Pubblicità

Manuale di sparizione

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 629 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

sparizioneQuesto libro vi permetterà di orientarvi in nuove scene di vita, e in un nuovo labirinto di sensazioni.

Potrete leggerlo come un trattato immaginario, o come l’affascinante suggerimento di un salto da compiere, di una svolta da intraprendere: per sparire, rendervi irreperibili. Per cambiare in tutto o in parte identità. Oppure per starvene fuori dalle scatole, irraggiungibili e al sicuro, o anche solo per decidere voi quando e come volete essere raggiunti. Ma perché «sparire», visto che oggi tutti vogliono «apparire»? Perché «sottrarsi», quando tutti vogliono «aggiungersi, appartenere a una qualche scena sociale»? La risposta è semplice: in un mondo che assimila senza troppi complimenti il concetto di esistenza a quello di presenza, sparire completamente è uno degli ultimi ed estremi traguardi di realizzazione personale dell’individuo. La nostra identità è oggi al centro di reti di controllo telematiche sempre più intrusive, e anche di relazioni personali sempre più vincolanti e soffocanti. Di noi si vuole sapere tutto: cosa compriamo, dove trascorriamo le vacanze, quanto guadagnamo e quanto contiamo economicamente. Dal momento in cui ci viene assegnata un’identità anagrafica avremo anche un codice fiscale, e ci troveremo ben presto inseriti in un ingranaggio inesorabile che non ci lascerà più. A meno che non siamo in grado da soli di riscattare una libertà. Di riguadagnare una distanza. Ecco perché l’identità se la dà a gambe, quando e come può, verso una nuova dimensione di sé – la più inespugnabile, distante e segreta possibile. Senza accettare compromessi o, al limite, inventandone di nuovi. Seguendo traiettorie del tutto improvvisate, altamente organizzate o, il più delle volte, semplicemente impensabili. Chi sparisce in maniera forzata o involontaria è vittima di circostanze non desiderate. Chi invece desidera sparire e decide di farlo vuole essere artefice estremo e consapevole del proprio destino (con discrete possibilità di diventarne persino il carnefice, a dire il vero – ma questa è solo la peggiore delle eventualità). Vuole scardinare abitudini, cambiare. Mettersi alla prova, attuare un piano che possa rispecchiare il più fedelmente possibile una precisa idea di salvezza (per quanto elaborata, personale, enigmatica o assurda questa possa sembrare). Ci sono sparizioni del corpo. O dell’anima. O della mente. A voi la scelta: fate il vostro gioco.

 


Filippo D'Arino
Manuale di sparizione. La sfida dell'invisibilità nella società del controllo (brossura)
2006, Collana: Analisi
Pagine: 192
ISBN: 9788876151163
Prezzo: € 15.00
Editore: Castelvecchi

 

Acquista il libro su Amazon

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: libri di psicologia vita sensazioni, società manuale sparizione; Filippo D'Arino; sparire;

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Noia

La noia è uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni