Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.228 - 20.10.2005

on . Postato in News libri e riviste | Letto 219 volte

  • Psicoterapia relazionale con i bambini
  • Il gruppo al lavoro. Strategie e consigli per migliorare le performance e la creatività del vostro gruppo
  • L'invisibile in menopausa. Psicologia del benessere nella crisi di transizione della mezza età
  • Ballando con la morte. Storie di tentati suicidi
  • E-tutor: identità e competenze. Un profilo professionale per l’e-learning
  • Le figure dell'ansia
  • Difficoltà di lettura nei bambini
  • La mente a più dimensioni
  • Arte della scena e problem solving. La comunicazione persuasiva: psicoterapia, aziende, organizzazioni
  • Fare formazione. I fondamenti della formazione e i nuovi traguardi

N. Altman, R. Briggs, J. Frankel, D. Gensler, P. Pantone
Psicoterapia relazionale con i bambini
2005, Collana Psiche e coscienza, Pagine: 388
Prezzo: € 32,00
Editore: Astrolabio

Rivolto principalmente ai terapeuti infantili, questo volume si presenta come una guida pratica per il terapeuta che desidera sviluppare una teoria e una tecnica coerenti attingendo tradizioni diverse, quali la psicoanalisi, la terapia comportamentale e la teoria dei sistemi familiari. Gli autori aiutano il lettore a integrare il meglio di questa immensa eredità nella pratica clinica, offrendo un’ampia rassegna dei problemi psicologici incontrati dai terapeuti infantili ed esplorando vari modelli relazionali e le loro implicazioni per il trattamento.


Lucarelli Giovanni
Il gruppo al lavoro. Strategie e consigli per migliorare le performance e la creatività del vostro gruppo
2005,Collana: Strumenti per il lavoro psico-sociale ed educativo, Pagine: 144
Prezzo: € 15,00
Editore: Franco Angeli

Come è possibile trasformare il proprio gruppo di lavoro in un team efficiente e innovativo?
Questo testo affronta, in modo piacevole e chiaro, le principali tematiche relative al lavoro in gruppo: comunicazione, strategie decisionali, problem management, gestione dei conflitti, metodologie creative, ecc.
Rivolto ad educatori, formatori, manager, ma anche a tutti coloro che, a diverso titolo, svolgono la propria attività insieme ad altre persone, rappresenta un valido strumento di riflessione e di lavoro.
Il lettore può apprendere, così:
- come conquistare l’attenzione del proprio gruppo,
- come risolvere i conflitti e costruire il consenso,
- come prendere decisioni valide,
- come ideare soluzioni innovative,
- come gestire correttamente le riunioni
- e molto altro.
In un’ottica volta a migliorare la qualità della vita lavorativa, vengono suggeriti, inoltre, strumenti e metodologie per gestire il tempo e le conoscenze del gruppo, per rendere produttivi e gratificanti gli incontri e, perché no, per imparare a sorridere degli imprevisti e delle difficoltà che, prima o poi, si affacciano nel percorso lavorativo.

Giovanni Lucarelli è docente a contratto di Psicologia del Lavoro presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Urbino. Autore di numerosi articoli sullo sviluppo delle risorse creative, ha pubblicato alcuni volumi tra cui L’arte di essere creativi (Quattroventi, 1998) e L’arte di rendere creativo un gruppo (Quattroventi, 1999). Cura, dal 2000, la rubrica “Creatività nelle organizzazioni” della rivista telematica Ticonzero - Emergenze organizzative, tecnologiche e manageriali dell’Area Organizzazione e Personale della Scuola di Direzione Aziendale Bocconi di Milano. Si occupa, da alcuni anni, di formazione e counseling alle dinamiche del lavoro in gruppo presso aziende pubbliche e private.
Alberto Scocco è docente a contratto per materie di applicazione informatica e di organizzazione presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Macerata. Ha pubblicato numerosi articoli relativi al mind mapping, alla gestione della conoscenza e al project management. È responsabile della formazione, dal 2000, della società Scatole Pensanti dove cura la progettazione e la realizzazione di corsi in presenza e on-line inerenti l’impiego delle mappe mentali nella comunicazione e nella didattica, con particolare riferimento ai gruppi di lavoro.


Facco Flavia
L'invisibile in menopausa. Psicologia del benessere nella crisi di transizione della mezza età
2005, Collana: Scienze e salute, Pagine: 192
Prezzo: € 19,00
Editore: Franco Angeli

Come molti altri processi e fenomeni che appartengono al corpo della donna, l'interpretazione della menopausa risente delle influenze razionalizzanti che dopo l'empirismo e il razionalismo hanno permeato la concezione dell'essere umano nella filosofia e nella medicina psichiatrica.
La menopausa è stata oggetto di modelli interpretativi fondati sulla scissione mente-corpo, scissione che non ha giovato a rendere giustizia della complessità del fenomeno, né tantomeno alle donne e ai professionisti della salute che se ne occupano. La menopausa nel tempo da malattia degli eccessi diventa infatti la malattia della mancanza quando non anche causa stessa della depressione.
Resta però insoluto e inascoltato il depauperamento "emozionale" indotto dalla scissione artificiosa mente-corpo, esitante da quella cultura medica che non si occupa, perché non sa o perché non lo crede proficuo, della verità complessa della menopausa, verità che invece si manifesta con chiarezza se si supera la concezione dell'Homo natura per avvicinarsi invece ad una fenomenologia della menopausa che includa l'idea della possibilità di trascendere il corpo.
Il testo vuole descrivere una crisi di transizione che sembra invisibile perchè non si mostra ai nostri occhi e si svolge invece negli spazi intimi della mente e del cuore delle donne e difficilmente raggiunge spazi socialmente condivisi.
Trova spazio inoltre la proposta operativa di quali strumenti i professionisti della salute, i medici, le ostetriche e gli psicologi che si occupano del benessere possono utilizzare per esplorare le punteggiature emotive che costellano la crisi di transizione della mezza età. Particolare attenzione è rivolta agli strumenti utilizzabili nell'ambito dei Consultori familiari ovvero le campagne di salute, il counseling e i gruppi con le donne, nella convinzione che il gruppo è il soggetto che può dar vita ad una autentica fenomenologia della menopausa.

Flavia Facco è psicologa psicoterapeuta e specializzata in arte terapia. Già docente per la scuola dei terapisti della riabilitazione Psicosociale dell'Università degli Studi di Milano e del Master in Psicologia gerontologica (the Elderly Project), ha pubblicato articoli sulla arte terapia nella riabilitazione psichiatrica e Nascita e Società (con I. Spano, Unicopli -1983). Da oltre dieci anni lavora in un Consultorio Familiare dove si occupa dei problemi psicologici della donna ma anche di psicologia del benessere nell'ambito dei gruppi massaggio al neonato, per la gravidanza e il puerperio, per la menopausa.


Grava Giulia
Ballando con la morte. Storie di tentati suicidi
2005, Collana: Serie di psicologia, Pagine: 96
Prezzo: € 14,00
Editore: Franco Angeli

Il tema del tentativo di suicidio è tuttora ostico, spesso evitato, quasi trattato come un tabù.
In questo libro viene effettuata una aggiornata revisione della letteratura psicologica e psichiatrica sul tema e vengono presentati i risultati di una ricerca svolta in ambito psichiatrico con strumenti testistici e clinici.
Viene illustrata una pluralità di tipologie del tentato suicidio, una delle quali finora trascurata, e le tipologie vengono esemplificate attraverso casi clinici.
Ed è proprio nella lettura dei casi clinici che si percepisce che qui il tabù non è eluso: le persone "vivono" nel racconto, ognuna con la sua individualità; non sono solo poveri sconfitti dalla vita, ma soggetti "competenti", che a un certo punto e per le vie più diverse, si sono valse della possibilità, sempre a noi immanente, di porre termine alla loro vita, o almeno di provarci.
Sono raccontate finemente nei dettagli le vicende esistenziali che hanno costituito il "percorso verso il suicidio". Gli incontri clinici, anche se esplicitamente mirati alla ricerca, si sono svolti in un clima fortemente interpersonale, a testimonianza non solo che non è possibile neutralità nel ricercatore, inevitabilmente partecipe, ma soprattutto che i pazienti desideravano poter parlare di se stessi e del gesto o dei gesti che avevano commesso, come se non ne avessero a fondo avuto la possibilità nei pur numerosi incontri clinici - a volte troppi: tanti da ottundere la sensibilità emotiva a riraccontare per l'ennesima volta di sé.
Come scrive Berti Ceroni nella sua presentazione, "è meglio piuttosto profittare dell'esperienza di chi ci è arrivato vicino, per capire di più, per esplorare tutto quel che è possibile, con pena e disperazione, ma anche con simpatia e direi quasi con allegria, come l'Autrice mi pare riesca a fare, soprattutto con i sorprendenti titoli dei suoi 'casi'".

Giulia Grava , psicologa, ha collaborato in questa ricerca e in altre pubblicazioni con il professor Berti Ceroni, psichiatra e psicoanalista, e con il professor Paolo Scudellari dell'Università di Bologna


Mario Rotta , Maria Ranieri
E-tutor: identità e competenze. Un profilo professionale per l’e-learning
I quaderni di Form@re n. 4
2005, pagine: 256
Prezzo: € 19,50
Editore: Erickson

Quella dell’e-tutor è una figura che si sta ormai imponendo, anche nel nostro Paese, in virtù del ruolo chiave che tende ad assumere nella gestione effettiva della didattica on line.
Ma in cosa può e deve consistere concretamente la sua attività? Come si diventa e-tutor? Quali competenze sono necessarie per svolgere questo ruolo in modo efficace?
Questo volume fornisce una guida sul tutoring on line. Esso intende fare il punto sullo stato dell’arte relativo a questa figura professionale, individuandone il profilo storico, il ruolo, le funzioni caratterizzanti e le strumentazioni di cui si deve avvalere nei diversi contesti.
Un libro essenziale per chi si occupa di e-learning e vuole comprendere meglio quali sono le competenze necessarie per divenire «educatori in rete».


Eugenio Borgna
Le figure dell'ansia
2005, Collana: Universale Economica Saggi, Pagine: 260
Prezzo: € 8,00
Editore: Feltrinelli

Una ricerca sul senso dell’ansia: partendo dai suoi scenari, passando attraverso la sua dimensione clinica e psicopatologica, e quella fenomenologica ed esistenziale, per arrivare alle sue risonanze estetiche e creative.
L’ansia fa parte della vita, e ciascuno di noi ha a che fare con essa: con le sue figure fuggitive e arcane, camaleontiche e crepuscolari, nelle quali si riflette come in uno specchio la linea misteriosa e affranta delle realtà psicopatologiche e umane: al di qua, e al di là, di ogni malattia. Come riconoscere le figure dell’ansia, e come cogliere le sue trasformazioni e i suoi possibili sconfinamenti nella depressione, nelle malattie psicosomatiche, nell’esperienza ossessiva e in quella dissociativa, ma anche nelle situazioni umane contrassegnate dalla solitudine e dalla timidezza nell’adolescenza come nella maturità, dalla nostalgia e dall’attesa, dalle infinite agostiniane inquietudini del cuore: sono gli orizzonti di senso di questo libro che si confronta, infine, con l’ansia che sta nello sfondo tematico, umbratile e scintillante, di alcune esperienze creative. Il discorso sfolgorante di Simone Weil ci dice come solo le sonde luminose dell’intuizione consentano di scendere negli abissi dell’interiorità ferita e della sofferenza: che si nascondono, del resto, in ogni figura dell’ansia.
Questo libro raccoglie una serie di interventi e di riflessioni sul tema dell'ansia di uno degli psichiatri più stimati e originali attualmente impegnati nell'ambito dell'assistenza psichiatrica pubblica. Amatissimo dalle sue pazienti e adorato dai suoi lettori, Borgna usa trattare i temi psichiatrici con un doppio registro metodologico: l'esperienza clinica maturata all'interno dell'ospedale di Novara, in cui lavora, e la grande letteratura moderna (Dickinson, Kafka, Trakl, tra gli altri).
Il libro è diviso in quattro sezioni, relative ciascuna a una particolare area tematica. La prima è la parte più propriamente psichiatrica: l'ansia viene definita e circoscritta nei suoi aspetti patologici, differenziandola dalle esperienze comuni. In polemica con la psichiatria organicistica, vengono chiariti i principi orientativi ai quali Borgna si attiene.
Nella seconda parte viene trattata la dimensione clinica e psicopatologica dell'ansia: le sue diverse espressioni sintomatologiche e cliniche; la sua metamorfosi in disturbo psicosomatico; il suo ruolo nell'anoressia, nella depressione e nella psicosi.
Nella terza e nella quarta parte vengono discusse rispettivamente la dimensione esistenziale (con particolare riferimento all'adolescenza e ai vissuti di attesa e nostalgia, di solitudine e timidezza che accompagnano questa età), e la dimensione creativa (politica, letteraria, cinematografica).
In tutto il libro l'ansia viene vista come esperienza vissuta, incarnata in uomini e donne reali, che dolorosamente tentano di comunicare il proprio mondo. Pur senza disdegnare gli strumenti più tipici della psichiatria (il ricovero quando occorra, il farmaco quando necessario), è proprio su questo piano - del comune sentire umano e dell'individualità imprescindibile del paziente - che lo psichiatra dovrebbe porsi, a giudizio di Borgna, per un'efficace azione terapeutica.

Eugenio Borgna, libero docente in Clinica delle malattie nervose e mentali presso l’Università di Milano, è stato responsabile del Servizio di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Novara.


M. Orsolini, R. Fanari, C. Maronato
Difficoltà di lettura nei bambini
2005, pagine:128
Prezzo: € 9,50
Editore: Carocci

La difficoltà di lettura compromette un felice inserimento del bambino a scuola, provocando un profondo senso di frustrazione e di ansia e un abbassamento della stima di s . Ma come si sviluppa la lettura nei primi anni della scuola elementare? Quali fattori determinano una difficoltà nel leggere o nel comprendere i testi? Come si fa a valutare una difficoltà di lettura nei bambini? Il libro risponde a queste domande facendo il punto sui risultati di ricerche recenti.

Margherita Orsolini insegna Valutazione delle difficoltà d´apprendimento presso l´Università di Roma "La Sapienza".
Rachele Fanari è dottore di ricerca in Psicologia dello Sviluppo e della socializzazione e docente a contratto presso la Seconda Università di Napoli.
Cristina Maronato è psicologa dell´educazione e lavora come consulente nella scuola.


Jerome Bruner
La mente a più dimensioni
2005, Collana: Economica Laterza, pagine: 252, 8
Prezzo: € 8.00
Editore: Laterza

La capacità di narrare è la dimensione fondamentale e insopprimibile del pensiero umano. Il pensiero narrativo – che costruisce infinite possibilità attraverso parole, immagini, invenzioni e ricordi – è ciò che permette a ognuno di noi di creare il proprio mondo e la propria identità. Uno studio fortunatissimo a cavallo tra psicologia cognitiva ed evolutiva, linguistica, antropologia simbolica e teoria letteraria, che infrange l’attenzione unilaterale agli aspetti logici e sistematici della vita mentale.


Matteo Rampin
Arte della scena e problem solving. La comunicazione persuasiva: psicoterapia, aziende, organizzazioni
2005, collana: Psicologia, pagine: 256
Prezzo: € 23,00
Editore: McGraw-Hill

L’uomo è una marionetta che salta e balla sul palcoscenico per la sua ora e poi nessuno più lo ascolta. La vita è una favola piena di suoni e di furia, raccontata da un idiota, e che significa: Nulla.
Parole d’effetto - quelle di Shakespeare nel Macbeth - ma che spesso si sono dimostrate appropriate a illustrare il tragico copione di vita seguito da molte persone. Un copione distruttivo che si ripete, aggravandosi sempre di più per l’accumulo di errori e di incongrui tentativi di reagire al malessere.
Gli stessi meccanismi, ben noti nella cura dei disturbi psicologici, si ritrovano anche in molte altre situazioni, diverse dalla psicoterapia e contraddistinte dall’apparente impossibilità di risolvere problemi personali e relazionali: nel mondo del lavoro, nei contesti educativi, nelle organizzazioni. Pur cambiando ambientazione, il copione è sempre uguale e può essere descritto in termini di trame, recite, parti più o meno tragiche, interpretazioni di ruoli. A volte, però, l’esito di una terapia o di un intervento di problem solving può dipendere proprio da queste apparenti recite e interpretazioni, perché la capacità di risolvere i problemi richiede abilità comunicative che sfumano nell’arte della recitazione.
La persuasione e la comunicazione efficace sono molto affini all’arte teatrale e nel leggere questo libro compiremo un viaggio nel "teatro" del problem solving mettendo a fuoco ciò che millenni di retorica, strategia e recitazione offrono di valido per rendere efficace il nostro intervento.


Gian Piero Quaglino
Fare formazione. I fondamenti della formazione e i nuovi traguardi
2005, Collana : Individuo gruppo organizzazione, Pagine: 260
Prezzo: € 19,00
Editore: Raffaello Cortina

‘’Fare formazione’’ è da anni il principale testo di riferimento per tutti coloro che si sono avvicinati al campo delle attività formative, in un’ottica sia di studio sia di sviluppo professionale. Questa nuova edizione contiene una postfazione in forma di “manifesto per una nuova formazione” capace di reinterpretare bisogni e traguardi, in una prospettiva non solo di qualificazione professionale ma anche di sviluppo personale.

Gian Piero Quaglino insegna Psicologia della formazione all’Università di Torino.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

News Letters