Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.250 - 30.3.2006

on . Postato in News libri e riviste | Letto 224 volte

  • Vincere lo stress
  • Gestire l'emotività. Come comunicare e controllare le emozioni
  • Il metodo Rorschach. Manuale di psicodiagnostica su modelli di matrice europea
  • Le notti bianche. Quando il bambino non dorme
  • L'elefante invisibile. Alla scoperta delle differenze culturali
  • Gli interessi e la loro misurazione.Proposte teoriche e psicometriche dai pedagogisti del Settecento ai giorni nostri
  • La spiritualità nella sofferenza. Dialoghi tra antropologia, psicologia e psicopatologia
  • Prendere corpo. Il dialogo tra corpo e mente in psicoanalisi: teoria e clinica
  • La casa delle punture. La paura dell'ospedale nell'immaginario del bambino
  • Ci separiamo. Come dirlo ai nostri figli
  • Le cinque prove dell'esistenza dell'uomo
  • L'anima tra scienza e fede
  • Come sono nata. 7 domande su mamme e bambini
  • Amore e sesso. 7 domande su adolescenza innamoramento e amore

Gian Maria Zapelli
Vincere lo stress
2005, Pagine: 162
Prezzo: € 14,00
Editore: Il sole 24 ore

È difficile evitare lo stress, è possibile invece migliorare il modo di viverlo. Lo stress può essere necessario, oppure dannoso, dipende dalla capacità di ognuno di saperlo vivere; capacità che è profondamente legata al livello di conoscenza che l'individuo ha di sé stesso. L'esperienza dello stress coinvolge, infatti, tutta l'identità di una persona, quella conscia e quella inconscia, e per questo è diversa per ognuno.
In questo libro, l'autore intesse sapientemente una prospettiva psicologica e una profonda conoscenza del mondo aziendale e delle organizzazioni. Il risultato è un testo semplice e chiaro, saldamente ancorato alla realtà quotidiana di tutti e fuori da ogni astrazione speculativa, che propone soluzioni pratiche per gestire e vincere questo insidioso male contemporaneo sul lavoro e nella vita privata.

Gian Maria Zappelli, partner della Galgano & Associati e direttore dell'Area Risorse Umane nella stessa società, è consulente e formatore nello sviluppo delle Risorse Umane, È inoltre autore di diverse pubblicazioni, tra cui L'incerto organizzativo (2001), Penelope, don Chisciotte & co (2003), COS. Costruire Orizzonti e Sfide (2003).


Francesca Romana Puggelli
Gestire l'emotività. Come comunicare e controllare le emozioni
Pagine:150
Prezzo: € 14,00
Editore: Il sole 24 ore

Il contatto umano diretto e l'interazione con altre persone per almeno otto ore al giorno rende l'esperienza lavorativa estremamente densa di emozioni.
Nonostante si cerchi sempre di confinare le emozioni nell'ambito privato, enfatizzando la necessità di un approccio prettamente razionale nel campo lavorativo, in realtà a tutte le figure professionali viene richiesta una grande capacità emozionale: il venditore deve essere sempre entusiasta; la receptionist, gentile e sorridente; i mebri di un team, disponibili e collaborativi; i manager, decisi e volitivi, e così via.
Inoltre, la complessa articolazione dei contesti lavorativi odierni genera relazioni fra le persone non solo formali o di potere, ma anche fortemente emotive. Gli skills richiesti, oggi, sono altri rispetto al passato: occorre imparare a negoziare costantemente con chi ci sta accanto, mediando posizioni che non sono mai solo razionali; l'interazione con gli altri è sempre più orizzontale e sempre meno gerarchica. E giacché non esistono emozioni buone e cattive, positività o negatività dipendono dal controllo delle emozioni e dalle modalità in cui esse si manifestano agli altri.
Gestire l'emotività, dunque, come capacità di influenzare i propri sentimenti e le proprie espressioni emotive, ma anche i sentimenti e le espressioni emotive degli altri.

Francesca Romana Puggelli, docente e giornalista, insegna Psicologia sociale all'Università Cattolica di Milano e Psicologia del turismo e del tempo libero all'Università degli Studi di Urbino. Tra le sue ultime pubblicazioni: L'occulto del linguaggio. Psicologia della pubblicità (2000). Spot Generation. I bambini e la pubblicità (2002), La creatività: dote individuale o prodotto sociale? (2003), Psicologia del Turismo (2004).


Dolores Passi Tognazzo
Il metodo Rorschach. Manuale di psicodiagnostica su modelli di matrice europea
2005, Collana: Manuali e monografie di psicologia, pagine: 372
Prezzo: € 22,00
Editore: Giunti

Il “Test delle macchie d’inchiostro” ideato da Hermann Rorschach nel 1920 continua ad essere il metodo proiettivo più usato in psicodiagnostica, in quanto possiede sia le qualità psicometriche proprie dei test psicologici, sia la capacità di dare informazioni su aspetti complessi della personalità e del suo funzionamento, intesi in senso clinico, dinamico e relazionale. La presente edizione introduce e illustra ampiamente il metodo Rorschach ed è completamente rinnovata per quanto riguarda le esigenze di tipo psicometrico, nonché quelle di tipo clinico-dinamico.


Sergio Segantini
Le notti bianche. Quando il bambino non dorme
2006, Collana: In famiglia, Pagine: 128
Prezzo: € 7,50
Editore: Giunti Demetra

I figli che non dormono sono una fra le principali cause di disagio all’interno di una coppia, un problema capace di condizionare profondamente gli equilibri familiari. Ma non esiste un metodo univoco per far dormire serenamente i bambini. Ogni caso è diverso da un altro e anche se esistono alcune tecniche più funzionali di altre, il principale compito dei genitori è quello di capire le ragioni di un disagio e adattare il proprio comportamento alle esigenze dei propri figli. Questo, in sintesi, il senso di un libro che analizza il sonno del bambino nelle diverse fasi della crescita, insegna ai genitori i principali “trucchi” per addormentare i figli, mette in guardia dagli errori più comuni, ma anche dalle illusioni che alcune tecniche di addormentamento in voga da alcuni anni siano esenti da ripercussioni psicologiche in alcuni casi anche molto pesanti. La cosa più importante non è conoscere il “metodo” giusto per far dormire un figlio: è capire per quale motivo non dorme


Giuseppe Mantovani
L'elefante invisibile. Alla scoperta delle differenze culturali
2005, Collana: Psicologia, Pagine: 256
Editore: Giunti
Prezzo: € 9,50

Quando incontriamo una cultura diversa dalla nostra ci troviamo a un bivio. Possiamo negarla, passando dallo smarrimento al disprezzo. Oppure riconoscerla, passando dallo stupore al rispetto. In questo libro si dimostra come gli incontri fra culture lontane portino sempre spaesamento e incertezza. Ma anche ricchezza d’identità, purché si trovi il coraggio di non distogliere lo sguardo dalle differenze, talvolta abissali, che separano i mondi culturali.


Giovanni Sprini
Gli interessi e la loro misurazione.Proposte teoriche e psicometriche dai pedagogisti del Settecento ai giorni nostri
2005. Collana: Serie di psicologia, Pagine: 144
Prezzo: € 16,00
Editore: Franco Angeli

Negli ultimi decenni si sono verificati radicali mutamenti nel rapporto individuo-attività lavorativa. Sono cambiate le modalità cui le persone si ispirano nel valutare il mondo delle professioni e nell'organizzare le loro scelte.
È rimasta però insoddisfacente, nonostante i molteplici tentativi, la risposta ad alcune domande fondamentali: Quali criteri devono guidare le nostre scelte? Che cosa ci piace fare? Perché? Come individuare utilmente le proprie preferenze? Quale peso dare ai sistemi empirici di raccolta delle informazioni al riguardo, e alla loro interpretazione?
Questo volume è un tentativo di sistematizzare i contributi che, nel corso degli ultimi due secoli, sono stati prodotti da coloro che si sono occupati di interessi, sia per quanto riguarda gli assunti teorici, sia per quanto attiene la costruzione di strumenti che ce ne diano contezza.
La prima parte è dedicata alle proposte teoriche, da quelle dei pedagogisti del secondo Settecento fino ai più recenti sviluppi dati dalle teorie di Donald Super e John Holland. Nella seconda parte del volume si fornisce un quadro dettagliato dei principali strumenti di misurazione, dai meno conosciuti, a quelli che hanno avuto più larga diffusione, come gli inventari di Frederick Kuder, e quelli messi a punto da Edward Strong, e più recentemente rivisitati da Donald Campbell. Questa rassegna è integrata da approfondimenti di natura metodologica e statistica e da una serie di riflessioni suggerite da problematiche di attualità: come utilizzare le misure degli interessi in coerenza con i cambiamenti che contrassegnano l'attuale contesto sociale? Come conciliare il ricorso agli strumenti finora messi a punto con le esigenze della multiculturalità? Quale rapporto intercorre tra gli interessi e quei costrutti, come per esempio l'autoefficacia nelle sue molteplici declinazioni, che pur riguardando le scelte lavorative sono da riferire alla psicologia della personalità in senso lato?

Giovanni Sprini, ordinario di Psicologia Generale presso l'Università degli studi di Palermo. Insegna Psicologia dell'Orientamento Scolastico e Professionale presso il corso di laurea in Psicologia della stessa università. Ha diretto dal 1964 al 1995 il Servizio Orientamento Scolastico-Professionale dell'ateneo palermitano. Si occupa da sempre di interessi, area di ricerca nella quale ha prodotto numerosi contributi. Sono suoi l'adattamento e la validazione italiana dello Strong Vocational Interest Blank (SVIB) e dello Strong-Campbell Interest Inventory (SCII).


Antonio Filiberti , Ramon Lucas Lucas
La spiritualità nella sofferenza. Dialoghi tra antropologia, psicologia e psicopatologia
2006, Collana: Psicologia sociale, Pagine: 192
Prezzo: € 17,50
Editore: Franco Angeli

È possibile far dialogare l'antropologia, la psicologia e la psicopatologia sul tema della sofferenza umana? Questo è ciò che intende proporre il presente volume, integrando le prospettive di queste discipline in un dialogo costruttivo.
La prima parte, Dolentium Hominum, raccoglie alcuni lavori di filosofia dell'uomo di G. Miranda, R. Lucas Lucas, L. Sandrin e A. Pangrazzi, che riflettono sulla reale essenza della persona umana e sulla potenzialità ontologica dell'esperienza del dolore. In questi studi viene proposta un'interpretazione dell'uomo come essere che è corpo e spirito nella sua totalità e sostanzialità; conseguentemente, il bisogno di trascendenza e quello di significazione dell'esperienza vissuta si definiscono come esigenze primarie. La disperazione depressiva si delinea come un sentimento che nasce dalla difficoltà nel riconoscere l'esistenza di tali bisogni.
La seconda parte, Curatio, presenta contributi di L. Pinkus, E. Torre, P. Massaglia e A. Filiberti, che analizzano il delicato rapporto che l'uomo sofferente stabilisce con la spiritualità. In questa sezione, introdotta da una lavoro che analizza la relazione tra spiritualità e psicoanalisi, gli autori ricorrono a numerosi esempi clinici, suggerendo un percorso che integra la visione dell'uomo dell'antropologia filosofica con quella della psicologia dinamica.
Il volume si chiude con una appendice di A. Filiberti in cui viene fatto il punto sullo stato delle ricerche finalizzate a valutare la relazione tra religiosità, spiritualità, qualità di vita e capacità di coping del paziente oncologico.

Antonio Filiberti dirige il Servizio di Psicologia della Asl 14 di Verbania e collabora con i Master di Oncologia e di Cure palliative della Facoltà di Medicina di Novara. Per Franco Angeli ha curato il volume Quale uomo per quale cura? (2004) e con L. Pinkus La qualità della morte (2002).
Ramón Lucas Lucas è professore ordinario di Antropologia filosofica e Bioetica alla Pontificia Università Gregoriana; è membro della Pontificia Accademia per la Vita e Visiting Professor all'Università di Madrid. È autore, tra gli altri, dei volumi: L'uomo spirito incarnato (San Paolo Edizioni,1997) e Antropologia e problemi bioetici (San Paolo Edizioni, 2001).


Paolo Carignani , Fausta Romano
Prendere corpo. Il dialogo tra corpo e mente in psicoanalisi: teoria e clinica
2006, Collana: Psicoanalisi contemporanea: Sviluppi e prospettive, Pagine: 288
Prezzo: € 32,00
Editore: Franco Angeli

Nella riflessione psicoanalitica contemporanea, al corpo viene spesso riconosciuto un ruolo marginale, a volte inesistente, nonostante le precise indicazioni fornite sin dagli inizi da Freud sullo stretto legame tra Io e corpo, tra rappresentazioni psichiche e funzioni somatiche. Una conseguenza di questa estromissione è stata la creazione di un concetto di mente sempre più avulso e indipendente dagli aspetti biologici soggiacenti e un'inevitabile distanziamento della psicoanalisi dalle discipline che si occupano del corpo, come la biologia, la medicina, la psichiatria, la farmacologia, le neuroscienze, ecc. Anche i tentativi più coraggiosi come quelli della psicosomatica non hanno mai abbandonato il presupposto di una centralità e di una onnipotenza della mente (la quale, vero soggetto dell'esistenza, "agirebbe" a suo piacimento sul corpo), riproponendo in tal modo un dualismo di fondo e una preminenza degli aspetti psichici su quelli somatici.
Le ipotesi elaborate da Armando Ferrari, da cui si diramano i contributi di questo libro, viceversa, vedono nel corpo la matrice originaria delle funzioni mentali e, sulla linea delle più recenti scoperte in ambito neuroscientifico, incardinano la mente al compito di rispondere alle esigenze del corpo a cui appartiene. In questa prospettiva il sistema psichico esiste come una raffinata differenziazione dello sviluppo biologico del corpo umano, allo stesso modo (anche se con caratteristiche specifiche) del sistema immunitario o di quello endocrino. Se il corpo può trovare canali di espressione attraverso le più semplici o le più complesse funzioni mentali, allora la mente deve prendere corpo per assolvere al suo compito, per essere, innanzi tutto, funzione del corpo e cioè uno dei diversi sistemi che costituiscono l'organismo umano.
Allo scopo di mostrare le molteplici variabili di questo approccio, in questo volume vengono raccolti contributi teorici e contributi clinici di psicoanalisti, affiancati da contributi di medici, farmacologi e filosofi che, da prospettive differenti e necessariamente distanti, aiutano a comporre un quadro caleidoscopico relativo a un tema, quello della relazione corpo-mente, sempre ineludibile ed essenzialmente irrisolvibile.

Paolo Carignani, psicologo e psicoanalista, Tavistock Society of Psychotherapists, è docente del Centro Studi Martha Harris e del Centro di Formazione e Ricerca Psicoanalitica, ed autore di articoli di psicoanalisi e di psicoanalisi infantile.
Fausta Romano, psicologa, psicoterapeuta individuale e familiare, è docente del Centro di Formazione e Ricerca Psicoanalitica, socia fondatrice dell'Istituto Psicoanalitico di Ricerca e Formazione di Roma. Ha lavorato presso una Asl di Roma come psicologo dirigente. Ha pubblicato scritti sul tema delle psicoterapie nelle istituzioni e sul trattamento psicoanalitico in particolare di adolescenti e di situazioni anoressiche e bulimiche.


Michele Capurso - Mariantonietta Trappa
La casa delle punture. La paura dell'ospedale nell'immaginario del bambino
2005, Pagine: 184
Prezzo: € 16.00
Editore: Magi

Come immaginano l'ospedale i bambini? Che tipo di paure incute il pensiero di un ipotetico ricovero? Cosa spaventa di più?
Una ricerca ha evidenziato che, oltre alle siringhe e ai camici bianchi, fa paura l'idea della solitudine, dell'incertezza, del dolore, dell'abbandono, della morte. Ricco di disegni e di racconti dei bambini, il volume è dedicato agli adulti addetti a lenire e a gestire le paure dei piccoli. Ai genitori, quindi, ma anche ai pediatri, insegnanti ed educatori di ogni sorta. Tutti loro troveranno qui le nozioni fondamentali sulla paura nell'infanzia, sulle sue cause, sul suo senso, sul modo di amministrarla e di ammansirla. Ma innanzitutto un'infinità di suggerimenti per affrontare le paure connesse al processo di cura, che non è e non dev'essere un'azione solamente tecnica, ma innanzitutto una relazione tra chi ha il compito di assistere gli altri e chi si trova nella situazione di bisogno. I progetti educativi, volti a far conoscere l'ospedale come servizio pubblico e a far gestire l'accoglienza dei più piccoli - parte finale e una delle finalità primarie di questo libro - costituiscono una guida per rafforzare quell'indispensabile alleanza che si deve instaurare tra medici e infermieri da una parte ed educatori e genitori dall'altra.

Michele Capurso, laureato in Pedagogia, svolge l'attività di ricercatore in Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Perugia. Già impegnato nelle attività scolastiche presso un reparto di oncologia pediatrica e nei diversi stage di formazione negli ospedali pediatrici italiani e statunitensi, oggi si occupa della direzione e del coordinamento delle attività formative per l'Associazione «Gioco e Studio in Ospedale» di Genova. Membro eletto nella «Board of Directors» della Federazione Europea dei Pedagogisti Ospedalieri (H.O.P.E.), è autore di numerosi scritti inerenti la psicologia dell'educazione, con particolare riferimento ai temi della tutela del bambino malato, dell'integrazione dei bambini con disabilità e della relazione educativa a scuola.
Mariantonietta Trappa, laureata in Pedagogia presso la Facoltà di Magistero di Firenze, ha condotto la sperimentazione sulla scuola ospedaliera all'Ospedale pediatrico A. Meyer di Firenze. Ideatrice e responsabile dei percorsi formativi «Conosciamo l'Ospedale» e del giornale «Vi mando un bel ciao», periodico nato nel 1996 per favorire la comunicazione tra i bambini ricoverati e i bambini sani delle scuole elementari del territorio nazionale. Responsabile del Dipartimento Scuola in Ospedale dell'Istituto per la Ricerca Accademica Sociale ed Educativa (I.R.A.S.E.), è autrice e coautrice di molti scritti sui temi dell'ospedalizzazione pediatrica e del reinserimento del bambino ospedalizzato nella scuola d'appartenenza, tra cui il volume I bambini e l'ospedale. Percorso multidisciplinare per i ragazzi della scuola dell'obbligo.


A. Coppola De Vanna , I. De Vanna
Ci separiamo. Come dirlo ai nostri figli
2005, Pagine: 40
Prezzo: € 8,00
Editore: La Meridiana

La decisione di separarsi è sempre l’epilogo di una storia di sofferenze accumulate nel tempo. La trama del progetto condiviso si infrange lasciando al suo posto delusione, rabbia, tradimento. Una solitudine nella quale ciascun coniuge cura il proprio dolore, spesso ignorando quello dei figli.
Eppure la separazione non passa innocua sui figli, perché colpisce il bisogno più profondo di sicurezza esistenziale, indispensabile per crescere. Proprio nel momento della separazione, bisogna allora ricordarsi che si può smettere di essere coniugi ma non genitori. E continuare a esserlo, con un impegno comune per far entrare i loro figli nel mondo, resta la sfida che da sola basta a dare senso alla vita. È importante che, nella fase di soluzione del legame matrimoniale, i genitori collaborino, con modalità vecchie o nuove, perché i figli continuino a sentire genuinamente che, anche dopo la separazione, la famiglia, la “loro” famiglia, non è venuta meno. Perché “famiglia” non è, ovviamente, essere collocati tutti fisicamente in uno stesso posto o vivere sotto lo stesso tetto o mangiare alla stessa tavola o portare lo stesso cognome, vuol dire calore, sicurezza, identità, appartenenza, affetto, condivisione. Ci separiamo “ è un libro – come scrive Fulvio Scaparro nell’Introduzione – che non mancherò di consigliare ai tanti genitori che chiedono consigli sul modo e sui tempi della comunicazione ai figli della loro separazione ma che raccomando anche a tutti i professionisti impegnati nel difficile compito di aiutare i genitori e i figli coinvolti nella vicenda separativa […] Ce n’era bisogno”.


Casini Carlo
Le cinque prove dell'esistenza dell'uomo
2006, pagine: 88
Prezzo: € 5.00
Editore: San Paolo

L’individuo è persona fin dal suo concepimento e lo è dal punto di vista fisico (dall’unione dei gameti fino al concepimento), psicologico (lo sviluppo della personalità è un continuum dal concepimento in poi), antropologico (non esistono esseri umani di serie A e di serie B). Suffragano questa tesi, inoltre, una documentazione giuridica e una serie di Atti e Dichiarazioni di Comitati ed Enti. Ovviamente, non vengono taciute le voci di dissenso, ma si entra in dialogo con esse cercando di smontarne le argomentazioni.
Chiude il volume una breve appendice che riporta l’episodio riguardante la signora Rita Fedrizzi che preferì lasciarsi morire, e così salvare il suo bambino, piuttosto che abortire.

Carlo Casini è presidente del Movimento per la Vita Italiano e membro della Pontificia Accademia per la Vita e del Comitato Nazionale di Bioetica. È docente di bioetica, diritti umani e diritto internazionale presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum. È autore di numerose pubblicazioni tra le quali ricordiamo: Diritto alla vita e ricomposizione civile, Ares, Milano 2001; La legge sulla fecondazione artificiale. Primo passo nella giusta direzione, Cantagalli, Siena 2004; La legge 19 febbraio n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita: Commentario, Giappichelli, Torino 2004; Procreazione assistita. Introduzione alla nuova legge, Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo 20052.


Associazione Medici Cattolici Italiani (A.M.C.I.)
L'anima tra scienza e fede
2006, pagine: 80
Prezzo: € 6.00
Editore: San Paolo

Giovanni Reale espone il concetto di “anima” nell’ambito della filosofia classica, soprattutto in Platone; Edoardo Boncinelli ne analizza il concetto in ambito medico mentre Vittorino Andreoli lo affronta da un punta di vista psicologico. L’unità della persona (corpo e anima/spirito) viene poi ampiamente ripreso sia da Enzo Bianchi sia da Gianfranco Ravasi: il primo equipara la comprensione dell’anima alla comprensione di sé come vita interiore; il secondo ci propone una serie di riflessioni sulla concezione biblica dell’anima.


Serenella Parazzoli Raffaella Zardoni
Come sono nata. 7 domande su mamme e bambini
2006, Collana Jam dai 7 anni in su, pagine: 45
Prezzo: € 5.00
Editore: San Paolo

Ecco come affrontare l'argomento del sesso e l'educazione sessuale a casa con i bambini dai 5 anni in su. Belle illustrazioni a colori di Raffaella Zardoni; testi brevi, semplici, sicuri, illuminanti e comprensibili di Serenella Parazzoli e un percorso didattico adatto all'età guideranno i bambini più piccoli verso la scoperta del corpo, delle caratteristiche originali di ciascuno, delle differenze tra uomo e donna, offrendo una risposta alle curiosità e orientando le scelte personali dell'età.
Il libro può essere un ottimo punto di partenza per importanti riflessioni o per costruire un vero e proprio progetto didattico di educazione sessuale ed educazione all'affettività a scuola.

Serenella Parazzoli vive e lavora a Milano, ha due figli, si occupa da molto tempo di libri per ragazzi e collabora con diversi periodici. Per San Paolo ha pubblicato Educazione sessuale, dai 6 ai 9 anni e Educazione sessuale dai 10 ai 13 anni, sempre in collaborazione con Raffaella Zardoni.
Raffaella Zardoni è una conosciuta professionista che ha un tratto inconfondibile ed è apprezzata dal pubblico che la conosce e la ammira di molti anni sulle pagine di Il Giornalino.


Serenella Parazzoli Raffaella Zardoni
Amore e sesso. 7 domande su adolescenza innamoramento e amore
2006, Collana Jam dai 12 anni in su, pagine: 45
Prezzo: € 5.00
Editore: San Paolo

Un libro di educazione sessuale da dare ai ragazzi per una lettura personale e come spunto per cercare insieme le risposte alle domande più importanti e urgenti sull'argomento.
Illustrato a colori da Raffaella Zardoni e curato nei testi da Serenella Parazzoli, il libro affronta le questioni centrali attraverso sette domande: Che cos'è l'adolescenza? Quando una ragazzina diventa donna? Quando un ragazzo diventa uomo? Come si fa a diventare adulti? Quando ci innamoriamo? Cosa sono i rapporti sessuali? Cosa fare per imparare a vivere e ad amare?
Il libro può essere un ottimo punto di partenza per importanti riflessioni o per costruire un vero e proprio progetto didattico di educazione sessuale ed educazione all'affettività a scuola.

Serenella Parazzoli vive e lavora a Milano, ha due figli, si occupa da molto tempo di libri per ragazzi e collabora con diversi periodici. Per San Paolo ha pubblicato Educazione sessuale, dai 6 ai 9 anni e Educazione sessuale dai 10 ai 13 anni, sempre in collaborazione con Raffaella Zardoni.
Raffaella Zardoni è una conosciuta professionista che ha un tratto inconfondibile ed è apprezzata dal pubblico che la conosce e la ammira di molti anni sulle pagine di Il Giornalino.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

News Letters