Pubblicità

L’ANORESSIA: problema medico e/o psicologico?

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 869 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

copertina_anoressia_rabbiosa_x_sitoSi è svolto a Collegno (Torino) Giovedì 27 gennaio l’atteso dibattito, organizzato dalla UNITRE locale,  sugli aspetti medico-psicologici della anoressia dal titolo "L’ANORESSIA: PROBLEMA MEDICO E/O PSICOLOGICO?" con gli autori del libro "Anoressia rabbiosa. La ribellione muta e i sentimenti repressi" (Edizioni Psiconline) Luciano Peirone e Elena Gerardi.

L’evento ha visto una nutrita partecipazione (sala gremita da 150 studenti della terza età!). Nonni attenti alle problematiche dei nipoti. Seniores sensibili al dialogo intergenerazionale ed alla salute degli adolescenti e dei giovani.

Ovviamente, Edizioni Psiconline, casa editrice specializzata in psicologia, psicoterapia e scienze umane era ben presente nella propria intensa opera di divulgazione della materia.

Luciano Peirone ed Elena Gerardi, docenti alla UNITRE di Torino ed in svariate altre sedi sparse in tutta Italia, hanno presentato il loro ultimo libro "Anoressia rabbiosa. La ribellione muta e i sentimenti repressi", editato da Psiconline nella ormai ricca collana “Ricerche e contributi di psicologia”.

anoressia 2Moderato dal Prof. Gianni Baiotti (cardiologo, pneumologo e specialista in medicina interna, ex primario di medicina interna presso l'ospedale Molinette di Torino, oggi docente dei corsi di medicina all’UNITRE di Torino e Collegno), l’incontro ha visto gli autori stimolare un pubblico attentissimo con una trentina di slides altamente significative (alcune anche dure e crude nel mostrare al general public l’esito estremo della malattia anoressica, la quale può anche uccidere, come dimostra la vicenda della modella Isabelle Caro e di sua madre Marie, esempio questo di una simbiotica e distruttiva relazione). Inoltre, sono state lette alcune “storie di vita vissuta” assai significativamente inserite nel libro.

Intensa è stata la discussione sugli aspetti nascosti della anoressia: il corpo malato è visibilissimo, mentre la psiche malata viene accuratamente occultata e resa inconscia. Soprattutto la rabbia anoressica ben celata sfugge all’osservatore, oppure viene scambiata per un differente sintomo, una differente forma di disagio, mentre invece è spesso il “cuore” della malattia.

La curiosità degli studenti della terza età ha dimostrato quanta attenzione ci dovrebbe essere (e non sempre c’è) da parte della famiglia, degli amici, degli insegnanti. Ma chi fa cultura è un soggetto privilegiato nel cogliere tali aspetti “strombazzati” dai media ma nella quotidianità letteralmente “non visti”. E i seniores, studiando e comunicando, sono in grado di “vedere” meglio certi genitori.

Il prossimo importante appuntamento sulla tematica anoressica declinata lungo le feconde strade della UNITRE è a Torino, il 16 febbraio p.v., ore 15.30, al Centro Incontri della Regione Piemonte, che con il suo anfiteatro accoglierà nuovamente i nostri autori ed il nostro libro.

Il merito principale del libro delle Edizioni Psiconline sta proprio nell’aver messo il dito nella piaga, facendo capire quanto importante, anzi decisiva, possa essere una precoce azione informativa e preventiva.

 

Recensioni del libro:

Camilla Biagini su Libriblog.com del 2 gennaio 2011: "Un vero e proprio viaggio all’interno dell’anoressia per cercare di combattere molti dei cliché in cui purtroppo è ancora incatenata e riuscire finalmente a fare luce anche sugli aspetti più oscuri".

Il Tempo, pagina nazionale cultura e spettacoli del 23 gennaio 2011: "L'anoressia rabbiosa, frammenti di vita di donne che hanno destrutturato il loro corpo e faticosamente sono riuscite a ricostruirlo"

 

Qualche notizia in più sugli autori

Luciano Peirone è Psicoterapeuta. Professore a contratto alla Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Esperto in Psicologia della Salute. Preside del Collegio-Medico-Psicologico e Docente del corso “Psicoanalisi e psicoterapia” all'UNITRE di Torino

Elena Gerardi è Psicoterapeuta. Professore a contratto alla Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Esperta in Psicologia della Salute. Docente del corso “Psicologia: vita e salute” all'UNITRE di Torino.

 

 

 
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficolta' a dimenticare [159…

Alidra82, 38 anni Gentili dottoriIl mio problema puo' sembrare molto banale, ma e' un problema che limita molto la mia vita e da cui non riesco a liberarmi...

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

News Letters

0
condivisioni