Pubblicità

Intelligenza e pregiudizio

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 567 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

IntelligenzaI pregiudizi del determinismo biologico hanno ampiamente indirizzato, nell’età moderna, le ricerche scientifiche e antropologiche del mondo occidentale. Teorie come quella poligenetica, che intende affermare con risolutezza le diverse origini delle razze umane, e gli studi craniometrici e fisiognomici, ispirati dal padre della criminologia Lombroso, sono diventati – nelle mani dei fomentatori dell’odio e del razzismo – strumenti letali di propaganda e ghettizzazione in grado di muovere alla propria causa un numero sorprendente di intellettuali e studiosi, e di plasmare l’immaginario xenofobo di intere popolazioni.

Molti scienziati hanno caldeggiato, nel corso dei secoli, ipotesi prive di credibilità, approfittando dell’arretratezza dei sistemi culturali e della scarsità delle competenze scientifiche, senza porsi remore nell’artefare i risultati delle proprie indagini per avvalorare argomentazioni disumane: nei loro reportage si trovano spesso crani di neri abbozzati in modo da apparire simili a quelli degli scimpanzé, o fotografi e di bambini cresciuti in ambienti poveri, immortalati insieme ai genitori in pose ebeti e sinistre composte intenzionalmente per il dagherrotipo. In tempi recenti, anche sistemi più maturi di valutazione cognitiva, come il calcolo del quoziente d’intelligenza, hanno dimostrato la propria insufficienza e vulnerabilità, portando a risultati suscettibili di interpretazioni faziose e manipolazioni.

In Intelligenza e pregiudizio Stephen Jay Gould ripercorre, attraverso una ricognizione sferzante e puntuale, le tappe che hanno segnato la storia del razzismo scientifico, e mette in questione il grande, sfuggente mistero dell’intelligenza, liberata finalmente dai preconcetti che hanno tentato di ridurla a una mera entità da misurare e classificare. Per Gould – biologo, zoologo, paleontologo e storico della scienza tra i più illuminanti del Novecento –, l’intelligenza rifugge infatti qualsiasi tentativo di misurazione, e il fine della conoscenza non può che essere questo soltanto: confutare le idee retrive, cercare con pervicacia la verità, e riformulare il nostro modo di leggere il mondo, generazione dopo generazione, per avvicinarci sempre più alla giusta concezione della natura delle cose.

Autore

Stephen Jay Gould (1941-2002) è stato paleontologo, evoluzionista e biologo. Ha insegnato Geologia, Zoologia e Storia della scienza a Harvard. Il Saggiatore ha pubblicato Il pollice del panda, Otto piccoli porcellini, I pilastri del tempo.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: intelligenza odio pregiudizio, biologo zoologo xenofobo

0
condivisioni

Guarda anche...

La psicologia del lavoro

Il ruolo del Leader

Il seguente studio evidenzia una revisione sistematica delle competenze desiderate nella figura del leader e le impostazioni standard per la leadership dei medici. La leadership, una competenza...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Insight

L’insight, a livello letterale, ha come significato vedere dentro. Nel linguaggio psicologico italiano i termini  che  più si avvicinano sono: intuizi...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

News Letters

0
condivisioni