Pubblicità

Lo sviluppo prelinguistico e vocalico nel bambino

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 804 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

L'età dello sviluppo prelinguistico è stata approfondita da tempo, numerosi autori hanno evidenziato quali siano i percorsi di evoluzione del linguaggio e le tappe che i bimbi raggiungono nella crescita.

Questo libro presenta una proposta di osservazione delle abilità comunicativo - linguistiche dei bambini fin dall'esordio delle prime e primitive espressioni comunicative e di promozione dello stesso verso forme più mature. Consente ai logopedisti di approfondire tali aspetti in seduta di terapia, fornisce suggerimenti ai genitori e permette al logopedista di condividere queste osservazioni precoci con gli educatori, gli insegnanti e con i terapisti (psicomotricisti e psicologi) che hanno una relazione educativa e/o d'aiuto con il bambino, arricchendo così la pratica logopedica e permettendo di condividere terminologia e obiettivi.

I bambini a cui ci riferiamo sono: sia i bambini che fanno fatica a imparare a parlare o che parlano male; sia tutti quei bambini che pur non mostrando difficoltà specifiche possono beneficiare di una stimolazione mirata del linguaggio in contesti a loro familiari e assieme alle persone di riferimento; sia bambini nella fase pre-verbale affetti da patologie dell'udito o da patologie gravi della comunicazione. Il libro è un sussidio al logopedista che accompagna ciascun genitore a comunicare in modo efficace col proprio bambino, permettendo di comprendere meglio la situazione corrente e di condividere le soluzioni più adatte al piccolo.

 



Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 


 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attività motoria, che compare spe...

News Letters

0
condivisioni