Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.189 - 6.1.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 246 volte

  • Il bambino sovrano. Un nuovo capo in famiglia?
  • Speranza e resilienza. Cinque strategie psicoterapeutiche di Milton H. Erickson
  • Gli approcci cognitivi alla depressione
  • Che cos'è la psicologia architettonica
  • Strategie comunicative. Linguaggio, interazione, vita quotidiana
  • Valutazione cognitiva e neuropsicologica. Nel bambino, nell'adulto e nell'anziano
  • La mente nel cervello. Un'introduzione storica alla neuropsicologia cognitiva
  • Psicologia e media

Daniel Marcelli
Il bambino sovrano. Un nuovo capo in famiglia?
2004, pagine: 214 ISBN: 912-8
Prezzo: € 18,00
Editore: Raffaello Cortina

“Fa solo di testa sua” si lamentano i genitori quando parlano dei propri figli. I pediatri e gli psichiatri sono sempre più spesso consultati per malefatte di bambini anche molto piccoli, di non più di 2 o 3 anni: rifiutano di mangiare seduti a tavola, danno la scalata ai mobili, il minimo rifiuto innesta una collera devastante… I poveri genitori “non ce la fanno più”. Come riappropriarsi dell’autorità perduta? E come articolarla con le esigenze attuali di democrazia e di sviluppo autonomo dell’individuo? Evitando i luoghi comuni, Daniel Marcelli riesce a proporre una nuova concezione dell’autorità. Un libro ricco di tracce e di argomenti perché l’idea di autorità non sia più politicamente scorretta.

Daniel Marcelli, pedopsichiatra, professore alla facoltà di Medicina dell’Università di Poitiers, è autore di numerose opere sui processi evolutivi dei bambini e degli adolescenti.


Short Dan , Casula Consuelo
Speranza e resilienza. Cinque strategie psicoterapeutiche di Milton H. Erickson
2004, Collana: Psicoterapie, Pagine: 192
Prezzo: € 17,50
Editore: Franco Angeli

Speranza è il sentimento con cui guardiamo fiduciosi al futuro; resilienza è forza d’animo con cui superiamo i traumi subiti. Queste due passioni felici rappresentano il filo conduttore delle strategie terapeutiche di M. H. Erickson proposte nel libro.
La vita regala a ognuno esperienze positive e negative. Coloro che coltivano speranza e resilienza riescono a gioire delle prime e a superare le seconde, diventando più forti laddove sono stati feriti.
Il libro presenta cinque strategie utilizzate da M. H. Erickson per stimolare un processo di guarigione nei pazienti; si tratta di strategie terapeutiche che servono ad aumentare la flessibilità e la sensibilità del terapeuta nei confronti del paziente; che stimolano speranza e resilienza nella coppia terapeuta-paziente, rendendo entrambi più forti, più collaborativi e più desiderosi di vivere una vita sana, felice e responsabile.
Il libro si rivolge a coloro che svolgono una professione d’aiuto - psicologi, terapeuti, counselor, coach, insegnanti - e anche a coloro che si propongono di utilizzare le proprie esperienze negative, le piccole e grandi crisi per migliorare e rafforzarsi.

Dan Short ha conseguito il Phd in psicologia e svolge attività di psicoterapeuta a Scottsdale, Arizona. È didatta del training intensivo in psicot erapia ericksoniana della Milton H. Erickson Foundation e relatore nei convegni organizzati dalla stessa. Per cinque anni è stato editor dell news letter della Milton Erickson Foundation ed è autore di numerosi articoli sulla terapia breve.
Consuelo C. Casula è psicoterapeuta e svolge attività di formazione. È professore a contratto di Comunicazione interpersonale presso l’Università Iulm di Milano e didatta della Scuola Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana. Per i nostri tipi ha pubblicato: I porcospini di Schopenhauer ”(1997) e Giardinieri, principesse, porcospini (2002).

Rainone Antonella Mancini Francesco
Gli approcci cognitivi alla depressione
2004, Collana: Psicoterapie, Pagine: 208
Prezzo: € 22,00
Editore: Franco Angeli

Il disturbo depressivo è la malattia mentale più diffusa nel mondo. L'Organizzazione Mondiale di Sanità (WHO) ne denuncia la continua crescita. I suoi effetti possono essere molto gravi, comportando un notevole deterioramento nel funzionamento psicosociale, con la compromissione di aree importanti della vita. Questo quadro si aggrava se si considera il carattere ricorrente del disturbo depressivo, per cui chi ne ha sofferto una volta può rimanere molto vulnerabile ad ammalarsi di nuovo. Misurando le cause di morte, l'incapacità a lavorare, la disabilità e la cronicità, la WHO ipotizza che fra una decina di anni la depressione sarà seconda solo alla malattia cardiaca. Eppure, chi ne soffre spesso non viene trattato o riceve cure inappropriate.
L'approccio cognitivo ha sempre posto molta attenzione alla comprensione e alla cura della depressione sin dalle sue origini. Attualmente è uno dei trattamenti più efficaci.
In questo volume, accanto al modello classico di Aaron T. Beck, vengono presentati gli altri modelli di comprensione e di terapia della depressione sviluppati nell'ambito cognitivo. Si mostrerà come, rimanendo nella prospettiva cognitiva, sia possibile rispondere alle esigenze di intervento che il disturbo depressivo pone, non solo nella fase acuta, ma anche in quella successiva, caratterizzata dalla vulnerabilità alla ricaduta.
Ritenendo molto importanti il ruolo delle variabili sociali nello sviluppo e nel mantenimento della depressione, oltre che nella ricaduta, si è scelto di dedicare un ampio spazio alle ipotesi socio-cognitive e alla Terapia Interpersonale, analizzata anche nelle sue somiglianze con l'approccio cognitivo.

Antonella Rainone , psicologa e psicoterapeuta, è docente presso il Corso di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva dell'Associazione di Psicologia Cognitiva e la Scuola di Psicoterapia Cognitiva. Cultore della materia presso la Facoltà di Psicologia, Università "La Sapienza" di Roma. Ha curato il libro Due terapeuti per un paziente, con G. Liotti e B. Farina, La Terza (in corso di stampa).
Francesco Mancini , medico, specialista in neuropsichiatria infantile, psicoterapeuta. Dirige la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva dell'APC e della SPC. Ha curato diversi volumi, tra i quali, con A. Semerari, La teoria dei costrutti personali, Angeli, 1985. È autore di numerose ricerche pubblicate presso riviste internazionali, in particolare sul disturbo ossessivo-compulsivo e sulla relazione fra senso di colpa e processi cognitivi.


Marino Bonaiuto Elena Bilotta Ferdinando Fornara
Che cos'è la psicologia architettonica
2004 pagine: 128
Prezzo: € 9.00
Editore: Carocci

La psicologia architettonica aiuta a progettare luoghi che promuovono la soddisfazione, il benessere, la produttività degli utenti. Il libro illustra i presupposti scientifici della disciplina, la sua rilevanza per la progettazione e la valutazione ambientale, le sue applicazioni a luoghi residenziali, di cura, di lavoro, di vendita, a musei e ad ambienti per l´apprendimento.

Marino Bonaiuto Insegna Psicologia architettonica, Psicologia sociale della comunicazione e Psicologia della comunicazione non verbale presso l´Università di Roma "La Sapienza".
Elena Bilotta È applicant alla Design and Environmental Analysis Faculty presso la Cornell University.
Ferdinando Fornara Insegna Psicologia dei gruppi presso l´Università di Cagliari e Psicologia di comunità presso la LUMSA di Roma.


Aurelia Marcarino
Strategie comunicative. Linguaggio, interazione, vita quotidiana
2004 pagine: 144
Prezzo: €14.20
Editore: Carocci

La negoziazione è un modello di interazione sociale, una pratica culturale e un processo di apprendimento e di ricerca che si occupa delle relazioni sociali, della loro organizzazione e trasformazione. La cultura negoziale è diffusa nella società dove sono molteplici le relazioni di tipo polemico-conflittuale e la pratica negoziale si distingue dalle altre per il fatto di fondarsi sulla percezione di incompatibilità e sullo sviluppo di strategie e tattiche mirate al raggiungimento di un accordo reciprocamente accettabile. Tattiche, mosse, azioni, identità e strategie prendono forma, si costituiscono, si sviluppano, trasformando l´interazione in un campo di manovre strategiche che utilizzano armi virtuali come la minaccia, la promessa, la dissuasione, la provocazione, la sfida e la manipolazione per trasformare l´agire. L'idea di riflettere sulla trasformazione del concetto di strategia attraverso pratiche comunicative ha suggerito qualche ampliamento della natura del concetto, secondo il paradigma pragmatico e sociosemiotico, per scoprire coerenze e dissonanze in atto e cogliere differenze tra intenzionalità che si affermano, si trasformano e si scontrano nell´interazione.

Aurelia Marcarino Insegna Pragmatica della comunicazione presso la Facoltà di Sociologia dell´Università di Urbino. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Etnometodologia e analisi della conversazione (Urbino 1997), Il pettegolezzo nella dinamica comunicativa dei gruppi informali (Urbino 1997), Pratiche e rituali comunicativi (Milano 2001) e Narratività e occasioni sociali (Napoli 2003).


Maria Pia Viggiano
Valutazione cognitiva e neuropsicologica. Nel bambino, nell'adulto e nell'anziano
2004 pagine: 360
Prezzo: € 24.10
Editore: Carocci

La valutazione cognitiva e neuropsicologica è finalizzata alla conoscenza del funzionamento della mente, nelle condizioni normali e patologiche, al livello sia dei suoi fondamenti neuroanatomofisiologici che delle sue operazioni cognitive. In questa prospettiva le ricerche di psicologia sperimentale e le ricerche delle neuroscienze interagiscono in un unico progetto conoscitivo sulla mente umana. Negli ultimi due decenni, l´integrazione di diversi approcci metodologici - test oggettivi e strumenti di autovalutazione, tecniche elettrofisiologiche e tecniche di neuroimmagine - ha permesso di conseguire risultati importanti nella descrizione della natura, della localizzazione e delle caratteristiche dei vari disturbi cognitivi. Questo libro intende fornire una panoramica dei problemi metodologici che si pongono nella valutazione in ambito cognitivo e neuropsicologico, assieme a un repertorio di circa 250 test, utilizzati per valutare i vari processi cognitivi e i loro disturbi nel bambino, nell´adulto e anziano.

Maria Pia Viggiano È professore all´Università degli Studi di Firenze, dove insegna Neuropsicologia e Psicologia cognitiva. Dirige il corso di perfezionamento in Valutazione cognitiva e neuropsicologica del Dipartimento di Psicologia di Firenze.


Carmela Morabito
La mente nel cervello. Un'introduzione storica alla neuropsicologia cognitiva
2004, Collana: Scienze della mente, Pagine: 188
Prezzo: € 18,00
Editore: Laterza

Il rapporto fra mente e cervello dall’antichità a oggi: le tappe principali di un’idea che, come un filo rosso, ha guidato gli studiosi più diversi – filosofi e psicologi, fisiologi e biologi, neuroscienziati e cibernetici – lungo la storia del pensiero occidentale.

Carmela Morabito insegna Storia della psicologia e Fondamenti di neuroscienze cognitive presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Chieti. Si occupa da anni di storia ed epistemologia delle neuroscienze. Ha pubblicato numerosi saggi sulla storia della psicologia e sulla storia delle scienze medico-biologiche dell’Ottocento e i volumi La cartografia del cervello. Il problema delle localizzazioni cerebrali nell’opera di David Ferrier, fra fisiologia, psicologia e filosofia (Milano 1996), Modelli della mente, modelli del cervello. Aspetti della psicologia fisiologica anglosassone dell’Ottocento (Milano 1998), La metafora nelle scienze cognitive (Milano 2002).

Giuseppe Mininni
Psicologia e media
2004, Collana: Percorsi, Pagine: 176
Prezzo: € 18,00
Editore: Laterza

L’invasione dell’immaginario televisivo nella costruzione della mente, l’orientamento degli stili di vita per mezzo della pubblicità, la manipolazione della memoria attraverso l’informazione, la spettacolarizzazione dell’intimità, la simulazione della realtà resa possibile dal computer: la comunicazione massmediatica pervade la vita quotidiana, producendo una serie di rischi e di opportunità. Una sintesi chiara dei contributi apportati dalla psicologia alla comprensione del complesso legame tra le persone e i media, dalla stampa alla televisione, dal telefono a Internet.

Giuseppe Mininni è professore ordinario di Psicologia della comunicazione e Psicologia culturale presso l’Università di Bari e direttore del Dipartimento di Psicologia della stessa Università. Collabora a varie riviste nazionali e internazionali. Tra le sue più recenti pubblicazioni, Psicologia del parlare comune (Bologna 2000) e Il discorso come forma di vita (Napoli 2003).

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

News Letters