaginazione è come un muscolo: più si utilizza, più la creatività viene stimolata.

2. Prepara il corpo all'azione

Avere un normale livello d'ansia può aiutare a svolgere meglio tutti i tipi di attività, sia fisica che mentale. E' come avere il giusto carburante segreto per far fronte a tutte le situazioni che si presentano, preparandosi anticipatamente ad esse.

3. Rende attenti e consapevoli

La giusta ansia potrebbe anche salvare la vita, perché rende più attenti all'ambiente circostante e più consapevoli di quello che sta accadendo fuori e dentro di noi.

Pubblicità

4. Rende empatici

In virtù del controllo costantemente sull'ambiente, l'ansia sana potrebbe facilitare la sintonia con i segnali sociali ed emotivi trasmessi dagli altri.

In qualità di funzione adattiva, quindi non patologica, l'ansia è una risposta fondamentale alla nostra sopravvivenza. E' utile per far fronte ai problemi e ai compiti quotidiani, come la preparazione di un esame, lo svolgimento di un buon lavoro o un appuntamento importante.
In sostanza, l’ansia ci permette di stare nell’ambiente, adattandoci ad esso nel modo migliore possibile.

Tuttavia, è essenziale riconoscere quando essa perde la sua funzione di "superpotere", cioè nel caso in cui il suo stato di allerta non risulta collegato ad alcun pericolo reale e il malessere percepito dal bambino non favorisce l’adattamento all’ambiente, ma al contrario lo ostacola, provocando ulteriore sofferenza.

 

Tratto da PsychCentral

 

(Traduzione e Adattamento a cura delle Dottoresse Benedetta Marrone e Ilaria Addorisio De Feo)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

Tags: sensazione ansia stress vantaggi immaginazione superpoteri bambini ansiosi sentimenti ansiosi mani sudate disastro risposta automatica fattore positivo

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la filosofia etica legata alla ricerca...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega una persona...

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

News Letters

0
condivisioni