Pubblicità

Attenti al lupo cattivo – Riconoscere l’abuso e proteggere i bambini

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 446 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

attenti al lupo cattivoCon questo lavoro Giuliana Franchini e Giuseppe Maiolo tentano di inquadrare un fenomeno inquietante quale quello dell’abuso sui minori. Gli Autori hanno così pensato di raccogliere tutte quelle domande che insegnanti, genitori ed educatori si pongono ogni qualvolta scoprono una situazione di abuso, di maltrattamento e di trascuratezza nei confronti di un bambino.

Alla stesura del libro ha contribuito anche chi lavora sul campo da molto tempo, come gli operatori del CBM (Centro per il Bambino Maltrattato e la cura della crisi famigliare), gli operatori della Mater Associazione onlus e infine gli operatori del progetto Germoglio.

Il testo vuole fare luce su una situazione più diffusa di quanto si pensi, vuole portare l’attenzione sul mondo sommerso della violenza fisica e psicologica che sempre più spesso si compie tra le mura domestiche. Ma il libro non porta solo dati, non dà solo risposte. Fa qualcosa in più. Porta il lettore a riflettere, a porsi ulteriori interrogativi su di un fenomeno così diffuso.

Il testo è di facile lettura, pratico e, in più, dotato di una serie di tavole illustrate che possono aiutare il lettore a parlare con un bambino di violenza e di abuso. Mi sento quindi di consigliarne la lettura a tutti coloro abbiano a che fare con esperienze di questo genere.


Attenti al lupo cattivo – Riconoscere l’abuso e proteggere i bambini
A cura di Giuliana Franchini e Giuseppe Maiolo - Edizioni Erickson - 2005 - € 14.90

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

News Letters

0
condivisioni