Pubblicità

Emergenza e psicologia, di Vanna Axia

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 382 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Questo libro analizza sotto vari punti di vista l'aspetto psicologico che viene coinvolto durante gravi eventi traumatici ed anche l'importanza dello psicologo in queste situazioni: si vuole capire cosa collega la psicologia alle guerre, ai terremoti, al terrorismo e cosa sia uno stato psicologico di emergenza.

2346138Da un punto di vista psicologico "ci troviamo in uno stato di emergenza quando capiamo che la nostra vita, la nostra sopravvivenza, è a rischio, o quando capiamo che è a rischio la vita delle persone a cui vogliamo più bene. Entriamo in uno stato psichico di emergenza quando pensiamo di essere di fronte alla morte, quando pensiamo che la nostra vita sia in vero pericolo".

Questo libro illustra anche l'aspetto neuropsicologico dello stato di emergenza e quali strutture anatomiche (talamo-corteccia-amigdala) si attivano in questa condizione per attuare al meglio i comportamenti più adatti alla sopravvivenza. Ci si sofferma a lungo sul concetto di TRAUMA, per la cui definizione sono necessari due criteri: l'esposizione all'evento traumatico e la risposta della persona che deve essere di paura intensa, accompagnata da sentimenti di impotenza o orrore; la persona deve avere l'impressione di non poter fare niente e di essere di fronte ad un evento incontrollabile.

Secondo l'autrice il primo effetto che si ha appena dopo un trauma è la perdita del contatto con la realtà perchè c'è un malfunzionamento del sistema cognitivo che nelle circostanze normali mantiene tale contatto e il soggetto coinvolto attiva diversi meccanismi di difesa come la dissociazione o l'evitamento. Questi sintomi sono normali appena dopo l'evento traumatico ma devono destare preoccupazioni se durano per più di pochi giorni perchè si potrebbe sfociare nel cosiddetto Disturbo post-traumatico da stress, disturbo che viene ampiamente trattato in questo libro.

Successivamente viene illustrato l'EFI (Ecocultural Family Interview), una intervista caratterizzata da conversazione libera, domande di ampliamento e domande pianificate, che generalmente serve per conoscere la routine quotidiana di un soggetto ma oggigiorno viene anche usata per conoscere meglio la vita di persone che hanno subito un trauma chiedendo loro di narrare la propria vita quotidiana e facendo così emergere il significato che l'evento traumatico ha avuto per quella stessa persona.

Nell’ultimo capitolo infine, l’autrice analizza le attività principali che gli psicologi devono svolgere durante e dopo la crisi, spiega cosa è meglio fare, e cosa evitare, nei casi di eventi traumatici, dando anche “consigli” agli stessi psicologi dell’emergenza, e sottolineando l’importanza della teoria dell’attaccamento per i soggetti traumatizzati.

E’ a mio parere un libro interessante, a volte un pò tecnico, ma in cui sono presenti anche esempi molto più elementari, per permettere a chi non ha basi prettamente psicologiche di capire i concetti trattati. La lettura scorre abbastanza fluida. Vengono affrontati molteplici argomenti, tutti estremamente approfonditi, e sono presenti anche alcuni grafici e schemi per semplificare la comprensione di alcuni di essi. Non ha certo la semplicità di un romanzo rosa, ma è un libro che può stimolare l’interesse di molti.

 

"Emergenza e psicologia"
Autore: Vanna Axia
Anno 2006, pag. 201
Il Mulino

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

News Letters

0
condivisioni