Pubblicità

Educare al sè. Formarsi per incontrare i bambini

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 343 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Una crescita psicologicamente sana del fanciullo ha bisogno di alcune qualità che solo l'adulto può garantire: ascolto, presenza affettiva, libertà e guida. Ma come si possono far crescere cittadini consapevoli, responsabili e creativi, individui autentici, mentre si esige da loro competizione, produttività, accelerazione, adattamento a uno stile di vita che neanche l'adulto riesce più a sostenere e come è possibile convivere con questo paradosso?

Educare al Sè indica un naturale e coerente cammino che partendo dall'essere e sviluppando il pensare - inteso come consapevolezza di sé, del mondo interno e delle emozioni - giunge infine all'agire, che si concretizza nel comportamento e nel linguaggio. Tutto questo dovrebbe avvenire nel rispetto dei ritmi e delle funzioni naturali del bambino e non sulla base delle esigenze degli adulti, come purtroppo impone la complessa situazione della società contemporanea, nella quale il disagio psicologico sta ormai diffondendosi a tutti i livelli, chiamando le professioni di aiuto a sempre nuovi interventi e a nuove responsabilità nei confronti della collettività.

L'Autore: Elena Liotta, nata a Buenos Aires nel 1950 è analista junghiana, membro dell'AIPA (Associazione Italiana di Psicologia Analitica) con funzioni didattiche, della IAAP, dell'APA. Laureata in Lettere e in Psicologia svolge da vent'anni attività clinica, didattica e culturale in ambito psicologico. E' autrice di numerose pubblicazioni che spaziano dalla storia della psicologia del profondo al rapporto tra scienza contemporanea e psicoanalisi, toccando i temi della creatività, del potere e dell'identità femminile.
Già assessore alle politiche educative e socio-sanitarie, progetta e tiene corsi di formazione psicodinamica nelle istituzioni pubbliche italiane. Vive a Orvieto (TR)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Ansia che causa senso di vomi…

1234, 20 anni Salve, è da qualche mese che certe situazioni come esami orali, uscite con ragazze e in alcuni casi feste/discoteche mi causano, prima di in...

Area Professionale

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Marketing e comunicazione nel …

I social media ed internet hanno modificato il modo di comunicare di milioni di persone. Di conseguenza è cambiato anche il modo di fare marketing ed è import...

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters

0
condivisioni