Pubblicità

Ottieni il lavoro che ti piace con il Self Coaching

0
condivisioni

on . Postato in La psicologia del lavoro | Letto 1544 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il grande motivatore Antony Robbins dice: “Puoi avere ciò che vuoi semplicemente se sei disposto a liberarti della convinzione che tu non puoi averlo”.

lavoro perciavalle 2 Self CoachingPensando alla realizzazione dei propri obiettivi professionali sono dell’idea che ognuno di noi può realizzare la professione che ci interessa se davvero questo è allineato con tutti gli altri valori della persona.

Le soluzioni per arrivare a raggiungere il lavoro che interessa e piace sono due:

  1. cercare con costanza il lavoro e la professione che piace in diversi contesti organizzativi e continuare a cercare fino a quando non si è soddisfatti.
  2. iniziare il percorso verso la libertà e la creazione. Essere fautori del proprio progetto e diventare imprenditori di se stessi; può essere stimolante ma non è per tutti lo stesso tipo di sensazione.

Che sia un lavoro dipendente o autonomo l’importante per me è mantenere una mente aperta e avere un atteggiamento flessibile e responsabile per agire in maniera consapevole e mirata. Siamo fautori del nostro destino e abbiamo capacità di scelta per cui possiamo prenderci il coraggio di fare le scelte giuste per noi. Occorre solo cercare e provare in continuazione senza fermarsi fino a realizzare la propria ambizione.

Non si può solo attendere che prima o poi i risultati arrivino, occorre essere saldi e fiduciosi e agire consapevolmente, con strategia. Ogni persona ha già sviluppato un percorso e ha realizzato degli obiettivi professionali, (finire gli studi, trovare una prima occupazione, i primi guadagni, essere di supporto per qualcuno). Questi successi devono essere consapevolizzati e messi in evidenza per aumentare la propria fiducia in se stessi e preparare il terreno per il proprio cambiamento professionale.

Il consiglio è di utilizzare i periodi difficili di transazione tra un lavoro e l’altro o di ricerca per capire meglio cosa realmente si vuole e cosa c’è dietro ogni scelta (valori e credenze), fare anche un bilancio delle proprie competenze e abilità maggiormente sviluppate.

Pubblicità


E’ importante anche mettersi in ascolto dei propri pensieri e del proprio linguaggio per cambiare atteggiamento. Non serve dirsi o pensare di non potercela fare o di non avere le giuste esperienze.Se ci poniamo obiettivi sfidanti occorre anche mettersi nell’atteggiamento vincente che permetta di avere la carica e l’energia adeguate per affrontare le situazioni. Facendo un esempio, nessun parteciperebbe ad una gara pensando di arrivare ultimo, ma si prepara ad arrivare primo o al massimo rimanere sul podio dei tre vincenti. Solo dopo aver chiarito le idee si possono identificare obiettivi nuovi, più chiari specifici e realizzabili nel tempo. Successivamente si può stabilire un piano d’azione che riguardi i diversi comportamenti da agire per ottenere il lavoro che davvero appassiona.

Propongo ora tre semplici esercizi di self coaching per iniziare a sviluppare consapevolezza, cambiare atteggiamento e fare azioni diverse.   

ESERCIZIO N° 1
Fai una veloce autoanalisi della tua situazione attuale lavorativa e professionale
Pensando alla tua professione ideale, quanto sei vicino o lontano dalla sua realizzazione?
Dai una valutazione da 0 a 10, dove 10 è molto lontano dalla realizzazione e 0 hai realizzato la tua professione ideale.
La metafora che utilizzo è quella della temperatura di un termometro: più è alta (valore 10) più sei in sofferenza a livello emotivo e sei insoddisfatto,  più è bassa (0) più sei soddisfatto e tranquillo emotivamente.MMAGINE ARTICOLO PERCIAVALLE

ESERCIZIO N° 2
Per aiutarti a focalizzarti maggiormente sugli aspetti positivi di te stesso e riequilibrare i giudizi negativi e positivi su di te, ti offro un esercizio che puoi sviluppare facilmente  e che potrà aiutarti a ripartire con la giusta carica emotiva.
Abituati ad annotare su un quaderno, ogni giorno, almeno un Tuo risultato positivo, un pregio che ti hanno riconosciuto, una competenza che hai valorizzato e che ti è stata particolarmente utile oppure, semplicemente, un riscontro positivo, un complimento che hai ottenuto da parte degli altri, colleghi o amici, conoscenti.
Alla fine della tua giornata utilizza un post-it e segna in stampatello, la seguente frase:
"Io sono (qualità) e mi sento bene con me stesso!”
Stasera cosa vuoi segnare sul tuo post-it personale?

ESERCIZIO N°3
Obiettivo.
Decidi 3 azioni concrete che puoi fare già oggi per  iniziare a realizzare il lavoro e la professione che vuoi.
1)__________________________________________________________________
2)__________________________________________________________________
3)__________________________________________________________________

Dopo aver fatto questi esercizi hai più chiaro come ti condiziona oggi la tua condizione lavorativa e capire come migliorarla con tre semplici azioni. Ricorda se le azioni che stai facendo per ottenere il lavoro che ti piace non stanno funzionando vuol dire che devi cambiarle e puoi farti coraggio per cambiare velocemente la tua strategia.

 

(a cura del Dottor Massimo Perciavalle)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 


 

Tags: ottieni lavoro piace self coaching

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Dacrifilia

È una pratica sessuale, fa parte delle parafilie, e consiste nel provare piacere sessuale nel vedere un soggetto piangere.  L'attrazione sessuale scatur...

Burnout

Il burnout è generalmente definito come una sindrome di esaurimento emotivo, di depersonalizzazione e derealizzazione personale, che può manifestarsi in tutte q...

News Letters

0
condivisioni