Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.207 - 12.5.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 223 volte

  • BVN 5-11. Batteria di valutazione neuropsicologica per l’età evolutiva
  • Genitori autorevoli. Una guida per affrontare con equilibrio e competenza la crescita dei figli dalla nascita all'adolescenza
  • L'intervento clinico basato sull'attaccamento. Promuovere la relazione genitore-bambino
  • Sul finire. Il tempo dell'analisi con i bambini
  • Famiglie e psicopatologia infantile. Quando la sofferenza è così precoce
  • Dizionario di psicosociologia
  • Motivare
  • Progettare la carriera
  • Il tempo spezzato. La fine della cura nel trattamento delle psicosi
  • Chi può vivere senza affetti? La pedagogia ignaziana del "sentire" e del "gustare"
  • Ti ricordi, papà? Padri e figlie, un rapporto enigmatico
  • Il potere dell'intenzione. Imparare a forgiare il nostro mondo su misura per noi

M. Cendron, P. Emanuele Tressoldi , C. Vio , P. S. Bisiacchi , M. Gugliotta
BVN 5-11. Batteria di valutazione neuropsicologica per l’età evolutiva
2005, pagine: 324 + CD-ROM
Prezzo: € 38,00
Editore: Erickson

La BVN 5-11 è una batteria di test per la valutazione neuropsicologica delle principali funzioni cognitive (linguaggio, percezione visiva, memoria, prassie, attenzione, funzioni esecutive superiori, lettura, scrittura e calcolo) in bambini dai 5 agli 11 anni. Essa consente a psicologi clinici e neuropsicologi sia l’analisi dello sviluppo delle funzioni cognitive in condizioni normali che l’individuazione di particolari patologie evolutive e/o acquisite.
Il volume comprende un’introduzione teorica e la presentazione delle informazioni psicometriche finora raccolte, seguite da alcuni esempi di applicazioni in ambito clinico. Contiene inoltre il Manuale per l’esaminatore, che fornisce tutte le informazioni importanti per una corretta applicazione delle prove e per la registrazione dei punteggi nell’apposito Protocollo di registrazione, e il Fascicolo test, che consiste nel materiale cartaceo da sottoporre al bambino.
I dati normativi sono stati ottenuti su un ampio campione di bambini italiani dai 5 agli 11 anni.

Al volume è allegato un CD-ROM che contiene:
• Una copia stampabile del Protocollo di registrazione per l’esaminatore e del Fascicolo test per il bambino
• Il file audio per le prove di Discriminazione uditiva e di Attenzione uditiva selettiva
• Un foglio di calcolo per la trasformazione dei punteggi grezzi in punteggi standard (con media 100 e deviazione standard 15)
• Il software SINGLIMS per il calcolo della discrepanza dai dati normativi in termini statistici
• Il software RSDT per il calcolo della discrepanza tra due subtest

Patrizio Emanuele Tressoldi. Ricercatore presso il Dipartimento di Psicologia Generale dell'Università di Padova. Si occupa prevalentemente di metodologie per l'analisi e il trattamento dei disturbi di apprendimento e di ricerca sugli effetti dell'apprendimento cooperativo.
Claudio Vio. Psicologo presso il Servizio di neuropsichiatria infantile dell'ULS n. 10 - Regione Veneto e docente del corso di perfezionamento in Psicopatologia dell'apprendimento presso la Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Padova. Perfezionato in neuropsicologia e psicofisiologia clinica. Per le Edizioni Erickson ha pubblicato insieme a Patrizio Tressoldi Diagnosi dei disturbi dell'apprendimento scolastico (1996) e Il trattamento dei disturbi dell'apprendimento scolastico (1998), e insieme a Gian Marco Marzocchi e Francesca Offredi Il bambino con deficit di attenzione/iperattività (1999).


Italo Farnetani
Genitori autorevoli. Una guida per affrontare con equilibrio e competenza la crescita dei figli dalla nascita all'adolescenza
2005, Collana Salute bellezza, Pagine 216
Prezzo € 22,00
Editore: Mondadori

Il manuale indispensabile per imparare a svolgere, in modo sereno e consapevole, l'importante ruolo di genitore dalla fase dell'attesa fino all'adolescenza dei figli. Partendo dal profilo del genitore odierno - permissivo, protettivo o autoritario - viene tracciato via via l'identikit di quello "ideale", in grado di costruire con il proprio figlio, giorno dopo giorno, un rapporto fatto di dialogo e complicità senza rinunciare alla necessaria "autorevolezza".
Focalizzando l'attenzione sui passaggi fondamentali che scandiscono la crescita del bambino, l'autore delinea la condotta ottimale per farlo crescere bene e garantirgli un equilibrato sviluppo psicoaffettivo, suggerendo inoltre l'atteggiamento migliore da assumere nel caso di eventuali problemi o disagi. Box, questionari e tabelle esplicative approfondiscono temi di particolare rilievo con la competenza di un grande esperto.

Italo Farnetani è uno dei più noti pediatri italiani. Da anni consiglia milioni di genitori dalle principali testate, quali "Corriere Salute - Il Corriere della Sera", "Oggi", "Insieme". È direttore della rivista pediatrica "Grand'angolo di Edit-Symposia".
Tra i suoi manuali di successo si segnalano Il pediatra in casa (1992), In attesa del medico (1994), Genitori primi pediatri (2001), Da zero a tre anni (2003) e L'alimentazione del bambino (2004), tutti editi da Mondadori.


Rosalinda Cassibba, Marinus van Ijzendoorn
L'intervento clinico basato sull'attaccamento. Promuovere la relazione genitore-bambino
2005, Collana "Il Mulino/Ricerca", pagine: 296
Prezzo: € 22,00
Editore: Il Mulino

Negli ultimi anni sono stati avviati numerosi programmi finalizzati a promuovere lo sviluppo cognitivo e socio-emotivo del bambino, diversi per obiettivi e tecniche. In alcuni casi l'interesse del ricercatore è quello di verificare empiricamente delle ipotesi teoriche; in altri, è di natura più applicativa: offrire alle famiglie un sostegno per risolvere i problemi che il bambino o i genitori si trovano ad affrontare. A questa seconda categoria appartiene l'intervento clinico basato sull'attaccamento, qui presentato, che mira a creare le condizioni perché tra genitore e bambino si instauri una relazione armoniosa e rispondente ai bisogni di sviluppo del piccolo. L'intervento agisce sia sulle rappresentazioni mentali del genitore, che viene aiutato a organizzare in maniera coerente le proprie esperienze infantili di attaccamento, sia sulla sua capacità di leggere i segnali inviati dal bambino e di rispondervi in maniera adeguata. In appendice il volume riporta - adattandolo al contesto italiano - il Protocollo dell'intervento (sessioni, strumenti, consegne) messo a punto nel Centro di studi sulla famiglia e sul bambino di Leida.

Rosalinda Cassibba è docente di Psicologia dello sviluppo nella Facoltà di Scienze della formazione dell'Università di Bari. Tra le sue pubblicazioni: "Osservare per educare" (con L. D'Odorico, Carocci, 2001) e "Attaccamenti multipli" (Unicopli, 2003).
Marinus van Ijzendoorn è docente presso il Center for Child and Family Studies dell'Università di Leida, Olanda.


Lucarelli Daniela , Tabanelli Livia
Sul finire. Il tempo dell'analisi con i bambini
2005, Collana: Psicoanalisi contemporanea: Sviluppi e prospettive, Pagine: 256
Classificazione: Psicologia clinica e psicoterapia - Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
Prezzo: € 24,00
Editore: Franco Angeli

Il tema della conclusione dell’analisi ha da sempre rappresentato un aspetto centrale dell’elaborazione teorica e clinica della psicoanalisi ma, mentre in passato è stato studiato e approfondito prevalentemente in riferimento ai pazienti adulti, solo in anni più recenti è stato affrontato nella specificità dell’età evolutiva.
Le problematiche della conclusione dell’analisi nell’infanzia presentano aspetti peculiari che vanno dalla presenza reale dei genitori alle caratteristiche della fase evolutiva del bambino, al ruolo dell’analista dell’infanzia che si confronta con il transfert sia del piccolo paziente che dei suoi genitori. Quanto dura un trattamento nell’infanzia? Quali criteri possiamo utilizzare per decidere che il bambino è pronto per concludere e qual è il momento più appropriato?
Il volume è diviso in tre parti. La prima approfondisce le questioni teoriche specifiche relative ad un trattamento che si svolge in fase evolutiva e, per questo, non può che avere la caratteristica dell’incompiutezza. La seconda guarda alla conclusione dai vari punti di vista: quello dei bambini, quello dei genitori e quello dell’analista. La terza parte, dedicata più ampiamente alla clinica, delinea alcune problematiche specifiche che vanno dalla conclusione della psicoterapia alle soglie della latenza a quella all’inizio dell’adolescenza per occuparsi, poi, delle riprese tra infanzia e adolescenza. Il volume termina con due lavori centrati sulle difficoltà della conclusione nel caso di pazienti con esperienze di traumi precoci.

Daniela Lucarelli è psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell’International Psychoanalytical Association (IPA). È Presidente della Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Infanzia, dell’Adolescenza e della Coppia (SIPsIA). È docente del Corso di Psicoterapia Psicoanalitica del Bambino, dell’Adolescente e della Coppia (ASNE-SIPsIA)
Livia Tabanelli è psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell’International Psychoanalytical Association (IPA). È Segretario Scientifico della Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Infanzia, dell’Adolescenza e della Coppia (SIPsIA). È docente incaricato del Corso di Psicoterapia Psicoanalitica del Bambino, dell’Adolescente e della Coppia (ASNE-SIPsIA).


Bogliolo Corrado , Loriedo Camillo
Famiglie e psicopatologia infantile. Quando la sofferenza è così precoce
2005, Collana: Psicoterapia della famiglia, pagine: 144
Prezzo: € 16,00
Editore: Franco Angeli

Anche se negli ultimi decenni si è verificata una sensibile riduzione della mortalità e della morbilità infantile, si mantengono le situazioni di sofferenza che colpiscono i minori, in particolare nel settore psicopatologico. Questo dato impone un approccio articolato e complesso, sia per quanto riguarda l’iter diagnostico sia per le possibilità d’interventi terapeutici. Accanto alla pediatria, la neuropsichiatria infantile e la psicologia tradizionali, centrate sulla correttezza della diagnosi e l’adeguatezza della terapia, sta imponendosi la necessità di fare continuo riferimento ad un approccio “ecologico” che tenga conto, oltre che dell’individuo bambino, anche della sua famiglia, della comunità, dell’ambiente. Di conseguenza la tutela all’infanzia deve essere intesa come un insieme di spazi e di servizi, adeguati alle necessità psico-affettive del bimbo, messi in atto da operatori formati e predisposti a gestire un processo che comprenda soma, psiche e relazioni.
Questo libro non riapre il dibattito sulla tabula rasa o sul DNA, sulle biologie distorte o sul mondo interno, ma mette a fuoco con particolare attenzione i punti di collegamento che uniscono psicopatologia e famiglia. A partire dalle lontane ricerche dei cosiddetti pionieri della terapia familiare, si è riconosciuta la grande importanza delle alterazioni delle regole comunicative intrafamiliari nello sviluppo e nel mantenimento della patologia del singolo individuo.
In questa accezione anche la sofferenza che emerge così precocemente, quella dei bambini, può essere compresa solo se inserita nella cornice delle relazioni familiari o, per meglio dire, se si pone l’accento sulla collocazione della patogenesi e della patoplastica del sintomo nelle reciprocità genitori-bambino.

Corrado Bogliolo , psichiatra e psicoterapeuta, dirige l’Istituto di psicoterapia relazionale di Lucca e la sede distaccata a Rimini. Insegna Psicopatologia all’Università di Firenze. È autore di numerose pubblicazioni tra cui, per i nostri tipi, Psicoterapia relazionale della famiglia. Teorie, tecniche, emozioni nel modello consenziente (2001).
Camillo Loriedo , psichiatra, professore associato di Psichiatria, Università degli Studi di Roma, La Sapienza, è direttore dell’Istituto Italiano di Psicoterapia Relazionale di Roma. È autore di numerose pubblicazioni tra cui, per i nostri tipi, con W. Santilli, La relazione terapeutica (2000) e, con A. Picardi, Dalla teoria generale dei sistemi alla teoria dell’attaccamento. Percorsi e modelli della psicoterapia sistemico-relazionale.


Barus-Michel J., Enriquez E., Lévy A. (a cura di)
Dizionario di psicosociologia
2004, Collana : Individuo gruppo organizzazione, pagine: 594
Prezzo: € 48,00
Editore: Raffaello Cortina

Il “Dizionario di psicosociologia” è un contributo essenziale per la conoscenza di una disciplina che le trasformazioni sociali degli ultimi anni rendono particolarmente attuale. Propone concetti chiave, come “autonomia”, “autorità”, “cambiamento”, “organizzazione”, “potere”, “progetto”, e profili dei maggiori autori di riferimento, da Freud a Lewin, da Bion a Moreno. Offre descrizioni significative delle attività e dei metodi professionali che la disciplina ha messo a punto nei suoi campi di applicazione privilegiati, ovvero ricerche e interventi nelle organizzazioni, formazione in vari ambiti e a vari livelli, consulenze a singoli e gruppi rispetto a situazioni critiche e a problematiche di cambiamento.

Jacqueline Barus-Michel è professore emerito di Psicologia sociale all’Università Paris-VII.
Eugène Enriquez è professore emerito di Sociologia all’Università Paris-VII.
André Lévy è professore emerito di Psicologia sociale all’Università Paris-XIII.


Claudio G. Cortese
Motivare
2004, Collana : Piccola enciclopedia del comportamento organizzativo, pagine: 156
Prezzo: € 11,00
Editore: Raffaello Cortina

Dove trovare nuove energie in grado di alimentare la nostra motivazione? E come motivare le persone che lavorano con noi? A tali domande risponde qui in modo semplice e chiaro l’autore, analizzando l’influenza che sulla motivazione esercitano differenti scelte organizzative, relative all’assegnazione dei compiti, ai dispositivi di partecipazione alle decisioni, al lavoro per obiettivi, alla valutazione delle prestazioni, alle politiche di incentivazione e retribuzione, agli stili di comunicazione.

Claudio G. Cortese insegna Organizzazione e gestione delle risorse umane presso la facoltà di Psicologia dell’Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Gioco di squadra” (con G.P. Quaglino, 2003).


Franco Fraccaroli
Progettare la carriera
2004, Collana : Piccola enciclopedia del comportamento organizzativo, pagine: 160
Prezzo: € 11,00
Editore: Raffaello Cortina

Questo volume affronta il tema della carriera adottando come chiave di lettura l’interazione tra il modo in cui le persone pianificano le proprie esperienze di lavoro e il modo in cui le organizzazioni tentano di renderle compatibili con le esigenze di produttività e di sviluppo. Così il progettare la carriera è da considerare come un efficace strumento di gestione delle risorse umane attraverso il quale stimolare la motivazione, accrescere il senso di appartenenza, gratificare quella parte dei collaboratori considerata importante e strategica.

Franco Fraccaroli insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Trento. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Il cambiamento nelle organizzazioni” (1998) e “Le professioni dello psicologo” (con G. Sarchielli, 2002).


Villa Angelo
Il tempo spezzato. La fine della cura nel trattamento delle psicosi
2005, Collana: Teoria e clinica psicoanalitica del Campo freudiano, Pagine: 160
Classificazione: Psicologia generale e sperimentale - Psicologia clinica e psicoterapia
Prezzo: € 15,00
Editore: Franco Angeli

Come può il terapeuta affrontare il disagio che lo psicotico, nel modo che gli è proprio, gli porta? Si può parlare di un "trattamento"? E, se sì, come pensarlo, come ipotizzarlo anche sotto un profilo strettamente concettuale? È un'analisi, così come questa viene tradizionalmente intesa?
Muovendo dall'innovativo approccio che l'insegnamento di Lacan ha permesso di sviluppare nella cura della psicosi, il volume lavora su questi interrogativi, integrando riflessione teorica e casi clinici.
In particolare, il tema della fine della cura nella psicosi assume un valore emblematico e strutturalmente esemplificativo della logica che presiede all'intero percorso. La questione della fine, infatti, offre l'occasione per ripensare, retrospettivamente, il senso complessivo del tragitto del trattamento fin dalla formulazione della domanda di cura o anche solo d'aiuto.
Nella psicosi, per la posizione del tutto particolare del soggetto, è l'asse stesso della temporalità interna al trattamento, metro fedele dei passaggi e degli spostamenti che vi avvengono, che subisce un'alterazione radicale, tale cioè da obbligare a pensare o ripensare globalmente la specificità della cura. Ciò significa che le osservazioni teoriche che emergono si riflettono immediatamente nella pratica clinica: lo stile che il terapeuta o l'analista è sollecitato ad assumere ne è inevitabilmente segnato, pena lo scatenamento o l'aggravamento di una sintomatologia dagli esiti spesso imprevedibili.

Angelo Villa è psicoanalista membro dell'Associazione Mondiale di Psicoanalisi e della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi. Docente alla Scuola di specializzazione in psicoterapia ad orientamento lacaniano dell'Istituto Freudiano, lavora sia in contesti istituzionali sia nell'ambito della pratica privata. Tra le sue pubblicazioni: La cura della malattia mentale. Il trattamento , con L. Colombo, D. Cosenza, A. Cozzi, Bruno Mondadori, 2001 e "Diagnosi e crisi nella psicosi" in Ripensare la follia , a cura di C. Viganò, Arcipelago Edizioni, 1993.


Schiavone Pietro
Chi può vivere senza affetti? La pedagogia ignaziana del "sentire" e del "gustare"
2005, Collana: Filosofia. Psicologia. Pedagogia, pagine: 152
Prezzo: € 9,00
Editore: San Paolo

La persona umana non è soltanto intelletto e freddo raziocinio, ma anche capacità di sentire e di vibrare, di amare e di essere amata.
Su queste basi si fonda la pedagogia ignaziana presentata in modo nuovo ed attuale in questo saggio che costituisce un contributo di rilevante importanza nell’ambito della riflessione e della ricerca attuali sulla pedagogia. L’autore scandisce un vero processo pedagogico-didattico in grado di coinvolgere la persona nella sua integralità affettivo-cognitiva e ad accompagnarla verso un senso sapienziale della vita.

Pietro Schiavone, della Compagnia di Gesù, ordinario di teologia e direttore del Centro Ignaziano di Spiritualità di Napoli, è stato rettore del Collegio “S. Ignazio” di Messina. Ha pubblicato due diversi commenti agli Esercizi spirituali presso le Edizioni San Paolo (1995 e 2004), La SS. Trinità negli Esercizi spirituali presso ADP, e diversi articoli sul discernimento su Tempi dello Spirito, trimestrale della FIES.

Gianna Schelotto
Ti ricordi, papà? Padri e figlie, un rapporto enigmatico
2005, Collana Ingrandimenti, Pagine 180
Prezzo: € 16,50
Editore: Mondadori

La prima "storia d'amore" di una donna è quella con il proprio padre. Spesso è anche la più complicata. Per crescere, la bambina deve staccarsi dall'unione simbiotica con la mamma, concepire un sentimento profondo per il papà e poi accorgersi che a quel sentimento occorre porre dei limiti, altrimenti diventa proibito. La vicenda può assumere molte forme, ma nessuna che escluda una parte di struggimento e di dolore. Dal suo andamento dipenderà in larga misura quello degli amori successivi. Un padre freddo, indifferente e lontano può lasciare un vuoto che è impossibile colmare, distruggere la stima che la figlia ha di se stessa, creare rancore contro tutto l'universo maschile; un padre troppo vicino e ingombrante, soffocare ogni autonomia e alimentare l'intima convinzione che nessuno potrà mai sostituirlo.
Molto dunque dipende dal padre, e molto anche dalla madre, che inevitabilmente trasmette alla figlia le sue idee sugli uomini e decide quale spazio lasciare al marito perché eserciti l'arte di essere papà.
Una lunga esperienza di psicoterapeuta ha messo l'autrice di questo libro a contatto con decine e decine di storie che si erano sviluppate a partire dai rapporti tra un padre e una figlia, storie diverse con esiti simili o simili con esiti diversi, rievocate ora in poche righe, ora in qualche pagina.
Ma Gianna Schelotto non si limita a utilizzare i materiali resi diponibili dalla sua professione: segue anche, dall'infanzia all'età adulta, l'onda delle proprie emozioni intime, il filo commosso dei propri ricordi di figlia. Questa ispirazione personale le permette di muoversi con grande e insolita delicatezza su quel terreno minato che è il triangolo edipico.

Gianna Schelotto, psicologa specializzata in terapia della coppia e in psicosomatica, collabora a quotidiani e settimanali, tra i quali il "Corriere della Sera", "Donna Moderna" e molte altre testate. Per il teatro ha scritto, con Paola Pitagora, "La foresta d'argento", rappresentata al Piccolo Teatro di Milano con successo di critica e di pubblico. Tra i suoi libri pubblicati da Mondadori ricordiamo: Matti per sbaglio (1989), Strano, stranissimo, anzi normale (1990), Una fame da morire (1992), Caino il buono (1993), Certe piccolissime paure (1994), Il sesso, probabilmente (1995, premio Leonida Rèpaci), Perché diciamo le bugie (1996), Nostra ansia quotidiana (1998), Equivoci & sentimenti (2000), Per il tuo bene (2001), Distacchi e altri addii (2002), Uomini altrove (2004) Ti ricordi , papà? Padri e figlie, un rapporto enigmatico (2005).


Wayne W. Dyer
Il potere dell'intenzione. Imparare a forgiare il nostro mondo su misura per noi
2005, pagine: 308
Prezzo: € 14.50
Editore: Corbaccio

Solitamente l’«intenzione» viene concepita come un atteggiamento di forte determinazione volto a conseguire a tutti i costi i risultati prefissi. In quest’ottica, la garanzia di ottenere lo scopo prefissato è data dalla combinazione di un lavoro indefesso e di una costante spinta verso il successo. In questo libro Wayne Dyer propone una visione radicalmente diversa: per Dyer l’intenzione è una forza universale che permette l’atto stesso della creazione, in tutti gli ambiti. L’intenzione non è un atteggiamento individuale che muove ciascuno di noi all’azione, ma un’energia cosmica di cui tutti noi facciamo parte, e alla quale possiamo attingere per plasmare realmente la nostra vita. Dyer mostra come può avvenire la connessione fra il nostro Io e l’intenzione come energia universale - le cui caratteristiche sono l’amore, la bellezza, la creatività e la forza infinita – indicando la via concreta per rendere operante l’intenzione nella vita di tutti i giorni.
"Una persona che vive in stato di unità con la Sorgente della vita ha un aspetto in tutto e per tutto simile agli altri; non ha l’aureola né porta tuniche o altri indumenti speciali che in qualche modo annuncino le sue qualità divine. Ma se la osserviamo ci accorgiamo che vive ogni giorno come se avesse appena vinto il primo premio della lotteria e, se le parliamo, ci rendiamo conto di come sia diversa in confronto alla gente che vive a un livello ordinario di consapevolezza. Bastano pochi minuti di conversazione con qualcuno collegato al potere dell’intenzione per capire la sua straordinaria unicità.
Queste persone, che io definisco «connettivi» per esprimere la loro armoniosa connessione con il piano dell’intenzione, sono individui che si sono resi disponibili al successo. È impossibile trovarli pessimisti riguardo al conseguimento dei loro desideri in questa vita: anziché usare parole che implichino che i loro sogni potrebbero non realizzarsi, le loro frasi sembrano scaturire direttamente dalla radicata e semplice certezza che la Sorgente fornirà loro tutto ciò che di cui avranno bisogno."

Wayne W. Dyer, psicoterapeuta, è autore di libri di grande successo. Tiene affollatissime conferenze negli Stati Uniti e partecipa regolarmente alle più seguite trasmissioni radiotelevisive delle principali reti americane. Vive con la famiglia in Florida. Di Dyer Corbaccio ha pubblicato Il tuo sacro io, Come fare miracoli, Credere per vedere, Inventarsi la vita, La saggezza di ogni giorno, Che cosa volete davvero per i vostri figli?, C’è una soluzione spirituale a ogni problema, Dieci segreti per il successo e l’armonia (i primi quattro anche in edizione TEA).

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

News Letters