Pubblicità

Profili di Personalità e Fragilità dell’Io. Intervista a Sabrina D’Amanti

0
condivisioni

on . Postato in Le interviste di Psiconline® | Letto 8530 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Profili di Personalità e Fragilità dell’Io mostra quali limiti psicologici possono impedire a una persona di tirar fuori, in modo pieno e appagante, il proprio potenziale creativo.

damanti2In esso vengono descritte le fragilità dell’Io che fanno da ostacolo alla completa e autentica espressione delle possibilità intellettive, relazionali e produttive di una persona, evidenziando quali paure, insicurezze, inibizioni si celano dietro a queste mancate realizzazioni, quali eventi personali storici hanno determinato tali fragilità e cosa fare per migliorare le proprie performance.

Sabrina D’Amanti è psicologa e psicoterapeuta ad indirizzo analitico-transazionale ed esercita la libera professione a Vittoria (RG) e Ragusa.
Ha lavorato per vari anni come psicologa scolastica e ha collaborato con l’Unità Operativa di Neurologia dell’Ospedale “Guzzardi” di Vittoria. Ha pubblicato articoli specialistici sull’Analisi Transazionale per la rivista Neopsiche. Nel 2011 ha pubblicato con Xenia il saggio “I giochi dell’Analisi Transazionale, come riconoscerli e liberarsene”, attualmente pubblica articoli di carattere divulgativo su diverse testate online.

Nella intervista che segue ci racconta come e perché ha deciso di scrivere Profili di personalità, a chi si rivolge, che cosa è l’autostima, come si costruisce e quali problematiche possono manifestarsi a causa della mancanza di autostima.

Che cos’è l’autostima e come si costruisce?

L’autostima è una parte determinante della personalità che influenza il comportamento in positivo o in negativo con conseguenti effetti sull’umore. Essa corrisponde alla stima che ciascuna persona ha costruito di se stessa in un processo di strutturazione che parte fin dalla nascita, nel rapporto di interazione con l’ambiente circostante. In tale processo hanno un ruolo fondamentale la famiglia e le figure adulte di riferimento per il bambino.

Quali problematiche possono manifestarsi correlate alla mancanza di autostima?

Le problematiche correlate a un’autostima inadeguata possono essere pressoché infinite. Spesso questo è l’aspetto preponderante di un disagio psichico, basti pensare che in molte condizioni depressive o ansiogene l’autostima inadeguata è l’elemento attorno a cui si struttura l’intero disturbo. Disturbo depressivo e disturbo d’ansia in questi casi diventano la manifestazione fenomenica di una struttura difettosa dell’autostima, vale a dire la manifestazione sintomatologica (emotiva e comportamentale) di elementi strutturali interni relativi all’autostima (aspetti intrapsichici). La presenza così massiva di un disturbo dell’autostima come causa primaria o elemento collaterale a molti disturbi psicologici è la ragione per cui ho voluto affrontare l’argomento in un libro.

Quali sono le fragilità dell’Io che possono ostacolare la realizzazione di sé?

Le fragilità dell’Io sono quegli aspetti difettosi dell’autostima corrispondenti ad autovalutazioni eccessivamente severe che portano il soggetto a ritenersi meno apprezzabile e capace di quanto in realtà sia. Sono credenze negative su di sé che il bambino ha maturato osservando o interpretando il modo in cui il mondo esterno lo giudicava.

Quali eventi personali storici determinano tali fragilità?

Le fragilità dell’Io, come detto, provengono dalle esperienze relazionali, educative e affettive che il bambino fa nel contesto ambientale in cui cresce. Nel libro mostro i vari modi in cui le fragilità dell’Io possono manifestarsi e quali esperienze relazionali e affettive sono associate a tali fragilità.

Come raggiungere un’autostima sana?

Il primo passaggio per superare le proprie fragilità è prenderne consapevolezza, riconoscere cioè su quali aspetti di sé il soggetto ha una visione distorta, non corrispondente alla realtà che lo riguarda. Contemporaneamente sarà utile scoprire da quali esperienze ha maturato queste considerazioni, infine sarà necessario iniziare a maturare una nuova idea di se stesso, corrispondente alla realtà ma anche ridimensionare le pretese che ha su di sé.

Qual è lo scopo di questo lavoro?

Poiché un’autostima fragile può comportare disagi in vari ambiti, scolastico, lavorativo, sociale, relazionale, in quanto limita la persona nella possibilità di esprimere a pieno il proprio potenziale, l’intento del libro è fornire indicazioni utili al fine di superare tali ostacoli e conseguire la possibilità di vivere in modo pieno la propria vita.

Quali profili di personalità propone nel suo libro?

Dopo aver mostrato il percorso e gli eventi che portano a costruire la personalità e l’autostima, il libro delinea vari profili di personalità (circa trenta diversi) nei quali si evidenziano aspetti fragili dell’autostima.

A chi è rivolto il suo libro?

Il libro può essere utile a chiunque desideri conoscersi meglio, scoprire eventuali fragilità e migliorare il rapporto con se stessi e quindi anche con gli altri. Può essere utile ai genitori in quanto attori con ruolo importante nel processo di sviluppo della personalità dei figli; può essere utile a insegnati ed educatori e a chiunque desideri approfondire queste tematiche.

 

 

Intervista a cura di Arianna Ciamarone

 

Guarda il Booktrailer del volume

 

Acquista il volume su www.psychostore.net

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: autostima personalità fragilità profili sabina d'amanti

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Aerofobia

Con il termine aerofobia (o aviofobia) viene definita la paura di volare in aereo per via di uno stato d'ansia a livelli significativi. ...

Cinofobia

Il cane è da sempre l’animale più amato dagli esseri umani, ormai è proverbiale la definizione “migliore amico dell’uomo” e in effetti la storia conferma questa...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

News Letters

0
condivisioni