Pubblicità

Condividere i ricordi. Psicoterapia cognitiva e funzioni della memoria

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 661 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

condividere i ricordiIncentrato sulla relazione tra condivisione dei ricordi, funzioni della memoria e psicoterapia cognitiva, questo volume propone una sintesi delle più recenti acquisizioni psicologiche, neurologiche e neuropsicologiche sulle funzioni e disfunzioni della memoria, per poi esaminare la pratica clinica della psicoterapia cognitiva delle memorie problematiche con e senza ipnosi.

La condivisione dei ricordi è un processo essenziale di ogni psicoterapia. Ma quali sono gli effetti della condivisione psicoterapeutica dei ricordi? Qual è il valore delle memorie condivise? In che modo si possono rimodulare le memorie e i significati individuali?

In questo volume, centrato sulla relazione tra condivisione dei ricordi, funzioni della memoria e psicoterapia cognitiva, il discorso comincia con una sintesi delle più recenti acquisizioni psicologiche, neurologiche e neuropsicologiche sulle funzioni e disfunzioni della memoria, per poi esaminare la pratica clinica della psicoterapia cognitiva delle memorie problematiche.

I ricordi d’amore e di disamore vissuti nella vita e raccontati in psicoterapia malgrado i sintomi dissociativi, la ricostruzione della storia di attaccamento che si effettua in psicoterapia cognitivo-sociale, la gestione dei ricordi difficili con l’aiuto della mindfulness, la memoria dei sogni e la sua utilizzazione cognitivista e l’eccesso di memoria nello stalking sono alcuni tra gli argomenti trattati con ampiezza di approfondimento.

Inoltre, nel libro si descrive accuratamente il modo in cui ricordano i depressi, i fobici, coloro che soffrono di disturbi alimentari, gli ossessivi e i soggetti con disturbi di personalità, delineando come sia possibile ristrutturare, in psicoterapia cognitiva, le funzioni della memoria dei diversi pazienti, specie quando essa comporta problemi, difficoltà o alterazioni per difetto o per eccesso.

 

 

Gli autori:

Francesco Aquilar, psicologo e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, è presidente dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Cognitiva e Sociale (AIPCOS, Napoli), vice-presidente della European Association for Negotiation and Mediation (EANAM, Bruxelles), didatta della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC) e docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-comportamentale CRP di Roma. Tra i suoi numerosi volumi pubblicati per i nostri tipi: Riconoscere le emozioni, Parlare per capirsi. Strumenti di psicoterapia cognitiva per una comunicazione funzionale e Parlare d’amore. Psicologia e psicoterapia cognitiva delle relazioni intime.

Maria Pia Pugliese, psicologa, psicodiagnosta, specialista in psicoterapia cognitiva e comportamentale, è supervisore dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Cognitiva e Sociale (AIPCOS, Napoli), socio ordinario della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC) e docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-comportamentale CRP di Roma. Ha pubblicato per i nostri tipi (con F. Aquilar): Psicoterapia cognitiva della depressione. Le diverse forme di depressione e i possibili interventi terapeutici.

 

Francesco Aquilar, Maria Pia Pugliese (a cura di)
Condividere i ricordi. Psicoterapia cognitiva e funzioni della memoria
Pagine: 256
Prezzo: € 32,00
Prezzo E-book € 21,99
Collana: Psicoterapie

ISBN:9788891751447

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 



 

Tags: psicoterapia ricordi

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra l’esperienza vissuta e l’atto del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

News Letters

0
condivisioni