Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.223 - 15.9.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 250 volte

  • L'adolescenza. Conoscere e capire i giovani di oggi
  • Ho perso il filo del discorso. La comprensione e l'uso delle metafore per lo sviluppo linguistico-cognitivo dei bambini
  • Luoghi che cambiano. L'esperienza di una cooperativa sociale nell'assistenza psichiatrica
  • La formazione relazionale. Ambiti, interpretazioni, proposte
  • La relazione terapeutica
  • Psicologia dell'emergenza. L'intervento con i bambini e gli adolescenti
  • Ubi Maior. Il tempo e la cura delle lacerazioni del Sé
  • Guarire dal trauma. Affrontare le conseguenze della violenza, dall'abuso domestico al terrorismo
  • Separati ma genitori: La Mediazione Familiare e la cura dei legàmi con i figli
  • Conflitti interpersonali nel lavoro. Analizzarli e risolverli senza aggressività né passività
  • Leadership e apprendimento cooperativo. Condividere le idee, ridurre le tensioni, dare energia al gruppo: esercizi e attività

Luigi Di Giuseppe (a cura di)
L'adolescenza. Conoscere e capire i giovani di oggi
Scritti di P. Boccia, A. Costantini, L. Di Giuseppe, M. Dittrich, A. Vita. Introduzione di Loredana Petrone
Collana: La Biblioteca di Psiconline
2005, pagine: 80
Prezzo: € 3.50
Editore: Psiconline

L'adolescenza è una delle stagioni più complesse e difficili da gestire nella vita dell'individuo.
E' questo il periodo dei grandi cambiamenti, deli grandi problemi e della difficoltà reale di impatto con il mondo degli adulti e con l'ambiente circostante.
Sull'adolescenza sono stati scritti centinaia di volumi e di trattati che consentono, al lettore attento, una panoramica completa di un fenomeno che, da un punto di vista psicologico, è centrale nella vita ed è in grado di indirizzare e cambiare tutto il corso degli avvenimenti successivi.
Aggiungiamo questo breve volume a tutto quello che è già stato pubblicato sul tema, non perchè crediamo di poter dire qualcosa di nuovo o di rivoluzionario sull'argomento ma anzi per cercare di operare una estrema sintesi delle conoscenze disponibili attualmente e per consentire al lettore, con una forma piana e discorsiva, di saperne di più ed essere pienamente informato sull'argomento.
I capitoli del libro sono articoli pubblicati sul sito Psiconline.it (www.psiconline.it) che dal 1999 si occupa di diffondere on& off line una corretta cultura psicologica e che ha come suo obiettivo principale la necessità di essere massimamente divulgativo e comprensibile pur nell'assoluto rigore metodologico e scientifico delle tematiche.
Sono quindi articoli che hanno come base l'idea guida di consentire una immediata e chiara comprensione dell'argomento trattato e, di conseguenza, la possibilità di "utilizzare" nel proprio vivere quotidiano le informazioni appena acquisite.

La Biblioteca di Psiconline si pone come un momento di diffusione della cultura psicologica di base che possa, in una ottica rivolta essenzialmente all'utente finale, consentire una maggiore e migliore comprensione delle tematiche e degli argomenti che la psicologia affronta.
I volumi pubblicati nella collana sono tratti da Psiconline.it - la psicologia e gli psicologi in rete, e contengono gli articoli pubblicati on line che hanno avuto la capacità ed il privilegio di stimolare il maggior interesse nei visitatori del sito. La divisione per macro argomenti aiuta ulteriormente il lettore consentendogli di avere immediatamente a disposizione un quadro complessivo e poliedrico dell'argomento trattato, assemblando insieme più voci e modi di lettura.
L'obiettivo fondamentale della collana, mutuando la mission del sito Psiconline.it, è quello di favorire la crescita e lo sviluppo di una corretta cultura psicologica on & off line.

Luigi Di Giuseppe è psicologo, psicoterapeuta, sessuologo. E’ Professore a Contratto di Psicologia presso l'Università di Chieti e svolge attività libero professionale (occupandosi di adulti e coppie). Nel 1999 ha ideato e realizzato, insieme ad altri colleghi, Psiconline.it che in breve è diventato il sito di riferimento della psicologia on line in Italia. Da sempre impegnato nella promozione della psicologia e della professione psicologica, ha collaborato con Riviste specializzate e realizzato numerose pubblicazioni.


B. Cerri
Ho perso il filo del discorso. La comprensione e l'uso delle metafore per lo sviluppo linguistico-cognitivo dei bambini
Pagine: 88
Prezzo: € 14.46
Editore: Del Cerro

Che cosa significa "avere il bernoccolo per la matematica"? Chi va a letto con le galline dorme forse in un pollaio? L'esperienza quotidiana ci mostra come la metafora pervada ogni forma di comunicazione. Cio' nonostante, essa viene per lo piu' considerata come una figura retorica "colta", lontana dalla lingua di tutti i giorni. Il presente volume, indirizzato ad insegnanti, educatori e logopedisti che operano con bambini fra i 4 e i 7 anni di eta', si propone proprio lo scopo di verificare la conoscenza e di stimolare l'uso e il consolidamento di alcune tra le espressioni metaforiche più comunemente usate nella lingua italiana. Attraverso l'uso delle metafore, la mente del bambino si sviluppa come un sistema "aperto": la capacità di trovare uguaglianze in ambiti differenti gli consente di acquisire una maggiore flessibilità mentale e una sempre migliore abilità nel compiere previsioni e anticipazioni nei diversi contesti esperenziali e didattici, evitando così il rischio di instaurare funzionamenti cognitivi rigidi che gli impedirebbero l'accesso alla costruzione e alla concettualizzazione di nuove esperienze. Il volume e' suddiviso in due sezioni. Ad una prima parte dedicata all'inquadramento teorico del problema segue una seconda parte costituita da 60 tavole, ciascuna delle quali e' dedicata ad una metafora di uso corrente della lingua italiana (ad es. "avere un diavolo per capello", "guardare il pelo nell'uovo", "non avere peli sulla lingua"): un gioco linguistico che si e' dimostrato appassionante per tutti i bambini a cui e' stato sottoposto. Ogni tavola si articola in un breve racconto, entro il quale l'espressione metaforica in oggetto appare inserita in un contesto familiare, in modo tale da consentire al bambino di risolvere l'ambiguità di significato della frase figurata, facilitando così l'attivazione di conoscenze in suo possesso utili a trascendere il significato letterale del testo. Al termine di ogni racconto il bambino dovrà "indovinare" il significato dell'espressione metaforica oggetto della riflessione scegliendo fra tre opzioni (una parafrasi del significato, il significato metaforico e un'interpretazione anomala). Come ulteriore convalida dell'esattezza della risposta, viene proposto al bambino di rappresentare graficamente l'episodio nel quale e' inserita la metafora, utilizzando l'apposito spazio in fondo ad ogni tavola: cio' stimola una partecipazione più diretta del soggetto alle attività proposte


Andrea Piccini
Luoghi che cambiano. L'esperienza di una cooperativa sociale nell'assistenza psichiatrica
Pagine: 192
Prezzo: € 16.52
Editore: Del Cerro

Il volume affronta il problema della piccola ma importante quota di pazienti "resistenti" alle cure ambulatoriali, per i quali presidi territoriali sono insufficienti. Da qui consegue la necessità di costruire "luoghi" nuovi dove curare ed avviare il recupero e, più in generale, l’esigenza di sviluppare tutte le risorse delle persone e del contesto, di creare una rete di supporto nella società per reggere" le situazioni più gravi. L’assistenza psichiatrica oggi ha di fronte questi compiti ma l’organizzazione pubblica deve vedersela anche con una politica sanitaria sempre più avara. In questo quadro si è inserita, con successo, in Italia la Cooperazione, la cosiddetta "impresa sociale", coniugando la sua origine dal volontariato con la metodologia imprenditoriale. L’Autore si chiede "se si tratti di un fenomeno passeggero, una soluzione precaria ad emergenze contingenti, se queste realtà siano servite a sostituire le vecchie risposte ausiliari, a fornire dei parcheggi per utenti che intasavano i servizi... o se siamo di fronte a qualcosa di nuovo ed originale che... potrebbe diventare un partner importante per il servizio pubblico". Questo libro tenta di dare una risposta a queste domande e soprattutto ad allargare il dibattito su questi temi, partendo da una esperienza avanzata di cooperazione in campo psichiatrico, l’Humanitas di Prato, e riportando anche i contributi di dirigenti ed operatori. "Luoghi che cambiano" quindi: non più il manicomio, ma forse nemmeno solo i luoghi tradizionali dell’istituzione pubblica. "Luoghi decorosi" dove ricominciare "una vita vicina a quella normale, con dei ragazzi simili a te". Ma "Luoghi che cambiano" anche nel senso di luoghi che cambiano le persone i pazienti, certo; ma anche i giovani operatori, che entrano con ingenuità in questa avventura e possono maturare una "competenza" insospettabile; ed anche i "vecchi" operatori dei servizi, che possono trovare un’occasione per rivitalizzare il loro lavoro.


Corrado Bogliolo (a cura di)
La formazione relazionale. Ambiti, interpretazioni, proposte
Pagine: 155
Prezzo: € 16.50
Editore: Del Cerro

Il volume raccoglie i contributi di vari studiosi che approfondiscono il tema della formazione nelle relazioni di aiuto, con particolare riferimento agli interventi in psicoterapia, servizio sociale e nella riabilitazione. Il testo è suddiviso in quattro parti. La prima presenta gli orientamenti principali della psicoterapia contemporanea, psicoanalisi e psicologia relazionale. Segue una parte dedicata alla formazione e alla supervisione relazionale. La terza parte sviluppa il tema del servizio sociale. La quarta ed ultima è dedicata alla riabilitazione e arti espressive. Per la sua completezza, il libro si rivolge a tutte le figure professionali coivolte a vario titolo nelle relazioni di aiuto: psicoterapeuti di diversa formazione, assistenti sociali, educatori professionali, studenti delle Facoltà di Psicologia e di Scienze della Formazione.


Roberto Bichisecchi (a cura di)
La relazione terapeutica
Pagine: 176
Prezzo: € 16.50
Editore: Del Cerro

Tra il terapeuta e il paziente in analisi esiste una distanza, uno spazio sufficientemente ampio: è il luogo in cui il lavoro d’analisi ha l’opportunità di svilupparsi. La gestione corretta di questo spazio crea un legame fondato sui sentimenti e sui vissuti personali di entrambi. Sono le basi su cui inizia e si sviluppa ciò che chiamiamo “relazione terapeutica”. Questo lavoro è il frutto dell'osservazione e del lavoro clinico che hanno permesso di ripensare idee e concetti consolidati, di ridefinire il valore della partecipazione personale del terapeuta e favorire nuove possibilità di intervento sui pazienti e sulle problematiche mentali. La raccolta comprende saggi orientati alla teoria e saggi clinici, che costituiscono la parte più ricca del volume: la clinica è infatti la fase in cui la relazione terapeutica mostra i suoi aspetti più vivi, più interessanti e che offre maggiori spunti per la riflessione. Per i suoi contenuti il volume interessa in modo particolare lo psicoterapeuta e lo psicologo, e tutti coloro che lavorano nel campo delle problematiche mentali e delle relazioni di aiuto.


Nila Kapor Stanulovic
Psicologia dell'emergenza. L'intervento con i bambini e gli adolescenti
2005, pagine: 184
Prezzo: € 16.90
Editore: Carocci

Purtroppo, per quanto si cerchi di prevenirle ed evitarle, tragedie individuali o collettive avvengono spesso e i bambini ne sono le vittime più vulnerabili. Fortunatamente in molti casi qualcuno interviene in loro aiuto. Ma in che modo? Quali sono gli interventi primari? Qual è la sequenza degli interventi? A chi spetta intervenire? Chi deve assumersi l´onere di comunicare a un bambino la morte dei suoi cari? La situazione diventa particolarmente complessa nel caso di sciagure su larga scala, come i disastri naturali o le guerre. La psicologia delle situazioni traumatiche, disciplina dalle origini recenti, offre soluzioni a questi ed altri problemi, insegnandoci cosa fare e come aiutare i bambini che soffrono o che si trovano in una situazione critica.

Nila Kapor Stanulovic è psicologa, insegna all´Università di Novi Sad e da sempre si occupa di intervento in situazioni di crisi ed emergenza. In Italia è conosciuta per il suo contributo a San Giuliano di Puglia. Ha collaborato con le più importanti istituzioni internazionali, tra le quali UNICEF, UNHCR, UNESCO, OMS.


Roberto Speziale-Bagliacca
Ubi Maior. Il tempo e la cura delle lacerazioni del Sé
2004, Collana Psiche e coscienza, Pagine 224
Prezzo: € 18,00
Editore: Astrolabio

L'autore ragiona sul delicato tema del ruolo dello psicoanalista come autorità funzionale: l'analista, inteso come maior, come figura genitoriale, ha il compito di usare il legame di dipendenza non per vincolare a sé ma per emancipare, prestando un'attenzione nuova ai reali bisogni del minor (paziente, figlio), un'attenzione che presuppone la comprensione di tutta la sua vita psichica inconscia. Solo così è concepibile un'autentica psicoanalisi delle relazioni oggettuali.
Tema conduttore è la cura delle lacerazioni del Sé. Risalendo ai contributi che i diversi indirizzi hanno fornito in proposito l'autore esprime la necessità di individuare una strategia adeguata per affrontare le angosce persecutorie che sono alla base delle scissioni della personalità del paziente, per poter affiorare alla coscienza e "dialogare" tra loro, necessitano di un clima che sappia contenere senza giudicare.

Roberto Speziale-Bagliacca vive nella Riviera Ligure e insegna psichiatria alla Facoltà di Medicina di Genova.
Si occupa del rapporto tra psicoanalisi e terapie con approccio corporeo e ha scritto ampiamente sull'influenza sulla clinica delle manifestazioni psicologiche e sociologiche del potere. I suoi lavori, pubblicati in diverse lingue, includono tra l'altro Sulle spalle di Freud e Colpa, apparsi in questa stessa collana. È psicoanalista didatta della Società Psicoanalitica Italiana e full member dell'IPA.


Judith Lewis Herman
Guarire dal trauma. Affrontare le conseguenze della violenza, dall'abuso domestico al terrorismo
2005, Pagine: 360
Prezzo: € 24.00
Editore: MAGI

Il sopravvissuto al trauma chiede, a chi si prende cura di lui, di ricomporre i frammenti, di ricostruire una storia, di dare un senso ai suoi sintomi di oggi alla luce degli eventi
di ieri.
Guarire dal trauma è frutto di ricerca e lavoro clinico con vittime della violenza sessuale e domestica, con veterani di guerra e vittime del terrorismo politico.
È un libro sulla possibilità di ristabilire i legami e, quindi, un libro sulla guarigione: tra il mondo pubblico e quello privato, tra l'individuo e la comunità, tra gli uomini e le donne. È un libro su ciò che hanno in comune le sopravvissute a stupri e i veterani di guerra, le donne maltrattate e violentate e i prigionieri politici,
i sopravvissuti ai campi di concentramento...
L'autrice, nella prima parte del volume, delinea le modalità dell'adattamento umano agli eventi traumatici e fornisce una nuova terminologia diagnostica al disturbo psichico dei sopravvissuti ad abusi ripetuti e prolungati. Le fasi fondamentali
della guarigione includono la costituzione di un saldo senso di sicurezza, la ricostruzione della storia del trauma e la ricostituzione dei legami con la comunità. La seconda parte è dedicata al processo di guarigione offrendo una nuova cornice concettuale alla psicoterapia dei traumatizzati.
L'intero corpus teorico è intervallato, fruendone proficuamente, dalle testimonianze dei sopravvissuti, cuore e linfa di questo libro.

Judith Lewis Herman, professore associato di psichiatria alla Facoltà di Medicina dell'Università di Harvard, dirige il programma rivolto alle vittime di violenza presso l'ospedale di Cambridge.


Galli Daniela, Kluzer Chiara
Separati ma genitori: La Mediazione Familiare e la cura dei legàmi con i figli
2005, pagine: 112
Prezzo: € 7.00
Editore: San Paolo

La Mediazione Familiare è uno strumento destinato a tutte quelle coppie, sposate o conviventi, con e senza figli, che si stanno separando legalmente o di fatto, stanno divorziando, sono già separate o divorziate e vogliono modificare i precedenti accordi.
Quando una coppia decide, quasi sempre con sofferenza e frustrazione, di separarsi, mediante la Mediazione Familiare può salvaguardare il legame genitoriale e il diritto di ciascun figlio a continuare ad avere il proprio papà e la propria mamma. Il libro spiega che cos’è la Mediazione in modo semplice ed efficace, attraverso la storia di Laura e Matteo.

Daniela Galli vive a Varese con la famiglia. È laureata in Psicologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Chiara Kluzer vive a Milano con il marito. È laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano.
Nei rispettivi ambiti professionali, si sono sempre occupate di «famiglia» e delle tematiche ad essa correlate. Insieme si sono diplomate al Master Universitario di II Livello in Mediazione Familiare e Comunitaria presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ed hanno conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione, in conformità agli standard del Forum Europeo dei Centri di Formazione alla Mediazione Familiare. Come co-mediatrici lavorano insieme a Milano in uno studio privato. Organizzano incontri di informazione e di sensibilizzazione alla Mediazione Familiare, alla gestione dei conflitti ed alle problematiche legate alla genitorialità. Sono socie del Centro Comasco di Mediazione.


Robert J. Edelmann
Conflitti interpersonali nel lavoro. Analizzarli e risolverli senza aggressività né passività
2005, pagine: 139
Prezzo: € 16,80
Editore: Erickson

I contrasti sul lavoro non sono certo una rarità: le divergenze di opinione e le discussioni animate si verificano di frequente nella maggior parte degli ambienti lavorativi. Se stimolano la ricerca di soluzioni creative, i conflitti possono essere anche produttivi e risultare utili. Se invece sono fini a se stessi e si protraggono, anziché attenuarsi, possono causare stress, perdita di sicurezza e calo dell’autostima e incidere pesantemente sulla qualità della vita di una persona.
Questo libro si propone di insegnare dei metodi per affrontare in modo attivo, non aggressivo e nel contempo efficace i conflitti che insorgono in ambito professionale, analizzando in modo preciso le principali dinamiche psicologiche e organizzative che ne sono alla base. Offre inoltre interessanti e spesso sorprendenti strategie di prevenzione e soluzione dei conflitti interpersonali, supportate da numerosi esempi pratici ed esercizi per potenziare le proprie abilità di relazione.


David W. Johnson , Roger T. Johnson
Leadership e apprendimento cooperativo. Condividere le idee, ridurre le tensioni, dare energia al gruppo: esercizi e attività
2005, pagine: 271
Prezzo: € 19,80
Editore: Erickson

Testo di preparazione al concorso per dirigenti
Il messaggio forte che traspare da tutte le pagine di questo volume è che leader si diventa. È possibile acquisire questa abilità, o quanto meno avvicinarsi ad essa, con un vero e proprio percorso formativo, nel quale all’obiettivo primario — imparare appunto a essere leader e ad avere leadership — si associa l’approfondimento delle competenze e della capacità di lavorare in gruppo cooperativo, mettendo in pratica le abilità sociali richieste. Non solo i leader che guidano il gruppo, ma tutti i membri devono impegnarsi in azioni di leadership finalizzate al raggiungimento di un obiettivo comune e al mantenimento di efficaci relazioni di lavoro.
Questo libro prezioso, che contiene varie proposte di azione, riflessione e lavoro di gruppo cooperativo, permette a tutti i lettori di seguire i passaggi necessari per migliorare le proprie abilità di leadership, grazie ai suggerimenti pratici e alle spiegazioni semplici e chiare.
Con questo contributo gli autori ampliano il quadro d’azione del metodo del cooperative learning al mondo formativo più in generale, aggiungendo ai classici referenti del mondo della scuola e dell’università, prevalentemente insegnanti e studenti, i protagonisti del mondo del lavoro, dai formatori ai dirigenti, ai manager e ai leader aziendali.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Area Professionale

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Le parole della Psicologia

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

News Letters