Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.112 - 10.4.2003

on . Postato in News libri e riviste | Letto 299 volte

  • Psicodramma analitico. Punto d'incontro di metodologie psicoterapeutiche
  • PSICOLOGIA ANALITICA. Appunti del Seminario tenuto nel 1925
  • Il lavoro terapeutico di gruppo. La tossicodipendenza tra costruttivismo e psicanalisi: un approccio integrato
  • ADOLESCENZA E POESIA. Esplorazione dell'universo giovanile attraverso una raccolta di poesie scritte da adolescenti
  • Nuove droghe tra realtà e stereotipi
  • IL COUNSELING IN UNA PROSPETTIVA MULTIMODALE
  • La riabilitazione psichiatrica nei Centri Diurni. Aspetti clinici e organizzativi
  • IL PENSIERO JUNGHIANO NEL MONDO MODERNO

Gasca Giulio
Psicodramma analitico. Punto d'incontro di metodologie psicoterapeutiche
Contributi: Battaggia Pier Giorgio, De Leonardis Paola, Ehrhardt Amadeus, Ferrero Andrea, Gasseau Maurizio, Gecele Michela, Giovannoli Vercellino Carla, Laudi Lucia, Leutz Grete Anna, Lo Verso Girolamo, Migliore Antonietta, Ostacoli Luca, Palazzi Trivelli Carola, Ronchetti Paola, Sorrentino Annamaria, Spagnuolo Lobb Margherita, Vigliano Mario
Collana: Psicoterapie, Pagine: 288
Prezzo: € 19,50
Editore: Franco Angeli - Milano

Lo Psicodramma Analitico Individuativo (PAI) è una metodologia psicoterapeutica e analitica di gruppo che rappresenta un'originale forma di incontro e di integrazione tra differenti modelli.
Tale metodologia, che celebra quest'anno i suoi primi 25 anni di vita, è nata a Torino dalla collaborazione di un gruppo di psicodrammatisti con formazione analitica e riconosce come proprio peculiare punto di forza il continuo confronto dialogico con gli altri modelli di analisi terapeutica.
Per rispecchiare questa stessa impostazione il curatore ha voluto strutturare il testo in modo da favorire il dibattito: analizzando il rapporto fra lo PAI e gli altri modelli d'intervento viene lasciato spazio di commento anche ad autorevoli esponenti di altre correnti di pensiero, i cui appunti diventano poi spunto per nuove elaborazioni.
È così possibile confrontare criticamente i principi ispiratori e i tratti operativi essenziali di altre otto metodologie terapeutiche: lo psicodramma classico moreniano, la psicanalisi freudiana, la psicologia analitica junghiana, la psicologia individuale adleriana, la terapia familiare sistemica, la terapia della gestalt, l'analisi transazionale e la gruppoanalisi.
Il volume, arricchito da numerose esemplificazioni cliniche, si rivolge a psicoterapeuti, psicanalisti, psicologi, studenti in formazione ed operatori del settore, per approfondire ed ampliare la prospettiva teorica, per stimolare una ricerca che superi i parziali punti di vista delle singole teorie e per favorire una scelta critica tra le molteplici possibilità della psicologia attuale.

Giulio Gasca , psichiatra e analista di formazione junghiana, si occupa da 30 anni di conduzione di gruppi di psicodramma. Presidente dell'ASPI (Associazione Sviluppo Psicodramma Individuativo) e direttore della scuola di formazione dell'APRAGIP è membro ordinario dello IAGP (International Association of Group Psychoterapy). Docente di Psicopatologia generale e di Metodologia dello psicodramma presso la scuola COIRAG di Torino è direttore scientifico della rivista Psicodramma Analitico . È autore di numerose pubblicazioni di settore.


Carl Gustav Jung
PSICOLOGIA ANALITICA. Appunti del Seminario tenuto nel 1925
Pagine: 258
Prezzo: € 20,00
Editore: Edizioni Scientifiche Magi - Roma

«Spesso mi vengono chiesti chiarimenti circa il mio metodo analitico e psicoterapeutico. Non posso rispondere in modo univoco: la terapia è diversa per ogni caso. Quando un medico mi dice che segue rigorosamente questo o quel metodo, ho i miei dubbi sull'efficacia della sua terapia. È stato scritto tanto sulla resistenza che oppone il malato, da far sembrare quasi che il medico voglia tentare di imporgli qualcosa, mentre la cura dovrebbe provenire spontaneamente dal malato stesso».
C.G. Jung, Ricordi, sogni, riflessioni


Nettuno Antonio
Il lavoro terapeutico di gruppo. La tossicodipendenza tra costruttivismo e psicanalisi: un approccio integrato
Contributi: De Leo Gaetano, Saletti Achille
Collana: Clinica delle dipendenze e dei comportamenti di abuso, Pagine: 128
Prezzo: € 12,00
Editore: Franco Angeli - Milano

Gli operatori che si occupano di tossicodipendenza avvertono sempre di più sia l'esigenza di elaborare nuovi paradigmi esplicativi, sia di costruire differenti modelli terapeutici per affrontare il fenomeno dell'abuso di sostanze nella nostra società.
A tale scopo l'autore considera e utilizza diverse teorie, che spaziano dal costruttivismo alla psicoanalisi, per delineare un modello eziologico multifattoriale che si basa su un concetto di causalità intesa in senso circolare e dialettico, nella reciprocità interattiva e ricorsiva tra aspetti genetici, eventi psichici, problemi di tipo socio-economico, processi neurofisiologici e biochimici.
Viene prospettata, cioè, la necessità di fronteggiare il fenomeno della droga con un approccio "globale" mostrando i limiti di una concezione riduzionista (psicologica, sociologica o medica) che può risultare sterile sul piano epistemologico e carente sul piano clinico. È mostrata, invece, l'opportunità di costruire un collegamento e una "contaminazione" fra le varie discipline interessate al problema.
A sostegno di questa tesi, vengono proposti numerosi casi clinici, trattati secondo una metodologia terapeutica globale, con un'integrazione attiva e coordinata fra cura farmacologica e trattamento psico-sociale.
Il volume prende ampiamente in considerazione il lavoro terapeutico del gruppo degli operatori, come risorsa che permette di prendere in carico in modo efficace i tossicodipendenti e i loro familiari.
Il volume si rivolge a studiosi e operatori sociali ma è anche un utile strumento per giovani laureati in psicologia, pedagogia e scienze sociali.

Antonio Nettuno , dirigente psicologo presso il Ser.T. di Desio - ASL Milano 3, è psicoanalista di gruppo e docente presso l'I.I.P.G. di Milano (Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo). Già Consulente del Ministero di Grazia e Giustizia per gli Istituti di Pena - Regione Lombardia è stato Giudice Onorario del Tribunale Minori di Milano.


Luisa Gorlani
ADOLESCENZA E POESIA. Esplorazione dell'universo giovanile attraverso una raccolta di poesie scritte da adolescenti
Pagine: 238
Prezzo: € 12,00
Editore: Edizioni Scientifiche Magi - Roma

Le poesie raccolte in questo volume sono il risultato di una sperimentazione svolta nelle scuole delle più varie regioni d'Italia, che mirava ad avvicinare i ragazzi alla composizione poetica.
Gli adolescenti (ragazzi tra gli undici e i sedici anni) sono stati invitati a raccontarsi e a esprimersi liberamente, seguendo alcune impostazioni di base che hanno facilitato in loro il superamento del blocco emotivo e ideativo iniziale, e favorito una certa unità strutturale della composizione. La libera espressione dei ragazzi è diventata così un nuovo canale di comunicazione e ha dato vita a una serie di composizioni spontanee, spesso spiritose, sorprendenti.
Dalle poesie degli adolescenti emergono bisogni, desideri, segreti e speranze che consentono - in maniera tanto immediata quanto profonda - di comprendere le peculiarità del loro mondo.

LUISA GORLANI: docente di Lettere Classiche per 30 anni nelle diverse scuole d'Italia e psicologa, ha condotto ricerche e sperimentato metodologie d'avanguardia per prevenzione e recupero di disagio e devianza minorile. Scrittrice di generi letterari diversi, tra cui una fiaba scientifica Rapporto 2000: Uomo-Mare (1987) e un libro di poesie Lunazioni (2000) - premio internazionale «Frontiera» e premio «Anco Marzio», ha curato sceneggiatura e regia di numerosi testi teatrali e di un film per ragazzi, Odissea dell'Uomo d'oggi. Attualmente vive a Roma.


Ferretti Ugo, Santioli Luciana
Nuove droghe tra realtà e stereotipi
Contributi: Ameglio Mateo, Bagozzi Fabrizia, Bricolo Renato, Calvelli Patrizia, Cippitelli Claudio, Gatti Riccardo C., Ginosa Roberto, Lavazza Susanna, Manna Paola, Marchetti Sandro, Marchionni Rosanna, Pellegrini Mario, Terrosi Alessandra
Collana: Politiche e servizi sociali, Pagine: 224
Prezzo: € 16,00
Editore: Franco Angeli - Milano

Il problema delle nuove droghe ha assunto una posizione centrale nel dibattito relativo alle politiche sociali e sanitarie. Nel lavoro di prevenzione svolto dagli operatori dei Servizi per le Tossicodipendenze, diviene inevitabile approfondire l'argomento, divulgare informazioni corrette e facilitare il confronto tra tutti coloro che sono interessati al problema: operatori del settore, insegnanti e non ultimi genitori.
Questo libro raccoglie i lavori presentati durante il convegno "Nuove droghe tra realtà e stereotipi", tenutosi a Siena il 19 maggio del 2001. L'iniziativa, che ha visto la partecipazione di esperti su questo tema, aveva l'obiettivo di promuovere un dibattito tra educatori ed operatori sulle culture giovanili, sulle nuove realtà emergenti e sui vecchi stereotipi riferiti alle sostanze stupefacenti.
La realizzazione della ricerca "Nuove droghe a Siena" (progetto "Pian d'Ovile"), inoltre, ci ha permesso di conoscere l'entità del problema del nostro territorio consentendo un confronto con altre realtà e stimolando una riflessione sugli interventi possibili.
Abbiamo voluto inserire, per la loro specificità, altri contributi che scaturiscono da un percorso formativo sul lavoro degli operatori di strada realizzato a Siena nell'ambito del progetto "Boys & Girls".

Ugo Ferretti , psicologo - psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, da anni si occupa di prevenzione e promozione della salute. Convenzionato con l'Azienda USL 7 di Siena per la realizzazione di progetti specifici nel settore delle dipendenze.
Luciana Santioli , psicologa - psicoterapeuta relazionale, lavora presso il Servizio Tossicodipendenze della Zona senese, responsabile dei progetti di prevenzione "Pian d'Ovile" e "Boys & Girls".


Paola Binetti—Rosa Bruni
IL COUNSELING IN UNA PROSPETTIVA MULTIMODALE
Pagine: 585
Prezzo: € 20,00
Editore: Edizioni Scientifiche Magi - Roma

Fin dalla nascita ufficiale, negli anni Cinquanta del secolo scorso negli Stai Uniti, il counseling si è posto sia come servizio di orientamento sia come strumento di supporto nei servizi socio-psicopedagogici. La proliferazione delle professioni e la molteplicità degli interventi d'aiuto rappresentano una realtà eclatante dei nostri giorni.
La varietà degli ambiti di intervento del counseling, a cui fa riscontro un'altrettanto ampia varietà di modelli teorici di riferimento,testimonia la complessità con cui oggi si esprime il bisogno di relazione d'aiuto.
Due sembrano essere le principali ragioni del fenomeno: l'incertezza che interessa ogni ambito della vita quotidiana - dalla realtà familiare a quella socio-professionale - e la crescita del disagio esistenziale.
La richiesta, sempre più frequente, delle figure professionali disposte a farsi carico di bisogni che una volta trovano risposta in famiglia o nella rete sociale degli amici, impone al mondo della psi... di disporre di strumenti sempre più flessibili e articolati capaci di contenere il disagio e di forme di intervento sempre più brevi ed efficaci che non comportino un costo eccessivo in termini di tempo, di denaro e di energia.
Il presente manuale raccoglie e sistemizza le basi teoriche e gli strumenti operativi del counseling e, includendo nella trattazione le relative norme deontologiche, delinea i principali indirizzi e i maggiori campi d'applicazione: l'esercizio della libera professione, all'università, alla scuola, agli ambiti psicoterapeutico, aziendale e ospedaliero.

PAOLA BINETTI: neuropsichiatra infantile, dirige il Centro di educazione medica dell'Università «Campus Bio-Medico» di Roma, dove è docente di psicologia clinica e di psicopedagogia.
ROSA BRUNI: psicologa e psicoterapeuta. Docente all'Università «Campus Bio-Medico» di Roma .


Carozza Paola
La riabilitazione psichiatrica nei Centri Diurni. Aspetti clinici e organizzativi
Contributi: Cocchi Angelo, De Marco Ferdinando
Collana: Strumenti per il lavoro psico-sociale ed educativo, Pagine: 320
Prezzo: € 24,50
Editore: Franco Angeli - Milano

Solo da qualche tempo il settore della salute mentale sta cercando di superare la generalizzazione e l'aspecificità che ne hanno finora caratterizzato interventi e procedure. Questo sforzo però non si è ancora concretizzato per tutte le metodologie di intervento: in particolare la riabilitazione psichiatrica viene ancora considerata come "l'intervento per tutte le stagioni" ed è utilizzata camaleonticamente nei contesti più disparati, con le finalità più diverse e da soggetti con formazione e competenze lontane da quelle richieste. Inoltre, le scarse risorse da sempre destinatele, associate alla convinzione secondo cui sarebbe rivolta solo a soggetti 'senza speranza', costringono la riabilitazione psichiatrica a una posizione secondaria.
Questo volume si propone di riaffermare la necessità di conferire alla riabilitazione psichiatrica la dignità di tecnica autonoma e illustra come ciò sia possibile attraverso l'introduzione di procedure metodologiche misurabili, riproducibili e la cui efficacia è stata verificata con un'esperienza decennale nel contesto dei Centri Diurni.
I contenuti teorici presentati e le pratiche descritte, ispirati al metodo di M. Spivak, definiscono delle linee-guida utilizzabili da tutti coloro che affrontano i problemi di soggetti con gravi disabilità.
Il libro è, pertanto, diretto a psichiatri, specializzandi in psichiatria, operatori della riabilitazione e dei servizi psichiatrici, operatori del privato sociale e associazioni di utenti e familiari.

Paola Carozza , psichiatra, è responsabile dell'area riabilitativa del DSM di Chieti. Collaboratrice presso la cattedra di Psichiatria sociale della Scuola di Specializzazione di Psichiatria dell'Università di Chieti, svolge attività di consulenza e formazione nel settore ed è componente del direttivo dell'Associazione Coordinamento Nazionale Centri Diurni in Psichiatria. È inoltre autrice di numerose pubblicazioni, tra cui Centri Diurni e approccio ai processi cronici in psichiatria (FrancoAngeli, 2000).


Elphis Christopher—Hester McFarland Solomon
IL PENSIERO JUNGHIANO NEL MONDO MODERNO
Pagine 423
Prezzo: € 22,00
Editore: Edizioni Scientifiche Magi - Roma

Il pensiero di Carl Gustav Jung ha profondamente influenzato la cultura del ventesimo secolo. Il suo personale e travagliato percorso di comprensione dell'inconscio, al tempo stesso fonte di creatività e causa di conflitto, suggerisce all'uomo del terzo millennio come affrontare la moltitudine di pressioni, sia interne che esterne, caratteristiche del mondo moderno.
In questo libro analisti e psicoterapeuti della sezione junghiana della British Association of Psychotherapists esplorano le tesi junghiane in relazione alle questioni fondamentali che l'uomo è chiamato ad affrontare all'inizio del nuovo secolo: il conflitto internazionale, il nuovo pensiero scientifico, il ruolo della famiglia, l'identità di genere, le origini del Sé e dell'atteggiamento etico, la creatività, il rinnovato interesse per la religione.
Gli autori, oltre ad affrontare il pensiero di Jung, si impegnano nel tentativo di comprendere la sua personalità consentendo al lettore di riscoprirla o di valutarla da prospettive differenti.

ELPHIS CRISTOPHER: medico e psicoterapeuta. Si occupa della pianificazione delle nascite e della sessuologia. Membro della sezione junghiana della British Association of Psychotherapists. Cultore della storia delle religioni e dell'antropologia.
HESTER McFARLAND SOLOMON: laureata in filosofia, svolge la sua attività professionale come psicoterapeuta. Membro della sezione junghiana della British Association of Psychotherapists e autrice di numerosi testi dedicati alla psicologia analitica.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

matrimonio, figli, amante (151…

tosca, 35     Sono una donna sposata da solo un anno, ma la relazione dura da circa 10 anni. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

Ecoprassia

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia). L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti ...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters