Pubblicità

PSICOLOGIA NEWS n.231 - 18.11.2005

0
condivisioni

on . Postato in News libri e riviste | Letto 358 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • La pratica pedagogica della Gestione Mentale. Come insegnare ad apprendere a tutti gli alunni
  • La riparazione. Storie di bambini alla ricerca di una officina di pensieri
  • La nascita della vita mentale e i suoi disturbi. Argomenti di psicopatologia della prima infanzia
  • L'interazione comunicativa e linguistica nel bambino con ritardo di linguaggio
  • Logopedia in età evolutiva. Percorsi di valutazione ed esperienze riabilitative
  • Un figlio venuto da lontano: Adozione e affido
  • La scomparsa dell'infanzia
  • I bambini e il divorzio. Guida pratica per counselor e genitori
  • Breve dizionario di psicopatologia dello sviluppo
  • Il fascino del rischio negli adolescenti
  • Come si ammala la mente
  • Il bambino al nido. Esperienze affettive nell'incontro con l'adulto
  • Formarsi attraverso l'attualità. Percorsi possibili
  • Psicopatologia dell'esperienza del corpo

J.-P. Chich, M. Jacquet, N.Meriaux, M. Verneyre
La pratica pedagogica della Gestione Mentale. Come insegnare ad apprendere a tutti gli alunni
Pagine: 140
Prezzo: € 16.5
Editore: Del Cerro

Molti sono gli alunni - e non solo disabili - che affrontano difficoltà nell’apprendimento scolastico. Nella maggior parte dei casi sembra che questo sia da attribuire ad una inadeguata utilizzazione delle proprie potenzialità. È giustificata allora l'esigenza di rivedere l'impostazione dell'impianto metodologico e didattico dalla scuola materna in poi, alla luce dei dati offerti dall'evoluzione delle neuroscienze, della psicologia, dell'informatica, della comunicazione. La Gestione Mentale è definita anche come "Pedagogia dell'evocazione" perché principalmente interessata a promuovere in ciascun alunno, quale che sia il suo livello intellettivo, l'indispensabile processo mentale di elaborazione e rielaborazione dell'esperienza cognitiva. L'alunno deve essere aiutato ad acquisire il sapere attraverso una gestione autonoma dell'apprendimento, affinché prenda coscienza e utilizzi convenientemente i propri gesti (o funzioni) mentali (attenzione, memoria, comprensione, riflessione e immaginazione). L'insegnante in questo senso diventa coadiutore e a lui viene richiesto di "insegnare ad apprendere". Questo volume presenta un’efficace sintesi tra teoria, indirizzo metodologico e applicazioni pratiche. Le indicazioni positive che vengono offerte sono utilizzabili non soltanto per i trattamenti individuali di recupero, ma anche nell’ambito del piccolo gruppo o per tutta la classe.


A. Cosenza, M. Monteleone, G. Polacco Williams (a cura di)
La riparazione. Storie di bambini alla ricerca di una officina di pensieri
Pagine: 220
Prezzo: € 12.91
Editore: Del Cerro

I nove saggi che costituiscono il volume, fanno riferimento principalmente alla teoria kleiniana e delle relazioni oggettuali e illustrano con ricco materiale clinico, sia osservativo che terapeutico, il tema della riparazione, che ha offerto un fertile terreno di discussione e confronto nel campo della psicoterapiapsicoanalitica infantile. La riparazione autentica - come è noto - gioca un ruolo centrale nello sviluppo del pensiero, che fa ipotizzare attualmente la presenza di una "funzione riparativa della mente".


Filippo Muratori (a cura di)
La nascita della vita mentale e i suoi disturbi. Argomenti di psicopatologia della prima infanzia
Pagine: 227
Prezzo: € 38,00
Editore: Del Cerro

Tra i nuovi territori di ricerca la psichiatria della prima infanzia rappresenta un terreno fertile ed in grande espansione. Pur essendo una disciplina giovane essa può contare ormai su una storia che attraversa più generazioni di ricercatori appartenenti ad aree culturali diverse. Scopo di questo volume è offrire al lettore un panorama di questi nuovi territori su cui si può appoggiare la ricerca attuale, e la cui fertilità ed innovatività è trasmessa da ognuno dei capitoli. Esso raccoglie lavori originali di grande utilità sia dal punto di vista clinico che didattico per gli psichiatri infantili, gli psicologi e tutti gli operatori della prima infanzia italiani. Accanto a lavori di autori già noti al pubblico italiano come Massimo Ammaniti, Bertrand Cramer, Daniel N. Stern, Bernard Golse, Francisco Palacio-Espansa e Anne Alvarez, il volume permette di conoscere altri autori ancora relativamente sconosciuti in Italia come Stephen Seligman, Allan Schore e Thomas F. Anders.


S. Bonifacio, L. Hvastja Stefani (a cura di)
L'interazione comunicativa e linguistica nel bambino con ritardo di linguaggio
Nuova edizione integrata
2005, Pagine: 166
Prezzo: € 17.50
Editore: Del Cerro

La modalità e lo stile di interazione tra l’adulto ed il bambino costituiscono uno dei principali presupposti per lo sviluppo nel bambino di una adeguata competenza comunicativa. L’ambiente sociale, in particolare la madre, devono sostenere in modo ottimale il bisogno del bambino di comunicare. Nell’ambito della valutazione di un bambino piccolo, che presenta un linguaggio a "lenta comparsa", è sembrato fondamentale analizzare le caratteristiche di adeguatezza dei partner sociali che dovrebbero supportare lo sviluppo del bambino. Le risorse interattive costituiscono dunque anche un prezioso strumento professionale per il logopedista, poiché anch’egli è un adulto che si relaziona con un bimbo per promuovere competenze essenzialmente sociali. L’obiettivo del volume è quello di approfondire gli aspetti interattivi nei bambini normali e in quelli con disturbo comunicativo-linguistico nella fascia d’età compresa tra i due e i tre anni, considerando sia gli aspetti teorici che applicativi e clinici.


M.C. Caselli, E. Mariani, M. Pieretti
Logopedia in età evolutiva. Percorsi di valutazione ed esperienze riabilitative
Pagine: 456
Prezzo:€ 27,00
Editore: Del Cerro

Negli ultimi anni molto è cambiato nella riabilitazione logopedica. Più approfondite conoscenze neuropsicologiche sui processi e i disturbi dello sviluppo cognitivo e linguistico nei bambini e la disponibilità di strumenti di valutazione condivisi e standardizzati permettono oggi al logopedista di identificare percorsi riabilitativi più precoci, mirati e qualificati. Molti contributi dichiarano la necessità di fare riferimento al coinvolgimento delle famiglie, aiutandole ad assicurare al bambino un contesto educativo che promuova la comunicazione e il linguaggio; anche le modalità di intervento degli operatori della scuola devono essere integrate con una chiara definizione di competenze, in cui ognuno nel proprio ruolo partecipi attivamente al processo di crescita e di cambiamento del bambino. Una maggiore consapevolezza della professionalità del logopedista anche in autonomia rispetto ad altre figure professionali sollecita inoltre un processo di formazione continuo. Questo libro, scritto interamente da logopedisti che lavorano in diverse regioni italiane, si configura come un vero e proprio manuale operativo proponendo delle esperienze di valutazione e trattamento di alcune problematiche in età evolutiva. Il libro è suddiviso in cinque sezioni, ciascuna dedicata ad una specifica problematica: bambini con ritardi e disturbi specifici di linguaggio, con disturbi dell'apprendimento, con deficit cognitivo, bambini sordi, disturbi generalizzati dello sviluppo. Sono proposti numerosi spunti terapeutici. Il testo si rivolge, oltre che a logopedisti, anche ad altre figure professionali coinvolte nei progetti riabilitativi.


Cattabeni Guido
Un figlio venuto da lontano: Adozione e affido
2005, pagine: 120
Prezzo: € 9.00
Editore: San Paolo

Questo volume si colloca nella stagione della famiglia con bambini e parla dell’adozione e dell’affido come due risposte al bisogno e al diritto fondamentale di ogni bambino a crescere in una famiglia e, in conseguenza a ciò, come due modi di essere genitore.
Ma qual è il bisogno primario di un bambino abbandonato o la cui famiglia di origine non può rispondere alle sue esigenze? Quali difficoltà e quale preparazione per una coppia che vuole adottare? Come affrontare l’adozione internazionale? Cosa fare per diventare coppia affidataria? Un libro, bello e a volte commovente, che presenta il dramma di tanti bambini che, in Italia e nel mondo, hanno bisogno di una famiglia, e mostra la possibile speranza che ad essi molte coppie possono dare, mediante l’adozione o l’affido.

Guido Cattabeni, medico e psicologo clinico, ha lavorato per anni presso l’Istituto Corberi di Limbiate (Mi), un ospedale psichiatrico per minori, di cui è stato anche direttore. Prima della Legge Basaglia (180/1978, sulla chiusura degli Istituti psichiatrici) entrata in vigore nel 1979, ha promosso e diretto una sperimentazione di depsichiatrizzazione dei minori, che veniva realizzata mediante esperienze di affido, adozione e comunità. Da sempre si occupa di adozione e famiglia, soprattutto per quei casi di difficoltà legati a disabilità psichiche. Collabora con associazioni del settore, e sull’argomento adozione e affido ha pubblicato articoli e saggi su riviste e periodici, ed è invitato a parlare come relatore a convegni e seminari di studio.


Neil Postman
La scomparsa dell'infanzia
2005, Collana: I problermi dell'educazione, Pagine: 196
Prezzo: € 15,49
Editore: Armando

Postman condensa la sua tesi esposta in questo libro in una frase: la stampa ha creato l'infanzia, la televisione la sta annullando. La sua tesi riposa su una contestazione: lo spettacolo televisivo, soprattutto lo spettacolo più che l'informazione, è visto quotidianamente tanto dall'adulto quanto dal bambino. Diviene un esperienza comune. Riduce la distanza tra le generazioni. Le età della
vita tendono a contrarsi. Sono ridotte a tre: ad un estremo c'è la primissima infanzia, all'altro la senilità. In mezzo un lungo periodo, quello del bambino adulto.


Martin Herbert
I bambini e il divorzio. Guida pratica per counselor e genitori
2005, Pagine 102
Prezzo € 12,00
Editore: Ecomind

Quando i genitori non vogliono o non possono più stare insieme: come comportarsi con i bambini, cosa dire, come dirlo, quali sono i rischi ed i problemi e come affrontarli. Guida pratica per counselor e genitori.
Cosa dire ai bambini e come dirlo, quando i genitori non vogliono o non possono più stare insieme? E cosa ne pensano i bambini? Come lo vivono? Quali sono le loro paure e le loro aspettative? Quali sono i problemi più frequenti? Quali sono i rischi a cui vanno incontro? Quali sono gli aspetti positivi che devono essere valorizzati? Come comportarsi con loro nelle varie fasi della separazione? Come rispondere alle loro domande? Quali sono gli errori più comuni? Come si affrontano i problemi emotivi che possono sorgere?
Questo libro risponde a tutte queste domande affrontando il tema della separazione e del divorzio in modo realistico e positivo, basandosi sulle conoscenze più aggiornate della psicologia evolutiva cognitiva e comportamentale.
Contiene appendici per la valutazione del comportamento del bambino, dei genitori e delle situazioni difficili.

Martin Herbert è uno dei più noti e autorevoli clinici dell'età evolutiva in Inghilterra. E' autore di opere di riferimento nel campo, come "Working with children and their families".


Graziella Fava Vizziello, Alessandra Simonelli
Breve dizionario di psicopatologia dello sviluppo
2005, pagine: 144
Prezzo: € 9,50
Editore: Carocci

In che cosa consiste l´anoressia? Che cos´è la dislalia? Il dizionario, che si rivolge a studenti non ancora esperti e a professionisti del settore, ha lo scopo di favorire la diffusione di una terminologia adeguata e specifica di questo ambito di studi e di agevolare la comunicazione e la comprensione tra professionisti interessati al medesimo percorso di conoscenza.

Graziella Fava Vizziello. È professore ordinario di Psicopatologia dello sviluppo all’Università di Padova. Tra le sue pubblicazioni: Manuale di Psicopatologia dello Sviluppo (Bologna 2003) e, con A. Simonelli, Adozione e cambiamento (Torino 2004).
Alessandra Simonelli. Insegna Psicopatologia dello sviluppo all’Università di Bologna.


Silvia Bonino
Il fascino del rischio negli adolescenti
2005, Collana: Psicologia, Pagine: 192
Prezzo: € 9,50
Editore: Giunti

Il libro esamina in modo completo tutti i comportamenti a rischio che compaiono in adolescenza: uso di tabacco, alcol, marijuana e altre droghe; comportamento sessuale precoce e non protetto; disturbi alimentari; comportamenti rischiosi e guida pericolosa; comportamenti devianti e antisociali. Con un linguaggio chiaro e comprensibile, il libro offre significativi risultati di ricerca, un’innovativa prospettiva teorica e utili proposte per la prevenzione dei comportamenti a rischio e per la promozione della salute e del benessere in adolescenza.


Gherardo Amadei
Come si ammala la mente
2005, Collana "Universale Paperbacks il Mulino", pagine: 248
Prezzo: € 12,00
Editore: il Mulino

Come avviene che la mente si ammala? Il volume affronta il tema delle malattie della mente presentando dapprima le principali determinanti dei disagi psichici e i modelli di comprensione del loro insorgere e chiarisce, quindi, cosa si intende per sviluppo normale. L'autore tiene conto sia del succedersi storico delle differenti teorie, sia del modello esplicativo più recente, qui definito del "disconoscimento e della dissintonia". Riprendere contatto con le proprie emozioni e fiducia nel proprio modo di sentire sembra essere il compito primario per "curare la mente" e recuperare la vitalità smarrita dal corpo.

Gherardo Amadei, psichiatra e psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana, è professore associato presso la Facoltà di Psicologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano dove insegna Psicopatologia e Psicologia dinamica. Tra le sue pubblicazioni: "Il paradigma celato" (Unicopli, 2001) e "Psicopatologia dello sviluppo" (ISU, 2004).


Anna Maria Disanto, Maria Grazia Fusacchia
Il bambino al nido. Esperienze affettive nell'incontro con l'adulto
2004, Collana: Opere di Anna Maria Disanto, Pagine: 208
Prezzo: 19.00
Editore: Borla

A partire da un’esperienza di lavoro con gruppi di educatrici di asili-nido del VII Municipio del Comune di Roma, si propone una riflessione sulle problematiche presenti nella relazione delle educatrici con i bambini problematici, con i loro genitori, nonché delle educatrici tra di loro. L’obiettivo della proposta si fonda sul riconoscimento delle dinamiche affettive che intervengono nella relazione educativa, allo scopo di attivare idonee capacità di ascolto e di attenzione per rafforzare la fiducia nell’identità professionale di ciascuna educatrice, favorire la comunicazione all’interno del Gruppo Educativo e promuovere costruttivi e creativi rapporti con i bambini e con i loro genitori.

Anna Maria Disanto è psicoterapeuta dell’età evolutiva (S.I.Ps.I.A.) ed insegna Psicologia dello sviluppo e dell’educazione presso la II Università di Roma Tor Vergata. Per le Edizioni Borla ha pubblicato: Il conflitto educativo (1990); Una sfida: insegnanti e adolescenti a confronto (1996); Pensieri e affetti nella relazione educativa ( a cura di) (2002).
Maria Grazia Fusacchia è psicoanalista (S.P.I.), psicoterapeuta dell’età evolutiva (S.I.Ps.I.A.), e docente presso il corso di formazione in Psicoterapia psicoanalitica del bambino e dell’adolescente (A.S.N.E.-S.I.Ps.I.A.).


Alberto Lampignano
Formarsi attraverso l'attualità. Percorsi possibili
2005, Collana: Opere varie scienze umane, Pagine: 216
Prezzo: € 20.00
Editore: Borla

Il “disagio della civiltà” assume nel tempo forme sempre diverse. La società attuale ci espone a molteplici stimoli, pervasivi e disparati, che ci impongono un ingaggio emozionale, quasi senza soluzione di continuità. La dimensione spaziale (la globalizzazione) domina la dimensione temporale (la storia). In realtà l’uomo ha bisogno di rintracciare la propria storia che è di fatto "attualità sedimentata".
La persona nella costruzione e conservazione della propria identità è sottoposta a continue sfide, a interrogativi, a inderogabili scelte. Per affrontare un mondo così complesso è necessaria una formazione personale, capace di creare un "alveo di cultura delle emozioni", che permetta di elaborare attivamente esperienze, sentimenti e pensieri.
Il metodo psicoanalitico, in origine nato come cura, viene qui utilizzato come metodo di formazione personale per chi è disposto a ricercare rinnovati armonici equilibri, problematizzando il proprio interiore, le sue relazioni con gli altri e con la contemporaneità. Centrale nell’esperienza psicoanalitica, come in quella formativa, è l’aspetto dialogico. Può un libro proporsi come strumento diretto di formazione?
L'Autore ritiene ciò possibile, proponendo un metodo e uno spazio esperienziale particolare, rappresentato dall’attualità. La sua esperienza esemplare fa da guida al lettore e non da modello, al fine di indicare attraverso un percorso guidato possibilità di altri nuovi percorsi individuali.

Alberto Lampignano, psicoanalista, è direttore della "Rivista Italiana di Gruppoanalisi" e vicedirettore dell’Istituto milanese della Scuola di Formazione in Psicoterapia Gruppoanalitica. Autore di numerose pubblicazioni, ha curato "Fra-menti. Dialogando con Diego Napoletani". Tiene da alcuni anni una rubrica sul Ruolo Terapeutico dal titolo “Attualità im-mortale”.
E’ membro della International Association of Group Psychotherapy (I.A.G.P.) e della Società GruppoAnalitica Italiana (S.G.A.I.), in cui svolge funzioni di training.


Rosine Debray, Pierre Fédida, Christophe Dejours
Psicopatologia dell'esperienza del corpo
2004, Collana: La camera dei bambini, Pagine: 168
Prezzo: € 21,50
Editore: Borla

La psicoanalisi occupa un posto di fondamentale importanza nel dibattito, rinnovato dalla clinica psicopatologica, sul riconoscimento dei legami tra corpo e psiche. La ricollocazione dell’esperienza del corpo in una posizione centrale conferma una volta di più la forza di attrazione tra corpo e psiche e permette di istruire i processi di interdipendenza in un’elaborazione metapsicologica indispensabile.
Gli autori di questa opera propongono, ciascuno, nuovi percorsi, al contempo complessi e differenti. Per Rosine Debray, il riferimento all’Istituto di psicosomatica di Parigi, sulla scia dei lavori di Pierre Marty, costituisce il fulcro dello studio del funzionamento psichico del soggetto psicosomatico sin dall’origine. Christophe Dejours sviluppa le necessità del lavoro di pensiero richieste dal corpo erotico e in particolare il sovvertimento libidico che esso determina attraverso molteplici sintomatologie. Pierre Fédida, infine, collega il suo studio dell’ipocondria alla metapsicologia del sogno e della melanconia, e ne analizza il paradigma transferale nella situazione analitica.
Questi tre studi originali, rigorosi e approfonditi, affrontano con vigore e tenacia la problematica fondamentale della sessualità e della morte, e dei destini pulsionali che le animano.

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

News Letters

0
condivisioni