Pubblicità

I gemelli separati: la storia dello studio del 1960

0
condivisioni

on . Postato in Infanzia e adolescenza | Letto 365 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Cosa faresti sapendo di avere un fratello gemello?

Gemelli studio

Uno studio su gemelli del 1960 condotto a New York, attira ancora l'attenzione.

A metà degli anni '60, la Louise Wise Adoption Agency iniziò a mandare i gemelli a famiglie adottive diverse, separandoli. La pratica è stata fatta dalla Dr. Viola Bernard, una psichiatra della Columbia University. Lei spiegò che i gemelli non ricevevano attenzioni singolarmente dai loro genitori, cosi decise di separarli. Un suo collega, il Dr. Neubauer vide un'opportunità: realizzare uno studio longitudinale sullo sviluppo di 13 gemelli divisi in 5 gruppi di gemelli ed un gruppo di 3 gemelli, tutti allevati separatamente. Il problema è che non fu detto nulla nè ai gemelli nè ai genitori adottivi dello scopo di questo studio e quindi non seppero dell'esistenza di fratelli gemelli. Alcune ricerche di questo studio furono pubblicate in un articolo di un giornale e sul libro Nature's Thumbprint dal Dr. Neubauer e suo figlio.

Le registrazioni comportamentali, i video, le interviste e le osservazioni sui gemelli furono depositati negli archivi della Yale University e non saranno rilasciati prima del 2066. I gemelli poteva accedere a quei materiali, ma c'era bisogno di avere un permesso garantito dal Jewish Board of Family and Child Services di New York. Negli anni '60 non erano ancora stati sviluppati dei canoni per questo tipo di ricerche, come ad esempio, l'introduzione del debriefing, per il quale, alla fine dell'esperimento, si spiega il fine dello studio ed il partecipante deve essere messo al corrente di eventuali problemi di cui il ricercatore è a conoscenza. Alcuni gemelli, però, non sono stati ancora identificati, poichè non tutti facevano parte dello studio (in cui venivano considerati solo 13 individui) e questo è il motivo per cui la storia diventa interessante.

Pubblicità

A Novembre, successe qualcosa di inusuale a Justin Goldberg, un 50enne del mondo dello spettacolo di Los Angeles. Sua figlia 16enne Charlotte, stava pranzando con dei suoi amici al Los Angeles's Farmer's Market. Lei notò un uomo che era identico a suo padre ma capi anche che non fosse suo padre - allora fece un piccolo video all'uomo con il suo cellulare. Justin Goldberg fu scioccato dalla somiglianza tra lui e lo sconosciuto del video della figlia. La storia ebbe clamore e fu scritto anche un articolo su Deadline dal giornalista Bruce Haring.

Justin (originariamente chiamato Michael) era nato a New York il 12 Aprile del 1966 e fu adottato da Jay Goldberg (avvocato) e sua moglie alla Louise Wise Adoption Agency. Justin quindi capi di essere uno dei gemelli separati dall'agenzia. Sfortunatamente, i gemelli sono stati separati per molte ragioni, non solo per i benefici nell'individualità ed identità, ma anche per l'inadeguatezza finanziaria dei genitori nel prendersi cura di due bambini contemporaneamente. I video delle riunioni tra i gemelli ritrovati, la gioia immensa, le lacrime e gli abbracci interminabili tra i gemelli han fatto si che le Agenzie di Adozione spingessero sempre di più a non separare i gemelli ed a farli adottare insieme.

Riferimenti Bibliografici:

  • Abrams, S., (1986): "Disposition and the environment" In P. B. Neubauer & A. J. Solnit (Eds.), "Psychoanalytic Study of the Child" in "Yale University Press";
  • Haring, B., (2017): “Justin Goldberg’s Search for Long-Lost Twin is Story Made for Hollywood” in "Deadline";
  • Neubauer, P.B., & Neubauer, A., (1990): "Nature's thumbprint: The new genetics of personality" in "Ed. Addison-Wesley";
  • Perlman, L.M., (2005): "Memories of the Child Development Center Study of Adopted Monozygotic Twins Reared Apart: An unfulfilled promise" in "Twin Research and Human Genetics";
  • Segal, N.L., (2012): "Born Together-Reared Apart: The Landmark Minnesota Twin Study" in "Harvard University Press";
  • Segal, N.L., (2017): "Twin Amythconceptions: False b=Beliefs, Fables, and Facts About Twins" in "Academic Press of San Diego".

 

 

A cura del Dottor Claudio Manna

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: separazione adozione fratelli Infanzia e adolescenza gemelli

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

News Letters

0
condivisioni