Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.203 - 14.4.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 252 volte

  • Forte come la dolcezza
  • Assistente Sociale - Seconda edizione rivista e aggiornata
  • Psicologo - Seconda edizione rivista e aggiornata
  • Perchè si muore? Come trovare le parole giuste: un dialogo tra genitori e figli
  • Bambini in pigiama. Il vissuto d'ospedalizzazione
  • Guarire dagli attacchi di panico
  • La psicoterapia dinamico-evoluzionista
  • La dimensione intersoggettiva della personalità
  • Manuale di psicologia generale. Storia, teorie e metodi. Cervello, cognizione e linguaggio. Motivazione ed emozione
  • Sogni e psicoterapia. L'uso del materiale onirico in psicoterapia
  • Elementi di psicologia clinica
  • L'interpretazione dei sogni libro del secolo. L'immagine tra soggetto e cultura
  • Interazione autore-vittima nell'abuso sessuale. Ferite inferte ai minori
  • L'adolescenza nell'epoca della globalizzazione.
  • Burn-Out, Mobbing e malattie da stress. Come valutare il rischio psicologico e organizzativo-sociale
  • La felicità si impara. La via del cuore
  • Lo sviluppo psicologico del bambino dai due ai sei anni
  • Narrazione e autosvelamento nella clinica. La rivelazione del Sè reciproco nella relazione di sostegno
  • L'idealizzazione
  • Un bambino è come un re. Come mamme e papà possono crescere bambini sicuri e prevenire gli abusi sessuali sui minori

Fausto Manara
Forte come la dolcezza
2004, pagine: 192
Prezzo: € 13,00
Editore: Sperling & Kupfer

Dolcezza non è esser passivi, miti, o "sdolcinati": queste sono caratterizzazioni sbagliate di una delle qualità più indispensabili per una vita profonda e costruttiva; qualità che oggi, però, viene passata quasi sempre in secondo piano, a favore di una competitività arrogante, o che invece viene addirittura usata "strategicamente" per pura convenienza, per vincere. Ma siamo davvero sicuri che le persone forti siano quelle sempre impegnate nella lotta, che devono imporsi a ogni costo e avere l'ultima parola? Con tono vivace e amichevole, Fausto Manara ci insegna che la dolcezza porta lontano: stato attivo dell'anima, appartiene a chi sa armonizzare la disponibilità, la tolleranza e il rispetto del prossimo con la giusta stima di sé e la giusta rivendicazione delle proprie qualità. Un atteggiamento, e un modo di essere, che vale la pena di conoscere ed esercitare..

Fausto Manara è psichiatra e psicoterapeuta. Vive e lavora a Brescia, dove è professore di Psichiatria alla facoltà di Medicina e dirige il Centro per i Disturbi del Comportamento Alimentare dell'Azienda Ospedaliera locale. È stato presidente della Società Italiana per lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare ed è un membro del consiglio direttivo della Federazione Italiana di Sessuologia.


Antonella Cheirasco, Monica Forno, Chiara Mori (a cura di)
Assistente Sociale - Seconda edizione rivista e aggiornata
2005, collana: Job Enter, pagine: 312
Prezzo: € 26,00
Editore: McGraw-Hill

La finalità didattica del presente volume è quella di orientare la preparazione dei candidati privilegiando l’analisi di argomenti che, per l’interesse scientifico, l’attualità e la novità, potrebbero essere oggetto di prova in sede d’esame. Questa seconda edizione del testo si presenta articolata come segue:
- un’introduzione, in cui si forniscono informazioni generali e suggerimenti sull’esame di Stato per gli Assistenti sociali (sez. B dell'Albo professionale), integrata da una schematica analisi commentata della legislazione in campo socio-sanitario e un capitolo con i principali orientamenti di carattere teorico, metodologico e storico del Servizio Sociale;
- una prima parte, dedicata alle prove scritte, che presenta una serie di temi svolti, al fine di fornire ai candidati degli esempi tangibili di elaborati, seguiti da sintetici schemi di svolgimento di tracce di temi. I temi e gli schemi sono corredati ciascuno dagli opportuni riferimenti teorici, legislativi e bibliografici, da suggerimenti e da una mappa concettuale degli argomenti da affrontare;
- una seconda parte, dedicata alla prova pratica, che presenta l’analisi, la discussione e la formulazione di proposte di soluzione di casi;
- una terza parte in cui si propone una batteria di domande a risposta multipla, corredate dalle soluzioni commentate, per fornire al candidato un agile strumento di autovalutazione;
- un'Appendice, in cui sono raccolti alcuni dei più importanti provvedimenti normativi riguardanti i servizi socio-sanitari, schede legislative per settore, un elenco di alcuni temi proposti in precedenti sessioni di esami di Stato, nonché un'utile bibliografia generale.


(a cura di) Barbara Colombo, Lorenzo Fiorina
Psicologo - Seconda edizione rivista e aggiornata
2005, collana: Job Enter, pagine: 336
Prezzo: € 25,00
Editore: McGraw-Hill

Il presente volume, nato dalla raccolta e organizzazione di materiali (in conformità alle leggi vigenti), vuole andare incontro ai bisogni dichiarati da quanti si preparano all'esame di stato.
Questa seconda edizione si presenta articolata come segue:
- una prima sezione è stata pensata per fornire un supporto sul versante dell’organizzazione e della gestione dello studio;
- la seconda sezione è composta da tabelle riassuntive organizzate per macro-argomenti (gli argomenti sono stati selezionati esaminando la probabilità di comparsa degli stessi nella prima prova scritta);
- la terza e la quarta sezione riportano esempi di prove scritte e pratiche con la rispettiva trattazione;
- segue una parte dedicata ai quiz di autovalutazione, divisi per aree tematiche;
- l’appendice finale comprende:
- una parte legislativa;
- l’aggiornamento delle tracce d’esame divise per sede;
- l’elenco delle sedi dove è possibile sostenere l’esame (con indicazioni precise rispetto a recapiti e orari di apertura di tutti gli uffici collegati all’esame di stato);
- indicazioni sui tempi e i costi necessari per intraprendere l’esame stesso;
- linee guida per la stesura del caso clinico nella seconda prova.
Il volume è inoltre arricchito da una ricca bibliografia ragionata e da una sitografia per il reperimento di risorse on-line.


Earl A. Grollman
Perchè si muore? Come trovare le parole giuste: un dialogo tra genitori e figli
2005, collana Piccoli e grandi manuali, pagine 96
Prezzo: € 10.00
Editore: Red

Come spiegare a un bambino con parole semplici la morte di una persona cara? Come affrontare insieme il dolore per la perdita e confortare la sua solitudine?
Questo libro accompagna il lettore adulto nel difficile compito di parlare al bambino della morte con onestà, senza nascondere i propri sentimenti ma anzi, proprio attraverso questi, cercando di essere ancora più vicino alla sua sensibilità.
• La prima parte del libro è un racconto illustrato da leggere insieme col bambino (o da far leggere a lui): una storia toccante, scritta in un linguaggio semplice e diretto. Un discorso sulla morte e sul suo significato.
• La seconda parte si rivolge all’adulto per aiutarlo a trovare il modo giusto per rispondere, con franchezza e attenzione, a tutte le domande che emergono durante la lettura del racconto, affrontare anche le reazioni più comuni al lutto (per esempio il senso di colpa che assurdamente i bambini coltivano a fronte della morte di una persona cara, il rifiuto della realtà), e alcune situazioni particolari: la morte di un genitore, di un fratello, di un amico, di un animale domestico.

Earl A. Grollman svolge assistenza psicologica in ospedali, case di cura, ospizi. Ha scritto molti libri sull’argomento e ricevuto molti riconoscimenti. Perché si muore? ha vinto il premio UNESCO Book Award.


Elvezia Benini
Bambini in pigiama. Il vissuto d'ospedalizzazione
2004, Pagine: 116
Prezzo: € 8.00
Editore : Magi

Le angosce del bambino ricoverato e i sensi di colpa dei genitori, la maniacale specializzazione dei medici e incomprensibili regolamenti interni, l'inamovibile burocrazia. Sarà mai possibile far guarire dai mali fisici senza infliggere nuovi traumi?
È possibile far guarire l'ospedale?
Il volume analizza i bisogni del bambino ospedalizzato, le esigenze dei genitori e il ruolo dei medici e del personale paramedico. Si sofferma sull'esperienza, guardata ancora da alcuni con molta diffidenza, di portare la scuola in ospedale. Attraverso un esame della realtà ospedaliera dal punto di vista sociologico, psicologico e fenomenologico-esistenziale, l'autrice sancisce con una forza nuova il concetto che la salute mentale del bambino, in una visione olistica, va posta sullo stesso piano della sua salute fisica.

Elvezia Benini , psicologa, psicoterapeuta e arte-terapeuta. Impegnata nei corsi di formazione per insegnanti, studenti e genitori presso istituti superiori di Genova, già giudice onorario della sezione minorile del tribunale della stessa città, è autrice di testi didattici e di numerosi scritti dedicati alle problematiche dell'infanzia.


Mario Troiano
Guarire dagli attacchi di panico
2005, Pagine: 136
Prezzo: € 8.00
Editore : Magi

Perché una malattia che si manifesta attraverso sintomi fisici così gravi ha, in realtà, le sue radici profonde nella sfera psichica?
Oggi un numero sempre maggiore di persone soffre di attacchi di panico. La patologia, potremmo dire, quasi endemica nella società odierna è strettamente collegata con l'incapacità sempre più diffusa di saper riconoscere e descrivere i propri sentimenti, con il saper individuare la differenza tra stati emotivi e sensazioni corporee e con la regolazione e il contenimento delle emozioni. Caratterizzato da un'intensa e profonda sensazione d'angoscia, di catastrofe imminente, di terrore e di paura, l'attacco di panico è accompagnato da problemi respiratori, aumento del battito cardiaco…
La storia del disturbo, le sue cause, la sua collocazione sul panorama degli altri disturbi d'ansia, i metodi terapeutici per affrontarlo nonché nozioni per la sua (possibilissima!) prevenzione è quanto offre al lettore questo volume da linguaggio chiaro ed esposizione limpida.

Mario Troiano, psicologo e psicoterapeuta, presidente dell'A.F.I. (Associazione Famiglie Italiane), direttore e vice presidente dell'I.E.I.P.E. (Istituto Europeo Internazionale di Psicologia dell'Emergenza), consulente tecnico del Tribunale Civile di Roma. Svolge attività clinica e di consulenza sui problemi della famiglia e della persona.


Fossi Giordano
La psicoterapia dinamico-evoluzionista
2005, Collana: Serie di psicologia, Pagine: 288
Prezzo: € 28,00
Editore: Franco Angeli

Dopo aver ricordato i contributi dell’evoluzionismo alla psicologia, alla psichiatria ed alla psicoterapia, vengono qui presi in considerazione i problemi riguardanti la psicoterapia in generale ed il polo psicodinamico in particolare.
Partendo dalla consapevolezza che centinaia di scuole di psicoterapia raggiungono risultati analoghi pur utilizzando teorie e tecniche diverse, viene quindi proposta una teoria clinica che ipotizza l’esistenza di molteplici fattori terapeutici (senza escludere una via finale a comune) che vengono descritti e classificati e la cui azione non porterebbe alla guarigione di un disturbo mentale ma ad un miglioramento delle condizioni di vita e ad un cambiamento maturativi della personalità.
L’altro aspetto qualificante della proposta è l’adesione ad una coerente posizione organicista, con la conseguente articolazione della teoria clinica con la biologia. Freud, con il quale nasce il polo psicodinamico, propose una teoria esplicativa (la metapsicologia) fondata sulla metapsicologia ottocentesca ma la presentò come fondata sulla esperienza clinica e quindi immodificabile.
Mentre l’evoluzionismo è andato incontro ad una profonda evoluzione e con Darwin ha sviluppato una teoria in accordo con la biologia moderna, il divorzio della psicoanalisi dalla biologia ha portato alla nascita di tante scuole dissidenti. Viene sottolineato il fatto che tutte le scuole pur se con incertezze, incoerenze e negazioni hanno mantenuto un approccio biologico, ben espresso dalla reificazione dell’inconscio.
Possiamo dire che ciò che una cattiva biologia ha fatto dividere, può riunirlo una buona, cioè quella espressa dall’evoluzionismo cosiddetto neodarwiniano. In altre parole la differenza fra le varie scuole non può più dipendere dalle metapsicologie, ma dal privilegiare l’uno o l’altro aspetto del funzionamento mentale (motivazione, socialità, immaginario e simbolico) utilizzando tecniche in accordo con loro, restando all’interno di un unico approccio definito come dinamico-evoluzionista.
Vengono dati alcuni esempi di come il cambiamento di schema teorico modifichi i modi in cui le varie scuole possono affrontare i problemi teorici e tecnici e la maniera diversa di intendere il processo terapeutico.

Giordano Fossi ha seguito un iter che ha comportato la laurea in Medicina, la docenza in neurologia e psichiatria, l’appartenenza come didatta alla Società Italiana di Psicoanalisi, l’insegnamento alla Università di Firenze (Medicina, Scienze della Formazione, Psicologia) di Psichiatria, Psicoterapia, Psicopatologia dello Sviluppo. È autore di numerosi articoli e libri sugli argomenti appena elencati; gli ultimi due volumi ( L’immaginario ed Una proposta evoluzionista per la psicoanalisi ) sono dedicati all’evoluzionismo e sono stati pubblicati dalla Franco Angeli.


Russo Emanuele
La dimensione intersoggettiva della personalità
2005, Collana: Sussidi di psicologia. Strumenti per lo studio, la ricerca, la didattica - diretta da Loredano Matteo Lorenzetti
Pagine: 160
Prezzo: € 13,50
Editore: Franco Angeli

Sin dal costituirsi della psicologia come disciplina autonoma i quesiti concernenti il modo in cui ognuno di noi organizza la sua individualità, e i motivi che consentono di distinguere un individuo da un altro, costituiscono un area d'indagine piuttosto controversa.
Costrutti teorici quali quelli di "personalità", "identità", "Sè", "Io" costituiscono un repertorio concettuale che si definisce su uno sfondo ricco e complesso di questioni epistemologiche fondamentali tradizionalmente rese attraverso formulazioni antinomiche come "natura/cultura", "individuo/società", "mente/corpo", "sé/altro".
Da qualche tempo, nei diversi ambiti disciplinari della psicologia e di molte "scienze dell'uomo", si va profilando una concezione "intersoggettiva" della mente e della condotta umana.
Gli elementi di novità presenti nelle proposte teoriche che si riferiscono a tale concezione, costituiscono per lo studio della personalità una occasione per la revisione di aspetti epistemologici fondamentali, come di aspetti metodologici.
Attraverso un percorso che parte da alcuni grandi autori del passato per giungere alle più attuali tendenze di ricerca, in quest'opera viene tentata una rassegna dei principali approcci allo studio della persona che risultano particolarmente adatti a un approccio di tipo intersoggettivo.
Il divenire della persona si configura come un processo continuo e intermittente, operante a vari livelli d'organizzazione e complessità, situato in un reticolo d'interscambi relazionali, gruppali e istituzionali. Gli scenari culturali specifici, e la cultura più in generale, costituiscono la sintassi fondamentale e forniscono le coordinate simboliche essenziali allo svolgersi di tutte le dinamiche considerate.
Il testo, orientato alla comprensibilità tematica, alla sintesi degli argomenti e alla chiarezza espositiva, costituisce un tentativo di ricostruire le trame d'una vicenda conoscitiva, certamente non conclusa, che sembra animare la psicologia come pure altre scienze a essa affini.
Per le attuali e stimolanti questioni che affronta, il volume è particolarmente indirizzato agli studiosi di psicologia, di sociologia e a coloro che s'interessano dei problemi dell'intersoggettività e delle loro implicazioni teoriche, epistemiche, di ricerca e applicative.

Emanuele Russo è ricercatore in psicologia sociale e docente di Psicologia sociale della personalità presso l'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo".


Luciano Mecacci (a cura di)
Manuale di psicologia generale. Storia, teorie e metodi. Cervello, cognizione e linguaggio. Motivazione ed emozione
2004, Collana: Le basi della psicologia, Pagine: 320
Prezzo: € 27,00
Editore: Giunti

Scritti di: Guido Amoretti, Alessandro Antonietti, Guglielmo Bellelli, Nicoletta Caramelli, Igino Fagioli, Dario Galati, Lamberto Maffei, Giuseppe Mininni, Maria Pia Viggiano. Indice: Introduzione storica. I metodi della psicologia scientifica. La misurazione in psicologia. Il cervello e la mente. Dalla percezione alla coscienza. Apprendimento e memoria. Linguaggio e comunicazione. Intelligenza e pensiero. Motivazione ed emozione. La collana, diretta da Ada Fonzi e Luciano Mecacci è progettata per gli studenti del triennio dei nuovi corsi di laurea in psicologia.


Giorgio Rezzonico e Davide Liccione (a cura di)
Sogni e psicoterapia. L'uso del materiale onirico in psicoterapia
2005, Collana «Manuali di Psicologia, Psichiatria, Psicoter.»
Prezzo: € 38,00
Editore: Bollati Boringhieri

Tradizionalmente gli psicologi cognitivi non si occupavano di sogni (appannaggio di altri orientamenti psicoterapeutici, primo fra tutti quello psicoanalitico), soprattutto per le difficoltà di un’indagine rigorosamente empirica in merito. Sulla base degli attuali sviluppi della ricerca sperimentale e con l’emergere delle teorie costruttiviste e l’interesse per lo studio scientifico delle emozioni, si percepisce anche in ambito cognitivista l’importanza dell’attività onirica, in particolare nella clinica. Per i cognitivisti il sogno è un processo mentale irrazionale che va studiato nella sua funzione evoluzionistica, nelle indicazioni psicologicamente significative che può fornire, nella sua semantica e nella sua sintassi, e anche dal punto di vista della sua utilità terapeutica, cioè dei cambiamenti che l’analisi del sogno può produrre nel paziente.

Giorgio Rezzonico, medico psichiatra, è direttore scientifico delle Scuole di formazione in Psicoterapia cognitiva di Como e di Torino e professore ordinario di Psicologia medica all’Univesità di Milano Bicocca.
Davide Liccione, psicologo, neuropsicologo e psicoterapeuta. Direttore dell'Unità Turbe Neuropsicologiche del Centro di Riabilitazione Extraospedaliera Paolo VI di Casalnoceto (Alessandria).


Del Corno Franco , Lang Margherita
Elementi di psicologia clinica
2005, Collana: Psicologia clinica - diretta da Margherita Lang, Pagine: 464
Prezzo: € 33,00
Editore: Franco Angeli

La recente riforma universitaria ha introdotto una nuova figura professionale – lo psicologo triennalista – ma anche una diversa articolazione dei contenuti destinati a far parte del bagaglio formativo degli psicologi specialisti. Accanto alle nozioni di base garantite dall’attuale corso di studi, è oggi diffusa anche l’esigenza di una didattica più “professionalizzante”, ossia orientata a un “saper fare” che risponda in modo puntuale alle richieste sempre più frequenti e multiformi di intervento psicologico.
Questo volume affronta i temi fondamentali della teoria e della pratica della psicologia clinica. A partire dai riferimenti storici e metodologici della disciplina, il lettore è guidato attraverso le varie fasi del processo diagnostico, le tecniche del colloquio clinico, gli strumenti della diagnosi testologica, fino alla trattazione dei principali approcci psicoterapeutici.
Pensato soprattutto per gli studenti della Facoltà di Psicologia, può tuttavia costituire un utile strumento di consultazione anche per i giovani colleghi che stanno formandosi nelle varie Scuole di psicoterapia, nonché per professionisti più esperti, che desiderino una lettura agile e up to date sugli argomenti clinici di più frequente riscontro.


Contardi Roberto
L'interpretazione dei sogni libro del secolo. L'immagine tra soggetto e cultura
2005, Collana: Le vie della psicoanalisi, Pagine: 208
Prezzo: € 24,00
Editore: Franco Angeli

Ripensando alla novità costituita dall'avvento della psicoanalisi sul mondo scientifico e culturale del ventesimo secolo, Freud ne ha marcato il valore di originalità legandolo alla pubblicazione dell'Interpretazione dei sogni: "La psicoanalisi è nata per così dire con il ventesimo secolo; la pubblicazione con cui si presenta al mondo come qualcosa di nuovo, la mia Interpretazione dei sogni, porta la data 1900 ".
Con essa giungono infatti a definizione un nuovo campo disciplinare ed un nuovo metodo, che pongono al centro della propria indagine l'apparato psichico. Ma l'Interpretazione dei sogni, inaugurando lo studio del "pensiero per immagini", manifesta il proprio carattere di libro del secolo anche grazie alla comprensione che consente nei confronti di un'epoca che si è dimostrata sempre più intollerante nei riguardi della parola e sempre meno in grado di svincolarsi dall'invadenza delle immagini.
La rilettura a più voci di tale testo che qui si propone da parte di noti psicoanalisti affronta il tema dell'immagine quale privilegiato punto di approfondimento del crescente grado di compromissione della funzione simbolica che il secolo da poco concluso ha evidenziato, sia negli individui che negli apparati di rappresentazione collettiva.
La riduzione della distanza fra il pensiero e la scarica, il peso assunto da un esasperato voyeurismo collettivo in grado di sostenere condotte di dipendenza tossicomanica dalle immagini, l'imporsi di una "civiltà dello spettacolo" entro la quale il rappresentante-immagine spinge verso una virtualizzazione del reale, la facile adesione ad ideologie regressive sostenute da efficaci strumenti di propaganda catodica, interpellano in tal modo lo psicoanalista impegnato nel lavoro clinico e non sottratto alle proprie responsabilità nel campo della cultura.

Roberto Contardi, psichiatra, è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana e full member della International Psychoanalytical Association. Dal 1998 ha costituito e coordina il Gruppo di studio interdisciplinare su "Psicoanalisi e bioetica" presso il Centro Milanese di Psicoanalisi Cesare Musatti. Oltre ad aver pubblicato numerosi saggi in testi collettivi e su riviste scientifiche, in particolare sulla Rivista di Psicoanalisi , ha curato, con Eugenio Gaburri e Simone Vender, Fattori terapeutici nei gruppi e nelle istituzioni (Borla, 1993), e con Eugenio Gaburri Enigmi della cultura e disagio nella civiltà (Bollati Boringhieri, 1999). Per i tipi di FrancoAngeli ha contribuito al volume di AA.VV. Il mondo come "labirinto" di simboli (1986)


Gambineri Alessandra
Interazione autore-vittima nell'abuso sessuale. Ferite inferte ai minori
2004, Collana: Crimine e devianza, Pagine: 128
Prezzo: € 12,50
Editore: Franco Angeli

Il volume affronta il tema dell'abuso sessuale su minori alla luce dei recenti cambiamenti normativi intervenuti nel sistema giudiziario italiano.
La complessità del fenomeno "abuso" è colta, da un lato, rivisitando il percorso che il perito psicologo compie svolgendo incarichi peritali su giovani vittime, delineandone caratteristiche e segni comportamentali che connotano l'esperienza subita e, dall'altro lato, attraverso la raccolta della biografia dell'abusante e lo studio della criminogenesi, utilizzando gli elementi emersi dalle indagini peritali riguardanti gli autori di reato.
Il libro rappresenta un tentativo di riportare i fondamenti teorici ampiamente dibattuti sul tema dell'abuso sessuale nel contesto dell'attività di coloro che lavorano quotidianamente in ambito peritale.

Alessandra Gambineri , psicologa, esperta Rorschach, svolge da diversi anni attività di consulente tecnico e di perito per l'autorità giudiziaria. È titolare di assegno di ricerca presso la Facoltà di Scienze politiche "Roberto Ruffilli" di Forlì, Università di Bologna, dove è responsabile di moduli didattici nell'ambito del corso di laurea triennale in Sociologia e scienze criminologiche per la sicurezza e del corso di laurea specialistica in Criminologia applicata per l'investigazione e la sicurezza.


AA.VV. a cura di Leonardo Angelini e Deliana Bertani
L'adolescenza nell'epoca della globalizzazione.
2005, Pagine: 318
Prezzo: € 15,00
Edizione: Unicopli

In questo volume un gruppo di studiosi (L. Angelini, R. Beneduce, D. Bertani, A. Bosi, A. Castellani, M. Farina, S. Laffi, D. Le Breton, P. Mottana, G. Pietropolli Charmet, A. Salvo, F. Vanni) ha cercato d’evidenziare gli elementi di continuità e discontinuità esistenti fra l’adolescenza odierna e la sua immagine più tradizionale. Da una parte la centralità del tema del passaggio dall’infanzia all’età adulta e della sua ritualizzazione, dall’altra le nuove modalità che lo contraddistinguono, il dilatarsi dei tempi secondo i quali esso viene scandito e ritualizzato, i nuovi luoghi fisici e mentali in cui esso avviene. A partire da un’analisi degli elementi di peculiarità della situazione di liminarità spaziale e temporale in cui l’adolescente d’oggi vive, gli autori hanno approfondito in particolare: le caratteristiche distintive sia dell’adolescenza autoctona che di quella immigrata; le nuove modalità d’accesso dei giovani al mondo del lavoro e il conseguente procrastinamento nel tempo dell’ultima tappa dell’adolescenza odierna; il conseguente perpetuarsi sine die delle manovre di rimaneggiamento che preludono all’acquisizione della responsabilità adulta; il prolungamento dello stato di permanenza del giovane all’interno della famiglia d’origine; la sedimentazione nei nuovi luoghi liminari dell’adolescenza di una cultura a parte, continuamente insidiata sul piano dell’autenticità dall’industria culturale; il tramonto della famiglia etica e il passaggio alla famiglia affettiva; il nuovo e ancora enigmatico rapporto negoziale fra generazioni; i significati che assumono per il giovane d’oggi le “cerimonie intime e parallele” rivolte prevalentemente verso il suo corpo, il gruppo di pari, le amicizie, la scuola, la sessualità; le peripezie identitarie cui vanno incontro oggi adolescenti e adulti che convivono con loro; infine, come i servizi scolastici e sociosanitari rivolti agli adolescenti si stanno ristrutturando di fronte a queste novità.

Leonardo Angelini e Deliana Bertani, psicologi, psicoterapeuti. Il primo attualmente è responsabile del servizio di counselling psicologico “Free Student Box” dell’AUSL di Reggio Emilia, mentre fino al dicembre 2003 ha diretto l’OPEN G, il Consultorio Giovani della AUSL. La seconda è responsabile dell’Unità Operativa di Psicologia Clinica dell’AUSL di Reggio Emilia. Insieme hanno pubblicato fra l’altro: Il bambino che è in noi. Percorsi di ricerca al nido e nella scuola per l’infanzia (Edizioni Unicopli, Milano 1992); Bambini e ragazzi a rischio fra famiglia scuola e strada (Edizioni Unicopli, Milano 1999); Tirocinanti e tutor: il tirocinio come cerimonia di aggregazione del giovane nell’età adulta, del neo-professionista nella professione (con altri, Coop Nordest, Reggio Emilia 2002). Il primo, inoltre, sempre per le Edizioni Unicopli, ha pubblicato Affabulazione e formazione: docenti e discenti come produttori e fruitori di testi (1998).


Pellegrino F., Abate S., Della Porta D.
Burn-Out, Mobbing e malattie da stress. Come valutare il rischio psicologico e organizzativo-sociale
2005, pagine: 126
Prezzo: 9.00
Editore: Positive Press

Lo stress lavorativo si presenta in una dimensione trasversale che coinvolge tutte le professioni e tutti i livelli professionali, dall’usciere al dirigente. Un individuo stressato commette più errori, si ammala di più, rende di meno, si relaziona agli altri con difficoltà, non regge i ritmi dell’azienda, favorisce l’insorgenza di conflitti in ambito lavorativo, si vede notevolmente ridotta la propria qualità di vita, perde ogni motivazione progettuale rispetto a se stesso, all’ambiente di lavoro, alla società. Questo libro intende definire l’ambito clinico – dalla diagnosi alla terapia – dello stress lavorativo, ed esaminare aspetti più strettamente tecnici legati alla valutazione del rischio psicologico e da costrittività organizzativa in ambito lavorativo.


Pierre Pradervand
La felicità si impara. La via del cuore
2005, pagine: 128
Prezzo: € 5,90
Editore: Il punto d'incontro

Aspiriamo tutti alla felicità. Eppure, nessuno ce la insegna e i modelli di felicità che offre la nostra società attuale, basati soprattutto sulla ricchezza e sulla celebrità, non sono certo dei migliori… Chiaramente, la felicità è uno stato interiore che non si potrà mai comprare. Secondo un sociologo e formatore ginevrino di fama internazionale, autore di questo libro illuminante, la felicità è una sorta di dono che la vita fa a chi vive in armonia con le sue leggi ed è perciò possibile imparare a vivere in modo tale da poter ricevere questo dono. Potremo così costruire le basi della felicità seguendo, nella vita di tutti i giorni, le semplici ma infallibili regole qui chiaramente esposte. Un testo semplice, conciso, scritto col cuore e che arriva dritto al cuore di chi legge, aiutandoci a ritrovare l’armonia con noi stessi e con la vita.


Trost Giorgio
Lo sviluppo psicologico del bambino dai due ai sei anni
2005, Collana: medico-psicopedagogica, Pagine: 128
Prezzo: € 13,5
Editore: Armando

L'autore, in questo volume, analizza il momento della separazione del bambino dai genitori, l'individuazione nella mente del fanciullo dei due territori, quello della scuola e della casa, e l'importanza della partecipazione dei genitori all'esperienza del proprio figlio nella scuola. Soprattutto Trost individua nel momento del gioco un'esperienza creativa ed educativa, in quanto esperienza attraverso la quale i bambini si relazionano in modo istintivo e spontaneo. Il gioco diviene cos“ un elemento che offre a educatori e genitori l'opportunitˆ di "leggere" significati e messaggi della crescita del bambino.

Giorgio Trost, psicologo, ha contribuito a fondare nel 1985 a Trieste la scuola per l'infanzia "La Casetta" che si occupa dello sviluppo cognitivo, emotivo e relazionale dei bambini da uno a sei annie del sostegno alla genitorialità.
Ha pubblicato nel 1999 un articolo sulla continuità educativa nido-materna nella rivista «Bambini». È stato relatore per la Federazione psicologi del Friuli Venezia Giulia tenendo nel 1999 prolusioni aventi ad oggetto l'infanzia.
È tutor riconosciuto dalla Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Trieste per il tirocinio dei laureati in psicologia.
Dal gennaio 2002 è Giudice Onorario presso il Tibunale per i Minorenni di Trieste.


Giusti Edoardo - Lazzari Attilia
Narrazione e autosvelamento nella clinica. La rivelazione del Sè reciproco nella relazione di sostegno
2005, Collana: Psicoterapia e counseling, Pagine: 159
Prezzo: € 15,00
Editore: Sovera

L'Autosvelamento reciproco nella narrazione clinica è di profondo impatto emozionale e influenza positivamente il processo di attaccamento e gli esiti del trattamento.
Rivelare moderatamente un contenuto personale può essere un elemento utile all'insight per rassicurare, rinforzare l'alleanza e umanizzare la relazione terapeutica.
Frammenti biografici e condivisioni empatiche di vissuti autentici erogati in tempi appropriati favoriscono un coinvolgimento paritario e una partecipazione più attiva in diverse forme di psicoterapia.

Edoardo Giusti. Presidente dell'ASPIC e direttore della Scuola di specializzazione in Psicoterapia integrata autorizzata con Decreto Ministeriale.
È professore a contratto presso la Scuola di specializzazione in Psicologia Clinica dell'Università degli Studi di Padova.
Svolge attività di ricerca clinica e di supervisione didattica per psicoterapeuti.
Attila Lazzari. Psicologa e psicoterapeuta, collabora con l'ASPIC nell'ambito della ricerca in psicoterapia integrando le teorie con la pratica clinica privata che svolge a Latina occupandosi di difficoltà interpersonali, nell'arco del ciclo di vita e della difficoltà legate all'identità di genere sessuale.
Svolge docenze presso l'U.P.Aspic Università Popolare del Counselling. tra le sue pubblicazioni Psicoterapia Interpersonale Integrata, Sovera 2003.


Spira Marcelle
L'idealizzazione
2005, Collana: Psicoanalisi contemporanea: Sviluppi e prospettive, Pagine: 112
Prezzo: € 15,00
Editore: Franco Angeli

Nei primi tempi della vita, passare nello spazio di un istante dallo stato infernale di un’angoscia parossistica a quello paradisiaco della calma necessaria alla sopravvivenza grazie all’intervento del cosiddetto seno contenitore, è un’esperienza comune: si coagula così nel corpo un modulo psichico per il quale “è vero” che un intervento divino e magico salva.
Oltre ad essere gettate le basi della creazione della divinità da parte dell’individuo, quest’ultimo, impresso dall’esperienza sensoriale primordiale, di fronte a non importa quale difficoltà psichica o somatica potrà vieppiù perdersi nella ricerca disperante di quell’oggetto che salva, di quell’oggetto che “se vuole, può” sollevarlo da ogni miseria e da ogni dolore; in tal modo, dopo averlo creato e ricreato, consolida la sottomissione all’oggetto idealizzato nella forma di attesa e/o di pretesa, giungendo a non incontrare che frustrazioni su frustrazioni; e poiché questo oggetto è tenuto a fornire la soddisfazione esatta, se non adempie si rovescia in quello persecutorio della latitanza presunta, il cosidetto “cattivo” oggetto.
Allo scopo di cambiare questa prospettiva, l’autrice ritiene che, nel momento in cui appare una tendenza del paziente all’idealizzazione dell’analista, sia necessario farne l’interpretazione.

Marcelle Spira dopo una formazione in Argentina alla scuola d’impostazione kleiniana di Enrico e Arminda Pichon-Riviére, lavora a Buenos Aires come psicoanalista di bambini e di adulti. Col mutamento del clima politico di quel Paese negli anni ’50, la psicoanalisi viene allontanata dalle istituzioni pubbliche e lei e S. Resnik vengono licenzianti lo stesso giorno dalla stessa clinica nella quale lavorano. R. de Saussure la invita a raggiungere la Società svizzera nel 1956, dove assume la presidenza della Commissione didattica della società stessa e si occupa, nel tempo, della formazione di numerosi analisti. Appartenente al gruppo kleiniano, è chiamata in Italia negli anni ’60 e qui contribuisce a far conoscere la suddetta scuola: G. Carloni, nella presentazione dell’edizione italiana di Creatività e libertà psichica dirà: “Per gli analisti della mia generazione l’autrice non avrebbe bisogno di presentazione alcuna, essendo, fra i colleghi d’Oltralpe, quella che più ci ha onorato con la sua presenza ed il suo magistero... A lei, analista d’avanguardia e affascinante didatta, va la gratitudine di quanti, col suo aiuto, sono andati trasformandosi da analisti ancora un pò impacciati e scolastici in professionisti originali e sicuri”. Marcelle Spira vive e lavora a Ginevra e all’Isola del Giglio, svolgendo attività formative seminariali e di supervisione.


Pellai Alberto
Un bambino è come un re. Come mamme e papà possono crescere bambini sicuri e prevenire gli abusi sessuali sui minori
2004, Collana: Educare alla salute: strumenti, ricerche e percorsi - coordinata da Alberto Pellai
Pagine: 96
Prezzo: € 9,50
Editore: Franco Angeli

Sempre più spesso i bambini ci fanno domande difficili sulla pedofilia e sugli abusi all'infanzia di cui sentono parlare a scuola, a casa e nei media. Frequentemente gli adulti non sanno trovare le parole per rispondere ai loro mille quesiti. Cosi l'abuso sessuale continua a essere un problema di "parole non dette".
Dopo il grande riscontro ottenuto con il libro Le parole non dette, Alberto Pellai ha preparato questo nuova guida destinata ai genitori e ai loro bambini, per parlare di abuso sessuale senza allarmismi inutili, ma sempre usando le parole migliori. Giochi e filastrocche vi aiuteranno a fare prevenzione in un modo semplice e positivo.
La prevenzione è attualmente lo strumento più efficace per combattere la pedofilia e con questo libro anche voi potrete crescere bambini felici e sicuri, amati e protetti con rispetto e dignità... perché "un bambino è come un re"

Alberto Pellai , medico, è ricercatore in sanità pubblica presso l'istituto di Igiene e Medicina preventiva nell'Università di Milano. Si occupa di educazione alla salute e prevenzione in età evolutiva, conducendo corsi di formazione, progetti e ricerche con insegnanti, genitori e bambini. Ha collaborato negli Usa con il National Committee for Prevention Child Abuse e ha scritto numerosi libri per genitori e insegnanti.


Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

News Letters