Pubblicità

La dimensione depressiva

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 1364 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

DIMENSIONE DEPRESSIVALa depressione è una delle più diffuse malattie psichiche e si può presentare in molteplici forme.

È necessario pensare ad essa come a una dimensione che va da stati normali, come il sentimento di tristezza e il carattere depressivo, a stati patologici, come la depressione maggiore e quella psicotica.

In tale continuum vi è anche una condizione particolare, con profonde implicazioni di carattere filosofico, definita depressione esistenziale.

Comprendere l’essenza della depressione ne richiede lo studio da diverse angolature, considerando complementari e sinergici campi differenti. In questo senso nel testo vengono analizzate le varie forme cliniche da un punto di vista descrittivo, clinico, biologico, terapeutico, psicologico e filosofico.

Lodovico E. Berra
La dimensione depressiva. Dalla depressione patologica alla depressione esistenziale
2018, Collana: Nuovi pensieri
Pagine: 112
EAN: 9788862929561
Prezzo: € 12.90
Editore: libreriauniversitaria.it

 

Acquista il libro su Amazon

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione libri di psicologia depressiva Lodovico E. Berra dimensione depressiva

0
condivisioni

Guarda anche...

Per saperne di più

Corpo e Depressione

Corpo e depressione. Piccolo viaggio nella psicosomatica e nelle ricerche psicologiche e psicoanalitiche Questo lavoro tratterà il tema “depressione” attraverso il modello di riferimento analitico...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters

0
condivisioni