Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.256 - 11.5.2006

on . Postato in News libri e riviste | Letto 196 volte

  • Armonia, benessere, felicità
  • I disturbi di personalità Le principali teorie. Seconda edizione
  • Narcisismo, aggressività e autodistruttività nella relazione psicoterapeutica
  • Figli disabili. La famiglia di fronte all'handicap
  • L`umorismo nella comunicazione umana
  • So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio
  • Culla di parole. Come accogliere gli inizi difficili della vita
  • Nuovo manuale di psicoterapia cognitiva. Volume terzo. Patologie
  • La visione di Elifaz. Suggestioni ed esperienza nella relazione di cura
  • Dilemmi dell'identità: chi sono? Saggi psicoanalitici sul genere e dintorni
  • Orientamento informativo. Percorsi e strumenti per la scelta formativa professionale

Anna Fata
Armonia, benessere, felicità
2005, Collana: Psicologia al limite, pagine: 190
Prezzo: € 16.00
Editore: Punto di fuga

La ricerca della felicità è un percorso da compiere in modo parallelo o progressivo, secondo strade, tempi e modi del tutto personali. La cura del corpo, la coltivazione della mente e dello spirito sono ugualmente indispensabili e si influenzano a vicenda: il benessere dell'uno favorirà l'altro e viceversa, in un circolo virtuoso che si autoalimenta di continuo. In questo lavoro, l'autrice espone un percorso caratterizzato da un approccio olistico alla persona, in cui l'armonia, cioè l'accordo fra mente e corpo e il benessere sono indispensabili per vivere bene (il ben-essere aristotelico).

Anna Fata è psicologa. Si occupa di psicologia del benessere e si avvale di svariate tecniche per favorire l'equilibrio psico-fisico individuale. Ideatrice del metodo ArmoniaBenessere, è accreditata presso l'Ordine degli Psicologi della Lombardia in "psicologia delle nuove tecnologie". Collabora con diverse riviste di settore ed è autrice di numerosi saggi di carattere scientifico e divulgativo. Ha già pubblicato "Gli aspetti psicologici della formazione a distanza" (Franco Angeli editore, 2004) e "Il cibo come fonte di essere e ben-essere" (Armando editore, 2005).


Lenzenweger M.F., Clarkin J.F. (a cura di)
I disturbi di personalità Le principali teorie. Seconda edizione
2006, Collana : Psichiatria Psicoterapia Neuroscienze,Pagine: 502
Prezzo: € 44,50
Editore: Raffaello Cortina

Con grande chiarezza ed efficacia si presentano le più importanti teorie sul disturbo di personalità, esplorando somiglianze e diversità tra i differenti modelli e identificando possibili vie di integrazione. Questa seconda edizione, completamente rivista e ampliata di due nuovi capitoli, include i più recenti sviluppi nella ricerca e si avvale della capacità di teorici come Otto Kernberg e Aaron Beck di continuare ad aggiornare le proprie teorie alla luce di nuovi dati.

Mark F. Lenzenweger insegna Psicologia cognitiva alla State University di New York.
John F. Clarkin insegna Psicologia clinica al Weill Medical College della Cornell University di New York.


Kernberg O.F.
Narcisismo, aggressività e autodistruttività nella relazione psicoterapeutica
2006, Collana : Psicologia clinica e Psicoterapia, pagine: 316
Prezzo: € 28,50
Editore: Raffaello Cortina

Un grande psicoanalista presenta i nuovi sviluppi nella psicopatologia e nella psicoterapia dei disturbi gravi della personalità. Integrando i contributi della psicoanalisi europea con quelli degli autori latino-americani, Kernberg focalizza la sua analisi sull’organizzazione borderline della personalità, il narcisismo, le inibizioni sessuali, il transfert e il controtransfert, i comportamenti suicidari e i disturbi alimentari.

Otto F. Kernberg è professore di Psichiatria al Cornell University Medical College. Nelle nostre edizioni ha pubblicato “Aggressività, disturbi della personalità e perversioni” (1993), “Relazioni d’amore” (1996), “Le relazioni nei gruppi” (1999) e “Psicoterapia delle personalità borderline” (con J.F. Clarkin e F.E. Yeomans, 2000).


Sorrentino A.M.
Figli disabili. La famiglia di fronte all'handicap
2006, Collana : L`intervento psicosociale, pagine: 190
Prezzo: € 18,80
Editore: Raffaello Cortina

Il volume, che colma un vuoto nella saggistica sul tema, prende avvio da un’esperienza ventennale nell’ambito della presa in carico delle famiglie con un figlio disabile e nella formazione di operatori dell’area riabilitativa. Viene evidenziata l’importanza dell’evento invalidante nella vita del soggetto e nell’equilibrio dell’organizzazione familiare. L’onda lunga di disagio e di stress si ripercuote sul figlio paziente influenzandone lo sviluppo, ma la riabilitazione può costituire una potenziale risorsa per cambiamenti decisivi.

Anna Maria Sorrentino, psicoterapeuta familiare, è stata membro dell’équipe di terapia e ricerca diretta da Mara Selvini Palazzoli. Nelle nostre edizioni ha pubblicato “I giochi psicotici nella famiglia” (con M. Selvini Palazzoli e S. Cirillo, 1988) e “Ragazze anoressiche e bulimiche” (con M. Selvini Palazzoli, S. Cirillo e M. Selvini) e ha curato “La terapia familiare nei servizi psichiatrici” (con S. Cirillo e M. Selvini, 2002).


Bateson G.
L`umorismo nella comunicazione umana
2006, Collana : Minima, pagine:194
Prezzo: € 13,00
Editore: Raffaello Cortina

Dell’umorismo Gregory Bateson, uno dei grandi nomi della cultura del Novecento, ci invita a esplorare quei paradossi che formano la materia prima della comunicazione umana, paradossi con i quali, se vogliamo far nostra la difficile arte di comunicare, dobbiamo imparare a “giocare’’. Un’arte, questa, che assomiglia non poco a quella pratica filosofica cui oggi si rivolgono di nuovo così tante attenzioni. E che inizia quando riusciamo a raccontare una barzelletta. E a ridere.

Gregory Bateson (1904-1980) è stato biologo, etnologo, studioso dei processi schizofrenici e, a modo suo, anche filosofo. Nella collana Minima è già stato pubblicato “Questo è un gioco’’.


Rizzolatti G., Sinigaglia C.
So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio
2006, Collana : Scienza e idee, pagine: 226
Prezzo: € 21,00
Editore: Raffaello Cortina

Come comprendiamo le azioni degli altri? Negli ultimi anni sono le neuroscienze a offrire le risposte più convincenti. Giacomo Rizzolatti, neurofisiologo di fama mondiale, ha scoperto un tipo particolare di cellule, i neuroni specchio, dotate della particolarità di attivarsi sia quando osserviamo un’azione sia quando la compiamo noi stessi. Trovano così spiegazione molti dei nostri comportamenti individuali e sociali, ma ciò comporta anche una trasformazione nel modo di intendere percezione, azione e cognizione, dato che lo studio dei neuroni specchio mostra che le aree del cervello deputate all’agire sono in grado anche di percepire e di conoscere.

Giacomo Rizzolatti insegna Fisiologia all’Università di Parma. È membro onorario dell’American Academy of Arts and Sciences e ha pubblicato moltis-simi lavori sulle più prestigiose riviste internazionali.
Corrado Sinigaglia insegna Filosofia della scienza all’Università di Milano. Ha pubblicato “La seduzione dello spazio” (Milano 2000) e “Pierre de Fermat” (con G. Giorello, Milano 2001).


Lucia Aite
Culla di parole. Come accogliere gli inizi difficili della vita
2006, Collana «Saggi. Psicologia», pagine: 194
Prezzo: €16,00
Editore: Bollati Boringhieri

Molte sono le problematiche psicologiche incontrate dai genitori quando, alla nascita o in epoca prenatale, viene diagnosticata al loro bambino un’anomalia congenita che richiede un intervento chirurgico alla nascita. Si manifesta allora la necessità di un approccio multidisciplinare che, accanto alle risorse della chirurgia e delle tecniche rianimatorie e diagnostiche, dia ampio spazio agli aspetti umani e relazionali del "prendersi cura", aiutando i neonati e le loro famiglie a vivere il faticoso percorso della malattia. La "narrazione" della propria storia da parte dei genitori crea un’apertura emozionale al dialogo e uno spazio di elaborazione particolarmente utile per dare accoglienza e forma alla sofferenza.
Nelle storie e nel loro racconto la malattia trova la sua fonte più autentica di umanizzazione. Lucia Aite ci aiuta a ripercorrere il cammino di queste coppie, facendoci conoscere il loro travaglio psicologico ma anche le risorse di coraggio e volontà che riescono a scoprire in sè lungo il cammino.

Lucia Aite lavora nel Dipartimento di Neonatologia medica e chirurgica dell’ospedale Bambino Gesù di Roma.


Bruno G. Bara (a cura di)
Nuovo manuale di psicoterapia cognitiva. Volume terzo. Patologie
2006, Collana «Manuali di Psicologia, Psichiatria, Psicoter.», pagine: 457
Prezzo: € 27,00
Editore: Bollati Boringhieri

Con una rassegna sulla psicopatologia, che va dal bambino all’anziano, la trilogia del Nuovo Manuale trova la sua conclusione. Riguardo ad alcune patologie gli ultimi dieci anni hanno portato trasformazioni spesso radicali: cosi è accaduto per i Disturbi da Uso di Sostanze, con il cambiamento dei fenomeni e dei comportamenti d’abuso, che ha reso necessari nuovi tipi di intervento e trattamento. Sviluppi notevoli ci sono stati anche per quanto riguarda i possibili apporti della farmacologia alla cura psicoterapeutica. Nello stesso tempo si aprono nuovi scenari, nuove strade, come quella dei protocolli per una psicoterapia fondata su prove di efficacia, e si introducono campi innovativi di intervento, come quello della psicoterapia cognitiva specificatamente rivolta ai traumatizzati cranici.

Bruno G.Bara, laureato in medicina e specializzato in psicologia clinica, è professore ordinario di Psicologia della comunicazione presso la Facoltà di psicologia dell'Università di Torino. Dirige il Centro di Scienza Cognitiva dell'Università e Politecnico di Torino, l'annesso dottorato di ricerca in Scienze Cognitive, e le Scuole di formazione in psicoterapia cognitiva di Como, Torino e Genova.


Anna Scialabba
La visione di Elifaz. Suggestioni ed esperienza nella relazione di cura
2006, Collana: Psicologia sociale - diretta da Giancarlo Trentini, Pagine: 288
Prezzo: € 30,00
Editore: Franco Angeli

La medicina, al bivio tra arte e tecnologia, sta esprimendo una inquietante tendenza a fissarsi in un progetto "scientista" e mercantile, tipico di molti aspetti del vivere d'oggi. Esso sembra correlato al dilatarsi del senso di onnipotenza che accompagna il rapido evolversi delle sue "scienze di base" (fisica, chimica e biologia), ormai partecipi di un uno stato di incertezza ed instabilità, ma ancora ritenute esatte.
A questa emergenza sociale è speculare l'indifferenza per il senso dell'uomo, di ogni uomo, come "corpo, anima e spirito". Di fronte alla scissione tra realtà e bisogni dell'anima, il presente volume tenta un revisione della professione di cura, come modello relazionale ed affettivo, che non si sottrae alle esigenze della scienza. Questo tentativo viene fatto alla luce delle acquisizioni delle le scienze "esatte" contemporanee, ma anche attraverso la filosofia, il diritto naturale e, soprattutto, mediante l'analisi personale della visione intuitiva e "mistica" della natura.
Il libro suggerisce la possibilità che l'uomo di scienza incontri nella relazione di cura, sua espressione privilegiata, non soltanto l'orgoglio dell'intelletto, ma anche le misteriose ragioni del cuore. Il cuore è presente nelle piccole storie dei pazienti, incontrati per via e narrati, tra una speculazione e l'altra, attraverso "finestre" aperte dall'autrice, sulla "vita reale".
La dimensione psicosociale considera la cura esperienza primaria di interdipendenza. Essa dà valore alla mente, come strumento di conoscenza, e all'anima, in quanto contenitore di pena. In questa armonia, sta l'etica e la religiosità tollerante, che non riesce a dettare norme, ma indica sentieri; che alla parola preferisce l'ascolto e al giudizio l'abbraccio.

Anna Scialabba è professore associato di Patologia Sistematica alla Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università di Palermo e docente di Bioetica e Scienze Umane, presso lo stesso Ateneo. Particolarmente interessata al rapporto tra psiche e soma, alla pedagogia medica e alla bioetica, ha promosso iniziative legate alla formazione umana del medico e al suo arricchimento culturale, anche attraverso la prospettiva psicosociale. Oltre a numerose pubblicazioni di carattere scientifico, ha pubblicato, su questi temi, La prigione di Kore (2001), in Gruppi, vol. III, n. 1; La cellula il salice e l'aspirina (2002), in Gruppi, vol. IV, n. 2; Giri di Parole (2005), in Psicologia per la politica, di Franco Di Maria (Angeli, Milano).


Adele Nunziante Cesaro , Paolo Valerio
Dilemmi dell'identità: chi sono? Saggi psicoanalitici sul genere e dintorni
2006, Collana: Serie di psicologia
Prezzo: € 22,00
Editore: Franco Angeli

Il libro raccoglie una serie di riflessioni diverse e non sempre conciliabili sul tema dell'identità sessuale e di genere, ed in particolare sulla questione transessuale che costringe, nell'ambito del paradigma psicoanalitico, ad articolare ipotesi teoriche e cliniche nuove.
Le persone transessuali pongono molte sfide agli operatori impegnati a rispondere alle domande di aiuto e alle richieste di consulenza che essi portano, la prima delle quali è di tipo diagnostico.
Siamo tutti consapevoli che la sessualità non può essere considerata una funzione separata dalle altre attività dell'uomo ma che è un'attività che si va progressivamente definendo e che l'assunzione di genere non corrisponde necessariamente alle strutture anatomiche. Si tratta di processi che permettono il delinearsi dell'attività sessuale. Ciò avviene secondo le vicissitudini dei primi giorni di vita, delle prime separazioni, delle prime gratificazioni, delle prime sofferenza psichiche. Sono cioè il risultato di un interazionismo che è intrapsichico, interpersonale, sociale, culturale. Ma come si inscrive in tutto ciò il fenomeno transessuale? Come affrontare la richiesta di quelle persone che, sentendosi intrappolati in un corpo che considerano sbagliato, chiedono che tale identificazione venga loro riconosciuta attraverso la modificazione anagrafica dei dati personali e/o attraverso lunghi, molteplici e complessi interventi chirurgici? Qual è il contributo che la psicoanalisi può dare alla comprensione di questo fenomeno e quale aiuto gli operatori possono offrire a quelle persone che si rivolgono a loro per "cambiare sesso"?
Scopo di questo volume è soprattutto quello di continuare a riflettere su queste tematiche mettendo a confronto esperienze maturate in diversi contesti, tenendo conto che la transessualità è un'area che, al suo interno, presenta complesse diversificazioni.

Adele Nunziante Cesàro, professore ordinario di Psicologia dinamica dell'Università di Napoli Federico II, è autrice di numerosi saggi e volumi sulle tematiche della costruzione e delle patologie dell'identità. Ha pubblicato con Angeli i volumi Lo spazio cavo e il corpo saturato (1985, in coll. con F. Ferraro), La doppia famiglia (1992) e Il bambino che viene dal freddo (2000), oltre al volume, pubblicato con Guida, Del genere sessuale. Saggi psicoanalitici sull'identità femminile (1996).
Paolo Valerio, professore ordinario di Psicologia clinica presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II e direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica della stessa Università. Coordina da alcuni anni il gruppo di ricerca intervento clinico sul transessualismo attivo presso L'Unità di Psicologia Clinica e Psicoanalisi Applicata del Dipartimento di Neuroscienze, Facoltà di Medicina e Chirurgia. È co-autore di vari contributi scientifici sul tema del transessualismo, tra cui Il transessualismo. Saggi psicoanalitici (Angeli, 2001) e L'enigma del transessualismo. Riflessioni cliniche e teoriche (Angeli, 2004).


Federico Batini , Nicola Giaconi
Orientamento informativo. Percorsi e strumenti per la scelta formativa professionale
2006, pagine: 172
Prezzo: € 18,00
Editore: Erickson

Il volume sviluppa in modo attuale e aggiornato tutti gli argomenti necessari per fare orientamento informativo, costituendo una vera e propria guida operativa anche per chi, come gli insegnanti, spesso si trova a dover affrontare la questione con i propri studenti senza avere alcuna formazione specifica.
Gli autori hanno raccolto in queste pagine tutte le indicazioni utili a chi si trova a dover compiere una scelta di tipo sia formativo che professionale: non solo i percorsi di autovalutazione, che permettono di scegliere la strada che si vuole intraprendere con maggiore consapevolezza delle proprie capacità e attitudini, ma anche un’attenta disamina della legislazione riguardante il nuovo mercato del lavoro e delle metodologie più efficaci per ricercare un’occupazione, oltre che una dettagliata presentazione delle opportunità formative.
In questo senso il testo è un vero e proprio manuale per tutti gli operatori che si occupano di orientamento, ma è allo stesso tempo un valido strumento di autorientamento e autoinformazione.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. Deriva dal greco e fa riferimento alla paura per coloro che camminano su trampoli. Giocolier...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

News Letters