Pubblicità

Manuale di comunicazione non verbale

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 1002 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Per operatori sociali, penitenziari, criminologici

MANUALE COMUNICAZIONE NON VERBALELo studio della comunicazione non verbale  ha attirato attraverso i secoli l’attenzione di più  ricercatori, da Della Porta (nel 1615) a Lavater  (1819) e Lombroso (1897) fino agli autori più  recenti e alle ricerche commissionate dalla CIA  e dal Pentagono. 

Il volume, ricco di immagini che forniscono  l’esatta rappresentazione grafica dei codici  di comunicazione non verbale, illustra i segnali  di accettazione e/o di rifiuto dell’interlocutore  nella poliedricità dei rapporti interumani  e nei vari contesti, come i “messaggi della  sigaretta”, “della stretta di mano” e tutti quelli  che sfuggono al controllo personale  e si manifestano al di sotto della percezione  cosciente.

Vengono inoltre sistematizzati  i tipi di bugie, da quella di autopresentazione  per migliorare l’immagine di sé a quella  autoprotettiva, a quella utilitaristica e così via.  In questo contesto non si potevano peraltro  trascurare i messaggi non verbali in ambito  penitenziario e criminologico, ivi incluse le varie  tipologie di tatuaggi, da quelli erotici a quelli  mistici, a quelli sprezzanti verso le autorità  e altri ancora.

Infine vengono passati in rassegna  i preziosissimi messaggi del suicidio, là dove  esso esprime una minaccia o una protesta,  o ancora fuga, lutto, castigo, vendetta,  richiesta di aiuto o ricatto.

In questa nuova edizione, il libro contribuisce  a definire le strategie che consentono  l’individuazione della simulazione e della  menzogna proponendo un Protocollo valutativo  per le dichiarazioni dei soggetti sottoposti  a intervista/interrogatorio.

 

autore:

Vincenzo Maria Mastronardi
Psichiatra,  psicoterapeuta, criminologo clinico  e psicopatologo forense, ha insegnato  Psicopatologia forense alla Sapienza Università  di Roma ed è, tra l’altro, presidente dell’Istituto  Internazionale di Scienze Criminologiche  e Psicopatologico-Forensi – IISCPF (Italia-USA),  Ente di Ricerca di eccellenza riconosciuto  dal MIUR. Autore di numerose pubblicazioni,  dirige le collane “Crimini e Criminali”  e “Psicologia dei comportamenti e della devianza”  (Armando editore) ed è direttore responsabile  di “Criminologia Investigazione Psicopatologia  e Scienze Forensi Internazionali. Rivista Ufficiale  IISCPF”.

 

Acquista libro su Amazon

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: segnali di accettazione, percezione coscente, immagine di sè, ambito penitenziario, criminologia, strategie di individuazione,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Adaptive Information Processin…

Secondo questo modello, per conferire senso agli stimoli in entrata, le nuove esperienze vengono assimilate all’interno di preesistenti network mnestici. &nb...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters

0
condivisioni