Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.204 - 21.4.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 249 volte

  • Il tempo. Saggio di psicologia sperimentale
  • Psicopatologia evolutiva. Le teorie psicoanalitiche
  • L'invenzione della mamma
  • Fuggiaschi. Adolescenti tra i banchi di scuola
  • Riconoscere e aiutare i bambini precoci
  • Autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo Vol. II. Strategie e tecniche di intervento
  • L'identità ferita: Come superare le ferite sessuali e relazionali
  • L’approccio multimodale nella riabilitazione psichiatrica
  • Alessitimia. Valutazione e trattamento
  • Psicodiagnostica e storie di vita in criminologia. Un'analisi attraverso l'omicidio
  • Marginalia. Psicologia di comunità e ricerche-intervento sul disagio giovanile
  • Psicologia per la politica. Metodi e pratiche
  • Il pudore. Un luogo di liberta

G.B. Vicario
Il tempo. Saggio di psicologia sperimentale
2005, Collana "Il Mulino/Ricerca", pagine: 288
Prezzo: € 20.00
Editore: Il Mulino

Il tempo ha una sua esistenza reale come fatto di natura, oppure è un fatto soggettivo, una sorta di illusione dei sensi, una proiezione del nostro pensiero? E' un rovello che ha appassionato la filosofia e la scienza occidentale fin dagli inizi, trascinandosi senza soluzione fino ai nostri giorni. Pur dialogando con fisici e filosofi, questo libro segue una via diversa e indaga l'esperienza del tempo, così come viene vissuta dagli individui, con gli strumenti della psicologia sperimentale: l'osservazione diretta e l'analisi dei fenomeni percettivi sia acustici sia visivi. Ne emerge una "grammatica del divenire" costruita attraverso una serie di lemmi del tempo: continuità, irreversibilità, istantaneità, successione, localizzazione, durata, relazione spazio/tempo/velocità, time gap, déjà-vu. Frutto di un lavoro pluridecennale, questo volume rappresenterà un punto di riferimento per la ricerca scientifica in materia.

Giovanni Bruno Vicario, dopo aver insegnato in varie Università tra cui Trieste, Siena, Padova, è ora professore di Psicologia generale all'Università di Udine. Ha compiuto ricerche di psicologia della percezione in campo visivo e uditivo, nonché in campo musicale. E' autore di: "Tempo psicologico ed eventi" (Giunti, 1973), "La percezione degli eventi" (Guerini, 1998), "Psicologia della percezione" (Cleup, 2003) e "Psicologia generale" (Laterza, 2004). Ha ottenuto il premio internazionale Metzger 1999 per una ricerca sulla percezione del movimento. E' socio della International Society for Psychophysics e della International Society for the Study of Time; è membro dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti.


Fonagy P., Target M.
Psicopatologia evolutiva. Le teorie psicoanalitiche
2004, Collana : Psicologia clinica e Psicoterapia, pagine: 490
Prezzo: € 37,50
Editore: Raffaello Cortina

Fin dagli esordi, la psicoanalisi ha fornito un contributo fondamentale alla psicologia evolutiva, indagando la dinamica del rapporto madre-bambino. Gli autori passano in rassegna le più importanti teorie psicoanalitiche, da Freud ai più recenti studi sull’attaccamento e sulla funzione riflessiva. Il libro costituisce così un aggiornato manuale, corredato da una ricchissima bibliografia, ma anche l’occasione di ripensare al ruolo che il paradigma psicoanalitico può continuare a svolgere nella riflessione teorica e nella pratica clinica di psichiatri, psicologi e psicoterapeuti.

Peter Fonagy, psicologo e psicoanalista, è docente di Psicoanalisi all’University College di Londra. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Attaccamento e funzione riflessiva” (con M. Target, 2001) e “Psicoanalisi e teoria dell’attaccamento” (2002).
Mary Target insegna Psicoanalisi all’University College di Londra.


Gianfilippo Pietra Nessia Laniado
L'invenzione della mamma
2005, pagine 128
Prezzo: € 7.50
Editore: Red

Rivendicazioni, rabbia, aspettative, rimpianti, tenerezze. Il rapporto tra la madre «il primo oggetto di amore e nostalgia », come scriveva Sigmund Freud, il fondatore della psicanalisi, e il figlio adolescente non si può evitare.
Figli si nasce, madri si diventa. È un rapporto che si costruisce attraverso gesti quotidiani, errori, sofferenze, momenti di sintonia e di conflitto. E non si tratta di una questione biologica: lo dimostrano le storie di mamme che abbandonano i figli e di donne che diventano madri adottando un bambino, ma anche i miti, le leggende, le autobiografie, i romanzi.
Questo libro attingendo a un materiale vastissimo, raccoglie memorie, miti, pensieri, dati, racconti, emozioni, frammenti di storie di mamme narrate da figli e figlie, da padri, psicanalisti, umoristi, sociologi o vicini di casa. Ogni ‘fotogramma’ non può che essere parziale, frammentario e sarà solo con l’accumularsi delle sensazioni che ci si potrà formare un’immagine più completa.

Nessia Laniado, giornalista, esperta di psicologia è stata direttrice delle riviste ‘Donna e mamma’ e ‘Insieme’. Per Red Edizioni ha pubblicato numerosi libri di grande successo.


F. Berto , P. Scalari
Fuggiaschi. Adolescenti tra i banchi di scuola
Pagine: 168
Prezzo: € 12,00
Editore: La Meridiana

L'autonomia e la dipendenza, la ricerca della perfezione e il senso del fallimento, la sesualità lecita e quella trasgressiva, la promozione e la repressione ma anche la lotta generazionale, la contesa tra genitori e docenti, la rivalità tra ruoli educativi...
Storie per ascoltare il vissuto dell'adolescente che cresce tra i banchi di scuola.
"Il foglio bianco del compito in classe diventa un ring. E io sono un pugile che non ricorda più quali sono i colpi giusti preparati con cura durante la notte per uscirne vittorioso. Giro il quadrato con le gambe molli, le braccia abbassate, senza più difese. Sono al tappeto. L'arbitro mi conta: 'one...two...three...'. Cerco di sollevarmi da terra. Non ce la faccio. La mia sconfitta viene così sancita ufficialmente. Sono un perdente."

Francesco Berto ha iniziato negli anni '50 la sua attività di maestro a Cavarzere. Ha continuato poi ad insegnare fino alla fine degli anni '90 nelle realtà emarginate delle periferie del veneziano. Esperto in campo psicosociale, attualmente è consulente educativo per i genitori nel comune di Venezia e, In Italia, opera come formatore sui temi dell'età evolutiva e della famiglia.
Insieme a Paola Scalari per le edizioni la meridiana ha pubblicato Incontrare mamma e papà. Strumenti e proposte per aiutare i genitori (1999), Divieto di transito. Adolescenti da rimettere in corsa (2002) e Adesso basta. Ascoltami!Educare i ragazzi al rispetto delle regole (2004).
Paola Scalari esercita a Venezia la professione di psicoterapeuta e psicosocioanalista. E' socia della C.O.I.R.A.G., di ARIELE psicoterapia, della Federazione Europea di Psicoterapia Psicoanalitica nel Settore Pubblico. Dopo aver fondato nel 1988 i Centri Età Evolutiva, che ancora operano nel comune di Venezia, si è dedicata all'attività formativa degli educatori e degli operatori sociosanitari in Italia e all'estero.
Insieme a Francesco Berto per le edizioni la meridiana ha pubblicato Incontrare mamma e papà. Strumenti e proposte per aiutare i genitori (1999), Divieto di transito. Adolescenti da rimettere in corsa (2002) e Adesso basta. Ascoltami!Educare i ragazzi al rispetto delle regole (2004).


Jean-Marc Louis
Riconoscere e aiutare i bambini precoci
2005, pagine:150
Prezzo: € 13.00
Editore: MAGI

Il bambino precoce non è frutto di una moda. È sempre esistito. La difficoltà sta nel riconoscerlo. Di solito etichettato come «genialoide» o «problematico», il bambino precoce all'inizio sorprende ma presto sconcerta.
I genitori, passata la prima fase di stupore e di ammirazione, si sentono spesso smarriti di fronte alle difficoltà di socializzazione del figlio, ai suoi problemi scolastici, al sempre più evidente isolamento di cui diventa vittima.
Il bambino precoce disorienta. Fa vacillare l'ordine familiare, pone problemi all'istituzione scolastica e nessuno sa cosa fare e come comportarsi con quell'ometto speciale che, competenze sorprendenti a parte, spesso non sembra affatto felice.

Jean-Marc Louis, pedagogista, giornalista, ispettore presso il Dipartimento per l'educazione nazionale francese, è autore di numerosi scritti sul tema dell'educazione.


Donald J. Cohen Fred R. Volkmar Enrico Micheli
Autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo Vol. II. Strategie e tecniche di intervento
2005, pagine: 470
Prezzo: € 35,00
Editore: Vannini

Questa seconda parte della traduzione italiana dell’Handbook of Autism and Pervasive Developmental Disorders permette al lettore italiano lo studio della parte del manuale dedicata all’intervento psicoeducativo, che può gettare luce sul faticoso ma importante processo di offrire a bambini, adolescenti e adulti con Disturbi pervasivi dello sviluppo e alle loro famiglie interventi terapeutici al passo con le conoscenze. Questa essenziale traduzione quindi rispecchia sia le difficoltà sia i progressi del cambiamento di paradigma anche in Italia. Costituisce un patrimonio di conoscenze condiviso, ricco di opinioni diverse tutte però basate su una comune epistemologia, che costituisce il patrimonio scientifico con cui ogni intervento deve misurarsi. Uno strumento in più per chi intende andare avanti a unire esperienza e conoscenza, scienza e arte in un ambiente difficile, in cui la speranza di risultato è affidata più a buone volontà personali che a organizzazioni sane. Strategie e tecniche di intervento contribuisce a un cambiamento nel campo dell’autismo e dell’intervento di Neuropsichiatria Infantile nel nostro Paese.


Comiskey Andrew
L'identità ferita: Come superare le ferite sessuali e relazionali
2005, Collana: Filosofia. Psicologia. Pedagogia, pagine: 288
Prezzo: € 16.00
Editore: San Paolo

Quale è l’eredità lasciata dalla rivoluzione sessuale degli anni ’60? Cosa si cela dietro la tendenza omosessuale? È possibile superare il dolore di un abuso o di una violenza? Che cosa è la vergogna e quanto incide sulle relazioni umane?
L’autore, impegnato da oltre vent’anni nell’accompagnamento uma­no e spirituale di uomini e donne segnati da profonde ferite sessuali e relazionali indica nella fede autentica e nel cammino comunitario le vie privilegiate in cui la debolezza può trasformarsi in uno spazio di forza che ristabilisce l’uomo e la donna nella bellezza della propria mascolinità e femminilità. L’identità profonda dell’uomo emerge da queste pagine come un tesoro troppo prezioso per essere intaccata in modo definitivo da esperienze negative.

Andrew Comiskey è fondatore del Desert Stream Ministries con sede ad Anaheim in California. Nato in ambito protestante, il Desert Stream propone un aiuto a tutti coloro che vogliono affrontare ferite sessuali e relazionali. Il ministero di Andrew Comiskey è iniziato nel 1980, in seguito a un cammino personale che gli ha permesso di affrontare le tendenze omosessuali e di ritrovare la propria identità in Cristo. Dopo il matrimonio con Annette, Andrew ha dato vita a un gruppo biblico destinato al sostegno e all’accompagnamento di uomini e donne con problemi legati all’identità di genere. Il gruppo si è presto trasformato in un programma ben strutturato, con un chiaro percorso umano e spirituale. Dal 2004 tale percorso viene proposto anche in Italia.


Carlo Di Berardino (a cura di)
L’approccio multimodale nella riabilitazione psichiatrica
2005, collana: Psicologia, pagine: 260
Prezzo: € 24,00
Editore: McGraw-Hill

Negli ultimi anni il problema della terapia cognitiva delle psicopatologie gravi è diventato di estrema attualità. Rilevanti contributi teorici hanno aggiunto contenuti importanti alla comprensione della malattia mentale grave, tesi a formulare una visione più completa della organizzazione cognitiva personale. L’integrazione di orientamenti diversi ha favorito l’affermarsi di un approccio in cui coesistono elementi biologici, sociali, emotivo-affettivi, all’interno di uno stesso programma di trattamento. Questo "pluralismo integrativo" è fondamentale quando si trattano patologie che hanno una eziologia multifattoriale; allo stesso modo, nella pratica clinica appare indispensabile l’uso di strumenti flessibili e di strategie che agiscano sinergicamente a diversi livelli. Per questo nel volume sono presenti riferimenti alle nuove tendenze delle neuroscienze, soprattutto per quanto riguarda lo studio di particolari stati di coscienza, come lo yoga e la meditazione, che forniscono dati molto interessanti alla comprensione delle relazioni esistenti tra cognizioni ed emozioni e del rapporto con la corporeità.
Queste le riflessioni dalle quali scaturisce il volume, che aggiunge nuovi temi alla comprensione dei problemi relativi ai pazienti schizofrenici in particolare per quanto riguarda la capacità autoriflessiva e di controllo delle emozioni disturbanti.
Il testo è diretto a tutti gli operatori impegnati nel lavoro di riabilitazione nei servizi psichiatrici territoriali, in particolare nell’intento di aiutare gli psicologi e gli altri operatori interessati a comprendere meglio la metodologia cognitivo-comportamentale nella riabilitazione, le sue possibili integrazioni con altri approcci psicoterapeutici nel trattamento delle cosiddette "psicopatologie gravi".

Carlo Di Berardino, psicologo, psicoterapeuta, didatta e supervisore AIAMC. Dirige il Centro di Psicologia Clinica di Pescara, Scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo-comportamentale riconosciuta dal MIUR. Attualmente è responsabile del Centro Diurno Casa-Famiglia del Dipartimento di Salute Mentale della ASL di Pescara. Insegna in qualità di professore a contratto "Tecniche di base in psicoterapia" presso il biennio specialistico della Facoltà di Psicologia dell’Università "G. D’Annunzio" di Chieti, ed è titolare dell’insegnamento di "Sistemi cognitivi" presso il Corso di Laurea di Scienze dell’Investigazione presso l’Università degli Studi de L’Aquila.


Vincenzo Caretti - Daniele La Barbera (a cura di)
Alessitimia. Valutazione e trattamento
2005, Collana Psiche e coscienza, Pagine 208
Prezzo: € 18.00
Editore: Astrolabio

L’alessitimia, ovvero l’incapacità di dare espressione ai propri contenuti affettivi ed emotivi, ha suscitato nell’ultimo decennio un grande interesse nella comunità scientifica, che vi ha riconosciuto una possibile causa di blocchi o insuccessi nei processi terapeutici. La valutazione di tale costrutto tramite la Toronto Alexithymia Scale consente al clinico di individuare e curare queste persone che vivono in una ‘pseudonormalità’, immerse in un vuoto affettivo.

Vincenzo Caretti, psicologo clinico e psicoanalista, insegna Psicopatologia dello Sviluppo presso il dipartimento di psicologia dell'Università di Palermo. Ha curato l'edizione italiana del DSM-IV Guida alla diagnosi dei disturbi dell'infanzia e dell'adolescenza (con N. Dazzi e R. Rossi, Milano 2000) e ha pubblicato, con D. La Barbera, Psicopatologia delle realtà virtuali (Milano 2001) e Le dipendenze patologiche. Clinica e psicopatologia (Milano 2005).
Daniele La Barbera, medico psichiatra, insegna Psicologia Clinica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Palermo, dove è presidente del Corso di Laurea in Tecnica della riabilitazione Psichiatrica e Psicologia Clinica dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Palermo e presidente della Società Italiana di Psicotecnologie e Clinica dei Nuovi Media (SIPtech). Con Vincenzo Caretti ha fondato la rivista Psicotech, di cui è direttore responsabile.


Bisi Roberta (a cura di)
Psicodiagnostica e storie di vita in criminologia. Un'analisi attraverso l'omicidio
2004,Collana: Crimine e devianza, Pagine: 176
Prezzo: € 15,00
Editore: Franco Angeli

Il volume focalizza l'attenzione sul ruolo svolto dalla storia di vita e dalla psicodiagnosi in ambito criminologico al fine di giungere ad una valutazione della personalità del soggetto per delinearne un eventuale inquadramento diagnostico (psico) patologico.
Un percorso ragionato porta il lettore, attraverso l'esame di un caso di un autore di duplice omicidio, all'acquisizione delle modalità che caratterizzano gli accertamenti peritali, soffermandosi poi sull'importanza della metodologia psicodiagnostica propria della Scuola Romana Rorschach.
Partendo, infatti, da iniziali considerazioni di carattere generale sul metodo psicodiagnostico, si giunge alla precisazione delle ampie informazioni sull'area cognitiva e su quella affettiva che possono essere ottenute mediante una corretta applicazione del reattivo di Rorschach a casi di omicidio.
Il libro, un utile strumento di studio e di ricerca rivolto a coloro che operano nell'ambito criminologico, psicologico, sociologico, giuridico e penitenziario, vuole percorrere le vicissitudini legate alla sofferenza, al disagio e alla violenza per delineare una possibile trama a tutto ciò che è arduo concretizzare e rendere comprensibile attraverso la parola.

Roberta Bisi è professore straordinario all'Università di Bologna presso la Facoltà di Scienze politiche "Roberto Ruffilli" di Forlì, dove insegna Criminologia e Sociologia della devianza. Autrice di numerosi saggi e volumi, ha pubblicato per i nostri tipi: Percorsi per un'età difficile (a cura di, 1998); Criminologia applicata per l'investigazione e la sicurezza. Metodologie di indagine e strategie di intervento (con A. Balloni, a cura di, 2001); Gabriel Tarde e la questione criminale (2004); Enrico Ferri e gli studi sulla criminalità (2004); Vittimologia. Dinamiche relazionali tra vittimizzazione e mediazione (a cura di, 2004).


Lavanco Gioacchino Novara Cinzia
Marginalia. Psicologia di comunità e ricerche-intervento sul disagio giovanile
2005, Collana: Serie di psicologia, pagine: 368
Prezzo: € 30,00
Editore: Franco Angeli

Un volume sul disagio minorile e giovanile in Sicilia con “incursioni” di alcune realtà del Centro-Sud italiano, ma anche la fotografia dello stato dell’arte di un gruppo di lavoro che ruota intorno alla Cattedra di psicologia di comunità dell’Università di Palermo.
Diviso in tre sezioni propone modelli teorici, approfondimenti sulle diverse forme di disagio, alcune ipotesi di ricerca e di intervento. Un progetto ambizioso di collegare la dimensione psicologica e il contesto, con una conclusione che deve far riflettere: il disagio non può essere separato dalle dimensioni sociali e culturali.
Una raccolta di contributi scritti soprattutto da giovani studiosi che coniugano l’approfondimento al lavoro nel disagio, con la proposta di farne uno strumento di dialogo con altre realtà di impegno per il cambiamento sociale.
Un modo possibile per percorre i “margini” e i “marginali” mettendoli al centro delle strategie di intervento e di ricerca.

Gioacchino Lavanco, professore di Psicologia di comunità presso l’Ateneo di Palermo, è membro del direttivo nazionale della Società Italiana di Psicologia di Comunità. Consulente di diversi enti pubblici e del privato sociale per gli interventi di comunità, è autore di numerosi contributi scientifici in tema di prevenzione, lavoro sociale, strategie di empowerment. Fra le più recenti pubblicazioni: Psicologia del gioco d’azzardo (Milano, 2001), Psicologia dei disastri (Milano, 2003) e, come coautore, Elementi di psicologia di comunità (Milano, 2002).
Cinzia Novara, professore a contratto presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Palermo, è dottore di ricerca in Psicologia di comunità e modelli formativi, Università degli studi di Lecce e cultore della materia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Palermo. Psicologo di comunità, coordina progetti di intervento sociale e di formazione. Ha pubblicato diversi saggi sul burnout e la convivenza multietnica. Tra i suoi più recenti volumi, è co-autrice di Elementi di psicologia di comunità (Milano, 2002).


Di Maria Franco
Psicologia per la politica. Metodi e pratiche
2005, Collana: Psicologia sociale, Pagine: 256
Prezzo: € 25,00
Editore: Franco Angeli

La dimensione politica è lo spazio relazionale istituito in cui si contrattano costantemente le regole della convivenza civile, nel quale si prova a governare le molteplicità di interessi e bisogni, salvaguardando comunque il diritto di appartenenza e di cittadinanza comune. Capacità collettiva che distingue, quando esercitata, la buona politica da quella cattiva.
Oggi, al fondamentalismo collettivo va via via contrapponendosi un fondamentalismo individualistico, in cui l’altro è comunque nemico nel momento in cui si frappone come ostacolo e limite per la realizzazione del bisogno onnipotente. L’altro è più un limite che una risorsa e il sentimento di legittima appartenenza alla gens, ancor più alla comunità di riferimento - tratti tipici delle culture antropologiche precedenti - è in via di esaurimento.
È un cambiamento epocale, che certamente con molta difficoltà stiamo provando a governare, spostando primariamente sull’individuo il focus primario della legittimità dei diritti da rappresentare e soddisfare, e che questo volume tenta di analizzare e proporre ai lettori. Suo obiettivo prioritario è infatti offrire un panorama aggiornato sulle questioni attuali più rilevanti, sia per la comprensione delle dinamiche psicosociali che influenzano gli atteggiamenti e le convinzioni politiche, sia per indicare e suggerire possibili strategie di intervento. I saggi affrontano temi che vanno dalla pratica clinica nel sociale alle strategie del lavoro psicologico per intervenire nella comunità, anche quella costituita dagli immigrati. Vengono, altresì, presi in considerazione i temi del pregiudizio, del razzismo, e della democrazia partecipativa.
Il volume si chiude con due saggi “asintonici”, ma proprio per questo di particolare valore trasformativo. Il primo è una riflessione sulla Costituzione italiana e sulla sua validità come Carta fondante e fondamentale per la convivenza; il secondo è un saggio sui fondamenti storici, epistemologici e culturali delle relazioni tra etica, psicologia e politica.
Ma un altro importante obiettivo del volume è riuscire a contribuire alla riduzione del rischio delle derive autoritarie, dei pregiudizi, del razzismo, dei conflitti patologici a cominciare dalla promozione di una maggiore conoscenza delle dinamiche psicosociali. La politica per la convivenza, la politica per il benessere, la politica per la solidarietà sono il frutto e il risultato di una Politica orientata dall’Etica e di un Etica capace di farsi Politica.

Franco Di Maria è professore ordinario di Psicologia dinamica presso l’Università di Palermo. Gruppoanalista, è condirettore di Forum. Journal fo the Internation Association of Groupanalysis . È autore, fra l’altro, di Psicologia della convivenza. Soggettività e socialità (Angeli, 2000), Psicologia e benessere sociale (MacGrawhill, 2002) e, in collaborazione con A. Lo Coco, di Psicologia della solidarietà (Angeli, 2002).


Monique Selz
Il pudore Un luogo di liberta
2005, pagine: 140
Prezzo: € 7.00
Editore: Einaudi

Viviamo in una dittatura della trasparenza. Irresponsabili e infantili, mostriamo e guardiamo tutto, senza interiorità. Al contrario il sentimento del pudore, libero dalle ideologie, costruisce l'individuo e rende possibile la vita in comune.
Il pudore è una garanzia di libertà. E di maturità. Soprattutto oggi, in una società come la nostra improntata a uno sfrenata corsa all'esibizione, dove tutto viene messo in mostra per stimolare il desiderio di possesso, dove gli individui sono ridotti all'unica funzione di consumatori e lo spazio intimo del singolo è un inutile, anacronistico lusso.
Monique Selz, in un saggio disteso e appassionato, ridisegna i contorni del pudore nelle sue diverse angolazioni storiche e concettuali, dal privato al pubblico, dal corpo alla mente, dal diritto alla storia, dalla religione all'antropologia.
Contro l'ideologia della trasparenza a ogni costo, contro i facili slogan del "tutto è possibile", ripensare il destino del «comune senso del pudore» e le modalità della sua salvaguardia significa vigilare su uno spazio fragile ma irriducibile, dove gli uomini e le donne possono riconoscersi.


Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

News Letters