Pubblicità

PSICOLOGIA NEWS n.171 - 19.8.2004

0
condivisioni

on . Postato in News libri e riviste | Letto 321 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Psicologia dinamica. Le teorie cliniche
  • CLT - Programma strutturato per la riabilitazione del paziente schizofrenico... nelle aree Casa, Lavoro e Tempo libero
  • Reinventare la psicoterapia. La scuola di Mara Selvini Palazzoli
  • Comunicare con il corpo
  • Psicologia delle punizioni fisiche. I danni delle relazioni educative aggressive
  • La prematurità. Fattori di protezione e di rischio per la relazione madre-bambino
  • La sindrome degli antenati. Psicoterapia transgenerazionale e i legami nascosti nell'albero genealogico
  • Ogni giorno un po' più cattive
  • Qualità della vita e benessere psicologico. Aspetti comportamentali e cognitivi del vivere felice
  • Parlare che fatica
  • Idee per una psicoanalisi contemporanea

N. Dazzi, A. De Coro
Psicologia dinamica. Le teorie cliniche
2003, Collana: Scienze della mente, pagine: 262
Prezzo: € 20,00
Editore: Laterza

Un bilancio della psicoanalisi clinica alla luce degli sviluppi contemporanei. Ricostruendo i principali filoni delle interpretazioni psicoanalitiche della psicopatologia e della tecnica psicoterapeutica, il testo individua alcune costanti concettuali che consentono ancor oggi di attribuire un carattere unitario alla teoria della clinica psicodinamica. Il libro, che coniuga l'impostazione saggistica al tentativo di offrire un efficace strumento didattico, si rivolge non solo agli psicologi e agli psichiatri in formazione, ma anche a professionisti e studiosi dell'area disciplinare.

Alessandra De Coro è ordinario di Psicologia dinamica nella facoltà di Psicologia dell’Università di Roma La Sapienza.
Nino Dazzi è ordinario di Psicologia dinamica nella facoltà di Psicologia dell’Università di Roma La Sapienza.


Volker Roder, Peter Zorn, Hans D. Brenner, Antonio Vita, Margherita Comazzi
CLT - Programma strutturato per la riabilitazione del paziente schizofrenico... nelle aree Casa, Lavoro e Tempo libero
pagine: 310, ISBN: 88 386 2957-9
Prezzo: € 22,00
Editore: McGraw-Hill

In questo libro vengono descritti tre interventi riabilitativi di gruppo a impostazione cognitivo-comportamentale per soggetti schizofrenici, finalizzati al miglioramento delle abilità sociali nelle aree Casa, Lavoro e Tempo libero (CLT). Questo programma riabilitativo risulta applicabile sia nelle strutture riabilitative residenziali sia in quelle semiresidenziali o ambulatoriali e costituisce l'evoluzione del metodo IPT (Terapia Psicologica Integrata) elaborato dagli stessi autori.

Volker Roder: Psicologo Clinico, Head of Therapy Research, Servizi Psichiatrici, Università di Berna (Svizzera)
Peter Zorn: Psicologo Clinico, Servizi Psichiatrici, Università di Berna (Svizzera)
Hans D. Brenner: Psichiatra, Psicologo, Direttore Cattedra di Psichiatria Sociale e Servizi Psichiatrici, Università di Berna (Svizzera).
Margherita Comazzi: Psichiatra, Dipartimento di Salute Mentale, Azienda Ospedaliera di Melegnano - Milano
Antonio Vita: Psichiatra, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale, Azienda Ospedaliera di Melegnano - Milano
I curatori dell'edizione italiana: Antonio Vita e Margherita Comazzi


Matteo Selvini
Reinventare la psicoterapia. La scuola di Mara Selvini Palazzoli
2004, Collana : Psicologia clinica e psicoterapia, Pagine : 254
Prezzo : € 21,00
Editore: Raffaello Cortina

Negli anni ’50 Mara Selvini Palazzoli accetta la sfida di costruire un’alleanza terapeutica con ragazze anoressiche che vengono portate da lei quasi di forza. Il problema sarà in seguito affrontato attraverso la “terapia familiare”, che ha segnato una tappa storica della sperimentazione in psicoterapia: la collaborazione della famiglia è decisiva per trattare tutte le patologie più gravi. Presentando un’antologia degli scritti e dei casi clinici più significativi di questo percorso di ricerca, Matteo Selvini raccoglie oggi la sfida di ideare soluzioni terapeutiche diverse per pazienti con personalità e sintomi diversi, nella convinzione che comunque il massimo dell’efficacia possa essere ottenuto aiutando contemporaneamente il paziente e la sua famiglia.

Matteo Selvini, psicologo e psicoterapeuta, è responsabile della Scuola di psicoterapia della famiglia di Milano “Mara Selvini Palazzoli”. Nelle nostre edizioni, con S. Cirillo e A.M. Sorrentino, ha già pubblicato “I giochi psicotici nella famiglia” (1988) e “Ragazze anoressiche e bulimiche” (1998).


Mazzaferro Ice - Scartozzi Silvia
Comunicare con il corpo
Collana: Medico-Psico-Pedagogica, Pagine: 96
Prezzo: € 15,00
Editore: Armando

Questo manuale, attraverso esercizi e giochi psicomotori, si propone di insegnare a comunicare con il corpo per sviluppare la creatività, le capacità cognitive e le relazioni interpersonali. Un percorso di crescita per imparare ad ascoltare il proprio corpo ed i suoi messaggi, per arrivare a prendere coscienza dell'"io" più profondo, per raggiungere un'immagine più chiara del mondo che ci circonda, ed entrare meglio in contatto con gli altri, per sentirci meno soli, per affrontare e gestire più serenamente le diverse situazioni del quotidiano, per stimolare la curiosità della conoscenza e conservare un atteggiamenyo positivo nei confronti della vita.
In questo saggio viene esposta in amniera particolareggiata l'esperienza condotta nella scuola elementare ma, oltre che nei vari percorsi scolastici tradizionali, la medesima esperienza può essere utilizzata anche nelle scuole di danza, recitazione, teatro, nella formazione sportiva o nelle situazioni di vita comuni, per rendere più interessanti gli incontri tra amici.

Ice Mazzaferro, insegnante di ruolo di Educazione Fisica, ex direttrice tecnica regionale della Federazione Ginnastica d'Italia, ha frequentato i corsi di psicomotricità del prof. Jean Le Boulch. È stata allieva del Prof. Pierre Vayer con il quale ha collaborato dal 1974 fino al 1985, insegnando nelle scuole elementari e medie superiori.
A tutt'oggi continua a sperimentare il eprcorso motorio qui esposto in ogni scuola d'ordine e grado e nei corsi triennali professionali per Educatori Sanitari istituiti dalla Regione Marche, con risultati sul piano formativo ed educativo tali da indurla ad allargare la sua ricerca nel campo della musico-terapia, delle linee della gestalt applicate allo psicodramma di Moreno, dello shiatzu e dell'hata yoga.
Silvia Scartozzi, laureata in lingue e letterature straniere presso l'Università degli Studi di Bologna, ha frequentato diversi corsi di perfezionamento in comunicazione, marketing, comunicazione web; ha potuto avvicinarsi alla metodologia d'apprendimento proposta in quest'opera fin dall'infanzia.


Cleopatra D'Ambrosio
Psicologia delle punizioni fisiche. I danni delle relazioni educative aggressive
2004, pagine: 224
Prezzo: € 18,50
Editore: Erickson

Molte persone ritengono che picchiare, punire, sgridare, minacciare i bambini sia una necessità educativa. Non si tratta solo di situazioni estreme e difficili, come sostengono i mass media e una certa cultura psicologica; molti genitori abusano in questo modo dei propri figli, causando loro grossi problemi di relazione con gli adulti e con il gruppo dei pari, oltre ad altre importanti difficoltà comportamentali.

Questo volume si propone di allertare psicologi, insegnanti, educatori, genitori e quanti lavorano attorno a questi problemi sui danni che atteggiamenti aggressivi possono causare nei bambini, e sollecita ad essere più comprensivi, attenti e rispettosi nei confronti dei più piccoli. Il libro parte dalla descrizione storica dei metodi punitivi e di correzione dei bambini, per dimostrare che l’idea che si debba picchiare per il bene del bambino è falsa. La seconda parte del libro pone invece l’attenzione sulle conseguenze psico-fisiche e sociali e delinea gli aspetti della funzione genitoriale, della relazione adulto-bambino e della valutazione di questa relazione.Tutto il lavoro è accompagnato da schede e criteri di valutazione della funzione educativa e del rapporto adulto-bambino.


Gabrielle Coppola, Rosalinda Cassibba
La prematurità. Fattori di protezione e di rischio per la relazione madre-bambino
2004 pagine: 128, ISBN 88-430-3042-6
Prezzo: € 12.90
Editore: Carocci

Il bambino nato prematuramente viene al mondo con gli organi fortemente immaturi. Accanto al rischio di eventuali danni a carico del sistema nervoso e di altri che possono compromettere lo sviluppo e l'adattamento del piccolo, vanno presi in considerazione anche i pericoli sul piano dello sviluppo psicoaffettivo. Un bambino che è stato salvato dalle "macchine" evoca infatti nei genitori, soprattutto nella madre, sentimenti particolari e spesso contraddittori. Al senso di colpa legato alla propria incapacità di generare un bambino "perfetto", alla sofferenza di vedersi sottrarre, per tempi più o meno lunghi, il neonato da una macchina che, però, ha il potere di salvarlo, si aggiungono il desiderio di recuperare al più presto il tempo perduto, le ansie per i possibili esiti di sviluppo e la paura di non essere in grado di assicurare al figlio le cure di cui necessita. Questo volume, oltre ad offrire una panoramica delle problematiche di natura medica e psicologica che il bambino prematuro e i suoi genitori si trovano ad affrontare sin dal momento della nascita, presenta un'ampia gamma di interventi clinici ed educativi messi a punto da diversi ricercatori al fine di promuovere lo sviluppo dei bambini prematuri e di sostenere il delicato compito educativo delle loro famiglie. Il volume si rivolge a studenti universitari di Psicologia, Scienze della formazione, Scienze infermieristiche e discipline affini e, più in generale, a diversi operatori impegnati nel lavoro psicoeducativo, terapeutico e riabilitativo con bambini e adulti.

Gabrielle Coppola è dottore di ricerca in Psicologia. Attualmente lavora presso l'Università di Auburn (USA).
Rosalinda Cassibba è professore associato all'Università di Bari, dove insegna Psicologia dello sviluppo.


Anne Ancelin Schützenberger
La sindrome degli antenati. Psicoterapia transgenerazionale e i legami nascosti nell'albero genealogico
2004, Pagine: 232
Prezzo : € 12.00
Editore: Di Renzo

In questo libro, Anne Ancelin Schützenberger, terapista e analista con oltre quarant’anni di esperienza, spiega e fornisce esempi clinici del suo originale approccio psicogenealogico alla psicoterapia. Siamo semplici anelli in una catena di generazioni, e spesso non abbiamo scelta e diventiamo vittime di eventi e traumi già vissuti dai nostri antenati.
Il libro, giunto in Francia alla 15° edizione, contiene interessanti casi-studio ed esempi di “genosociogrammi” che illustrano come i pazienti abbiano acquisito paure all’apparenza irrazionali, difficoltà psicologiche o persino fisiche scoprendo e cercando di comprendere i parallelismi tra la propria vita e quella dei propri avi.

Anne Ancelin Schützenberger è Professore emerito di Psicologia all’Università di Nizza e co-fondatrice dell’Associazione Internazionale di Psicoterapia di Gruppo. La sua esperienza è nota a livello internazionale soprattutto per la psicoterapia di gruppo e lo psicodramma. Autrice di numerosi libri sull’argomento, La sindrome degli antenati è la prima traduzione della sua opera.


Ute Ehrhardt
Ogni giorno un po' più cattive
2004, TEA Pratica, pagine: 76
Prezzo: € 7,00
Editore: TEA

C’era una volta Cenerentola. Era bella, brava, disponibile, umile e sottomessa. In cambio riceveva solo indifferenza e maltrattamenti. Fino a quando, un bel giorno, trovò il coraggio di dire no. Un «no» che aveva la forma di una trasgressione, perché quel giorno Cenerentola ignorò il divieto della matrigna e decise di andare al ballo. Lì incontrò il suo bel principe e si sa come andò a finire.
Con questo libro, Ute Ehrhardt si rivolge proprio a quella generazione di donne pronte da tempo a ribellarsi a tutta la serie di ruoli e schemi in cui sono state catturate, o che si sono costruite da sole, e che vogliono guardare alla vita con un atteggiamento positivo e sicuro, capaci all’occorrenza di sfoderare gli artigli. Ed ecco quindi i segreti per realizzare, con piccoli passi, talvolta impercettibili, talvolta eclatanti, ma sempre fermi, i necessari cambiamenti di rotta: dai rapporti di coppia alle amicizie, dalla famiglia al lavoro, un insieme stimolante di metodi e tattiche per non mostrarsi più diverse da come si è in realtà, per raggiungere senza ansie quel nuovo modello femminile a cui ogni donna aspira, per conquistare spazio, autonomia e rispetto.

Ute Ehrhardt è nata in Germania, a Kassel, nel 1956. È psicologa e dal 1976 si occupa di formazione insegnando comunicazione e miglioramento delle capacità personali. Dal 1984 dirige un centro di consulenza psicologica in ambito professionale e ha uno studio di psicoterapia a Wiesbaden.


Gian Franco Goldwurm, Margherita Baruffi, Federico Colombo
Qualità della vita e benessere psicologico. Aspetti comportamentali e cognitivi del vivere felice
2004, pagine: 313, ISBN: 88 386 2792 4
Prezzo: € 23.00
Editore: McGraw-Hill

Possiamo chiederci se siamo felici, quanto siamo felici, se possiamo diventare più felici? Certo. Ciò implica, però, chiederci che cos’è la felicità e quindi ragionare sulla qualità della nostra vita (QdV). Da sempre l’umanità si è posta il problema della felicità e molti filosofi si sono cimentati nella ricerca di soluzioni. Nella nostra epoca sono state fornite numerose risposte in ambito economico e sociale - basti pensare al Welfare State - ma tali risposte hanno fatto contemporaneamente scaturire "domande psicologiche" sempre più pressanti di qualità e di benessere.
Ciò significa che nelle società avanzate la gente sente il bisogno di felicità. Il sottile malessere indotto, forse, dall’individualismo, dall’isolamento (anche tecnologico), dalla caduta di certi valori, induce le persone alla ricerca di una vita migliore e più felice.
Come rispondere a queste "domande psicologiche"? E ancora: il benessere psicologico, ossia la felicità individuale, può essere appreso in un soggetto normale?
Nella ricerca condotta dagli Autori sono stati ottenuti risultati interessanti e positivi che confermano quanto emerge da numerosi recenti studi: le persone felici si occupano di "cose" significative che danno valore alla loro vita; vita, dunque, che non può essere chiusa in un orizzonte egoistico povero di rapporti sociali e privo di un progetto pieno di valore per sé e per gli altri. E’ possibile, pertanto, apprendere modalità comportamentali e cognitive che, se giustamente applicate, possono a lungo andare rendere la vita più accettabile: non una formula, ma un’indagine approfondita e personalizzata dove ognuno scopre qualcosa di sé che valga la pena di essere elaborato, sorretto dalla convinzione profonda del valore della felicità e del diritto di essere felici. Per permetterci di sorridere e far sorridere.

Gian Franco Goldwurm è libero docente in Psichiatria presso l’Università degli Studi di Milano. Attualmente è membro del Consiglio Direttivo dell’AIAMC (Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento e di Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva) e Direttore dell’IMIPSI (Istituto Milanese di Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale) e della Scuola Quadriennale di Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva di Milano.
Margherita Baruff attualmente collabora con la Scuola di Formazione in Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva di Milano (ASIPSE) e l’Istituto Milanese di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale (IMIPSI).
Federico Colombo attualmente collabora con la Scuola di Formazione in Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva di Milano (ASIPSE) e l’Istituto Milanese di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale (IMIPSI).


Azzaro Claudia
Parlare che fatica
Collana: Bambini e genitori Infanzia e educazione, Pagine: 96
Prezzo: € 12.00
Editore: Armando

Questo libro propone piccoli consigli e facili giochi che genitori ed educatori possono seguire per aiutare i bambini a parlare bene. Contiene semplici informazioni per individuare precocemente quando sia opportuno chiedere consiglio ad un esperto.
È un libro che si rivolge in particolar modo alle mamme cercando di tranquillizzare le loro naturali ansie.
Un libro dedicato soprattutto ai bambini, perchè cerca di spiegare agli adulti il loro punto di vista difendendone
l'originalità individuale.


Andrée Green
Idee per una psicoanalisi contemporanea
2004, Collana : Psicologia clinica e psicoterapia, Pagine: 374
Prezzo: € 29,80
Editore: Raffaello Cortina

Dopo la morte di Freud, la psicoanalisi si è frammentata e dispersa. Andrée Green riprende i dati fondamentali relativi all’interpretazione attuale della pratica e della teoria, presentando i principali concetti che attraversano l’opera di Freud e che sono stati messi in luce sotto l’influenza congiunta di Winnicott, Bion e Lacan. L’obiettivo è offrire al lettore un nuovo “compendio” della psicoanalisi contemporanea, consentendo di individuare le idee direttrici che caratterizzano il sapere psicoanalitico del nostro tempo.

Andrée Green è stato presidente della Società psicoanalitica di Parigi e vicepresidente dell’Associazione psicoanalitica internazionale. Tra le sue opere, spesso considerate come dei classici, ricordiamo “Psicoanalisi degli stati limite”, pubblicato nella collana “Psicologia clinica e psicoterapia” nel 1991.

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Prosopoagnosia

La prosopoagnosia (o prosopagnosia) è un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce il riconoscimento dei volti delle persone (anche dei fami...

Attaccamento

“Ogni individuo costruisce modelli operativi del mondo e di se stesso in esso, con l’aiuto dei quali percepisce gli avvenimenti. Nel modello operativo del mondo...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

News Letters

0
condivisioni