Pubblicità

Una coppia che dura. Consigli e analisi da Virginia Maloni

0
condivisioni

on . Postato in Le interviste di Psiconline® | Letto 751 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Intervistiamo Virginia Maloni, dopo la presentazione del suo volume presso l'Ordine degli Psicologi Abruzzo a Pescara (13-5-2016).

virginia Maloni

Perché parlare di coppia e soprattutto perché parlare del futuro delle coppia di oggi? Cosa sta cambiando nelle relazioni di coppia rispetto alle generazioni precedenti?

In effetti la coppia oggi non può far riferimento né ai codici precedenti, cioè alle famiglie costituite in epoche precedenti, né a schemi futuri che possano aiutare a capire se la famiglia che si è costruita può avere un futuro oppure se le coppie attuali vanno avanti "galleggiando" quasi in una sorta di esorcizzazione del vuoto identitario in cui viviamo.

Nei casi clinici esaminati e di cui si parla nel libro, si riscontrano spesso situazioni in cui soprattutto le ragazze iniziano relazioni per risolvere problemi personali, per cercare stabilità, per una sorta di fuga da innamoramento, una sorta di fuga dalla propria cultura, dal caos generale. In definitiva le ragioni che spingono spesso ad entrare in relazione con l'altro è il bisogno di sicurezza, di protezione.

Cos'è che oggi rende una relazione stabile e duratura nel tempo?

Nel libro si esaminano le varie fasi dell'innamoramento: l'attrazione, il corteggiamento e la fase post-romantica quando ci troviamo davvero di fronte all'altro e ci chiediamo chi è l'altro e scopriamo che l'altro per noi è un estraneo.
Perché succede questo?
Perché si tende a proiettare nell'altro quelle che sono le nostre mancanze, oppure perché l'altro ha una funzione economica importante o perchè grazie all'altro "io esisto".
Una relazione sana in realtà è quella che riesce a resistere ai cambiamenti ad adeguarsi ai cambiamenti crescendo insieme.

Dove sta andando oggi la coppia? Come si sta evolvendo? Ne abbiamo parlato con Virginia Maloni.

D. Perché la vita a due oggi è sempre più soggetta a crisi e rotture, nonostante ci sia molta più libertà nella scelta del partner?
R. La vita di coppia oggi ha tante possibilità ma anche tanti stimoli negativi che mettono in crisi e a dura prova una stabilità che oggi ha bisogno di emozioni e sentimenti veri, che vanno ricercarti e rinnovati sempre. Questo è difficile quando non abbiamo obiettivi futuri di coppia ma solo l'obiettivo di stare con qualcuno per paura di non restare soli.

D. La coppia in genere riesce a restare insieme anche in una situazione conflittuale, proprio perché il legame tra adulti tende ad essere più duraturo e non transitorio. Oggi è cambiato qualcosa nel rapporto di coppia, c'è ancora il desiderio di creare una relazione stabile?  
R. Il desiderio di una relazione stabile parte sempre dalla consapevolezza di chi siamo e con chi ci stiamo relazionando. L'altro deve darci fiducia, protezione e stimoli ad andare avanti e viceversa. La resistenza ai momenti difficili risiede nella propria storia e nel percorso d'amore che la coppia ha attraversato.

D. Nell'incontro tra due persone cosa non si verifica più?
R. Tra le persone non si verifica più uno scambio autentico, un esserci nella presenza e nella mente dell'altro. La compensazione di spazi vuoti, rende vuota la relazione stessa che cosi non si può definire.

D. Perché parliamo dei "dintorni" della coppia?
R. Parliamo di dintorni della coppia perchè non siamo soli e non possiamo solo far riferimento a processi fisiologici e familiari. Non basta. Ci sono i dintorni sociali e culturali sempre più precari che non danno sicurezza e quindi non riescono a contenere la confusione e la dispersione di massa. I dintorni ci condizionano ed entrano nella formazione dei nostri schemi mentali.

D. Quali sono oggi le rotture e disconnessioni che portano i due membri della coppia a non incontrarsi sul piano affettivo e mentale? Cosa è cambiato nella sequenza temporale che porta alla costituzione del legame di coppia come legame di attaccamento e quali sono le principali forme patologiche del legame che si riscontrano attualmente?
R. Le rotture nella coppia sono interminabili come sono interminabili le soluzioni. Tutto risiede nel fatto che la patologia più diffusa è la dipendenza affettiva che non ci permette ci capire davvero cosa siamo e di cosa abbiamo bisogno. L'altro diventa sempre più un padre immortale che ci aiuterà sempre o una madre che ci coccolerà sempre (toy boy o ragazzi che sempre più preferiscono le donne mature)- Nel futuro bisognerebbe esorcizzare le proprie paure, non essere condizionati da quello che gli altri pensano sia normale, ed agire in base a chi siamo noi davvero. Questo riguarda anche la scelta di fare figli, che non deve essere dettata dal "bisogna farlo altrimenti non si è come tutti gli altri". Questa scelta deve essere sempre dettata dall'amore e dalla consapevolezza di famiglia. Le famiglie sono in continuo cambiamento. Non deve farci paura ma dobbiamo accettare nuove forme di stare insieme e tornare AD ESSERE PIù COMUNITA E MENO INDIVIDUALISMO.

D. A chi consiglia la lettura del libro?
R. Il libro è consigliato a tutte le persone che sono interessate alle dinamiche di coppia e che nella vita relazionale si trovano a volte confuse sul loro ruolo all'interno della coppia.

 

Acquista il volume direttamente su www.psychostore.net

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: psicoterapia relazione famiglia problemi di coppia terapia di coppia conflitto futuro della coppia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters

0
condivisioni