Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.297 - 8.3.2007

on . Postato in News libri e riviste | Letto 276 volte

  • Caro Dottore ... 100 domande sulla sessualità
  • L'intenzione ritrovata. Intenzioni e vissuti nel lavoro analitico
  • Perchè le persone fanno ciò che fanno? Il Iavoro analitico fra filosofia e psicologia
  • Più risultati in meno tempo. Come migliorare la gestione delle proprie attività lavorative
  • Pazienti trattabili e non trattabili. I disturbi di personalità
  • La ricerca dell'identità. Come nasce, come cresce, come cambia l'idea di sé
  • Come dormiamo
  • Nuovi ritratti del perverso morale
  • La diacronia in psicoanalisi
  • La teoria della mente. Incontro tra filosofia e neuroscienze

Luigi Di Giuseppe (a cura di)
Caro Dottore ... 100 domande sulla sessualità
con scritti di: Bosa, Consalvi, Leone, Mattei, Rienzo, Rinaldi, Vignati
2007, Collana: Psicologia in Rete, pagine: 190
Prezzo: € 9.50
Editore: Psiconline

"Caro Dottore (oppure Cari Esperti o ancora Cari Psicologi)....".
E' così che inizia la maggior parte delle decine di email che ogni giorno riceviamo a Psiconline attraverso uno dei servizi di maggiore successo che il sito offre ai suoi visitatori: "Le Risposte dell'Esperto".
Ed ogni giorno la nostra Redazione si confronta con richieste di aiuto disperato, con l'espressione di bisogni, con semplici curiosità che, attraverso internet, cercano una risposta appropriata, fornita da Esperti di psicologia, che possa portare conforto o, più concretamente, che possa dare finalmente la spinta ultima ad affrontare direttamente il proprio disagio attraverso l'incontro diretto con uno Psicologo o con uno psicoterapeuta.
Una esperienza importante che da oltre 8 anni crea un contatto significativo fra il sito ed i suoi utenti e che abbiamo voluto trasportare sulla carta e trasformare in un libro.
Nel volume sono presenti oltre 100 domande di utenti con altrettante risposte di Esperti che spaziano nei campi più diversi della sessualità. Dall'impotenza all'anorgasmia, dall'eiaculazione precoce all'omosessualità, dalle perversioni ai dubbi amletici sulle "dimensioni" giuste. E richieste da utenti di tutte le età, dal quindicenne dubbioso alla persona matura, uomini e donne in egual misura.
Uno spaccato dei dubbi, delle domande e delle angosce che assillano molti di noi ma che spesso abbiamo paura ad esprimere per vergogna, imbarazzo, paura della risposta o del giudizio di chi abbiamo di fronte. L'email, con la protezione dell'anonimato, libera gli spiriti e consente, finalmente, di porre le nostre domande senza restrizioni e limiti.
Oltre a ciò, una serie di articoli che completano il quadro e completano, in forma semplice e comprensibile, l'argomento sessualità.


Gianfranco Ravaglia
L'intenzione ritrovata. Intenzioni e vissuti nel lavoro analitico
2006, pagine: 192
Prezzo: € 18.00
Editore: ARAN

Questo saggio delinea nelle sue linee essenziali il lavoro analitico centrato sull'intenzionalità difensiva e sui vissuti non integrati. L'autore non propone un nuovo approccio psicoterapeutico da aggiungere ai tanti già codificati dalle varie scuole di psicoterapia, ma cerca di mostrare che in orientamenti analitici e psicoterapeutici anche molto diversi, alcuni autorevoli studiosi hanno considerato i disturbi psicologici come delle strategie personali di sopravvivenza (valide nell'infanzia ma non nell'età adulta) anzichè come nelle "malattie psichiche". Sottolineando gli elementi comuni a questi filoni minoritari ma importantissimi della psicoterapia contemporanea, l'autore cerca di mostrare che il lavoro analitico può essere inteso come un'indagine sulle ragioni per cui le persone manifestano convinzioni, emozioni e comportamenti irrazionali. In tale prospettiva, l'analisi non è finalizzata ad una "guarigione", ma ad un cambiamento nel modo di pensare, di sentire e di vivere.

Gianfranco Ravaglia. Psicoterapeuta, lavora a Bologna come analista e supervisore. Ha scritto due libri con Alberto Torre: Il tema caratteriale (Melusina, Roma, 1992) e Il cuore nascosto (Melusina, Roma, 1992). Nel 2000 ha pubblicato sulla rivista telematica Psyhomedia il breve saggio L'intenzione ritrovata di cui l'attuale edizione è una stesura ampliata. Dal 2000 ha scritto vari saggi sul suo sito personale (www.risorse-psicoterapia.org) e uno di questi è stato pubblicato nel 2006 (Illusioni e realtà nella relazione di coppia, Edizioni Psiconline).


Gianfranco Ravaglia
Perchè le persone fanno ciò che fanno? Il Iavoro analitico fra filosofia e psicologia
2007, pagine: 192
Prezzo: € 18.00
Editore: ARAN

I disturbi psicologici ed emotivi, secondo l'autore, vanno letti come aspetti di una filosofia della vita che le persone più o meno consapevolmente accettano. Proprio facendo riferimento a questa implicita concezione filosofica irrazionale le persone impoveriscono le loro relazioni interpersonali e limitano i loro progetti. Tale complessivo modo di affrontare la realtà viene costruito inconsapevolmente nell'infanzia in presenza di situazioni emotivamente intollerabili, ma viene mantenuto anche nella vita adulta. In questa prospettiva, il lavoro analitico non cura nulla, ma aiuta a mettere in discussione certe implicite convinzioni irrazionali che interrompono il contatto con le emozioni più profonde e ostacolano l'espressione delle potenzialità individuali. Il cambiamento possibile non è quindi concepibile come "una guarigione", ma come la ragionevole scelta di non tradirsi mai, di non negare il dolore e di non negarsi la felicità possibile in un'esistenza realmente vissuta.

Gianfranco Ravaglia. Psicoterapeuta, lavora a Bologna come analista e supervisore. Ha scritto, in collaborazione con Alberto Torre: Il tema caratteriale (Melusina, Roma, 1992) e Il cuore nascosto (Melusina, Roma, 1996). Nel 2006 ha pubblicato Illusioni e realtà nella relazione di coppia, (Edizioni Psiconline) e L'intenzione ritrovata (Aran Editore, Modena).


Gianluca Gambirasio
Più risultati in meno tempo. Come migliorare la gestione delle proprie attività lavorative
2007, Collana: Trend, Pagine: 192
Prezzo: € 18,00
Editore: Franco Angeli

"Non ho tempo" è la constatazione da cui dobbiamo partire per costruire un'efficace gestione delle nostre attività lavorative. Sempre e comunque non abbiamo il tempo per poter riuscire a fare tutto. Non abbiamo bisogno di più tempo, ma di utilizzarlo nel modo migliore per dare più valore al nostro tempo e di conseguenza alla nostra vita.
Molte volte si confondono le attività con i risultati. L'obiettivo diventa quello di essere così occupato da non avere il tempo per pensare ad altro. Più ore si lavora, più ci sembra di avere tempo a disposizione per completare il lavoro e più ci si affatica e si ha così bisogno di più ore.
Per raggiungere i risultati auspicati occorre:
1. eliminare gli alibi: "faber est suae quisque fortunae";
2. essere efficienti per aumentare le probabilità di essere efficaci;
3. lavorare divertendosi: combattere stress ed ansia;
4. pianificare non significa sognare;
5. tenere sotto controllo il tempo;
6. lavorare "hic et nunc" sulle priorità;
7. avere il coraggio di prendere decisioni (anche sbagliate);
8. ottimizzare il tempo relazionale;
9. delegare;
10. far dimagrire i "mangiatori di tempo".

Gianluca Gambirasio fondatore di Olympos Group srl, laureato in Economia e Commercio. È coautore del libro Il venditore etico: conquistare la fiducia del Cliente con i fatti, FrancoAngeli 2005. Progetta e conduce ogni anno numerosi seminari di time management. È intervenuto per oltre 150 aziende e ai suoi corsi di formazione hanno partecipato oltre 4.000 persone. Per contattare l'autore scriva a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Olympos Group srl è una società di consulenza e formazione commerciale, marketing e manageriale. Si caratterizza per un approccio pragmatico al raggiungimento degli obiettivi del Cliente sintetizzato nel payoff: "Il valore di un'idea sta nel metterla in pratica" (www.olympos.it).


Micheal H. Stone
Pazienti trattabili e non trattabili. I disturbi di personalità
2007, Collana: Psicologia clinica e Psicoterapia, pagine: 306
Prezzo: € 29,00
Editore: Raffaello Cortina

La capacità di riflettere su di sé, la motivazione e le circostanze di vita sono le variabili che condizionano la possibilità per il paziente di trarre beneficio da una psicoterapia.
Sulla base della sua lunga esperienza, Michael Stone illustra i diversi fattori che possono aiutare i clinici nella valutazione del paziente sotto il profilo delle potenzialità di miglioramento. Focalizzando l’attenzione su quali soggetti risponderanno all’intervento psicoterapeutico e quali si mostreranno invece resistenti, il volume è di particolare utilità per determinare con quali pazienti è ragionevole attendersi un successo e con quali il fallimento rappresenta quasi una certezza.

Michael H. Stone insegna Psichiatria al Columbia College of Physicians and Surgeons di New York.


Anna Oliverio Ferraris
La ricerca dell'identità. Come nasce, come cresce, come cambia l'idea di sé
2007, Collana: Psicologia, Pagine: 224
Prezzo: € 9,50
Editore: Giunti

Una delle sfide che l'uomo contemporaneo si trova ad affrontare, in un mondo esigente e soggetto a continui e rilevanti cambiamenti, è quella di riuscire a modificarsi mantenendo saldo il senso di sé, della propria continuità e coerenza interiore. In caso contrario, si può avere la spiacevole sensazione di essere in balia degli eventi, impossibilitati ad esercitare forme di controllo e di scelta efficaci. Oppure ci si sente depressi, spersonalizzati, completamente vuoti e inesistenti.

Anna Oliverio Ferraris, psicologa e psicoterapeuta, insegna Psicologia dello sviluppo nell'Università "La Sapienza" di Roma e collabora da tempo con la rivista Psicologia contemporanea. È autrice di numerosi saggi, tra cui ricordiamo, nelle edizioni Giunti: Zone d'ombra. Storie di normale psicopatologia (1995), La macchina della celebrità. Cento modi per diventare famosi (1999), Sarò padre. Desiderare, accogliere, saper crescere un figlio (2001), Non solo amore. I bisogni psicologici del bambini (2005).

Piero Salzarulo
Come dormiamo
Collana: Manuali e monografie di psicologia Giunti, 2007, Pagine: 128
Prezzo: € 15,00
Editore: Giunti

Questo volume, attualmente uno dei pochi saggi sul sonno in lingua italiana, analizza gli elementi sui quali gli esperti si basano per capire come è fatto il sonno ed esplicitare il nostro rapporto con il dormire. Il sonno umano è funzione complessa che si esprime a vari livelli di organizzazione sotto il controllo di molteplici strutture del sistema nervoso centrale. Di questo è necessario essere a conoscenza per arrivare adescrivere non solo come dormiamo, ma anche quanto e quando, argomenti che sono svilppati in diversi capitoli.

Piero Salzarulo, neuropsichiatra, è professore ordinario di Psicologia generale all'Università degli studi di Firenze. Ha compiuto ricerche nel campo della psicobiologia dello sviluppo, dei ritmi veglia-sonno nel ciclo di vita, dello studio sperimentale dell'attività mentale del sonno, in particolare della memoria e del sogno.
È stato presidente della Società Italiana di Ricerca sul Sonno, fa parte dei comitati editoriali del «Journal of Sleep Research» e di «Médicine du Sommeil». È autore di numerose pubblicazioni tra cui ricordiamo: La fine del sonno (1999), Il primo sonno (2003), Lo sbadiglio dello struzzo (con Gianluca Ficca, 2002), tutte edite da Bollati Boringhieri, e La mente nel sonno (2004) edita da Laterza.


Alberto Eiguer
Nuovi ritratti del perverso morale
2006, Collana: La camera dei bambini, Pagine: 144
Prezzo: € 16.00
Editore: Borla

Le perversioni morali non riguardano l'attività sessuale, ma i rapporti con gli altri. Questi sono caratterizzati da una deviazione degli scopi che di solito reggono ogni legame. Il perverso morale desidera diventare il padrone della relazione. Per questo egli manipola, utilizza l'altro e lo assoggetta a una pressione eccessiva. La dimensione perversa morale è, in ogni caso, un problema di abuso, di forcing, di maltrattamento, di predazione. Una propensione marcata al segreto e l'utilizzazione della seduzione e della persuasione completano i tratti di personalità essenziali del perverso morale.
Perché il perverso può attirare o affascinare? Perché si vive in una situazione eccezionale al punto che per lui la Legge è priva di effetto? Appoggiandosi su numerosi esempi clinici e letterari, Alberto Eiguer deduce che il perverso morale soffre in fatto d'incertezze riguardanti la sua Filiazione che lo portano a costruire un "romanzo familiare al negativo", una finzione sulla sua concezione che non è fantasmatizzata ma agita, in particolare attraverso l'impostura e il furto. Il perverso avanza così mascherato. Il nuovo libro di Alberto Eiguer, scritto con uno stile spedito e brioso, permette di aiutare ciascuno a riconoscerlo attraverso cinque ritratti: il piromane, il cleptomane, il truffatore, il corruttore, il traditore. Esso mira a migliorare le possibilità terapeutiche di queste personalità.

Alberto Eiguer è psichiatra, psicoanalista, presidente della Società francese di terapia familiare psicoanalitica, insegnante e titolare di un'abilitazione alla direzione di ricerche all'Istituto di psicologia all'università Paris V. È autore di numerose opere tra le quali Un divano per la famiglia (Borla, Roma 1987), La parentela fantasmatica (Borla, Roma 1990), L'inconscio della casa (Borla, Roma 2006).


André Green
La diacronia in psicoanalisi
2006, Collana: Opere di Andre' Green, Pagine: 296
Prezzo: € 24,00
Editore: Borla

Lungo tutto il suo percorso psicoanalitico, André Green non ha mai smesso d'interrogarsi sulla questione della diacronia. Posta al centro dei dibattiti all'epoca dello strutturalismo, essa ha sollevato in ambito psicoanalitico una serie di interrogativi che hanno dovuto affrontare il problema dell'originario (fantasmi e significanti-chiave, Lacan) e quello della ripetizione, tardivamente scoperta da Freud, ma destinata a un ruolo fondamentale. La rimemorazione, tema centrale degli inizi della psicoanalisi, è ormai considerata nel suo rapporto con la coazione a ripetere. I ricordi da recuperare nella cura sono meno importanti dei segni della temporalità all'opera. L'illusione del completo superamento dell'amnesia infantile cede il posto alle costruzioni nell'analisi. La verità storica, verità secondo le credenze che organizzano lo psichismo, si oppone alla verità materiale spogliata da ogni orpello.
I saggi inclusi in questo lavoro di Green completano le idee sviluppate nel volume, ad esso strettamente collegato, Il tempo in frantumi (Borla, Roma 2001).


Giuseppe Roccatagliata
La teoria della mente. Incontro tra filosofia e neuroscienze
Collana: Opere varie scienze umane
2006, Pagine: 592
Prezzo: € 48,00
Editore: Borla

È primaria l'intuizione dell'esistenza nel cervello di un'entità chiamata mente o intelletto, che opera intenzionalmente secondo un piano preordinato, finalizzato, che si attua creando specifiche forme che non esistono in natura. Essa è stata variamente identificata: fuoco "divino" per Eraclito, mondo delle idee per Platone, "messaggero" del cervello per Ippocrate, "entelechia" per Aristotele, "pneuma" per gli stoici, spiriti animali per Galeno, Cartesio e per il neurologo Willis, processo cognitivo per le moderne neuroscienze. La mente, per Epicuro, contiene in sé le forme che attua, che sono quindi una sorta di "immaginazione" del pensiero: per questo filosofo essa ha il compito di studiare la natura per poter giungere a concetti generali.
In sé la mente possiede una volontà intenzionale, che attua un progetto secondo un piano operativo che prosegue verso il fine secondo un autocontrollo. L'energia mentale contiene in sé la forma e per questo è stata detta "Divina". Questa energia, fonte delle idee innate, ha una natura arcana: per il neurofisiologo Du Bois Reymond e per lo psichiatra Emilio Kraepelin è un "mistero" che rimarrà sempre tale, cosi come la natura e il suo legame operativo con la materia del cervello. Il "Demiurgo" per Platone ha depositato nel cervello tutte le idee realizzabili dall'intelletto, che le scopre e così le rende intelligibili: esse per tutti gli studiosi hanno la loro sede nel lobo frontale. L'intelligenza è quindi paragonabile ad un "ladro", che si appropria delle idee innate e le storicizza. Per Schopenhauer è una volontà, per Maine de Biran una tensione mentale, come anche per lo psichiatra Janet: il mondo delle idee vive da sempre nel fondo inconscio della stessa materia, come riteneva Schelling. Il legame fra mente e cervello avverrebbe, per Galeno, per mezzo di forze chimiche, chiamate poi anche da Cartesio "spiriti animali", identificabili negli attuali messaggeri chimici, che sono diretti dall'io ed operano sul cervello usandolo come strumento.
Come pensavano già gli stoici, l'intelletto si muove secondo un piano operativo idiopatico, primigenio: ne nasce così una forma. L'intelletto è puro, autonomo, incontaminato e principio primario attivo in sé. Come volevano Epicuro e modernamente Poincaré, ogni discorso filosofico deve essere supportato dall'analisi scientifica della natura, che così può essere base per speculazioni metafisiche. I risultati delle neuroscienze oggi hanno chiarito oggettivamente tale procedimento: un atto intenzionale dell'io attiva l'energia depositata in centri sottocorticali, che sostiene le operazioni cognitive che avvengono nel lobo frontale. Un'energia sostiene l'emergere di forme come volute dal progetto dell'intelletto, dal banale oggetto alle più elevate elaborazioni scientifiche: le idee innate depositate nel lobo frontale vengono così immesse concretamente nel percorso storico dell'uomo.

Giuseppe Roccatagliata, è laureato in Medicina, specialista in neuropsichiatria e Professore di Psichiatria presso l'Università di Genova. Già insegnante di psicoterapia cognitiva e di psicopatologia, ha pubblicato trenta volumi, di cui tre negli Stati Uniti. È autore di oltre 350 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane ed estere. È presidente onorario della Società Italiana di Storia della Psichiatria. Organizza simposi per la Società Italiana di Psichiatria e per la Società Italiana di Psicopatologia. È docente in scuole di specializzazione in Psichiatria presso istituti universitari.

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

News Letters