Pubblicità

PSICOLOGIA NEWS n.284 - 30.11.2006

0
condivisioni

on . Postato in News libri e riviste | Letto 356 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • L'Amore (im)perfetto
  • La Comunicazione e le sue Tecniche nella pedagogia e nel counseling
  • Affrontare la vita. Che cos’è la resilienza e come affrontarla
  • I risultati della psicoanalisi
  • Bambini con le loro famiglie
  • Psichiatria e fenomenologia
  • Dal lavoro al pensionamento. Vissuti, progetti
  • La ricerca in psicoterapia. Modelli e strumenti
  • Psiconcologia dell'età evolutiva. La psicologia nelle cure dei bambini malati di cancro
  • Il mistero della bottiglia blu. L'avventura di un bambino con sindrome di Asperger
  • Manuale di qualità della vita. Modelli e pratiche di intervento

Annalisa Balestrieri
L'Amore (im)perfetto
2006, Collana: Punti di Vista, pag. 112
Prezzo: € 12.00
Editore: Psiconline

Perchè si crea una dipendenza affettiva? Cosa determina la scelta del nostro idolo? Chi sono i nostri miti?
L'Amore imperfetto è la ricerca di un sentimento ideale, di una persona eccezionale cui decidiamo di attribuire poteri e qualità fuori della norma affinchè possa essere in grado di soddisfare le nostre aspettative.
Quando decidiamo che quella persona, e solo lei, è in grado di rappresentare la perfezione, di completarci, di appagare tutti i nostri desideri, la innalziamo a nostro idolo e possiamo creare una tale dipendenza da annullarci in lei.
Ma possiamo anche decidere di utilizzarla come valvola di sfogo, come l'ideale soddisfazione di desideri inappagati o, ancora, come un modello.
E' a questo punto che il nostro idolo assume una valenza positiva diventando un esempio da seguire. Ci dimostra che i desideri si possono realizzare, che i sogni possono essere raggiunti. Non è più una figura che ci allontana dalla realtà ma diventa un trampolino di lancio vesro la nostra stessa realizzazione.

Annalisa Balestrieri si è laureata alla Statale di Milano in Lettere Moderne ad indirizzo pedagogico. Si interessa di psicologia sociale e dinamiche relazionali ed ha pubblicato alcuni approfondimenti di carattere sociologico.


Selene Grimaudo
La Comunicazione e le sue Tecniche nella pedagogia e nel counseling
2006, Collana: Strumenti, pagine: 156
Prezzo: € 14.50
Editore: Psiconline

La comunicazione è un aspetto affascinante del nostro vivere quotidiano, riveste un ruolo fondamentale ed imprescindibile dal rapporto con gli altri.
L'importanza che ha assunto l'argomento negli ultimi anni è pari all'aumento esponenziale della tematica utilizzata in vari contesti, dai corsi di aggiornamento, ai masters universitari ed alle Lauree specialistiche, nonché tutti i settori in cui grande importanza si riserva alla comunicazione ed al ruolo assunto dagli esperti in questo campo.
Le Tecniche di Comunicazione, applicate consapevolmente ai vari contesti, da quello relazionale nel privato o nel pubblico, professionale o educativo, ma anche politico, ecc. servono a fornire adeguati strumenti per avere una migliore comunicazione, ad arricchire i rapporti interpersonali, a dare un impulso positivo alle relazioni.
Il presente testo nasce dall'esigenza della socializzazione teorico-pratica della esperienza personale legata al connubio del continuum delle professioni di pedagogista, insegnante e counselor, imperniato sull'importanza della Comunicazione.
L'esigenza di offrire uno strumento attivo e pratico, da utilizzare nei campi suddetti, e nel contempo teorico, ha fatto sorgere l'idea di un manuale che racchiude all'interno di uno spazio pratico, una parte teorica di riferimento, da utilizzare per operare fattivamente con le Tecniche di Comunicazione, legato alla testimonianza di esperienze di consulenze effettuate in presenza, on line e in rubriche giornalistiche di consulenza familiare e pedagogica su testate provinciali, insieme ad articoli cartacei e pubblicati in web e soprattutto ai resoconti di seminari e workshops. Questo libro si rivolge a: pedagogisti, educatori, counselor, psicologi, consulenti familiari, docenti, insegnanti specializzati, esperti della disabilità, di tecniche della comunicazione, studenti universitari, genitori e vuole essere un momento di crescita personale tra quanti, professionisti del settore e non operano con bambini, giovani e adulti.

Selene Grimaudo, Pedagogista, si occupa dal 1988 di comunicazione e dal 1989 di insegnamento. E' una counselor specializzata in consulenza psicopedagogica, familiare e della disabilità, nonché insegnante specializzata per l'insegnamento ad alunni disabili. Dirige uno studio di Consulenza familiare e psicopedagogica ed effettua consulenze sia in presenza (secondo l'approccio sistemico-relazionale) che on line.
E' iscritta dal 1991 all'albo dei giornalisti di Sicilia - elenco pubblicisti; ha collaborato (dal 1988) con emittenti televisive e testate giornalistiche locali, provinciali; è direttore responsabile della "Rivista" di Pedagogistionline.
Ha compiuto studi di sociologia dell'educazione e di pedagogia interculturale. Ha fondato l'Associazione "Pedagogia Olistica Siciliana" (di cui è Presidente) con sede ad Alcamo e l'Associazione "Pedagogistivolontari" (di cui è vice presidente) con sede a Palermo.
Ha insegnato in corsi di formazione professionale "Etica professionale" e "Tecniche di comunicazione".
Ha coordinato un Progetto, inerente ad immigrazione ed occupazione, coofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, tramite l'Assessorato del lavoro, della Previdenza sociale, della Formazione professionale e dell'emigrazione, regione Sicilia.
Autrice di testi di poesia e pubblicazioni su tematiche pedagogiche ed educative, si occupa di progettazione pedagogica. Conduce workshop sulla comunicazione, seminari e corsi di aggiornamento pedagogico per i docenti, continua ad insegnare come insegnante specializzata ed in corsi di formazione professionale.


Anna Putton Michela Fortugno
Affrontare la vita. Che cos’è la resilienza e come affrontarla
2006, pagine:128
Prezzo: € 13,30
Editore: Carocci

La resilienza è la capacità di superare e uscire rinforzati dalle difficoltà ordinarie della vita, come quelle che si incontrano nella genitorialità, nel lavoro, nella vita di coppia, ma anche da quelle straordinarie, che tutti vorremmo evitare, come ad esempio una malattia grave. Pur avendo aspetti che riguardano l’unicità e la specificità di ogni individuo, la resilienza è soprattutto un impegno educativo e sociale. Infatti, i fattori protettivi che permettono a tutti, anche a chi è partito da una situazione di svantaggio, di “risalire la china” e avere una vita soddisfacente, possono essere sviluppati. La resilienza può cioè diventare nucleo di progetti-intervento nel campo della prevenzione primaria e secondaria e nella promozione della salute. I destinatari di questo libro sono psicologi, insegnanti, educatori, genitori, che vogliano sviluppare, prima in se stessi, e poi negli altri, conoscenze, competenze e modi di essere per rinforzarsi e affrontare le difficoltà.

Anna Putton è psicologa e psicoterapeuta. Ha al suo attivo interventi in tantissime realtà locali, cooperative, istituzioni, aziende.
Michela Fortugno è psicologa.


Marianne Leuzinger-Bohleber, Mary Target
I risultati della psicoanalisi
2006, Collana "Prismi", pagine: 248
Prezzo: € 19,00
Editore: Feltrinelli

La psicoanalisi e la terapia psicoanalitica sono ormai considerate un ineguagliabile strumento per approfondire le determinanti inconsce e le dimensioni della sofferenza psicologica. Tuttavia, un ampio dibattito vede la comunità scientifica a livello mondiale interrogarsi sulla possibilità e sui modi di certificare l'efficacia dei trattamenti psicoanalitici. Come si fa ricerca empirica in psicoanalisi senza perdere di vista l'essenza della disciplina? In che modo funziona la psicoanalisi? E' meglio di altre psicoterapie? Per chi è indicato un trattamento psicoanalitico? C'è relazione tra alta frequenza settimanale e buon esito? Questo volume presenta metodi e risultati delle principali ricerche volte a rispondere a tali domande.

Marianne Leuzinger-Bohleber, psicoanalista, insegna nell'Università diKassel ed è direttore dell'Institut für Psychoanalyse della medesima università. Mary Target, psicoanalista e psicologa clinica, insegna nello University College di Londra ed è direttore del Master in Theoretical and Psychoanalytic Studies.


Trasformazioni intime
Bambini con le loro famiglie
Prezzo: € 20.50
2006, Collana: Psiche e coscienza, Pagine: 226
Editore: Astrolabio Ubaldini

Il presente libro è piuttosto insolito nella letteratura dell'osservazione infantile, anche perché è scritto e curato da tutti i membri di un gruppo che ha lavorato insieme per quattro anni. Oltre a presentare per la prima volta seminari di osservazione infantile in videoconferenza, il libro mette l'accento su un'area di studio in qualche modo trascurata: la relazione tra fratelli e la sua influenza sullo sviluppo della personalità del bambino più piccolo. Nella prima parte gli autori presentano momenti specifici tratti dalle loro osservazioni settimanali di neonati e bambini nelle loro famiglie. Nella seconda parte, i primi due capitoli illustrano i problemi che le angosce legate alla morte e al morire creano nella mente degli operatori e dei genitori. I due capitoli successivi rivelano in qual modo gli autori abbiano sviluppato una comprensione delle esperienze emotive profonde dei loro pazienti adulti e una più chiara percezione delle protezioni infantili. La terza parte è dedicata alle riflessioni dei partecipanti ai seminari sul lavoro svolto e sul modo in cui l'osservazione modifichi e influenzi l'osservatore stesso.


Umberto Galimberti
Psichiatria e fenomenologia
2006, Collana: Universale Economica Saggi, Pagine: 392
Prezzo: € 12.00
Editore: Feltrinelli

L’apporto della fenomenologia alla psicologia come scienza della comprensione dell’uomo. Il primo saggio di Galimberti edito da Feltrinelli in una nuova edizione.
I contributi di Husserl e di Heidegger da un lato e quelli di Jaspers dall’altro vengono in questo volume richiamati e ordinati per chiarire la posizione epistemologica della psicologia nella serie di quelle scienze il cui intento è la “comprensione” dell’uomo e non la “spiegazione” del suo comportamento. Questa differenza non consente un’innocua trasposizione a livello umano dei modelli concettuali e dei metodi che si sono rivelati idonei nelle scienze della natura, a meno di ridurre l’uomo a evento naturale come hanno fatto la psichiatria classica e la “teoria” psicoanalitica in contraddizione con la “prassi” terapeutica. Sostituendo il dualismo cartesiano con la visione fenomenologica che si rifà all’immediatezza del mondo della vita, la psicologia non dovrà più spiegare i misteriosi rapporti che intercorrono tra psiche e corporeità, ma descrivere le evidenti relazioni che intercorrono tra il corpo e il mondo e le produzioni di significato che queste relazioni esprimono. Per la psicologia fenomenologicamente fondata, infatti, sia il “sano” sia l’“alienato” appartengono allo stesso mondo, anche se l’alienato vi appartiene con una struttura di modelli percettivi e comportamentali differenti, dove la differenza non ha più il significato della “dis-funzione” ma semplicemente quello della “funzione” di una certa strutturazione esistenziale, ossia di un certo modo di essere-nel-mondo e di progettare, nonostante tutto, il mondo.

Umberto Galimberti. Nato a Monza nel 1942, è stato dal 1976 professore incaricato di Antropologia Culturale e dal 1983 professore associato di Filosofia della Storia. Dal 1999 è professore ordinario all’università Ca Foscari di Venezia, titolare della cattedra di Filosofia della Storia. Dal 1985 è membro ordinario dell’international Association for Analytical Psychology. Dal 1987 al 1995 ha collaborato con "Il Sole-24 ore" e dal 1995 a tutt’oggi con il quotidiano "la Repubblica".
Dopo aver compiuto studi di filosofia, di antropologia culturale e di psicologia, ha tradotto e curato di Jaspers, di cui è stato allievo durante i suoi soggiorni in Germania.


Antonietta Albanese , Carla Facchini , Giorgio Vitrotti , Associazione Nestore
Dal lavoro al pensionamento. Vissuti, progetti
2006, Collana: Politiche e servizi sociali, Pagine: 320
Prezzo: € 21,00
Editore: Franco Angeli

Cosa avviene quando, al termine di una vita di lavoro e avendo di fronte prospettive di ulteriori anni di vita, ci si trova a interrogarsi sul proprio futuro? Su questo fenomeno sinora poco studiato si è concentrata una ricerca promossa dall'Associazione Nestore e dalla Società Umanitaria.
La transizione dal lavoro al pensionamento viene qui esaminata e analizzata con i metodi della ricerca sociologica e psicosociale, interrogando donne e uomini pensionati e pensionandi sui loro vissuti e sui loro progetti, con particolare attenzione per la possibile attività di volontariato.
Ne emerge un quadro di grande interesse per la generazione dei pensionandi e pensionati, per gli studiosi, per i responsabili delle politiche sociali. Da un lato occorre infatti ridurre le possibili cause di disagio individuale e collettivo, dall'altro è interesse di tutti valorizzare il grande potenziale di risorse che i pensionati, con la loro esperienza e disponibilità, possono offrire alle generazioni che si susseguono, ai giovani, a tutta la società.


Dazzi N., Lingiardi V., Colli A. (a cura di)
La ricerca in psicoterapia. Modelli e strumenti
2006, Collana: Psicoanalisi e ricerca, pagine: 954
Prezzo: € 56,00
Editore: Raffaello Cortina

Il volume raccoglie i contributi originali dei principali studiosi italiani nel campo della ricerca in psicoterapia. Per la prima volta la comunità di ricercatori italiani si dà un appuntamento unitario e dialoga con i principali modelli di ricerca internazionali.
Gli argomenti trattati – aspetti generali della ricerca in psicoterapia, principali costrutti e strumenti di misurazione, modelli di intervento clinico – e una bibliografia di oltre 2000 voci fanno di questo volume il testo più completo e aggiornato sull’argomento e lo candidano a essere un riferimento indispensabile per clinici e ricercatori.

I curatori:
Nino Dazzi è docente di Psicologia dinamica all’università “La Sapienza” di Roma, dove è anche prorettore. Tra le sue pubblicazioni ‘’Psicologia dinamica’’ (con A. De Coro, Laterza 2004).
Vittorio Lingiardi è docente di Psicopatologia generale all’università “La Sapienza” di Roma. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, ‘’La valutazione della personalità con la SWAP-200’’ (con D. Westen e J. Shedler, 2003).
Antonello Colli svolge il dottorato di ricerca presso il dipartimento di Psicologia dinamica e clinica dell’università “La Sapienza” di Roma.


Angela Guarino
Psiconcologia dell'età evolutiva. La psicologia nelle cure dei bambini malati di cancro
2006, Collana "Il sole a mezzanotte", pagine: 380
Prezzo: € 21,00
Editore: Erickson

Trent’anni fa guarire dal cancro era destino di pochi bambini. Oggi, sei su dieci riescono a guarire definitivamente, diventano adulti, si sposano, possono avere dei figli. Una media che nasconde gli ancora insufficienti risultati ottenuti con malattie rimaste ingovernabili, ma anche la quasi totalità dei successi nei casi di forme meno aggressive.
Scenario in evoluzione, che obbliga le frontiere della psicologia a evolversi altrettanto rapidamente. Tanti gli operatori coinvolti nella «presa in carico» del bambino oncologico: un team multidisciplinare complesso, immerso in una faticosa routine assistenziale. Gli interventi psiconcologici riguardano perciò bambini e famiglie, ma anche operatori del team. Questo volume esplora tale complessità in ogni ambito psicologico: coping, dolore, governo dei sintomi, compliance, effetti psicologici di malattie e terapie sullo sviluppo evolutivo, resilienza, relazione tra fratelli e genitori, interventi distrazionali e psicoterapeutici, qualità della vita, scuola, cure palliative, lutto. L’autrice definisce con attenzione le aree di intervento e ricerca, discutendone teoria e metodi, rivedendo criticamente e integrando risultati consolidati con quanto è ancora discusso o non risolto. Un testo completo, ma non complesso, che l’ematoncologia pediatrica italiana e i diversi soggetti interessati — familiari, operatori, dirigenti sanitari, studenti — attendevano da tempo.

Angela Guarino. Psicologa psicoterapeuta, insegna Educazione alla salute all'Università di Roma «La Sapienza». Coordina la formazione in psiconcologia della Agenzia di Sanità pubblica della Regione Lazio e la sezione regionale della Società Italiana di Psiconcologia.


Kathy Hoopmann
Il mistero della bottiglia blu. L'avventura di un bambino con sindrome di Asperger
2006, pagine: 86
Prezzo: € 12,00
Editore: Erickson

Niente è più lo stesso da quando Ben e il suo amico Andy trovano una vecchia bottiglia sepolta nel giardino della scuola. Le loro vite cambiano grazie a un genio che, nascosto lì dentro, sotto le sembianze di uno «sbuffo» di fumo, dovrà esaudire i tre desideri che i ragazzi esprimeranno. Ben, la sua famiglia e Andy dovranno però affrontare un ben più drastico cambiamento, quando al protagonista verrà diagnosticata la sindrome di Asperger; le stranezze e il suo speciale modo di comportarsi troveranno allora una spiegazione, che porterà i personaggi della storia a cambiare il loro modo di relazionarsi con Ben e forse anche a capire qualcosa di più di loro stessi.
Tra magia e realtà un modo leggero e toccante per capire il mondo Asperger, uno strumento «facile», che permetterà di avvicinarlo anche ai più piccoli.


Robert L. Schalock, Miguel A. Verdugo Alonso
Manuale di qualità della vita. Modelli e pratiche di intervento
2006, Pagine: 440
Prezzo: € 29,00
Editore: Vannini

Comprendere e applicare il concetto di qualità della vita è divenuto sempre più un fattore critico nel campo educativo, sanitario, sociale e familiare. Le persone vogliono una vita di qualità, i servizi vogliono offrire sostegni di qualità e chi valuta i sistemi (sanità, amministrazione, consumatori) pretende esiti di qualità. Questo manuale, attento alle prospettive transculturali e alla valorizzazione delle unicità territoriali, fornisce al lettore una comprensione chiara del concetto di qualità della vita e della sua importanza, delineando un modello paradigmatico (basato su quindici anni di ricerche e su una revisione completa della letteratura scientifica) con strategie pratiche per orientare gli operatori nella valutazione dei programmi esistenti, nella misurazione e nella progettazione di nuovi interventi volti a migliorare la qualità di vita percepita dalla persona. Oggi, grazie alla letteratura sintetizzata e ai concetti proposti in questo testo, possiamo dire di aver raggiunto la consapevolezza che potenziare una vita di qualità per ogni persona è una responsabilità scientifica e umana raggiungibile anche nel campo delle disabilità intellettive.

Robert L. Schalock. Professore Emerito all’Hastings College, è una delle figure di riferimento a livello internazionale per gli studi sulla qualità della vita e sul comportamento adattivo. E'stato più volte premiato (Distinguished Teaching Award in Psychology, 1989; Book Award della President’s Committeee on Employment of People with Disabilites, 1989; Distinguished Research Award, 2000), per l’impegno profuso nello sviluppo e nella valutazione di programmi per persone con ritardo mentale, e nella concettualizzazione e misurazione del costrutto della qualità della vita. Le sue prime pubblicazioni sono dedicate allo studio della neurobiologia del comportamento, mentre più recentemente, ha rivolto la sua attenzione alle strategie di valutazione, alla qualità della vita e ai paradigmi di supporto. E'la figura di riferimento dell’American Association on Mental Retardation (AAMR), il più antico e prestigioso ente internazionale per lo studio delle disabilità intellettive. Dal 1876 l’AAMR guida il mondo delle disabilità intellettive, promuovendo gli studi e le ricerche più autorevoli, le linee guida per l’intervento e i modelli teorici generali. Il costrutto principale per migliorare le condizioni reali dei disabili, emergente dalla letteratura scientifica, è la Qualità di Vita in una prospettiva centrata non più sulla classificazione dei deficit ma sulla valutazione dei sostegni necessari alla persona per ottimizzare e migliorare il proprio funzionamento. Robert Schalock è lo studioso che ha declinato a livello teorico e applicativo questo costrutto nell’area dei servizi per le disabilità, nelle diverse culture e contesti.
Miguel A. Verdugo Alonso lavora presso l’Università di Salamanca (Spagna) e appartiene al gruppo di ricerca AAMR sulle prospettive transculturali della qualità della vita.

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

News Letters

0
condivisioni