Pubblicità

Fratelli in adozione e affidamento

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 830 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il diritto alla fratellanza e la continuità degli affetti nella relazione fraterna biologica e sociale

FRATELLI ADOZIONE.affidamentoQual è il legame che unisce i fratelli? Quali sono le diverse tipologie di fratellanza? I fratelli possono essere considerati una famiglia? La continuità famigliare nella relazione fraterna è tutelata nei percorsi di affidamento e adozione?

Esiste il diritto alla fratellanza? È presidiato, oggi, dalle politiche di tutela dei minori? Quali sono gli interventi psico-sociali per evitare la separazione dei fratelli nell'affidamento e adozione? Qual è il ruolo dei genitori adottivi, affidatari o delle comunità di minori che accolgono fratelli nella formazione e tutela del legame di fratellanza?


Queste sono alcune delle domande che accompagnano la riflessione proposta nel volume e che hanno l'obiettivo di affermare il valore e il diritto alla fratellanza. Il percorso proposto si avvia dall'analisi dei temi psicologici più importanti sulla relazione fraterna - l'attaccamento, la cooperazione, la competizione, l'antagonismo e la violenza - per evidenziare i fattori costitutivi della qualità o della complessità di questo rapporto.


Il focus si sposta successivamente sulle diverse tipologie di fratellanza attraverso l'analisi della fratellanza biologica, sociale e "allargata", sulla riorganizzazione del legame fraterno nei percorsi di affidamento e adozione o nelle famiglie ricostruite, sui processi di formazione del gruppo famigliare e di riconoscimento reciproco come genitori, figli e fratelli e sul processo di formazione della "genitorialità adottiva condivisa" nella fratellanza "allargata".


L'ultima parte del libro affronta il delicato tema del diritto alla fratellanza e alla continuità degli affetti e propone un modello di buone prassi per il collocamento congiunto o disgiunto nell'adozione e nell'affido.

 

Autore

Loredana Paradiso, psicologa clinica e psicopedagogista, docente di Alta formazione presso Università, Regioni e Istituti di Ricerca, ha collaborato con l'Istituto degli Innocenti di Firenze nell'ambito della formazione degli operatori che si occupano di adozione.

Lavora da oltre vent'anni sui temi della genitorialità adottiva attraverso interventi di ricerca e di formazione psico-sociale di operatori e genitori. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Prepararsi all'adozione (1999, 2002, 2015), Raccontarsi l'adozione (2004), Nonni Adottivi (2015) e Parenting adottivo. Funzioni, stili e competenze genitoriali (2015). Dal 2008 è Responsabile scientifico di AdozionePercorsi.

 

 

Acquista il libro su Amazon

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: violenza legame adozione cooperazione competizione attaccamento affidamento valore diritto alla fratellanza

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione?[ 1596294882797 ]

Nick, 21 anni In pratica soffro da 1 anno di solitudine però sono riuscito sempre a reprimerela e con essa reprimo anche le mie emozioni, però adesso con i...

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Psicosi

Il termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia". Esso è un disturbo psichiatrico e descr...

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

MUTISMO SELETTIVO

Il "Mutismo Selettivo", è un disordine dell'infanzia caratterizzato dall'uso appropriato del linguaggio in alcune situazioni, in particolare quelle familiari, e...

News Letters

0
condivisioni