Pubblicità

Educare al sè. Formarsi per incontrare i bambini

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 87 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Una crescita psicologicamente sana del fanciullo ha bisogno di alcune qualità che solo l'adulto può garantire: ascolto, presenza affettiva, libertà e guida. Ma come si possono far crescere cittadini consapevoli, responsabili e creativi, individui autentici, mentre si esige da loro competizione, produttività, accelerazione, adattamento a uno stile di vita che neanche l'adulto riesce più a sostenere e come è possibile convivere con questo paradosso?

Educare al Sè indica un naturale e coerente cammino che partendo dall'essere e sviluppando il pensare - inteso come consapevolezza di sé, del mondo interno e delle emozioni - giunge infine all'agire, che si concretizza nel comportamento e nel linguaggio. Tutto questo dovrebbe avvenire nel rispetto dei ritmi e delle funzioni naturali del bambino e non sulla base delle esigenze degli adulti, come purtroppo impone la complessa situazione della società contemporanea, nella quale il disagio psicologico sta ormai diffondendosi a tutti i livelli, chiamando le professioni di aiuto a sempre nuovi interventi e a nuove responsabilità nei confronti della collettività.

L'Autore: Elena Liotta, nata a Buenos Aires nel 1950 è analista junghiana, membro dell'AIPA (Associazione Italiana di Psicologia Analitica) con funzioni didattiche, della IAAP, dell'APA. Laureata in Lettere e in Psicologia svolge da vent'anni attività clinica, didattica e culturale in ambito psicologico. E' autrice di numerose pubblicazioni che spaziano dalla storia della psicologia del profondo al rapporto tra scienza contemporanea e psicoanalisi, toccando i temi della creatività, del potere e dell'identità femminile.
Già assessore alle politiche educative e socio-sanitarie, progetta e tiene corsi di formazione psicodinamica nelle istituzioni pubbliche italiane. Vive a Orvieto (TR)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

News Letters

0
condivisioni