Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.266 - 20.7.2006

on . Postato in News libri e riviste | Letto 265 volte

  • Il mio ringraziamento a Freud e Tre lettere a un fanciullo
  • Non tutto lo stress vien per nuocere
  • A dire di no si impara. Per un equilibrio interiore
  • La psicologia analitica. Una scienza moderna
  • Le strutture inconscie del segno pittorico. Pittura e psicoanalisi, surrealismo e semio-analisi
  • Crescere un figlio con gioia
  • Conoscere per saper educare
  • Istruzioni per restare intelligenti
  • La conoscenza psicologica. Il metodo, l'oggetto, la ricerca
  • Don Giovanni, l'ingannatore. Trappola mortale per donne d'ingegno
  • Sentire l'altro. Conoscere e praticare l'empatia

Lou Andreas Salomè
Il mio ringraziamento a Freud e Tre lettere a un fanciullo
2006, Collana «Universale Bollati Boringhieri», pagine: 153
Prezzo: € 15,00
Editore: Bollati Boringhieri

Pubblicata nel 1931, in occasione del settantacinquesimo compleanno del fondatore della psicoanalisi, quest’opera espone la posizione di Lou Andreas Salome nei riguardi di Freud e della sua dottrina. E' un pubblico omaggio rivolto allo scienziato e all’uomo, in cui tuttavia la Salomè non si esime dal manifestare un’aperta critica su alcuni punti della teoria freudiana, in particolare sulla concezione dell’arte e della fede religiosa, due temi su cui ella intende, nonostante la gratitudine e l’ammirazione per il "maestro", mantenere la propria autonomia di giudizio.
Concludono il libro Tre lettere a un fanciullo, un piccolo gioiello di poesia, che testimonia la delicata capacita di intuito psicologico dell’autrice.
Essa risponde alle domande in materia sessuale postele dal figlio di suoi conoscenti berlinesi, che si trova ad affrontare i primi turbamenti e i conflitti della cosiddetta "età ingrata". Pervase di sentimento panico di fusione con la natura
e con tutte le creature viventi, queste lettere sono un inno alla capacita di Eros di ricondurci alla totalita primigenia, perduta con il distacco dal grembo materno, mediante l’unione con l’essere amato, attraverso l’atto d’amore, definito come l’"ultima fiaba dell’eta adulta".

Lou Andreas Salomè (1861-1937), scrittrice e saggista di origine russa, viaggiò molto attraverso l’Europa e visse a Roma, Berlino, Parigi, Vienna, Stoccolma e, dal 1903, a Gottinga.
Fu amica e confidente di molti protagonisti della cultura mitteleuropea dell’inizio del secolo, tra cui Nietzsche e Rilke, dei quali scrisse poi anche la biografia. Alla psicoanalisi, che conobbe piuttosto tardi nella sua vita, si consacrò con grande
entusiasmo, pubblicando numerosi contributi su riviste psicoanalitiche.


Barry Lenson
Non tutto lo stress vien per nuocere
2006, pagine: 180
Prezzo: € 13.50
Editore: Pan

L’autore di questo saggio, già pubblicato come Lo stress che fa bene, lo stress che fa male, propone una miriade di consigli pratici e di strategie per migliorare lo stato della nostra salute e per ottimizzare la qualità del nostro lavoro attuando piccoli cambiamenti sotto lo stimolo dello stress che è dentro di noi. Fondamentalmente, Lenson distingue due tipi di stress, l’uno negativo e causa di conflitti, l’altro positivo e fonte di stimolo per quanto riguarda i nostri obiettivi in ambito lavorativo e nella vita di relazione. Il primo genera atteggiamenti mentali distruttivi, il secondo ci è utile e ci rende ottimisti. Nel momento in cui ci renderemo conto che lo stress positivo è una realtà, riusciremo anche a comprendere che ogni evento della nostra vita cela opportunità nascoste dalle quali possiamo trarre vantaggio.


Sylvie Sperandio
A dire di no si impara. Per un equilibrio interiore
2006, pagine: 104
Prezzo: € 8,00
Editore: Paoline

Capita, a volte, di dire di sì, anche se questo, stranamente, contrasta con un profondo desiderio di dire di no. Ma quali sono i meccanismi che ci inducono a contrastare persino la nostra volontà? Sono interni o esterni a noi? Bisogna riconoscerli.
L’autrice, S. Sperandio, sostiene che imparando a dire di no nei momenti dovuti, si ritrova l’equilibrio tra il senso di responsabilità, il dovere e le regole di comportamento da osservare da una parte, e il benessere, la serenità dall’altra.
Dire di no, talvolta, è semplicemente permettersi di assumere la propria libertà di parola, di ascolto di sé e di scelta per essere davvero disponibili.
La volontà, liberata da ogni condizionamento interiore ed esteriore, è un privilegio al quale abbiamo diritto per fare delle scelte veramente libere. È importante la conoscenza delle motivazioni che ci inducono a determinati comportamenti; ciò giova senz’altro alla costruzione di una personalità più libera, capace di auto-determinarsi senza subire dall’esterno pressioni di sorta.


Michael Fordham (a cura di)
La psicologia analitica. Una scienza moderna
2006, Pagine: 248
Prezzo: € 20.00
Editore: Magi

Jung sentiva in modo forte l'esigenza di dimostrare la natura scientifica della psicologia analitica e, definendosi l'empirista, sottolineava il suo punto di vista esclusivamente fenomenologico, in contrasto con altri approcci basati su preconcetti speculativi e idealistici. Gli autori di questo volume, appartenenti alla Società di Psicologia Analitica londinese, affrontano il complesso lavoro di Jung cercando di distinguere tra le tesi essenziali e gli aspetti marginali della sua teoria. Lo studio della strutture della psiche – nelle sue impostazioni teoriche ed evidenze cliniche – si concentra, in molti contributi, sullo sviluppo del bambino e sulla pratica della terapia infantile. Quello centrato sul bambino era, infatti, un interesse particolarmente forte tra gli analisti londinesi. Molti di loro sono approdati alla psicologia analitica dopo essersi dedicati all'infanzia in altri ambiti pratici, e i loro studi ed esperienze hanno contribuito a chiarire e ad arricchire le teorie derivate dal lavoro di Jung.

Michael Fordham, scomparso nel 1995, analista junghiano, coeditore e curatore dell'edizione inglese delle opere di C.G. Jung (Collected Works), è stato membro fondatore e, in vari periodi, presidente e direttore della Society of Analytical Psychology. Autore di numerosi volumi, di cui per i tipi delle Edizioni Magi sono stati pubblicati Il Sé e l'autismo e La tecnica nell'analisi junghiana.


Jean-Tristan Richard
Le strutture inconscie del segno pittorico. Pittura e psicoanalisi, surrealismo e semio-analisi
2006, pagine: 200
Prezzo: € 20.00
Editore: Magi

Freud è stato il primo ad essere attratto dalla possibilità di un'interpretazione psicoanalitica delle creazioni letterarie e pittoriche. Successivamente, l'applicazione del metodo psicoanalitico alle arti figurative ha dato luogo a modelli di comprensione molto diversificati. In questo testo l'autore argomenta e illustra i maggiori apporti della psicoanalisi contemporanea all'opera d'arte, e articola il discorso sugli assi teorici della semiologia, invitando a riesaminare alcune opere tra le più celebri dei pittori surrealisti. Un'inedita linea di indagine, al fine di cogliere nuovi aspetti della sintassi figurativa e del suo potere. Un testo ricco, uno stimolo e un contributo allo sbocciare di nuove intuizioni e ricerche future.

Jean-Tristan Richard, nato nel 1950, psicologo clinico e psicoanalista, è impegnato professionalmente nell'ambito della salute mentale e del disagio sociale dei bambini, degli adolescenti e degli adulti. Direttore di un centro di intervento socio-sanitario precoce, membro di diversi comitati di redazione e autore di numerose pubblicazioni, si dedica attivamente all'attività congressuale. Tra i suoi volumi, nati dall'esperienza clinica, ricordiamo Essai d'épistémologie psychanalytique, Clinique de la castration symbolique, Que reste-t-il de l'amour après Freud?


Bisio Manuela
Crescere un figlio con gioia
2006, Collana: Quaderni per crescere, Pagine: 112
Prezzo: € 11.00
Editore: Armando

L'arrivo di un figlio può procurare un reale disagio all'interno della coppia e della famiglia? E' possibile conciliare senso di responsabilità e gioia? Come si fa a proteggere i propri figli senza però farli crescere in una campana di vetro? Questo libro nasce dall'intento di rispondere a queste e altre importanti domande molte diffuse tra i genitori per aiutarli a crescere i loro figli in modo sereno ed efficace.


Giovanni Gastaldo - Miranda Ottobre - Ernesto Gastaldo
Conoscere per saper educare
2006, Collana: A.I.R.D.A. Pagine: 64
Prezzo: € 15.00
Editore: Armando

Più di dieci milioni di italiani soffrono di disturbi che presumibilmente hanno avuto inizio nell'infanzia. Prendendo in esame più di 3000 adulti e bambini, gli Autori hanno riscontrato che, generalmente, le cause dei vari disturbi risiedono in modalità educative scorrette, verificatesi nei primi anni di vita. Conoscere i possibili errori che genitori ed educatori possono commettere è condizione necessaria ma non sufficente. Quest'opera, , mira non solo a fornire conoscenze, ma anche a produrre capacità emotive che promuovano negli adulti atteggiamenti atti ad un sano sviluppo delle capacità di apprendimento del bambino.
In allegato al libro cd rom con 200 diapositive animate.


Alberto Oliverio
Istruzioni per restare intelligenti
2006, Collana: BUR Psicologia e società, pagine: 168
Prezzo: € 8,40
Editore: Rizzoli

Il nostro cervello è soggetto a un naturale invecchiamento, proprio come accade al resto del nostro corpo. E proprio come i muscoli perdono la loro elasticità se non sono tenuti in esercizio, così avviene per il cervello. Ecco perché questo libro propone esperimenti con la memoria, cruciverba, analisi di fotografie e quadri, enigmi logici: tecniche specifiche per migliorare la concentrazione dell'emisfero destro e sinistro. Inoltre l'autore ci esorta a mantenere duttili i nostri schemi mentali e a fare sempre nuove esperienze. Ma per avere una mente sana in un corpo sano è necessario prendersi costantemente cura di sé, con una dieta equilibrata e un po' di esercizio fisico, e non lasciarsi sopraffare dallo stress. Il libro è un percorso attrezzato di fitness mentale, arricchito delle più aggiornate nozioni di biologia e medicina, per mantenere giovane il nostro cervello e per rimediare ai danni che il tempo inevitabilmente arreca.

Alberto Oliverio insegna Psicobiologia all'Università La Sapienza di Roma. È autore di saggi scientifici e opere divulgative fra cui: L'arte di pensare (1997), L'arte di ricordare (1998), L'arte di imparare (1999), La mente. Istruzioni per l'uso (2001) e, con Anna Oliverio Ferrarsi, Le età della mente (2004), tutti disponibili in BUR.


Marco Walter Battacchi
La conoscenza psicologica. Il metodo, l'oggetto, la ricerca
2006, pagine: 280
Prezzo: € 23,80
EDitore: Carocci

Il volume si propone di presentare un’analisi della ricerca scientifica in Psicologia, vale a dire l’oggetto, il metodo, i requisiti delle osservazioni, le operazioni sui dati osservativi, i criteri di validità della ricerca, le teorie e i livelli di spiegazione. Questa disamina mette in luce l’esistenza di due psicologie: una, che è invalso chiamare psicologia in prima persona, l’altra psicologia in terza persona, e tre livelli di spiegazione: biologico, psicologico e sociale. Il libro dimostra altresì che, fatti salvi alcuni criteri inderogabili di validità, le due psicologie sono entrambe necessarie, fra loro irriducibili e complementari, e lo stesso si può affermare per i livelli di spiegazione, elementi, questi, che contribuiscono così a riconoscere alla psicologia lo statuto di “scienza mista”.

Marco Walter Battacchi ha insegnato Psicologia dello sviluppo nella Facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna. Fra le sue pubblicazioni: La vergogna (con O. Codispoti, Bologna 1992); Lo sviluppo del pensiero metarappresentativo e della coscienza (con P. G. Battistelli e G. Celani, Milano 1998); Trattato Enciclopedico di Psicologia dell’Età Evolutiva (a cura di, Padova 1999, seconda edizione); Vergogna e senso di colpa in psicologia e nella letteratura (Milano 2002); Lo sviluppo emotivo (Roma-Bari 2004).


Claudio Risé
Don Giovanni, l'ingannatore. Trappola mortale per donne d'ingegno
2006, pagine: 160
Prezzo: € 16,00
Editore: Frassinelli

Chi è Don Giovanni e perché le donne si innamorano di lui/loro? La risposta si cela nell'ombra dove il seduttore 'seriale' agisce, come un ragno che attende la tenebra per tessere la sua trappola mortale. Egli attira, lusinga e consuma la preda con rapace voracità, regalandole l'illusione di una fusione intima e profonda. Non può però donare l'amore, di cui non è capace. Egli è, in realtà, un anti-maschio, un nomade senza radici, un sovvertitore dell'ordine costituito, un emarginato dalla società degli uomini, con i quali instaura esclusivamente rapporti di competizione. E le vittime? Che volto hanno e perché si consegnano volontarie, ora e sempre, al proprio carnefice? Intelligenti, talvolta insicure della loro capacità attrattiva, le donne che più facilmente cedono al gioco devastante dell'Ingannatore non sono certo creature banali. Profondamente femminili, vivono anch'esse la contraddizione fra la solare lealtà al mondo della norma e allo spazio inviolabile dell'Io e un nucleo ribelle che vi si oppone, che cerca altro, che alberga in una più vasta e misteriosa oscurità. Questo saggio fine e 'seducente' muove dalle opere di Tirso de Molina, di Molière e di Mozart, nonché dall'esperienza di psicoterapeuta dell'autore, e segue lungo diverse piste il Don Giovanni che c'è dentro e fuori ognuno di noi, intrecciando con sapienza storia, arte e psicanalisi per illuminare gli angoli più bui del cuore.


Laura Boella
Sentire l'altro. Conoscere e praticare l'empatia
2006, Collana : Minima, Pagine: 152
Prezzo: € 11,50
Editore: Cortina

Il tema dell’empatia chiama a un confronto con l’esperienza vissuta, a un approfondimento delle emozioni, delle reazioni corporee, degli atti mentali che intervengono nei nostri rapporti con gli altri. Chiama soprattutto a un passaggio dalla filosofia a una delle realtà più importanti per la vita di ognuno: la scoperta dell’esistenza dell’altro. Restituire all’empatia la sua specificità di atto che sta alla base delle svariate forme del nostro entrare in relazione è un modo per rendere più concreto il nostro vivere insieme agli altri e per rispondere a un bisogno confuso, ma non per questo meno urgente, della nostra epoca.

Laura Boella insegna Filosofia morale all’Università degli studi di Milano. Nella collana “Minima” ha già pubblicato “Per amore di altro” (con A. Buttarelli, 2000).

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

News Letters