Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.214 - 30.6.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 298 volte

  • SOFTWARE AREA LAVORATIVA. Kit di Sopravvivenza per gli Psicologi
  • La sfida dell'irrappresentabile. La prospettiva ermeneutica nella psicoanalisi clinica
  • E se l'orco fosse lei? Strumenti per l'analisi, la valutazione e la prevenzione dell'abuso al femminile.
  • Psicologia viaria. Gli interventi dello psicologo per ottimizzare il sistema uomo-veicolo-strada
  • Fiori senza luce. Sentieri per la crescita sessuale femminile
  • Autostima, Assertività e Atteggiamento positivo. I fondamenti e la pratica della crescita personale - II edizione
  • Vincere le ossessioni. Capire e affrontare il Disturbo Ossessivo Compulsivo
  • Psicoanalisi e etica. Appunti per un saggio critico
  • Inconscio. Fra ricerca clinica e scienza cognitiva
  • Memoria di ferro
  • Regolazione affettiva, mentalizzazione e sviluppo del sé
  • Il meccanismo intimo dello spirito. La psicologia di Théodule Ribot nel suo contesto storico
  • Socchiudere il gruppo
  • Gli interventi sulla genitorialità nei nuovi centri per le famiglie. Esperienze di ricerca

Vincenzo Paolillo
SOFTWARE AREA LAVORATIVA. Kit di Sopravvivenza per gli Psicologi
Prezzo: € 180,00 (IVA compresa)
Editore: Elform E-Learning s.n.c.

Il CD contiene i seguenti 8 Software Psicologici che hanno numero di somministrazioni illimitate
Il Diogene; L’Autostima; Motivazione e Demotivazione; Qualità Totale; O.S.I. (Occupational Stress Inventory); Saper Vendere; Valutazione di un’organizzazione; Mobbing

1) DIOGENE
Tutti gli item sono stati selezionati dopo un attento studio-pilota effettuato da un gruppo di esperti psicologi e raggruppati in 12 categorie che rappresentano e descrivono le attività lavorative: Arti creative; Scienze ; Ambiente / agriturismo; Prevenzioni / tutela delle leggi; Produzione energia; Aziende private e pubbliche; Metodiche amministrative; Marketing / vendite; Turismo / accoglienza; Scienze psico-socio-pedagogiche; Leadership / mass-media; Sport / tempo libero Segue l'elaborazione delle risposte in tempo reale, l'archiviazione dei dati e la possibilità di un output a stampa che fornisce la valutazione relativa alle dodici categorie.
La validazione del software e della ricerca è stata presentata presso il C.N.R. durante il II Congresso Nazionale A.P.-S.I.M.P. tenuto nel 1994 a Roma (recentemente riprogrammato in Windows).

2) AUTOSTIMA
Bisogna essere consapevoli che nessuno al di fuori di noi può cambiare quello che prova interiormente, perché sono le proprie decisioni e non le condizioni della vita, a determinare il proprio destino. Il software consente di valutare l’autostima rapidamente ed a tre livelli.

3) MOTIVAZIONE E DEMOTIVAZIONE
Il software investiga, attraverso 32 item ed elabora secondo una scala di Likert a tre livelli su 8 scale, le motivazioni umane secondo la scala dei bisogni di A.Maslow.

4) QUALITA’ TOTALE
Abbiamo evidenziato il ruolo fondamentale della Qualità Totale, per promuovere fiducia e fedeltà nella correlazione tra impresa e consumatore, integrando questo costrutto con “brand loyalty” e “store loyalty”.
Misuriamo con questo software i livelli di qualità secondo le più attuali normative per migliorare il comportamento di acquisto e di consumo dei clienti in relazione a diversi beni.
Abbiamo misurato psicometricamente che i livelli di brand e store loyalty dipendono anche dal settore merceologico considerato ma soprattutto dalla politica della qualità (quality management) e dalle caratteristiche psicologiche attuate nei sistemi aziendali.
Il questionario presentato è rivolto a Manager e Quadri ed ha l'obiettivo di stimolare una crescente promozione della Qualità nei sistemi aziendali, con l'obiettivo di migliorarne la competitività, aumentare la soddisfazione dei clienti, il fatturato e gli utili.
Il software è composto da 34 item che rappresentano anche uno stimolo e un motivo di riflessione per TUTTI.
Il Software elabora 7 scale su 3 livelli

5) O.S.I. ( OCCUPATIONAL STRESS INVENTORY)
Il software elabora attraverso 70 domande e 14 subscale , sia il livello di stress, sia l’eventuale burnout, sia le risorse di coping individuali. Questo software è adottato alla Sapienza di Roma ed è ben illustrato nel libro: Psicodiagnosi Computerizzata (Del Miglio, 95)

6) SAPER VENDERE
Il software elabora attraverso 35 item, sette scale dell’universo Marketing.
Sono valutati i comportamenti di acquisto e di consumo dei clienti in relazione a diversi beni.
Abbiamo dimostrato è che i livelli di brand e store loyalty dipendono dal settore merceologico considerato, dalla politica della marca effettuata dall’impresa e dalle caratteristiche psicologiche dei clienti.
La verifica empirica è stata condotta attraverso una questionario presentato ad un campione totale di circa 200 elementi intervistati, randomizzati maschi e femmine di diversa estrazione socio-culturale.
Lo scopo che si è ricercato attraverso il sofware è stato quello di verificare se esiste un legame tra i comportamenti di acquisto di determinati prodotti e le variabili fondamentali per il consumatore, come il prezzo, la razionalità, la qualità e l’emozione, e se si riscontrano comportamenti d’acquisto più o meno fedeli in riferimento a diversi prodotti, caratterizzati da presidio informativo più o meno forte da parte di industria e distribuzione. Dai risultati ottenuti sono emerse diverse caratteristiche di fedeltà in rapporto alle diverse categorie merceologiche. Come unità di misura della fedeltà si è assunto il grado di mobilità del consumatore e, cioè, il numero di marche e di punti vendita confrontati nel momento dell’acquisto dei vari prodotti

7) VALUTAZIONE DI UN’ORGANIZZAZIONE
La Valutazione dell’Organizzazione consente la conoscenza di costrutti fondamentali in ogni sistema: hardware (struttura del sistema), software (regole del sistema), environment (ambiente fisico e sociale), liveware (risorse Umane) determinati attraverso la ricerca di strumenti psicometrici che possano “misurare” il desiderio di permanenza all’interno dell’organizzazione, di partecipazione attiva, di impegno, una sorta di attaccamento affettivo verso l’organizzazione, il senso di responsabilità morale nei confronti di essa. Sono questi i parametri da fornire alle varie forme di organizzazione.
Questo software rappresenta una via necessaria per conoscere le modalita’ di impegno organizzativo in ogni azienda.

8) MOBBING
I rapporti sono riferiti al test Psicometrico Mobbing formato da sei sottoscale (42 item) Per ognuna delle sottoscale sono elaborati dei punteggi ed una prima valutazione di significatività statistica. Le numerose ricerche che abbiamo effettuato sul Mobbing hanno posto in evidenza alcuni aspetti interessanti e degni di ulteriore approfondimento: sono state individuate aree differenti da quella del lavoro, dallo sport all’arte, dalle carceri alla polizia, dalla scuola alla famiglia, in cui il Mobbing viene messo in atto: probabilmente siamo di fronte ad una endemia sociale, lo stesso Leyman, lo ipotizza nella Sua Enciclopedia virtuale. Abbiamo presentato questo software, il primo in Italia e forse al mondo che misura il Mobbing con metodica sistemica, consentendone una conoscenza globale, non limitata al lavoro, e delineando congiuntamente alcune metodiche per arginarlo.


Martini Giuseppe
La sfida dell'irrappresentabile. La prospettiva ermeneutica nella psicoanalisi clinica
2005, Collana: Psicoanalisi psicoterapia analitica, Pagine: 288
Prezzo: € 22,50
Editore: Franco Angeli

L'ermeneutica non è solo l'arte e la tecnica dell'interpretazione, ma anche quel pensiero filosofico che ci ricorda come interpretare sia la naturale attitudine dell'essere umano dinanzi alle cose, al mondo ed agli altri. Ovvio allora il suo rapporto con la narrazione, ma anche con quanto è (ancora) al di fuori della sfera del linguaggio e dell'immagine: l'irrappresentabile.
Correlato in ambito filosofico e psicopatologico con l'idea di incomprensibile (Jaspers) e, più recentemente, in ambito ermeneutico con quella di intraducibile (Ricoeur), l'irrappresentabile sta attraversando e modificando profondamente anche la psicoanalisi contemporanea. Essa infatti, attualmente, intende l'inconscio non solo come la sede di rappresentazioni rimosse dalla coscienza, ma anche come un luogo magmatico occupato da sensazioni che non sono ancora pensiero, vissuti inesprimibili, processi mentali subsimbolici. Numerosi sono gli autori che hanno fornito contributi in tal senso: da Bion a Matte Blanco, da Aulagnier a Resnik, sino a giungere, attraverso le neuroscienze ed il cognitivismo, a Wilma Bucci.
In questo volume l'ermeneutica e la psicoanalisi vengono collocate nel punto di giunzione tra il rappresentabile e l'irrappresentabile: questa è la radice della loro affinità e, soprattutto, la ragione principale della loro possibile e reciproca fecondazione. L'irrappresentabile non è infatti solo il luogo del trauma o la marca dell'angoscia psicotica, ma anche la matrice del pensiero simbolico e creativo.
Riflessione sul metodo della psicoanalisi (e di una psichiatria "ermeneutica"), il volume si pone in stretto rapporto con la pratica clinica, cui rinviano le numerose esemplificazioni tratte dalla stanza d'analisi e dal lavoro istituzionale.

Giuseppe Martini , psicoanalista SPI, è primario psichiatra a Roma e docente presso la Scuola di specializzazione in Psichiatria dell'Università Cattolica di Roma. Redattore della rivista Interazioni e presidente dell'associazione Methodus, ha pubblicato numerosi articoli su riviste specialistiche; è coautore di diversi volumi, tra cui: Morpurgo E., Egidi V. (a cura di), La forma segreta , FrancoAngeli, 1998; V. Volterra (a cura di), Melancolia e musica , FrancoAngeli, 2002. Negli ultimi anni la sua ricerca si è indirizzata allo studio delle possibilità applicative dell'ermeneutica in ambito psicoanalitico, soprattutto sulla scorta del pensiero di Paul Ricoeur. Tra i suoi lavori al proposito si rammenta, oltre al presente volume, il precedente Ermeneutica e narrazione. Un percorso tra psicoanalisi e psichiatria (Bollati Boringhieri, Torino, 1998).


Petrone Loredana B. , Troiano Mario
E se l'orco fosse lei? Strumenti per l'analisi, la valutazione e la prevenzione dell'abuso al femminile.
Con un nuovo Test per la diagnosi
2005, Collana: Strumenti per il lavoro psico-sociale ed educativo, pagine: 176
Prezzo: € 18,00
Editore: Franco Angeli

Questo libro mette in luce un nuovo fenomeno di pedofilia: la pedofilia femminile.
Parlare di donne pedofile non è né comune né semplice, anche perché da sempre alla donna viene associato l'istinto di maternità che esclude, a priori, l'idea dell'abuso sui bambini. Pertanto, quando si parla di pedofilia, nell'immaginario collettivo scatta automaticamente la figura dell'uomo: giovane, di mezza età o anziano, ma pur sempre di sesso maschile. In realtà, la pedofilia colpisce sia uomini che donne.
Vi sono diverse tipologie di donne pedofile: la pedofila latente, occasionale, dalla personalità immatura, regressiva, la pedofila aggressiva, la pedofila omosex, ecc. È tuttavia, difficile tracciare un quadro completo e ben delineato di questo fenomeno. La pedofilia femminile, come quella maschile, si cela all'interno delle mura domestiche, tra segreti, sentimenti di amore-odio e rapporti pericolosi.
Questo libro vuole essere un valido strumento per la conoscenza del fenomeno in ogni suo aspetto approfondendo il tema dell'abuso al femminile ed essere così un punto di riferimento sia nel campo dell'informazione che della prevenzione, sia per il contesto familiare che scolastico.

Loredana Petrone , psicoterapeuta e sessuologa, esperta in prevenzione delle moderne forme di violenza, lavora presso la Cattedra di Medicina Sociale dell'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma. È autrice di numerosi articoli sul tema e libri, tra cui Chi ha paura del lupo cattivo? (FrancoAngeli, 2000)
Mario Troiano , psicologo-psicoterapeuta, esperto in psicologia delle emergenze, direttore dell'Istituto Internazionale Europeo Psicologia delle Emergenze. È autore di numerosi articoli e libri, tra cui Guarire dagli attacchi di panico (Editori Riuniti, 2001), e con Loredana Petrone Adolescenza e disagio. Come superare il problema (Editori Riuniti, 2001).


Ordine degli psicologi del Lazio , Benincasa Valerio (a cura di)
Psicologia viaria. Gli interventi dello psicologo per ottimizzare il sistema uomo-veicolo-strada
2005, Collana: Varie, Pagine: 256
Prezzo: € 15,00
Editore: Franco Angeli

È noto che la grande maggioranza degli incidenti stradali è da riferire ad errori umani, più o meno consapevoli. Tuttavia i dati in merito a numero e cause dei sinistri sono piuttosto inattendibili nell'individuare i conducenti a rischio e le cause comportamentali degli stessi. Mancano quindi le basi per impostare correttamente le azioni di contrasto.
L'Italia, rispetto al resto dell'Europa, sconta un ritardo nell'applicazione delle scienze psicologiche al contesto viario anche per la migrazione degli psicologi nel 1978 dall'ENPI, Ente Nazionale Prevenzione Infortuni, al Servizio Sanitario Nazionale proprio nel periodo in cui i colleghi di analoghi istituti esteri si concentravano dagli incidenti sul lavoro a quelli stradali.
Oggi i "traffic psychologists" operano, sia nella prevenzione - primaria, secondaria e terziaria - dei sinistri, sia nella formazione dei formatori che si occupano di educazione stradale, nella valutazione psicoattitudinale del personale di guida, negli interventi ergonomici volti a migliorare il rapporto uomo-veicolo, negli studi sulla percezione e comprensione della segnaletica stradale, nel supporto psicologico al personale di soccorso che interviene in eventi critici, nella modifica dei costumi sociali in quanto a utilizzo di mezzi e spazi pubblici, nelle campagne di pubblicità sociale, etc. Vari dunque sono gli utenti (bambini, adolescenti, conducenti professionisti, insegnanti di scuole ed autoscuole, forze dell'ordine, cittadinanze, etc.) e diversi i committenti: concessionarie autostradali, ministeri, enti locali, ASL, ospedali, scuole ed autoscuole, assicurazioni, case automobilistiche, aziende costruttrici di segnaletica, centri studi e di ricerca, etc.
Il volume è indirizzato a psicologi, ma anche a coloro che operano in aziende, enti e istituzioni privati e pubblici perché possano avvalersi della risorsa psicologica per migliorare il "prodotto-sicurezza" sulle nostre strade.

Valerio Benincasa , psicologo con una formazione psicoterapeutica ad indirizzo analitico, è Segretario dell'Ordine degli Psicologi del Lazio. Membro dell'assemblea della Consulta per la Sicurezza della Provincia di Roma, è dipendente di Autostrade per l'Italia S.p.A.
L'Ordine degli Psicologi è stato istituito con la Legge 56 del 1989. Cura la tenuta dell'Albo, svolge azione di tutela del professionista e del cittadino dall'esercizio abusivo della professione e dall'inosservanza del codice deontologico, promuove la psicologia e la qualità delle sue prestazioni nei diversi ambiti della vita sociale. L'Ordine degli Psicologi del Lazio (www.ordinepsicologilazio.it) conta 11.000 iscritti e ha sede a Roma, in Via Flaminia 79, tel 06.36.00.27.58.


Michele Giannantonio
Fiori senza luce. Sentieri per la crescita sessuale femminile
2005, Pagine: 303
Prezzo: 18,00
Editore: Ecomind

Per conoscere la sessualità femminile, per capire e superare difficoltà e problemi, un bellissimo libro destinato a durare nel tempo.
Le informazioni, le strategie e gli esercizi pratici qui contenuti fanno di questo libro un riferimento pratico insostituibile per le donne che, per diversi motivi, ritengono che la propria vita sessuale non vada come dovrebbe, per i loro partner, e per i professionisti (psicoterapeuti, sessuologi, counselor e ginecologi) che siano alla ricerca di una guida da “prescrivere” ai loro clienti e da utilizzare nel corso di un piano di lavoro.
Argomenti del libro:
a) Capire la natura delle proprie difficoltà.
b) Pretendere di avere una vita sessuale soddisfacente.
c) Imparare a rilassare il corpo e la mente.
d) Usare l’immaginazione per affrontare le difficoltà sessuali.
e) Scovare e modificare i pensieri negativi sulla sessualità.
f) Modificare le reazioni emotive inadatte per una vita sessuale gratificante.
g) Le difficoltà sessuali della coppia e del partner

Michele Giannantonio, Psicologo, psicoterapeuta, formatore, libero professionista in Milano. Si occupa soprattutto di disturbi post-traumatici, disturbi d’ansia e sessuali. Ha pubblicato, con G. Zanusso, Tossicodipendenza e comunità terapeutica. Milano: Franco Angeli, 1996. Per Ecomind ha pubblicato con Anna Laura Boldorini, due edizioni di Autostima, assertività e atteggiamento positivo. I fondamenti e la pratica della crescita personale, 2002-2005. Ha curato due edizioni dell'opera Psicotraumatologia e Psicologia dell'Emergenza, 2003-2005.


Michele Giannantonio Anna Laura Boldorini
Autostima, Assertività e Atteggiamento positivo. I fondamenti e la pratica della crescita personale - II edizione
2002, Pagine: 192
Prezzo: 18,00
Editore: Ecomind

Ormai un classico della crescita personale, è la seconda edizione, arricchita ed aggiornata, di un'avvincente sequenza di spiegazioni scientifiche, suggerimenti pratici, tecniche, test ed esercizi, esposti con semplicità e coerenza per:
accrescere l'autostima;
essere più assertivi e chiari nei rapporti interpersonali;
bilanciare al meglio "disponibilità" e "determinazione";
affrontare con successo le manipolazioni, gli attacchi e le critiche non costruttive;
affrontare realisticamente ed in modo efficace i problemi,
imparare a rilassarsi,;
capire e utilizzare le emozioni e le reazioni del corpo.
Uno strumento veramente utile e gradevole per migliorare l'atteggiamento verso la vita, scritto dagli autori di uno dei corsi più seguiti in Italia, da dieci anni, sull'autostima, l'assertività ed il pensiero positivo.
L'autostima, l'assertività e la capacità di utilizzare le nostre emozioni costituiscono il cuore dello sviluppo personale.

Michele Giannantonio e Anna Laura Boldorini sono psicologi, psicoterapeuti, formatori e autori di numerose opere scientifiche nel campo della psicoterapia e dell'ipnosi. Da dieci anni tengono a Milano e in altre città italiane uno dei corsi più seguiti in Italia sull'autostima e sull'assertività.
Michele Giannantonio è membro della Società Italiana di Ipnosi, coordinatore della ricerca scientifica per l'associazione per l'EMDR in Italia, direttore editoriale e responsabile della formazione per i siti.


Gabriele Melli
Vincere le ossessioni. Capire e affrontare il Disturbo Ossessivo Compulsivo
2003, Pagine: 192
Prezzo: 16,00
Editore: Ecomind

La terapia Cognitivo - comportamentale è oggi considerata il trattamento più indicato e di maggiore efficacia per il Disturbo Ossessivo Compulsivo. Il trattamento prevede una importante componente psicoeducativa e informativa che può essere svolta dal terapeuta o da un buon testo di riferimento.Questo libro, unico nel suo genere, nasce con lo specifico scopo di fornire un valido strumento psicoeducativo e di autoaiuto basato sui risultati della ricerca più avanzata.
Il libro è rivolto: a chi soffre del disturbo, ai suoi familiari, ed ai professionisti della salute(medici, psicologi, infermieri, assistenti sociali) che vogliano consultare un testo in cui siano descritte le strategie di trattamento in modo dettagliato e pratico.
Diviso i tre parti: conoscere il DOC,affrontare il DOC, ulteriori risorse; affronta, tra gli altri i seguenti punti:
- Cos'è il DOC e cosa lo causa
- Autovalutazione
- Le strategie vincenti
- I vari tipi di DOC
- Prevenzione della ricaduta
- Suggerimenti per i familiari
Contiene inoltre una guida dettagliata bibliografica, su internet e sui centri clinici e associativi in Italia.

Gabriele Melli esercita la libera professione di psicologo clinico presso l’Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva di Firenze (IPSICO), di cui è membro del Consiglio Direttivo.
Psicologo consulente presso la Casa di Cura “Poggio Sereno” di Fiesole (FI), dove si occupa principalmente del programma di sperimentazione clinica nella terapia dei casi di disturbo ossessivo - compulsivo resistenti al trattamento, coordinato dal prof. Davide Dottore.
Membro straordinario dell’Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento e Terapia Comportamentale e Cognitiva (AIAMC) e di altre associazioni scientifiche nazionali ed internazionali. Segretario nazionale dell’Associazione Italiana Disturbo Ossessivo-Compulsivo (AIDOC).


Giorgio Meneguz
Psicoanalisi e etica. Appunti per un saggio critico
2005, Collana «Saggi. Psicologia»
Prezzo: € 23,00
Editore: Bollati Boringhieri

Nel prendere per le corna il tema – fondamentale nell’esperienza psicoanalitica – delle relazioni tra psicoanalisi ed etica, l’autore si tiene alla larga dalla consueta, e sterile, contrapposizione delle idee e delle scuole, collocando idee e scuole all’interno delle vicissitudini storiche viste per quello che sono, cioè storia di affetti, di travagli, di tribù, di istituzioni, di utopie, di potere, di conflitti e di adeguamento ai fattori socioculturali. Il mestiere dell’analista e la funzione sociale della psicoanalisi, che alcuni vorrebbero in posizione di neutralità e altri di critica, una volta inseriti nel contesto storico-sociale appaiono in tutta la loro ambiguità politica e sociale. Pur aspirando a essere una disciplina scientifica e dunque extramorale, la psicoanalisi non solo non è estranea alle problematiche legate ai valori, ma ha anche espresso in certi periodi storici un nucleo, più o meno implicito, di fede quasi religiosa nelle proprie specifiche capacità di trasformare il mondo, regolamentando secondo i principi psicoanalitici le relazioni umane e cercando di «educare» sempre più persone alla padronanza degli istinti attraverso il potere della ragione. D’altra parte, i cambiamenti intervenuti nella società in questo momento storico determinano la psicoanalisi a modificarsi, chiedendole di conformarsi alla domanda di efficienza e produttività. È ancora possibile e auspicabile pensare ed esercitare una psicoanalisi intesa come tecnica illuministica di liberazione tramite la conoscenza di sé, in un’etica di onestà e rispettando il diritto del paziente alla resistenza?

Giorgio Meneguz, psicoterapeuta psicoanalista e formatore clinico‚ è membro aggregato dell’Associazione di Studi Psicoanalitici (ASP). Ha pubblicato decine di saggi per varie riviste specialistiche.


F. Dentale, A. Gennaro
Inconscio. Fra ricerca clinica e scienza cognitiva
2005, Collana "Il Mulino/Ricerca", pagine: 352
Prezzo: € 24,00
Editore: Il Mulino

Quella dell'inconscio rappresenta una delle scoperte più straordinarie avvenute nell'epoca moderna: la nascita della prospettiva psicodinamica della mente ha rivoluzionato la concezione tradizionale dell'uomo, inteso come essere pensante, presente a se stesso e dotato di libero arbitrio. Oggi l'inconscio viene studiato con metodologie e tecniche scientifiche sempre più sofisticate, inserite in quadri teorici sempre più distanti dalle originarie suggestioni di matrice psicodinamica, in relazione ad ambiti disciplinari differenti (dalla filosofia della mente alla psicologia cognitiva, dalla psicologia clinica alla psicologia sociale e alla neurobiologia). Questo volume, partendo dalle diverse tradizioni di ricerca e dai loro riflessi applicativi, fornisce una approfondita analisi del concetto di inconscio: le definizioni di coscienza e inconscio; gli studi sperimentali; le concezioni cliniche dell'inconscio; la classificazione dei processi mentali impliciti; il ruolo delle interazioni fra coscienza e inconscio, e fra emozione e cognizione, nella determinazione del comportamento normale e patologico.

Francesco Dentale svolge attività di ricerca nel Dipartimento di Psicologia dinamica e clinica della Facoltà di Psicologia 1 dell'Università "La Sapienza" di Roma. Tra le sue pubblicazioni: "Processi mentali impliciti. Teorie, metodi ed orientamenti di ricerca" (con A. Gennaro, Angeli, 2003).
Accursio Gennaro insegna Psicologia della personalità nella Facoltà di Psicologia 1 dell'Università "La Sapienza" di Roma. E' inoltre docente presso la II Scuola di specializzazione in Psicologia clinica della stessa Università. Con il Mulino ha fra l'altro pubblicato "Introduzione alla psicologia della personalità" (2004).


Harry Lorayne
Memoria di ferro
2005, pagine: 170
Prezzo: € 12.50
Editore: Pan

L'autore ci rivela i suoi segreti che garantiscono a chiunque legga il suo libro con attenzione un miglioramento tangibile delle capacità mnemoniche.
Sviluppare tali facoltà è possibile e con questo testo - a suo tempo pubblicato con il titolo Come potenziare la memoria - l'autore lo dimostra a giovani e adulti che lamentano di dimenticare tutto, anche gli impegni importanti, come fossero degli eterni smemorati. Esistono veri e propri trucchi, piccole strategie ed esercizi per tenere a mente anche i piccoli, ma utili dettagli, così come si può imparare la tecnica efficace per studiare con profitto ricordando con precisione i punti salienti della lezione.

Harry Lorayne che ha riscosso negli Stati Uniti un notevole successo con i suoi libri su come sviluppare la memoria. È stato anche ospite di alcune trasmissioni televisive in Italia, nel corso della quali ha dimostrato l'efficacia dei suoi metodi per imparare a memoria in un attimo nomi, date, numeri di telefono e tutto ciò che ci è utile tenere a mente.


Fonagy P., Gergely G., Jurist E.L., Target M.
Regolazione affettiva, mentalizzazione e sviluppo del sé
2005, Collana : Psicoanalisi e ricerca, Pagine: 462
Prezzo: € 37,50
Editore: Raffaello Cortina

Gli autori sostengono l’importanza dell’attaccamento e dell’affettività nello sviluppo della coscienza, proponendo modelli di intervento psicoanalitico che consentono la graduale acquisizione dell’abilità di mentalizzazione anche in pazienti con una storia di abusi e trascuratezze ambientali. Il primo tentativo davvero convincente di mostrare come le ricerche sull’attaccamento possono effettivamente influenzare il modo in cui vengono trattati i pazienti.

Peter Fonagy, psicologo e psicoanalista, è Freud Memorial Professor of Psychoanalysis allo University College di Londra. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Psicoanalisi e teoria dell’attaccamento” (2002) e, con M. Target, “Attaccamento e funzione riflessiva” (2001) e “Psicopatologia evolutiva” (2005).
György Gergely dirige il dipartimento di Psicologia dello sviluppo all’Institute for Psychological Research dell’Hungarian Academy of Sciences.
Elliot L. Jurist insegna Psichiatria alla Columbia University.
Mary Target è Senior Lecturer in psicoanalisi presso l’University College di Londra.


Innamorati Marco
Il meccanismo intimo dello spirito. La psicologia di Théodule Ribot nel suo contesto storico
2005, Collana: Storia della psicologia, pagine: 224
Prezzo: € 24,00
Editore: Franco Angeli

La figura di Théodule Ribot (1839-1916) è rimasta a lungo condannata a un singolare destino: riconosciuto universalmente dagli storici come personaggio importante ed anzi decisivo nello sviluppo della psicologia scientifica, come un pioniere della psicologia dinamica, Ribot risulta oggetto di una quantità di studi monografici proporzionalmente assai limitata. Eppure Ribot non fu solo uno psicologo di grande rilievo ma anche uno dei più importanti attori del dialogo culturale europeo della sua epoca. Amico e corrispondente di Herbert Spencer, William James, Wilhelm Wundt, Ernest Renan, Hyppolite Taine, Jean-Martin Charcot, Ribot fu tra l'altro uno dei principali artefici della ripresa del riavvicinamento tra intellettuali francesi e tedeschi dopo la battaglia di Sedan. La sua psicologia esercitò una profonda influenza su alcune delle figure più importanti nella storia della psicologia (come Janet, Binet, Freud e Piaget), della filosofia (Nietzsche e Bergson), della sociologia (Durkheim e Mauss) e persino della letteratura (Proust, i Decadenti e i Simbolisti) tra Ottocento e Novecento.
Questo studio ricostruisce il contributo teorico di Ribot, evidenziandone le proposte metodologiche, le idee guida e la loro applicazione pratica, ricercandone le molteplici fonti di ispirazione nella psicologia, nella medicina e nella filosofia a lui contemporanee. Ne risulta un quadro che contribuisce anche a lumeggiare indirettamente un momento storico decisivo nello sviluppo della psicologia come disciplina scientifica.

Marco Innamorati è laureato in Filosofia e Psicologia e dottore di ricerca in Storia della scienza. Psicologo e psicoterapeuta, è attualmente ricercatore nell'Università di Bari, dove attualmente insegna Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari e Psicopatologia, dirigendo inoltre un Laboratorio di dinamica di gruppo. Tra le sue pubblicazioni: Il concetto di io in Kierkegaard (Edizioni Ateneo 1991), Psicoanalisi e filosofia della scienza (FrancoAngeli, Milano 2000), Riprendere Jung (con Mario Trevi: Bollati Boringhieri, Torino 2000), La rete dell'odio. Analisi strategica, semiotica e psicologica dell'integralismo, antisemitismo e razzismo su Internet (con Alessandro Rossi: Valter Casini, Roma 2004).


Vezzani Bruno
Socchiudere il gruppo
2005, Collana: Psicoterapie, Pagine: 192
Prezzo: € 22,00
Editore:Franco Angeli

«Come fai a sapere che la luce del frigo è spenta quando il frigo è chiuso?». Il giovane Jack Sichel non si perse d’animo di fronte a questo profondo enigma filosofico e a Farhad Dalal rispose di sapere che, a frigo chiuso, la luce è spenta. Ne era sicuro perché aveva recentemente aperto la porta del frigo «appena, appena» per guardarvi dentro.
Dalal, commentando il simpatico episodio, segnala la valenza decostruttiva del gesto di socchiudere che annulla l’assolutezza delle partizioni dicotomiche. Socchiudere equivale a dimorare sul bordo, oscillare fra le regioni che il margine stesso divide, scoprire che il confine è anche soglia, passaggio attraverso il quale si transita tra dentro e fuori.
La pratica dell’andar per gruppi si nutre dell’arte di socchiudere, di condursi sui bordi: il gruppo è tessitura, incrocio e attraversamento incessante di margini dalla ambiguità insopprimibile che, separando, rimandano a nuove prospettive di legami, a nuovi giochi di esposizione all’altro e di trasformazioni identitarie.
Gli scritti raccolti nel presente volume propongono discorsi di diversa gruppalità: dal gruppo monosintomatico per il trattamento dei disturbi alimentari (Moreno Blascovich), al combattuto percorso dei senza-fissa-dimora ad apprendere sempre nuove forme dell’essere e dell’abitare (Stefania Carpenzano); dalla vicenda di Henry Collomb per la elaborazione di nuovi modelli di organizzazione del servizio psichiatrico in Senegal (Silvia Failli) e dal contrappunto ironico a questa esperienza costruito con le considerazioni sul processo di cambiamento nei servizi psichiatrici in Italia (Franco Fasolo), alla divertita e caustica trattazione della terapia del delirio con il gruppo nell’istituzione psichiatrica italiana (Franco Fasolo), al levantarse del movimento campesino dell’Hounduras (Chiara Girola).
Sottesa alla varietà dei singoli discorsi si ritrova comune l’inclinazione degli Autori a non ritenere inagibile il percorso quando si imbatta nelle polarizzazioni ideologiche (salute/malattia, civile/selvaggio, padrone/servo, noi/loro - tanto per citare le più usurate) dietro le quali, a detta di Dalal, si nasconde il potere. Medesima, quindi, la vocazione a socchiudere il gruppo per fare accadere gli eventi conferendo risalto alla loro valenza politica.

Bruno Vezzani, docente a contratto di Teoria e tecniche della dinamica di gruppo presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova, dal 1970 si occupa di gruppi. Ha realizzato interventi di formazione e di sensibilizzazione al rapporto interpersonale e di gruppo in organizzazioni di lavoro e in istituzioni educative e sanitarie. Ha pubblicato Benessere/malessere nella scuola (in collaborazione con L. Tartarotti), Diversità e adolescenza femminile, I sentieri della qualità (in collaborazione con L. Bianchera), Orlando il gruppo. Attualmente è direttore scientifico della rivista Narrare il gruppo.


Malagoli Togliatti Marisa , Tafà Mimma
Gli interventi sulla genitorialità nei nuovi centri per le famiglie. Esperienze di ricerca
2005, Collana: Serie di psicologia, Pagine: 160
Prezzo: € 17,00
Editore: Franco Angeli

Quali sono le caratteristiche dell'esperienza genitoriale? A chi i genitori possono chiedere aiuto quando sperimentano l'inevitabile fragilità rispetto al proprio ruolo? Quale percorso intraprendere per tutelare i figli durante la separazione dei genitori? A questi interrogativi si tenta di rispondere in questo libro attraverso contributi di ricerca che vogliono fornire un supporto di esperienza alle teorizzazioni presenti in letteratura.
Come? Il libro mette a fuoco due nodi sostanziali della vicenda familiare: la genitorialità e le sue possibilità di sostegno.
La complessità dell'essere genitore, la consapevolezza di questo ruolo significativo a cavallo tra le generazioni passate e future, la responsabilità riconosciuta rispetto alle nuove generazioni, non può sottrarsi a momenti di difficoltà che implicano talvolta la possibilità di avere bisogno di un supporto.
Una particolare attenzione alla valorizzazione delle risorse e delle competenze genitoriali proviene da alcuni provvedimenti legislativi in materia di politiche sociali, che hanno stimolato la diffusione di una serie di interventi nelle diverse realtà territoriali a livello dei servizi pubblici e del privato sociale, in particolare la legge 285/97 e la 328/2000. È questo il contesto che nascono i Centri per le Famiglie e le autrici ritengono che in questi luoghi è possibile fornire un contributo significativo nella direzione del sostegno alla genitorialità e quindi della tutela della crescita adeguata del minore.
Il libro si rivolge quindi agli operatori psicosociali e clinici che sono impegnati nel lavoro con le famiglie e che si trovano alle prese con un oggetto di intervento che propone delle specificità anche di tipo metodologico: in questo senso il libro offre un supporto attraverso le esperienze di ricerca relativamente alla descrizione degli interventi e degli strumenti utilizzati.

Marisa Malagoli Togliatti è ordinario di Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari nella Facoltà di Psicologia dell'Università di Roma "La Sapienza". Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari (con A. Cotugno, il Mulino, 1996), Famiglie divise (con G. Monticati, Angeli, 1995), Affido congiunto e condivisione della genitorialità (Angeli, 2002) e C.M. Bianca eA.L. Micci, Interventi di sostegno alla genitorialità nelle famiglie ricomposte (Angeli, 2005).
Mimma Tafà , psicologa, dottore di ricerca in Psicologia Giuridica, mediatore familiare, è professore a contratto presso il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche della Valutazione e della Consulenza Clinica della Facoltà di Psicologia 1 dell'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento...

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

News Letters