Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.180 - 28.10.2004

on . Postato in News libri e riviste | Letto 271 volte

  • La prima impressione. Come dare il meglio di sé fin dalla prima volta
  • Lo stress
  • Il nuovo femminismo nel servizio sociale
  • Il nuovo welfare societario. I fondamenti delle politiche sociali nell'età postmoderna
  • "Io sono nessuno": Vita e morte di Annalena Tonelli
  • Il bambino interiore
  • Il trattamento con metadone
  • La relazione educativa
  • Il mestiere di padre
  • Lo psicologo tra i banchi. Nuove alleanze per una scuola di qualità
  • Peccato non farlo. Tutto quello che volevate sapere sul sesso e la Chiesa non ha (quasi) mai osato dirvi
  • Love. L'amore ai tempi del Viagra
  • Impariamo a guardarli. Come comprendere gli adolescenti attraverso il linguaggio del loro corpo
  • Non ho problemi di comunicazione

Ann Demarais - Valerie White
La prima impressione. Come dare il meglio di sé fin dalla prima volta
2004, pagine: 252
Prezzo: € 14.50
Editore: Corbaccio

La prima impressione è la vostra prima e, a volte, unica, possibilità di far capire agli altri chi siete – e nella maggior parte dei casi, si tratta di un’impressione duratura. Le persone appena incontrate non hanno ancora modo di conoscervi a fondo e di apprezzare le vostre qualità migliori: su questa prima, breve interazione, i vostri interlocutori decideranno se siete o no delle persone gradevoli da frequentare, o valide in vista di una collaborazione professionale.
Il problema è che raramente siamo pienamente consapevoli dell’impressione che facciamo sugli altri, e l’eventuale discrepanza fra il modo in cui crediamo di presentarci e il modo in cui gli altri in effetti ci vedono è spesso fonte di equivoci, incomprensioni, occasioni mancate. La prima impressione offre la chiave per dare il meglio di voi in ogni nuova situazione: analizza gli elementi che generano una prima impressione positiva, e vi spinge a modificare gli atteggiamenti negativi. Una guida seria e al tempo stesso divertente al momento potenzialmente più importante di qualsiasi relazione: il primo...

"Lo scopo di questo libro è mostrarvi quello che mostriamo ai nostri clienti. Scomporremo la prima impressione in sette componenti fondamentali — accessibilità, interesse per gli altri, argomenti di conversazione, rivelazione di sé, dinamiche, prospettiva e sex appeal — aiutandovi a vedere come apparite sotto ciascun aspetto. Vi spiegheremo in che modo il vostro comportamento determina ciò che gli altri sentono riguardo a se stessi e riguardo a voi. Ed evidenzieremo quali sono gli elementi che costituiscono una prima impressione positiva, affinché possiate confrontare il comportamento ideale con quello da voi adottato e con l’immagine che credete di aver offerto al vostro interlocutore."

Ann Demarais e Valerie White, psicologhe, si sono occupate per anni di relazioni interpersonali e da anni offrono la loro consulenza ai manager delle aziende che rientrano nelle Fortune 100. Hanno fondato la First Impressions, una società di consulenza ormai nota a livello mondiale.

 

Jean Benjamin Stora
Lo stress
2004 pagine: 136
Prezzo: € 11.60
Editore: Carocci

Lo stress è forse il nuovo «disagio della civiltà»? All´alba del XXI secolo, infatti, lo stress lavorativo e il suo corollario, lo stress familiare, rappresentano uno dei maggiori problemi delle società industriali evolute, traducendosi in assenteismo, bassa produttività, infortuni sul lavoro, disturbi psichici (depressione, angoscia, turbe della sessualità ecc.) e disturbi somatici (malattie cardiovascolari, disturbi del sonno, gastrici ecc.). In questo breve volume, uno dei massimi esperti francesi cerca di rispondere ad alcune delle domande più ricorrenti: quali sono le vere fonti di stress? qual è il vissuto professionale dello stress e qual è il suo costo (stress e vita professionale)? quali sono le reazioni psicoemozionali allo stress? quali sono le malattie legate allo stress? quali i mezzi di prevenzione e le terapie per curarlo?

Jean Benjamin Stora. Insegna Psicosomatica all´Università di Parigi.


Lena Dominelli
Il nuovo femminismo nel servizio sociale
2004, pagine: 230
Prezzo: € 18,00
Editore: Erickson

Le professioni sociali non hanno ancora saputo valorizzare appieno la loro matrice femminile, benché siano esercitate prevalentemente da donne e le donne costituiscano buona parte dell’utenza. Questo libro presenta in maniera organica il contributo che le teorie femministe offrono al lavoro sociale.
Il testo fa riferimento ad una nuova elaborazione del femminismo, ancorata allo scenario delle politiche sociali attuali: una prospettiva che insiste sulla promozione del benessere di tutti, volta al superamento di ogni disuguaglianza – non soltanto quelle legate al genere - attraverso la partecipazione attiva degli utenti ed il rafforzamento del loro empowerment.
La trattazione è arricchita dalle dirette testimonianze di utenti, operatrici e operatori ed analizza la declinazione operativa dell’approccio femminista nel lavoro sociale con le donne, gli uomini, le famiglie, i minori, gli anziani, i detenuti.


John J. Rodger
Il nuovo welfare societario. I fondamenti delle politiche sociali nell'età postmoderna
2004, pagine: 231
Prezzo: € 18,50
Editore: Erickson

Questo libro propone una rassegna critica del dibattito sul welfare societario, analizzando a quali condizioni, e in che misura, le responsabilità del welfare possano passare dallo Stato alla società civile. Ricostruisce anche lo scenario economico e politico in cui questa transizione ha luogo: uno scenario segnato dal postfordismo, dalla globalizzazione, da una crescente esclusione sociale e da un clima culturale che qualcuno ha ribattezzato “post-emotivo”. Il dibattito sul mutamento concreto della politica sociale si intreccia con temi di fondo legati alla trasformazione della cittadinanza, della solidarietà e della stessa comunità.
Il volume ripercorre l’evoluzione delle differenti visione del welfare – quella del welfare state moderno, quella liberista e appunto quella societaria. Ne risulta una trattazione approfondita, stimolante e accurata.


Fagiolo Miela D'Attilia, Zanini Roberto Italo
"Io sono nessuno": Vita e morte di Annalena Tonelli
2004, Collana: Storia. Geografia, pagine: 224
Prezzo: € 14.00
Editore: San Paolo

Dal Corriere della Sera del 7 ottobre 2003: “Annalena, la santa fermata da un fucile. Uccisa l’italiana che da 33 anni curava i malati d’Africa. L’ultimo messaggio: la vita ha senso solo se si ama”. Annalena Tonelli, 60 anni, era stata uccisa due giorni prima, nella sua Somalia. Qui il crescente successo professionale e umano del suo tubercolosario aveva attirato minacce e ricatti: “Una cristiana non può essere più brava di noi”, dicevano.
Il libro è la prima ricostruzione della complessa vicenda, a un anno esatto dalla morte. Ma non solo: è anche la presentazione biografica di Annalena Tonelli. Di lei, inoltre, si riportano in appendice alcuni scritti di grande valore spirituale.
È la prima inchiesta sull’assassinio, i presunti colpevoli, i loro moventi, il punto delle indagini: si scoprirà che la morte della Tonelli si inserisce nel quadro del terrorismo proveniente dall’integralismo islamico. La biografia e la spiritualità di una donna destinata a diventare una grande protagonista della fede.

Miela Fagiolo D’Attilia, giornalista e scrittrice; Roberto Italo Zanini, giornalista di Avvenire, che ha già pubblicato per San Paolo la biografia di Bakhita. Quanto ad Annalena Tonelli, era nata a Forlì nel 1943, laureata in legge, insegnante di inglese, aveva conseguito numerosi diplomi medici; nell’aprile del 2003 l’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati le aveva assegnato il Premio Nansen Refugee Award. Dopo la morte è stata decorata dal Presidente della Repubblica con la medaglia d’oro al valor civile.


Charles L. Whitfield
Il bambino interiore
2004, pagine: , 344-1610-4
Prezzo: € 12.00
Editore: Armenia

Il bambino interiore è in ciascuno di noi. Anzi è il nostro vero io, autentico e spontaneo, la nostra personalità creativa e vitale che viene spesso soffocata e repressa da un ambiente familiare violento e oppressivo, o anche soltanto troppo rigido e severo. In questo illuminante saggio, il dottor Whitfield ci indica il cammino da percorrere per liberare il nostro bambino interiore dai condizionamenti negativi dell'infanzia, conquistando una maggiore consapevolezza di noi stessi, dei nostri timori e complessi più inconfessabili, per vincere lo smarrimento della nostra coscienza e la profonda solitudine che ci affligge. Le vittime di un'infanzia difficile, cui è venuto meno l'affetto, il sostegno per crescere felici, grazie ai consigli di Whitfield potranno rimarginare le ferite del passato, riguadagnando la gioia di essere se stessi e di vivere con libertà e pienezza la propria vita.


Cibin Mauro , Guelfi Gian Paolo
Il trattamento con metadone
2004, Collana: Clinica delle dipendenze e dei comportamenti di abuso, Pagine: 272
Prezzo: € 21,50
Editore: Franco Angeli

Le prime indicazioni riguardanti l’uso del metadone nel trattamento della dipendenza da oppioidi risalgono agli anni ’60; successivamente il metadone e il suo uso nella clinica sono stati oggetto di molteplici studi. Tuttavia ancora oggi è spesso considerato uno strumento superato, complessivamente inadeguato, a cui sono connessi problemi eterogenei: da un lato, vi è la tendenza ad attribuire al metadone un ruolo nella soluzione (o nell’aggravamento) di situazioni complesse, di rilevanza sociale o etica; dall’altro, si tende ad avere una visione del trattamento con metadone eccessivamente semplificata, che non valorizza le acquisizioni rispetto alla complessità del trattamento della dipendenza da eroina.
La decisione di dedicare un volume a tale argomento si fonda sia sulla consapevolezza dell’efficacia del metadone nel trattamento della dipendenza da oppioidi, sia sull’osservazione di come, talora, tale strumento non venga usato in modo da valorizzarne appieno le potenzialità.
Parlare oggi di metadone significa non solo parlare di farmacologia clinica, ma anche di comorbilità, di associazione con trattamenti non farmacologici, di impostazione dei Servizi che lo erogano e delle loro modalità organizzative. Su tutti questi aspetti si sofferma il testo in modo esauriente e riflessivo, affrontando un argomento di attualità e rilevanza per quanti operano nel campo del trattamento delle dipendenze.

Mauro Cibin , medico psichiatra e psicoterapeuta, è direttore del Dipartimento per le Dipendenze della Azienda ULSS 13 di Dolo e Mirano (Venezia).

Gian Paolo Guelfi , medico psichiatra, presidente nazionale della Società Italiana TossicoDipendenze (SITD), insegna Clinica delle tossicodipendenze presso la Scuola di specializzazione in Psichiatria dell’Università di Genova.


Masoni Marco Vinicio , Vezzani Bruno
La relazione educativa
2004, Collana: Psicologia, Pagine: 192
Prezzo: € 18,50
Editore: Franco Angeli

La “relazione” sta assumendo in questi anni, in campo pedagogico ed educativo, sempre maggiore rilevanza.
È forse tempo di allargare le nostre conoscenze su di essa, intaccando magari alcune certezze, e iniziare a guardarla con nuova curiosità e disincanto. È quanto si è tentato di fare con i contributi raccolti in questo volume: nuovi punti di vista, riflessioni, proposte, dubbi sulla relazione e sui valori da essa risvegliati, sui sogni e le utopie ad essa correlati, se è vero che, come diceva Bachelard si può fare solo ciò che si ha prima sognato.
Il testo spazia dal caregiving per il neonato alla relazione accettante, dal focus sull’individuo a quello sulla collettività, dall’analisi del rapporto fra corpo, mente e anima al lato corrivo delle relazioni buone, dalla retorica delle relazioni “alla pari” a quella per il “ben-essere”, al rapporto con gli anziani.
Attraverso la voce di alcuni tra i più autorevoli esperti e studiosi del campo (Michael Billig, Jerome Bruner, Marcello Cesa-Bianchi, Kenneth Gergen, Rom Harrè, Enzo Spaltro) la relazione è osservata con un obbiettivo grandangolare che ne evidenzia le caratteristiche lungo l’asse del tempo e quello dei significati.

Marco Vinicio Masoni psicologo e psicoterapeuta si occupa di clinica, formazione e consulenza su progetti di contrasto al disagio e di promozione del benessere nella scuola. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Insegnamento e devianza minorile (Giuffrè), La consultazione psicologica nella scuola (Giuffrè), Studiare bene senza averne voglia (Erickson), La mediazione creativa a scuola (Erickson).

Bruno Vezzani è docente di Teoria e tecniche della dinamica di gruppo all’Università di Padova. Fra i suoi lavori più recenti ricordiamo I sentieri della qualità, con Bianchera (Unipress) e Narrare il gruppo (Unipress).


Claudio Risè
Il mestiere di padre
2004, Collana: Diritto. Scienze politiche e sociali, pagine: 256
Prezzo: € 12.00
Editore: San Paolo

Claudio Risé con questo nuovo libro offre al lettore un vero e proprio manuale per tutti coloro che sono alle prese con il mestiere del padre. Attingendo all’esperienza personale e al colloquio con i suoi lettori, l’Autore da una risposta esauriente ai tanti problemi che il ruolo paterno oggi affronta.

Claudio Risé, psicoanalista, è membro dell’Istituto di Studi Superiori Gerolamo Cardano (Università dell’Insubria), del Consiglio Direttivo dell’ordine degli Psicologi della Lombardia e del Comitato scientifico di Fondazione Liberal. Sulla psicologia maschile ha pubblicato diversi volumi e da anni è promotore della figura maschile contro tutti i riduzionismi della cultura odierna.


Marco Vinicio Masoni
Lo psicologo tra i banchi. Nuove alleanze per una scuola di qualità
2004, pagine: 206
Prezzo: € 18,80
Editore: Erickson

Molti giovani psicologi vorrebbero lavorare nella scuola. Essi percepiscono infatti che si aprono in quel mondo terreni nuovi per loro, ma devono sapere che il percorso all’interno della scuola non è facile. Questo libro illustra con molti esempi i percosrsi di avvicinamento, i doveri, la creatività da mettere in atto, le difficoltà della prima volta, gli studi da reintraprendere per divenire – insieme agli insegnanti, ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie – i «coarchitetti» della nuova scuola. Mostra i punti di vista di chi osserva gli psicologi, ne rivela i pregiudizi e le credenze, racconta delle paure dei giovani psicologi, dei loro errori e delle loro vittorie, racconta dei rischi del mestiere, delle cautele da mettere in atto, e di quanto consenta di osare l’esperienza matura.

Il libro è stato strutturato in tre parti: nella prima sono state raccolte le idee, le attese e i timori, la fiducia, le delusioni e le sorprese di studenti, genitori, insegnanti e dirigenti rispetto alla figura dello psicologo nella scuola. La seconda illustra i possibili luoghi che le norme esistenti e la tradizione assegnano allo psicologo nella scuola, con un capitolo dedicato alla disabilità. La terza racconta di formazione, esperienze, passioni e riflessioni di psicologi sul campo.


Beretta Roberto, Broli Elisabetta
Peccato non farlo. Tutto quello che volevate sapere sul sesso e la Chiesa non ha (quasi) mai osato dirvi
2004, Pagine: 254
Prezzo: € 14,90
Editore Piemme

Loro sono quelli del "fronte del no": no al preservativo, no alla pillola, no ai rapporti prematrimoniali, no ai divorziati risposati, no agli omosessuali, no alle coppie di fatta. Ma siamo così sicuri che la Chiesa sia così sessuofobe come sembra? Certo è difficile negare che ci siano state in passato proibizioni morbose, demonizzazioni assurde, degenerazioni di puritanesimo. Ma intorno ai tanti "no" dei cattolici in materia di sesso si sono moltiplicati equivoci, luoghi comuni e pregiudizi. Un viaggio attraverso 2.000 anni di storie ci mostra il volto di una Chiesa assai più aperta e "moderna" di quanto si pensi su molte questioni morali e moralistiche. Il libro contiene un'intervista al Card. Ersilio Tonini.




AA.VV.
Love. L'amore ai tempi del Viagra
2004, Collana Oscar varia, pagine 160
Prezzo: € 14,00
Editore: Mondadori

Il problema è di quelli antichi e fin dall'alba dei tempi l'uomo ha cercato di porvi rimedio. Si cominciò con l'Elisir d'Amore: acqua zuccherata spacciata da abili ciarlatani per infallibile afrodisiaco. In epoca di trionfante scientismo si passò alle ostriche. Poi qualcuno disse che il corno di rinoceronte garantiva prestazioni indimenticabili.
La svolta definitiva si ebbe a metà degli anni Novanta. Nacque il Viagra. Commercializzato a partire del 1998, è presto divenuto un vero e proprio fenomeno sociale, usato da oltre 23 milioni di uomini nel mondo: ne viene venduta una compressa ogni 9 secondi!
Nel volume tutti ne parlano: undici tra i più amati personaggi della cultura e dello spettacolo si cimentano, ognuno a suo modo, con un tema che è ormai entrato nell'immaginario collettivo e nel costume italiano. Per la gioia di mogli, fidanzate, amanti. Per non parlare dei rinoceronti!

 

Nicola Garofalo
Impariamo a guardarli. Come comprendere gli adolescenti attraverso il linguaggio del loro corpo
2004, Stili di vita, pagine: 160
Prezzo: € 8,80
Editore: Sperling & Kupfer

"Gli adulti non hanno la pazienza di ascoltare gli adolescenti, non passano abbastanza tempo con loro e non sanno più educarli alla vita e ai valori." Questo è il ritornello di moda oggi, la predica carica di colpevolizzazioni che autorevoli psichiatri e pedagoghi ammanniscono a genitori sempre più frastornati. Ma questo libro non la pensa proprio così, anche se in fondo a tutte queste affermazioni ritiene che ci siano molte buone ragioni. E con una piccola provocazione cerca di rovesciare i termini del problema¿ Se partissimo dalla constatazione che spesso gli adolescenti non vogliono dialogare con gli adulti? E se ci concentrassimo su quello che è il loro veicolo privilegiato di comunicazione il corpo? A quel punto dovremmo (noi adulti) prima di tutto imparare a "guardarli", per tentare di capire attraverso questo linguaggio quello che sta loro succedendo¿ Perché insomma, forse più che di disagio degli adolescenti dovremmo parlare di disagio verso gli adolescenti...! Questa è la voce di un medico in prima linea, un endocrinologo che ha lavorato a lungo in ambulatori sul territorio e che ben conosce le tematiche corporee e i disturbi di salute dell'età più cruciale, più inquieta e più fertile dell'essere umano. E che purtroppo conosce bene anche gli errori (e le difficoltà) degli operatori sociosanitari e dei medici. Un contributo originale, con una tesi importante: il corpo è il terreno su cui si gioca la partita della comunicazione adulti-adolescenti. La posta in palio è importantissima: la salute psicofisica dei giovani. E l'unica vera arma nelle nostre mani è l'educazione a stili di vita salutari. Questo è un piccolo contributo, una voce originale e appassionata. Ragazzi, consigliatelo ai vostri genitori!

Pier (Nicola) Garofalo, endocrinologo, è nato e vive a Palermo, dove lavora presso l'Ospedale V. Cervello. È impegnato da molti anni accanto ai giovani, dapprima come operatore sociale, più recentemente nella sua veste professionale di endocrinologo dell'adolescente.


Fontana Walter
Non ho problemi di comunicazione
2004, Collana: Sintonie, pagine: 288
Prezzo: € 14,50
Editore: Rizzoli

Una madre quarantenne, apparentemente normale, che però non prende alcuna decisione senza prima interpellare il suo gruppo di amici; un padre, che a forza di chirurgia plastica e palestra, sembra la copia del figlio diciottenne. Esempi di adulti non adulti, di eterni adolescenti che non sanno far altro che trasmettere ai loro figli la loro stessa immaturità. Questo libro descrive i processi psicologici e sociali che dovrebbero fare di un adolescente un futuro adulto: la costruzione dell'identità, il senso del limite, i passaggi obbligati della crescita. Smaschera quindi l'atteggiamento di quanti scelgono, nei confronti dei giovani, l'indifferenza e la non-responsabilità, non essendo affatto "adulti".

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Ecofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata di rimanere da soli nella propria casa Una paura comune a molti che spesso si associa ad altre...

Disfunzioni Sessuali

La classificazione proposta dall’ICD-10 (International Classification of Diseases, Decima Versione) indica, innanzitutto, quattro criteri generali per poter d...

News Letters