Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.350 - 3.4.2008

on . Postato in News libri e riviste | Letto 321 volte

  • Voglio fare lo psicologo
  • Psicologia e salute. Introduzione alla psicologia clinica in ambiente sanitario
  • La gatta. Una fiaba sulla redenzione del femminile
  • Comunicazione e relazione. Come gestire dialoghi e legami nel quotidiano
  • Disagio, marginalità e devianza minorile. Spunti di riflessione
  • L'aggressività e il bullismo nella scuola. Prevenzione e intervento
  • Ho fotografato l'anima. Un viaggio al centro della mente
  • Omosessualità paradigma di emancipazione?
  • Differenti? E' indifferente. Capire l'importanza delle differenze culturali e fare in modo che non ci importi

Katia Carlini
Voglio fare lo psicologo
2008, pag. 160, Collana: Punti di Vista
ISBN: 9788889845189
Editore: Edizioni Psiconline

Proseguendo nei loro ideali e a dispetto dell’epoca malconcia ed edonista nella quale sono calati Elettra, Serena, Selvaggia e Mario sono quattro psicologi che si cimentano nell’ardua impresa di migliorare il mondo, svolgendo al meglio la loro professione. Anime destinate ad avanzare con fatica nel labirinto della scienza psicologica, priva di chiari punti di riferimento e di valori condivisi.
Gesti romantici e atti passionali hanno la meglio sulle leggi della ragione, con il risultato di imprese comiche, grottesche ma fondamentalmente umane. Fa da cornice all’intera storia l’attuale panorama dei giovani psicologi, a cui il libro si ispira, emblema del desiderio di autorealizzazione e consapevolezza, contro l’omologazione e la vacuità dell’era dell’efficienza.

Katia Carlini nasce nel 1974 a Roma, dove vive e lavora. Laureata in Psicologia e specializzata in Psicoterapia, esercita la libera professione. Insegna Psicologia e Filosofia in un Liceo Statale dove continuamente apprende dai propri alunni in un felice e continuo interscambio culturale. Coltiva la passione per la scrittura e per il cinema ed è autrice di una serie di articoli specialistici per riviste cartacee e on line.

Acquista il libro on line

 

Chiara A. Ripamonti, Carlo Alfredo Clerici
Psicologia e salute. Introduzione alla psicologia clinica in ambiente sanitario
2008, Collana: "Itinerari"
Pagine: 248
Prezzo: € 18,00
Editore: Il Mulino

Nella realtà sanitaria interagiscono dimensioni organizzativo-gestionali, clinico-mediche e psicologiche che la rendono estremamente complessa. La psicologia clinica offre al riguardo una prospettiva privilegiata di analisi, in quanto permette di cogliere gli aspetti emotivi e affettivi che regolano i comportamenti, le dinamiche relazionali, le aspettative e gli obiettivi di chi si trova ad affrontare le problematiche inerenti la salute, che si tratti di un operatore sanitario (per esempio medico o infermiere), di un paziente o di un suo famigliare. Questo volume offre al lettore le conoscenze fondamentali e gli strumenti di base per comprendere l’importanza e i meccanismi di azione dei fattori psicologici nella determinazione dello stato di malattia e di quello di benessere.

Chiara A. Ripamonti, psicoanalista, ricercatrice in Psicologia clinica, insegna Psicologia della salute nella Facoltà di Psicologia dell’Università di Milano Bicocca; insegna inoltre alla Scuola di specializzazione in Psicologia del ciclo di vita della stessa Università e alla Scuola di specializzazione in Psicologia clinica dell’Università degli Studi di Milano.
Carlo Alfredo Clerici, medico specialista in Psicologia clinica, è ricercatore in Psicologia generale nell’Istituto di Psicologia della Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Milano.

Acquista il libro on line

 

Marie-Louise von Franz
La gatta. Una fiaba sulla redenzione del femminile
2008, Pagine: 136
ISBN: 9788874872503
Prezzo: 14,00
Editore: MAGI

«La gatta» è una fiaba romena di intrigante complessità e di enorme fascino. È la storia di una principessa che, all’età di 17 anni, viene trasformata in gatta e che non potrà tornare donna finché un figlio dell’imperatore non le tagli la testa... Finalmente uno dei figli dell’imperatore, in giro per il mondo in cerca del finissimo lino, la incontra, se ne innamora e rompe l’incantesimo.
Perché e in che modo tutto ciò accade è il vero tema di questo saggio.
M.-L. von Franz, con l’erudizione, l’eloquenza e la spontaneità che l’hanno sempre contraddistinta, ancora una volta ci delizia con l’analisi dell’universo archetipico che si cela dietro la trama della fiaba, e ci ricorda quanta immensa saggezza sulla psicologia individuale e collettiva vi è compresa.
I simboli nascosti nei singoli elementi del racconto – nella figura dell’imperatore, in quella della gatta, nelle mele d’oro, nei prodotti naturali così come nei fenomeni naturali, ecc... – man mano brillantemente ricercati, svelati e collegati tra loro, formano i grandi temi della redenzione e dell’unione degli opposti, sia dal punto di vista della psicologia individuale che collettiva.
Quella de La gatta è una vorticosa danza degli archetipi intorno al principio femminile. Il racconto mostra come l’attivazione di questo principio, sia in determinate fasi dello sviluppo individuale che in certe fasi della vita collettiva, si renda necessaria per compensare l’atteggiamento patriarcale dominante. E quando la trasformazione si compie, il vecchio ordine deve lasciare il posto al nuovo. Come a dire, mai mettere il vino nuovo nell’otre vecchio.

Marie-Louise von Franz (1915-1998), analista junghiana, una delle più strette collaboratrici di C.G. Jung, ha condiviso con lui, nel periodo 1933-1961, quasi trent’anni di lavoro. È considerata tra le sue allieve più famose e ne rappresenta la fedele continuazione del pensiero. Una delle voci più autorevoli nel campo della psicologia analitica, un’insegnante dotata di un talento straordinario e di una rara capacità di rendere accessibili le più complesse teorie psicologiche, ha svolto ricerca sui sogni sia di uomini e donne moderni, sia di personaggi storici come Annibale, Socrate e Cartesio. È autrice di molti volumi, tra cui Le fiabe interpretate, L’eterno fanciullo, Il mondo dei sogni, Tipologia psicologica, I volti del tempo, Le fiabe del lieto fine, Incontri con la morte, La morte e i sogni.

Acquista il libro on line


Maria Menditto
Comunicazione e relazione. Come gestire dialoghi e legami nel quotidiano
2008, Pagine: 332
ISBN: 9788861372214
Prezzo: € 16,50
Editore: Erickson

Viviamo in un’epoca in cui tutto è mirato al successo, all’essere perfetti, a possedere qualità vincenti, nell’era di internet e della globalizzazione. Possediamo innumerevoli strumenti di comunicazione, eppure mai come al giorno d’oggi l’uomo si sente così solo, immerso — e perso — in un mondo dove potenzialmente tutto è alla portata di tutti.
Questo libro nasce dall’intento di restituire la comunicazione agli individui come risorsa quotidiana, base sicura per far emergere nella vita di tutti i giorni forza d’animo, competenza, autostima, benessere e armonia.
Con il preciso obiettivo di consolidare la sicurezza interiore e il senso di connessione e potenziare la capacità di relazionarsi, il testo offre delle linee guida per migliorare la vita della persona e la qualità dei rapporti con gli altri.

Maria Menditto. Psicologa psicoterapeuta, ha fondato e dirige la Scuola di Formazione 'Società Italiana Gestalt'. È consulente di organizzazioni in comunicazione e gestione delle risorse umane. È esperta in tecniche di comunicazione, con particolare attenzione all'attivazione delle risorse, al consolidamento dell'autostima ed alla gestione dei processi di cambiamento nei gruppi.

Acquista il libro on line


Maria Grazia Casadei
Disagio, marginalità e devianza minorile. Spunti di riflessione
2007, Pagine: 180
Prezzo: € 12,00
Editore: Kappa

Il testo offre un contributo alla riflessione per la comprensione delle manifestazioni provocate dal disagio e dall'emarginazione. Vengono presi in esame,partendo da casi concreti e stoire di vita,violenze e abusi sull'infanzia e le diverse forme di devianza che conducono l'adolescente a scelte criminali. Particolare attenzione viene data all'individuazione di situazioni e risposte adeguate sul territorio e alla formazione professionale degli educatori e alla loro esperienza sul campo.

Acquista il libro on line


Ivano Gagliardini, Giacomo Bortone
L'aggressività e il bullismo nella scuola. Prevenzione e intervento
2007, Pagine: 159
Prezzo: € 12,50
Editore: Kappa

L'aggressività e il bullismo sono fenomeni ampiamente diffusi nella società contemporanea. Molti fatti di cronaca, accorsi recentemente, sono riconducibili ad episodi di prepotenza e di violenza verso coetanei e hanno reso ancor più esplicito il pericolo derivante dalla sottovalutazione del fenomeno e la sofferenza provata dalle vittime. Il libro, all'interno di una impostazione sistemica, si propone di offrire al lettore un'ampia panoramica delle cause ambientali e individuali che intervengono nelle situzioni di aggressività e di bullismo anche attraverso strumenti di osservazione e d'indagine. L'analisi delle problematiche comportamentali è seguita dalla presentazione di una serie di percorsi di prevenzione e recupero che l'insegnante può mettere in atto nel mondo scolastico. Tali prospettive d'intervento derivano dall'esperienza effettuata sul campo nel corso degli anni dagli autori del libro.

Acquista il libro on line

 

Norcia Fabio
Ho fotografato l'anima. Un viaggio al centro della mente
2008, Collana: Scaffale aperto/Psicologia
Pagine: 224
ISBN: 9788860812674
Prezzo: € 20.00
Editore: Armando

Questo saggio è stato scritto alla luce delle ultime scoperte di importanti scienziati a livello internazionale e rappresenta un superamento deciso delle vecchie teorie freudiane e junghiane. In esso si prospetta la possibilità di curare in profondità le malattie mentali, con risultati nettamente superiori a quelli attuali. Secondo l'autore, l'anima non solo esiste ma è localizzabile in alcune zone del cervello da lui identificate. Secondo l'autore l'individuazione dell'anima permette di poter avere maggiori informazioni sulle malattie della psiche che in realtà andrebbero chiamate malattie dell'anima, perché questa è l'unica struttura del cervello che si ammala.

Acquista il libro on line

Giorgio Girard
Omosessualità paradigma di emancipazione?
Pagine: 128
Prezzo: € 15,00
Editore: Ananke

L’omosessualità è uno dei grandi temi che divide le coscienze dell’epoca che stiamo vivendo. Partendo dal presupposto della fondamentale importanza del modo in cui viene categorizzata la realtà, questo libro propone che il paradigma della similarità che l’omosessualità avanza possa costituire uno spunto emblematico di una svolta del pensiero capace di ordinare su basi profondamente rinnovate la vita umana. L’omosessualità viene spesso percepita come una minaccia alle basi fondamentali della società fondata sulla coppia eterosessuale e sulla famiglia in nome della differenza e del dualismo che costituiscono i presupposti anche inconsapevoli di ogni ragionamento. La differenza sessuale è un aspetto essenziale del paradigma della differenza e del dualismo: l’uomo si riconosce tale in quanto per l’appunto diverso dalla donna, e analogamente per la donna. Se infatti ogni identità si fonda sulla differenza verso l’altro la similarità sembra minacciare la sussistenza stessa del mondo dualisticamente fondato. Il libro cerca appunto di ripercorrere le ragioni del dualismo ma anche di mettere in rilievo le insufficienze che sono soprattutto connesse ad una loro intrinseca costituzione bellicistica. E mette in risalto il rapporto di tale struttura conflittuale insita nel dualismo con il monoteismo che ha storicamente regolato il modo di vita dell’occidente. La psicologia debole mette quindi in evidenza, seguendo soprattutto Jung, che accanto ad un contrasto delle qualità secondo “aut-aut”, vige anche un altro paradigma meno visibile ma non meno essenziale che, anziché escludere gli opposti, li complementa e compensa, secondo “et-et”. L’omosessualità è allora pensata come un paradigma a tendenze conciliative che è proprio quanto si attende il mondo esacerbato da ogni sorta di conflitti.

Giorgio Girard, dopo esperienze professionali nell’ambito soprattutto della psicologia del lavoro, con particolare riferimento a ricerche svolte per conto della Commissione delle Comunità Europee, ha intrapreso la carriera universitaria in psicologia, volgendo il proprio interesse di ricerca a interpretare il cambiamento profondo intervenuto nell’ultimo Novecento secondo una versione “debole” della psicologia. Tra le sue numerose opere si segnalano”Nella palude della parola” (Angeli, 1983), “Simulazione e identità debole” (Tirrenia Stampatori, 1990), “Psicologia debole” (Tirrenia Stampatori, 1999), “Psicologia debole e ricerca ecumenica” (Bruno Mondadori, 2005), “Etica del giudizio e Etica della contemplazione” (Moretti e Vitali, 2007).

Acquista il libro on line

 

A. Cecchini , E. Musci (A cura di)
Differenti? E' indifferente. Capire l'importanza delle differenze culturali e fare in modo che non ci importi
2008, Collana: p come gioco
Pagine: 256
Prezzo: € 20,00
Editore: La Meridiana

Ancora un libro sull'intercultura. Vero, ma attenti, non il solito libro sull'accoglienza. L'accoglienza resta fondamentale in un ottica "interculturale" ma non basta. Occorre un altro passo in avanti verso la decostruzione degli stereotipi che accompagnano la rappresentazione e la conoscenza dell'altro.
Si tratta di una strada complessa e difficile lontana dai buoni sentimenti e insidiata da possibili conflitti sociali ma forse l'unica percorribile in campo educativo.
Così come ogni individuo è un intreccio di identità diverse con relazioni mobili che si evolvono, allo stesso modo ogni cultura è intercultura. Classificare le persone usando la "civiltà" di appartenenza come categoria distintiva è sbagliato e porta a scelte sbagliate.
I giochi contenuti in questo testo si propongono come trappole per la mente che spingono a riflettere sugli stereotipi, sui nodi problematici che siamo tutti chiamati ad affrontare.

Questi giochi aiutano a riconoscere l'altro e il suo punto di vista attraverso una narrazione che non ha una sola prospettiva, che aiuta a identificare le differenze e a renderle relative, a costruire trame dialogiche e ad apprezzare punti di vista differenti.
Questi giochi possono, ancora, aiutare a percepire gli esseri umani come "ponte" tra un "dentro" e un "fuori".
Giocando potreste riscoprirvi, con sorpresa, ad agire in modo nuovo, e a dire frasi mai pensate; e non sempre politically correct.
Presi dalla vertigine della dimensione ludica potreste ritrovarvi ad affermare qualcosa che in bocca ad altri, ascoltata per strada o in TV, vi parrebbe scandalosa. E di lì cominciare a pensare e a dare nuovi fondamenti ai nostri "buoni sentimenti", a renderli efficaci, aperti e duraturi.
Può esistere una trappola per pensare migliore di questa?

Arnaldo Cecchini, esperto di giochi, simulazioni e modelli urbani, è Presidente del Corso di Laurea in Urbanistica all'Università di Sassari, Facoltà di Architettura di Alghero, con altri, ha fondato la Società Italiana dei Giochi di Simulazione (SIGIS), l'Associazione Gradara Ludens e l'Associazione delle città in gioco (GioNa). Per le edizioni la meridiana cura, con Antonio Brusa, la collana p come gioco.
Elena Musci, è docente a contratto presso l'Università degli Studi della Basilicata per i laboratori di "Modelli e Strumenti di Didattica della Storia" e "Il gioco e il giocattolo nella scuola di base" e collabora con la cattedra di Didattica della Storia dell'Università degli Studi di Bari.
Ha pubblicato libri su laboratori e giochi didattici tra cui, con la meridiana, I nuovi mondi del millennio. Gioco di un altro mondo. Possibile (2003).Acquista il libro on line

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

News Letters